Spazio trasparente.
 
Funzione timer nel deumidificatore, vediamo i modelli che ne sono dotati.
 
Foto articolo.
Una funzione di cui non sono tanto dotati i deumidificatori d’aria è quella che consente di programmare l’accensione e lo spegnimento. Stiamo parlando del timer, che è molto diffuso in altri elettrodomestici, ad esempio il condizionatore, e che ha indubbiamente dei vantaggi.

La ragione per la quale tale funzione non è molto diffusa nel deumidificatore è da ricondurre al fatto che per un risultato ottimale, lo stesso dovrebbe stare acceso continuamente, in quanto non è soltanto necessario asportare l’umidità da un ambiente, ma mantenere tale condizione per garantire un benessere fisico a chi ci vive.

Tuttavia ci possono essere delle condizioni per le quali il funzionamento del deumidificatore può essere necessario solo per alcune ore o per ragioni diverse non può rimanere acceso per troppo tempo o addirittura deve accendersi, sempre per una esigenza specifica, ad un determinato orario.

Ecco che per tale ragione la funzione del timer diventa importante e fondamentale. Tale funzione potrebbe essere sostituita dall’impiego di un timer meccanico giornaliero, che potrebbe essere impiegato solo per i deumidificatori non elettronici. Tuttavia anche nei modelli meccanici, produrrebbe dei danni non tanto per l’accensione, quanto per lo spegnimento, che si verificherebbe in modo brusco, venendo a mancare improvvisamente la corrente nel momento in cui è acceso.

La soluzione ideale è pertanto orientarsi verso un deumidificatore dotato di timer.

Vediamo dunque quali sono i modelli che ne sono dotati:

Trotec:
1) TTK 30 E, TTK 53 E, TTK 71 E, TTK 72 E,  dispongono di un timer di solo spegnimento, pertanto nel momento in cui è acceso impostando il timer si può stabilire da 1 a 24 ore dopo quante si deve spegnere;
2) TTK 40 E, dispone di un timer di solo spegnimento, che può essere impostato quando è acceso e prevede un tempo di programmazione 2 o 4 ore;
3) TTK 54 E, TTK 66 E, TTK 96 E, TTK 127 E, dispongono di un timer che può essere impostato sia da spento che da acceso e consente di programmare sia il posticipo sull’accensione che il tempo di spegnimento. La programmazione va da 0 a 24 ore, con un incremento di 0,5 h fino a 10 ore e un incremento di 1 ora fino alle 24 ore.
4) TTR 56 E, dispone di un timer si solo spegnimento impostabile da 1 a 24 ore;
5) TTR 57, TTK 68 E, TTK 69 E, TTK 90 E, TTK 110 HEPA, dispongono di un timer dispone di una impostazione che va da 0 a 24 ore, con incrementi di 1 ora. Può essere impostata l’accensione o lo spegnimento stabilendo il numero di ore che devono trascorrere prima che si accenda o che si spenga. In buona sostanza se sono le 9:00 e vogliamo farlo accendere per le 16:00, possiamo impostare un’accensione posticipata di 7 ore. Se lo abbiamo è sono le 17:00 possiamo impostare uno spegnimento programmato per il numero di ore necessario. Non può essere impostato un’accensione ed uno spegnimento tutto programmato in una sola volta;
6) TTK 65 E, il timer dispone di due modalità di impostazione ovvero accensione posticipata dopo 2 o 4 ore, quindi da spento. Spegnimento dopo 2 o 4 ore da acceso.

De Longhi:

1) DD30P e modelli DDS, dispongono di un timer che consente di programmare l’accensione posticipata da 0,5  a 24 ore, con scatti di 0,5 h. La programmazione si effettua con il deumidificatore in stand-by. Allo stesso modo si può impostare uno spegnimento programmato sempre con le stesse regole, fatta eccezione che deve essere impostato nel momento in cui l’apparecchio è in funzione. Non è possibile impostare un’accensione ed uno spegnimento contemporaneamente;
2) La linea DEX, il modello DX10 e quello DEM 10, non sono dotati di timer;
3) DNC 65, è dotato di un solo timer di spegnimento, pertanto con il deumidificatore acceso premendo il tasto timer è possibile impostare uno spegnimento programmato dopo 2,4 o 8 ore.

Ariston:
1) Deos 16s-18s-20s-21s, Deos 30 e Deos 50 dispongono di un timer che consente di programmare l’accensione ritardata se il deumidificatore è spento oppure lo spegnimento posticipato se è acceso. La programmazione può essere impostata a scatti di 0,5 ore fino a 10 ore ed a scatti di 1 ora fino a 24 ore.

Olimpia Splendid:
1) Aquaria Slim 10, dispone di un timer che consente di impostare l’accensione o lo spegnimento posticipato, in un lasso di tempo che va da 1 a 24 ore, con scatti di un’ora;
2) Aquaria 10, Aquaria Slim 12, Aquaria Silent 14, Aquaria 16, Aquaria 16 Thermo, Aquaria 22, Aquaria Thermo 22, Aquaria 28, SeccoProf 28-38, non dispongono di timer.

Argo:
1) DRY DIGIT 13, DRY DIGIT 17, DRY PLUS 21, DRY PLUS 25, dispongono di un timer di accensione o di spegnimento programmabile per 2 o 4 ore;
2) PLATINUM 21, PLATINUM 41, LILIUM 11, LILIUM 13  programmabile per l’accensione o lo spegnimento posticipato da 1 a 24 ore, con scatti da 1 ora. L’accensione ritardata si imposta da spento, mentre lo spegnimento da acceso;
3) BABYDRY 11, non è dotato di timer.

