Come è strutturata, le misure e come inserire la lavatrice da incasso nel mobile.
 
Il mercato della lavatrice, oltre ai modelli di libera installazione, di cui i vari produttori tengono a catalogo svariati modelli, è composto anche da lavatrici da incasso.

Designate a risolvere il problema di integrazione nell’ambiente della lavatrice di libera installazione, che sebbene si presenti con delle forme sempre più gradevoli, generalmente in grado di integrarsi in modo armonioso, in determinati ambienti ad pensiamo in modo specifico alla cucina, non sono propriamente indicate.

La lavatrice da incasso, al di la delle funzioni e dei programmi, che possono essere diversi da modello a modello, fondamentalmente, dal punto di vista della struttura del mobile è uguale per tutti i produttori. Rappresenta la forma scarna della libera installazione e nello specifico manca del top, così da poter recuperare i centimetri che servono, per l’inserimento sotto il piano di lavoro della cucina componibile e dello zoccolo, dove viene fissata, con dei supporti che sono in dotazione nella lavatrice, la zoccolatura della cucina.

Le dimensioni sono standard, ad eccezione di qualche mm di differenza che ci può essere tra i diversi modelli, e sono quelle necessarie per integrarla con lo standard dei mobili delle componibili. Ha un’altezza di 81,5/81,8 cm, una profondità compresa tra i 54/55 cm ed una larghezza di 59.5/59,8 cm. Nella parte bassa della lavatrice c’è una rientranza, che si distacca di circa 1,5 cm dal pavimento, di circa 15 cm, che corrisponde allo spazio nel quale viene fissato lo zoccolo della cucina.

Lo spazio per l’incasso deve avere una luce che può variare dai 57 ai 58 cm per la profondità, di un minimo 82 cm per l’altezza e di un minimo di 60 cm per la larghezza. La differenza in profondità può essere necessarie a seconda del modello di lavatrice. Per l’altezza, qualora ci sia la necessità la lavatrice si può alzare agendo sui piedini o su eventuali accessori in dotazione.

La lavatrice è dotata di tutti i sostegni necessari per il fissaggio dello sportello, ci sono difatti, in dotazione all’acquisto, cerniere, magnete ed i relativi supporti, distanziali, tasselli e quant’altro. Da entrambi i lati la lavatrice e predisposta per il loro fissaggio, quindi da un lato i supporti cerniera e dall’altro i supporti magnete, che come controparte necessitano del fissaggio di cerniere e magnete sul pannello. Per predisporre il pannello, bisogna munirsi di trapano avvitatore, per praticare i fori di fissaggio delle viti. L’individuazione del punto di foratura si delinea con la maschera di foratura in dotazione, seguendo le istruzione riportate sul libretto di istruzioni. Il senso di apertura dello sportello può essere sia destro che sinistro, anche se è preferibile, per una questione di praticità, predisporlo con lo stesso verso di apertura dell’oblo.

Per quanto riguarda l’allaccio ed il posizionamento, valgono le regole della libera installazione, quindi sbloccaggio, allaccio elettrico ed idrico, scarico dell’acqua e livellamento orizzontale e verticale.

Solitamente la lavatrice da incasso a parità di caratteristiche tecniche con una di libera installazione, mantiene un prezzo più alto, che non è indice di una migliore qualità, bensì di un posizionamento di mercato, concretizzatosi nell’arco del tempo. La soluzione incasso quindi può essere ritenuta valida nelle circostanze in cui si necessita di una integrazione totale in un ambiente, come la cucina, in cui l’estetica ha la sua importanza.

In alternativa in altri ambienti e comunque se ci si dedica opportunamente, studiano nel dettaglio le misure, può essere incassata anche una lavatrice di libera installazione, con riferimento ai modelli che hanno lo zoccolo asportabile e il top removibile.

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.


Presente in tutte le case, la lavatrice è un elettrodomestico che in alcuni casi risulta sconosciuto, nel senso che, sappiamo esattamente a cosa serve, ma non tutti i membri della famiglia sanno utilizzarlo. Ci troviamo pertanto, in alcuni casi, a dover impostare un ciclo di lavaggio e non sapere assolutamente da dove iniziare.
 
 
Spazio trasparente.


Il nemico numero uno per la lavatrice, ma questo vale anche per la lavastoviglie, ed in generale per tutti gli elettrodomestici che vengono a contatto con l’acqua, è il calcare, che inesorabilmente dai primi utilizzi dell’apparecchio inizia la sua azione di deposito su alcuni componenti.
 
 
Spazio trasparente.


Grande successo ha riscontrato sul mercato il motore, della lavatrice della Lg, inverter direct drive, che, per chi non lo sapesse, è caratterizzato dall’eliminazione della tradizionale cinghia che collega il motore al cestello, con un sistema innovativo di innesto del motore direttamente sul cestello.
 
 
Spazio trasparente.


La scelta di una lavatrice è divenuta nel corso di questi ultimi anni un po’ più impegnativa di quanto non accadeva per il passato, dove non c’erano molte delle caratteristiche e prestazioni che le lavatrici di oggi propongono.
 
 
Spazio trasparente.


L’errore F27 nella lavatrice modello DLC7012 e comunque per la serie di lavatrici Whirlpool appartenenti a questa linea, identifica un’anomalia che interessa in generale il motore.
 
 
Spazio trasparente.


Può capitare, che dopo aver acquistato la lavatrice ed averla portata a casa, nel momento in cui si procede ad aprire l’imballo, ci si accorge che il cestello è bagnato. C’è dell’acqua !! Così come anche aprendo il cassetto dei detersivi possiamo riscontrare che è bagnato. Addirittura potrebbe cadere dell’acqua se dovesse essere piegata.
 
 
Spazio trasparente.


Non si verifica frequentemente, ma è una anomalia che può manifestarsi nel funzionamento di una lavatrice. Stiamo parlando del carico continuo dell’acqua, che normalmente dopo aver selezionato un ciclo e dato l’avvio, dura per qualche minuto, per poi fermarsi e dare inizio al lavaggio.
 
 
Spazio trasparente.


Quando durante la fase del lavaggio di una lavatrice o di una lavasciuga l’acqua non viene riscaldata, il motivo è da ricondursi al non funzionamento della resistenza elettrica di riscaldamento, ovviamente le motivazione che la inducono a non funzionare possono essere di diversa natura, sia elettriche che elettroniche, ma in molti altri casi è proprio l’intero elemento che non va e pertanto deve essere sostituito.
 
 
Spazio trasparente.


Abbiamo visto nell’articolo relativo al funzionamento della vaschetta del detersivo, quale è il procedimento che consente al detersivo, alla candeggina ed all’ammorbidente di essere prelevati nel momento in cui il lavaggio lo prevede, quindi un impiego cadenzato.
 
 

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
 
 
 
Foto articolo.
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su
Chiudi
Amazon Music Unlimited