Icona accesso.
 
 
 
 
 
 

Asciugatrice non scalda ed i panni restano umidi: le cause e cosa fare!

Asciugatrice non scalda

Cosa trovi in questo articolo:

  1. Asciugatrice non scalda le cause;
  2. Come avviene il ciclo di asciugatura;
  3. Asciugatrice non riscalda ragioni non tecniche;
  4. Asciugatrice non scalda bene manutenzione;
  5. Asciugatrice non scalda ragioni tecniche;
  6. Domande poste dai consumatori;
  7. Commenti per chiedere informazioni.

 

Asciugatrice non scalda o non scalda bene: le cause

Una delle condizioni meno auspicabili per un’asciugatrice è che non scaldi, o che non scaldi bene. Se non manda abbastanza calore difatti non riuscirà ad asciugare gli indumenti che abbiamo la necessità di asciugare. Il risultato è che al termine del ciclo di asciugatura ci ritroviamo con i panni bagnati o ancora abbastanza umidi.

Quando l'asciugatrice non asciuga, questa condizione può dipendere da cause di natura prettamente tecniche o da altre causate da un utilizzo non ottimale dell'elettrodomestico. Vediamo ora brevemente come si sviluppa il ciclo di asciugatura o meglio come il calore giunge all'interno del cestello in modo tale da poter facilmente individuare il punto in cui si può verificare un intoppo è conseguentemente creare la condizione per la quale l'asciugatrice non scalda bene o non scalda per niente.

Prima di proseguire dobbiamo precisare che quando diciamo che l’asciugatrice non scalda è da intendersi che il ciclo viene concluso, pertanto prenderemo in considerazione le condizioni che rientrano in questa fattispecie. Cosa diversa è se invece l’asciugatrice non funziona.

Asciugatrice come funziona il ciclo di asciugatura

Il processo di asciugatura vede passare l’aria calda prodotta nel condensatore attraverso una camera di ventilazione, da dove viene spinta all’interno del cestello, dove l’aria calda e secca, attraversando i tessuti si carica dell’umidità in essi presente ed allo stesso tempo porta con se pelucchi e piccole parti dei capi, passando attraverso il filtro che si trova nel cestello e da questo ancora in avanti al filtro che protegge l’evaporatore, dove l’aria umida cede l’acqua. Il ciclo è continuo. Il passaggio attraverso i filtri crea con il tempo una stratificazione dello sporco, che può impedire parzialmente o totalmente il passaggio dell'aria e, conseguentemente, più i filtri sono intasati, più gli indumenti saranno umidi al termine del programma. La raccomandazione è di pulire detti filtri al termine di ogni ciclo di asciugatura.

Asciugatrice non scalda ragioni non tecniche

Ancor prima di analizzare le ragioni tecniche ne affrontiamo due che non lo sono propriamente, ma che è necessario evadere prima di pensare di eseguire dei controlli tecnici:

1) Alimentazione elettrica asciugatrice;
2) Condizioni ambientali asciugatrice.

Un fattore che non di rado influenza il funzionamento dell’asciugatrice ma non solo è l’alimentazione elettrica. Gli elettrodomestici possono essere molto sensibili alle variazioni di frequenza che possono far terminare un programma ma facendolo proseguire non al massimo della funzionalità. Potrebbe anche capitare anche un fermo totale con la restituzione di un codice di difetto. Quello che possiamo fare come accorgimento è di non utilizzare prolunghe o riduttori, la spina deve essere inserita direttamente nella presa, ovviamente con messa a terra nell’impianto.

Altro fattore molto importante che riguarda le asciugatrici in pompa di calore è la condizione ambientale. Nello specifico sono in grado di funzionare con temperature comprese tra i 5°C ed i 35°C. Questo limite invece non riguarda i modelli a condensazione, ovvero quelle che riscaldano l’aria con l’impiego di una resistenza elettrica (limite della pompa di calore asciugatrice).

Asciugatrice non scalda bene: manutenzione

Ora che abbiamo analizzato le ragioni che non dipendono da un malfunzionamento dell'asciugatrice, bensì da fattori esterni che ne impediscono un regolare funzionamento, passiamo alle ragioni che possiamo definire legate alla manutenzione dell'asciugatrice che non asciuga in quanto non riesce a scaldare come dovrebbe. In questo caso aprendo il cestello possiamo ravvisare che al suo interno c'è del calore ma non corrisponde a quello che dovrebbe essere. L'asciugatrice non scalda bene! Ci possono essere due ragioni per le quali siamo ancora nella possibilità di intervenire senza l’ausilio di operazioni da tecnico. 

Avendo descritto prima le asciugatrici come funzionano, abbiamo compreso che il passaggio dell'aria avviene attraverso due filtri che necessitano di manutenzione, ovvero di pulizia costante. Nel in cui caso questo non avviene la capacità di scambio, ovvero di produzione di calore diminuisce è l'asciugatrice non asciuga bene in quanto scalda poco. Per approfondire come eseguire la pulizia si rimanda alla lettura degli articoli specifici:

1) Filtro cestello asciugatrice sporco;
2) Filtro evaporatore asciugatrice sporco.