Mitsubishi Electric:
1) MJ-E12CH, MJ-E14CG, dispongono di un timer di solo spegnimento programmabile a deumidificatore acceso e consente una regolazione di 2, 4, 8 ore;
2) MJ-E14EG, MJ-E21BG, dispongono di un timer programmabile per l’accensione o lo spegnimento impostabile da 1 a 9 ore a scatti di 1 ora;

Comfeé:
1) GIBSON, consente di impostare se acceso uno spegnimento ritardato, se spento l’accensione. La programmazione è compresa tra 0,5 e 24 ore, con scatti di mezz’ora fino 10 e incrementi di 1  ora fino a 24 ore.
2) La linea GOBI e MALI, non dispongono di timer.

Qlima:

1) D610, D612 dispongono di un timer di spegnimento che deve essere impostato da acceso e consente una programmazione di spegnimento posticipato di 1, 2, 4, 9 ore;
2) D620, D625, in questo caso il timer consente una programmazione di 1, 2, 4, 8 ore sia in accensione che spegnimento posticipato. La prima si imposta da spento, la seconda da acceso.

Bimar:
1) DEU321.EU, DEU311.EU, non dotati di timer;
2) DEU313.EU, dotato di timer di spegnimento programmabile da 1 a 24 ore a scatti da 1 ora.

articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.
La scelta di un deumidificatore è subordinata ad un corretto dimensionamento, ovvero nell’identificare le caratteristiche della stanza in cui deve effettuare la deumidificazione. Ricordiamo che i valori da tenere in considerazione sono il volume, la percentuale di umidità e la temperatura dell’ambiente.

Pubblicato:
giovedì 8 ottobre 2015
 
 
Spazio trasparente.
Abbiamo già visto nell’articolo “perdita di resa di un deumidificatore, i motivi per i quali un deumidificatore non riesce ad asportare la stessa quantità di umidità, da uno stesso ambiente, durante tutto l’anno.

Pubblicato:
sabato 13 settembre 2014
 
 
Spazio trasparente.
Per asciugare gli ambienti e risolvere o attenuare i problemi di umidità in casa, la De Longhi propone una serie di ben 12 deumidificatori, ognuno dei quali presenta delle caratteristiche tecniche diverse e specifiche, da renderli adattabili alle differenti condizioni dell’ambiente da deumidificare o alle esigenze da soddisfare.

Pubblicato:
giovedì 5 giugno 2014
 
 
Spazio trasparente.
Innanzi tutto diciamo che il marchio Qlima è italiano, difatti esso fa capo alla PVG Italy S.r.l, presente sul mercato dal 1983 con un altro marchio molto noto, che ha visto una presenza molto importante sugli scaffali dei negozi, stiamo parlando del marchio Zibro. Molto conosciute sono le stufe a carburante ma anche molti altri prodotti del comparto trattamento aria.

Pubblicato:
martedì 15 settembre 2015
 
 
Spazio trasparente.
In assoluto l’azienda che dispone di un catalogo scelta più ampio e vario del mercato, la Trotec è un leader indiscutibile nel settore della deumidificazione, con modelli destinati sia ad un impiego residenziale che professionale. Inoltre le caratteristiche specifiche di ogni modello, rende questa gamma valida per poter fronteggiare situazioni ambientali differenti.

Pubblicato:
lunedì 16 ottobre 2017
 
 
Spazio trasparente.
Abbiamo già parlato in tanti articoli riferiti al deumidificatore, di molti aspetti differenti. In questo ci focalizzeremo sulla funzionalità dello scarico continuo, di come funziona e quali particolari possono essere importanti ed anche più comodi, nella fase di utilizzo, e quindi importanti da accertare per effettuare dei confronti e conseguentemente la scelta tra i vari modelli.

Pubblicato:
domenica 14 gennaio 2018
 
 
Spazio trasparente.
Oltre alla tecnologia tradizionale, oggi il mercato propone dei deumidificatori che utilizzano un minerale per riuscire ad asportare l’umidità presente nell’ambiente. A tal proposito vogliamo portare a conoscenza l’esistenza di un particolare deumidificatore, prodotto dalla Mitsubishi Electric il modello MJ-EZ6CX-S1-IT, che impiega la zeolite per assorbire l’umidità presente nell’ambiente.

Pubblicato:
martedì 9 ottobre 2012
 
 
Spazio trasparente.
Nello scegliere un deumidificatore, con il quale ottenere risultati positivi, è determinante tenere in considerazione la temperatura dell’ambiente in cui viene utilizzato, in base ad essa infatti è opportuno orientarsi su un modello dotato di una sistema di sbrinamento classico o professionale.

Pubblicato:
giovedì 18 settembre 2014
 
 
Spazio trasparente.
L’umidità è un problema che affligge molte abitazioni e in modo particolare chi si trova a vivere in quegli spazi, dove si crea una condizione ambientale non confortevole, una condizione che non rientra in quella che sono i parametri per il benessere fisico.

Pubblicato:
domenica 22 ottobre 2017
 
 
Spazio trasparente.
La gamma di deumidificatori portatili dell’Ariston, per risolvere i problemi di umidità in casa, si compone di tre modelli, divisi in due linee estetiche differenti, una della quale fa parte il modello con una capacità di 11 litri e l’altra con i modelli da 16 e 20 litri.

Pubblicato:
martedì 8 luglio 2014
 
 
 
 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaPreferenze lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su