Spazio trasparente.
 
A cosa serve e come attaccare il foglio polionda sotto la lavatrice.
 
Foto articolo.
Alcuni modelli di lavatrice portano in dotazione un foglio polionda che il produttore inserisce nell’imballo dell’elettrodomestico. Solitamente è sistemato nella parte alta dell’imballo, immediatamente sopra il polistirolo che protegge il top e sotto la plastica che lo racchiude.

Se ci rechiamo in un negozio fisico potremmo vederlo sistemato sopra la lavatrice messa in esposizione anche se in alcuni casi non viene messo in vista e consegnato al momento dell’acquisto, se questo è rivolto all’ultimo modello in mostra.

Succede però, in alcuni casi, che questo non venga consegnato ed il consumatore se ne rende conto solo nel momento in cui leggendo il libretto di istruzioni, nella parte relativa all’installazione, vi è fatta menzione.

Il foglio polionda ha la funzione di attenuare la rumorosità della lavatrice, pertanto in fase di acquisto nel momento in cui si sceglie un modello che prevede il foglio, bisogna considerare che la rumorosità indicata sull’energy label, si ottiene se il foglio viene sistemato al suo posto, caso contrario quella macchina potrà manifestare una rumorosità leggermente superiore.

Il foglio polionda non è sistemato dal produttore in quanto la fase di installazione prevede la rimozione dei blocchi di fissaggio, che impediscono alla vasca di subire dei movimenti che potrebbero danneggiarla, e tra questi blocchi ci sono dei pezzi di polistirolo e distanziatori, che devono essere rimossi dal fondo, proprio dove deve essere fissato il foglio.

Fissare il foglio polionda è molto semplice, una volta che abbiamo rimosso i blocchi della lavatrice, bisogna inclinare la lavatrice sul retro, in modo tale da avere l’accesso alla parte inferiore e applicare il foglio.

Possiamo trovarci a due sistemi differenti di applicazione, uno adesivo e l’altro con i chiodini di fissaggio. Nel primo caso basterà rimuovere il velo che copre il nastro biadesivo già presente sul foglio e fissarlo.

Nella seconda ipotesi all’interno del cestello e più precisamente nella busta che contiene i documenti e eventuali accessori, troveremo dei piccoli chiodini in plastica, che serviranno a fissare il pannello. Allo stesso modo, troveremo dei fori in corrispondenza del punto di inserimento dei chiodini, sul mobile della lavatrice.

In entrambi i casi la sistemazione del pannello sarà semplicissima in quanto ha la forma esatta per poter calzare perfettamente al mobile.

Nel caso in cui non si dovesse trovare il pannello all’interno dell’imballo o non venisse consegnato se si tratta del prodotto in esposizione, a parte rivolgersi al rivenditore, in modo tale che possa provvedere al recupero del foglio, si potrà adattare un foglio polionda acquistabile in un negozio di ferramenta. Basterà semplicemente ritagliarlo dandogli la forma dovuta ed applicarlo con del nastro biadesivo.

articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.
Molto spesso per questioni di spazio si ha l’esigenza di installare a colonna la lavatrice e l’asciugatrice, ovvero mettere un elettrodomestico sull’altro. Questo è certamente possibile, difatti sul mercato sono in commercio delle basi universali per la sovrapposizione o delle basi specifiche prodotte direttamente dai produttori di elettrodomestici.

Pubblicato:
giovedì 11 ottobre 2018
 
 
Spazio trasparente.
Non tutte le lavatrici hanno nel cassetto dei detersivi lo scomparto destinato e predisposto per versare la candeggina. Dove c’è può essere identificato facilmente, in quanto è riportato un simbolo che ne identifica tale funzionalità, ovvero la sigla CL.

Pubblicato:
lunedì 3 gennaio 2011
 
 
Spazio trasparente.
Lo sportello della lavatrice che non si apre al termine del lavaggio è sicuramente un guasto abbastanza noioso, in quanto non solo non ci permette di utilizzarla, ma essendo che si verifica spesso al termine di un lavaggio, ci troviamo ad avere gli indumenti all’interno del cestello e quindi non possiamo recuperarli.

Pubblicato:
lunedì 18 giugno 2018
 
 
Spazio trasparente.
Alcune volte sui tessuti si creano delle macchie che con un lavaggio tradizionale non riusciamo ad eliminare, questo a causa della loro natura particolare, non riconducibile ad uno sporco comune. A tal proposito abbiamo selezionato alcune tipologie di macchie, e creato una lista, che necessitano di un trattamento aggiuntivo al lavaggio tradizionale per poter essere puliti perfettamente.

Pubblicato:
martedì 20 marzo 2012
 
 
Spazio trasparente.
Con Samsung cambia l’idea del lavaggio tradizionale, con la sua nuova tecnologia che provvede a far sciogliere il detersivo ancor prima di arrivare nel cestello. Eco Bubble, in inglese, la nuova tecnologia utilizzata su 12 modelli di lavatrice, in italiano conosciuta e diffusa con il nome di eco lavaggio.

Pubblicato:
sabato 11 dicembre 2010
 
 
Spazio trasparente.
Il termine low cost, letteralmente basso costo, si è consolidato anche nel mondo degli elettrodomestici, difatti si sente spesso parlare e ancor di più, si va alla ricerca di questi modelli, attratti dal desiderio e soprattutto dalla necessità di risparmiare.

Pubblicato:
martedì 27 ottobre 2015
 
 
Spazio trasparente.
Considerati aspetti inerenti le proprie abitudini, la composizione del nucleo familiare, lo spazio ed altri fattori si sceglie una lavatrice con una determinata capacità di carico. Rispetto a qualche anno fa il ventaglio della proposta si è ampliato abbastanza, passando da lavatrici di piccolo carico 3,5 Kg fino ad arrivare, passando da capienze come 5, 6,7,8,9 e 10, agli 11 e 12 kg.

Pubblicato:
sabato 2 giugno 2012
 
 
Spazio trasparente.
Nuova gamma di lavatrici per la Candy con dieci nuovi modelli: quattro da 7 Kg tra le quali due a profondità ridotta, 40 cm, tre macchine da 8 Kg, siamo su una profondità di 50 cm, e tre da 9 kg con un massimo di 60 cm di profondità.

Pubblicato:
martedì 14 giugno 2011
 
 
Spazio trasparente.
Oltre al sistema classico di inserimento del detersivo nel cassettino specifico o all’interno del cestello della lavabiancheria, ci sono in commercio alcune lavatrici dotate di un serbatoio per il carico del detersivo ed il suo dosaggio automatico ad ogni lavaggio.

Pubblicato:
sabato 9 ottobre 2010
 
 
Spazio trasparente.
Il timer meccanico è un componente che fino a qualche anno fa, veniva montato da tutte le lavatrici, oggi a seconda del modello di lavabiancheria è stato sostituito con quello elettronico o dal modulo elettronico (scheda). Tuttavia, sebbene le nuove lavatrici non lo hanno più, in circolazione ce ne sono ancora molte con programmazione meccanica, e quindi con detto timer.

Pubblicato:
mercoledì 4 maggio 2016
 
 
 
 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su