Oltre a queste due c'è una terza causa che è correlata alla manutenzione e che se si verifica è necessario un intervento tecnico per la sua sistemazione, ovvero il condensatore intasato. Si tratta di una della ragioni principali che non fa scaldare l’aria che viene immessa nell’asciugatrice. In buona sostanza il condensatore non riesce a scambiare in quanto è coperto dallo sporco e scalda poco. Per risolvere questo difetto si rimanda all'articolo dedicato dove viene mostrato come pulire il condensatore dell'asciugatrice, un vero e proprio intervento tecnico dove è necessario smontare tutta l’asciugatrice.

Asciugatrice non scalda ragioni tecniche

Infine ci sono delle ragioni prettamente tecniche che non fanno scaldare l’asciugatrice e sono:

1) Condensatore di spunto asciugatrice guasto;
2) Relè motore asciugatrice guasto;
3) Difetti elettrici o elettronici;
4) Mancanza di gas asciugatrice.

Nei primi tre casi possiamo riscontrare un elemento in comune: il compressore che non parte. Per renderci conto bene di quello che sta succedendo è necessario smontare il pannello laterale che da accesso alla visone del compressore. Inseriamo la spina alla presa ed avviamo un programma di asciugatura. Dal lato senza pannello potremo vedere avviarsi il motore che consente la rotazione del cestello che è concomitante all'avvio del ciclo. Stiamo a guardare e al momento non tocchiamo niente, ma stiamo con l'orecchio teso in modo da capire se il compressore si attiva. Difatti il riscaldamento può avvenire solo se il compressore attiva il circuito refrigerante. Facendo attenzione a non toccare i fili elettrici possiamo poggiare il dorso della mano sul compressore per capire se è partito, anche se quando parte emette una vibrazione e lo riusciamo a percepire guardandolo ed ascoltandolo. Il compressore non parte immediatamente dopo che il programma è iniziato, ma possono passare fino a una diecina di minuti, trascorsi i quali se non si è avviato possiamo stabilire che l'asciugatrice non scalda in quanto il motore non si avvia.

Nel caso in cui invece il compressore parte ma l'asciugatrice non scalda comunque il problema è da ricondurre, fatto salvo le indicazioni fornite per la manutenzione, alla mancanza di gas refrigerante. In questo caso è necessario rivolgersi ad un tecnico specializzato che potrà eseguire la ricerca della perdita, riparala e ricaricare il gas.

Per quanto riguarda i difetti elettrici o elettronici possiamo controllare se i fili che alimentano il compressore sono integri e che la scheda non presenti delle bruciature e nel caso sostituirla.

 
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email
 

 
 
 
 
 
 
 

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

supporto
 
 
Altri articoli che ti potrebbero interessarti:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Quando durante un ciclo di asciugatura notiamo che il cestello gira molto lentamente oppure gira a singhiozzo, nel senso che in alcuni momenti sembra andare regolarmente ed in altri si blocca, allora è molto probabile che il condensatore di spunto del motore è difettoso.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Abbiamo visto in un articolo precedente, quali siano i codici di errore, che si possono presentare sul display di una asciugatrice a marchio Hotpoint o Indesit, che indicano un malfunzionamento ed il loro significato. Sono i codici di errore riferiti a dei modelli di asciugatrice più vecchi e che rappresentano il difetto di funzionamento con un numero preceduto dalla lettera F.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

A seconda che ci troviamo di fronte ad una asciugatrice in pompa di calore o a condensazione (resistenza elettrica), il posizionamento deve essere valutato in modo differente. Il motivo è da ricondursi alla differenza di peso che c’è tra le due asciugatrici. Infatti, quella in pompa di calore, avendo al suo interno una serie di componenti, come il motore, il circuito frigorifero, lo scambiatore ed altro è più pesante rispetto ad un modello a condensazione, che internamente è composta da pochi elementi.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Il condensatore o capacimetro ha la forma di un cilindro, spesso in materiale plastico all'esterno o in metallo (impiegato comunemente per le asciugatrici), che nella parte superiore dispone di due ingressi faston, o in alcuni modelli di 4 ingressi. In quest'ultimo caso sono due coppie, ovvero due conducono sempre ad un polo e gli altri due all'altro.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

L’asciugatrice è un elettrodomestico oramai diffuso in modo abbastanza importante nelle famiglie, ovviamente per il grande beneficio che comporta in termini di gestione del bucato. Poter asciugare senza dover stendere la biancheria, per la quale sarebbe necessario disporre di uno spazio in casa o all’aperto ed in questo caso utilizzabile solo quando non piove, è assolutamente comodo oltre a far risparmiare tempo.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Una delle condizioni meno auspicabili per un’asciugatrice è che non scaldi, o che non scaldi bene. Se non manda abbastanza calore difatti non riuscirà ad asciugare gli indumenti che abbiamo la necessità di asciugare. Il risultato è che al termine del ciclo di asciugatura ci ritroviamo con i panni bagnati o ancora abbastanza umidi.
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea