Spazio trasparente.
Spazio trasparente.
 
Spazio trasparente.
Perché la lavatrice improvvisamente non si accende più.
 
In presenza di un guasto o di un malfunzionamento della lavatrice, questo il più delle volte viene segnalato tramite dei codici di errore o delle segnalazioni di led che lampeggiano. In queste circostanze si dispone di un riferimento, di un punto di partenza dal quale muoversi per cercare di risolvere la problematica.

Succede però che in taluni casi, non solo che non vengono restituite tali indicazioni, ma la lavatrice resta completamente spenta, non si accende, non c’è nessun segnale. Cosa bisogna fare in questi casi?

La mancata accensione può essere circoscritta è pertanto determinata da due condizioni precise:

1) L’assenza di alimentazione elettrica;
2) Il guasto di alcuni componenti.

Individuate le cause in linea generale, ora ci addentriamo nel particolare per comprendere, cosa, ognuna delle due può interessare.

Nel primo caso non arriva corrente, il che significa che ci può essere un problema al cavo di alimentazione, che potrebbe essersi interrotto. Questo può succedere se ci sono delle piegature persistenti che col tempo creano una lacerazione dei fili (non succede spesso). Ancor prima del cavo, tuttavia, è opportuno verificare la presa di alimentazione elettrica, che potrebbe non essere funzionante. Per evitare di aprirla, ed eseguire un controllo dei fili, possiamo verificarla alimentando un piccolo elettrodomestico come potrebbe essere un asciugacapelli, un rasoio o altro.

In caso di utilizzo di prolunghe, riduttori, ciabatte è necessario verificare che siano funzionanti, quindi possiamo eseguire la stessa prova alimentando un piccolo elettroutensile, dal punto di innesto della riduzione.

Questi primi controlli, che potrebbero sembrare ovvi, scontati, sono spesso trascurati ed in molti casi sono proprio la causa, che ovviamente può essere risolta molto velocemente e facilmente.

Esclusa la mancata alimentazione della lavatrice, è necessario indagare sul guasto di alcuni componenti. Il primo sul quale ci soffermiamo è il filtro antidisturbo, al quale è collegato il cavo di alimentazione. Nel filtro arriva la corrente in entrare, viene filtrata ed esce dallo stesso dall’altro lato. In caso di una sua rottura, ovviamente l’alimentazione si ferma in quel punto. La scheda elettronica non viene alimentata e la lavatrice resta spenta.

Altro elemento interessato è il cablaggio, ovvero i fili elettrici che in uscita dal filtro antidisturbo, conducono la corrente fino alla scheda o al timer in caso di lavatrice meccanica alimentandola. È necessario pertanto verificare che non ci siano interruzioni a tal proposito, in quanto una eventuale presenza bloccherebbe la conduzione dell’alimentazione elettrica e quindi la mancata accensione.

Infine l’ultimo elemento, il cuore pulsante, della lavatrice, la scheda elettronica, che può anch’essa essere responsabile della mancata accensione. Difatti se tutti i passaggi che abbiamo visto precedentemente, sono positivi, nel senso che abbiamo appurato che l’alimentazione elettrica raggiunge la scheda, significa che è essa stessa ad essere difettosa. In questo caso sarà necessario smontarla per verificare prima a vista la presenza di bruciature e poi con un tester i vari componenti.

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.


Nel malfunzionamento della lavatrice oltre al guasto che si può manifestare in un determinato momento e che quindi è necessario riparare, si può creare un’ulteriore problematica per il mancato scarico dell’acqua. Difatti si può bloccare con il cestello pieno d’acqua. Cosa fare in questa circostanza?
 
 
Spazio trasparente.


Il contenitore del detersivo è diviso in tre scomparti, uno dedicato al detersivo per la fase del prelavaggio, uno per il lavaggio ed il terzo per l’ammorbidente. In alcuni modelli c’è un quarto e più piccolo scomparto destinato a contenere la candeggina, anche se è sempre meno presente.
 
 
Spazio trasparente.


È oramai consolidato il concetto di equivalenza tra la classe energetica A con il basso consumo energetico. L’acquisto della lavatrice è pertanto dettato dalla presenza di questo requisito, che si evince dalla certificazione energetica presente all’interno del prodotto.
 
 
Spazio trasparente.


La lavatrice come gli altri elettrodomestici nasce per un impiego casalingo, un apparecchio destinato ad essere utilizzato all’interno dell’ambiente domestico. Normalmente nelle abitazioni c’è uno spazio lavanderia, destinato ad accoglierla, o un bagno dopo poterla sistemare o comunque uno spazio dove localizzarla.
 
 
Spazio trasparente.


Un’anomalia di funzionamento della lavatrice o lavasciuga, alla quale ci si trova davanti dopo alcuni anni del suo utilizzo è quella del cestello che non gira. Prima di andare avanti precisiamo che il fermo del cestello può dipendere da diversi fattori, ma in particolare in questo caso ci riferiamo ad una condizione del tutto normale, conseguente alla regolare usura delle spazzole a carboncino.
 
 
Spazio trasparente.


Quando acquistiamo una lavatrice, nei primi anni di impiego normalmente durante la fase del lavaggio tutto procede in modo abbastanza silenzioso e comunque non si verificano dei movimenti, delle vibrazioni evidenti che possono destare particolare attenzione o preoccupazione.
 
 

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
 
 
 
 
Foto articolo.
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su