Spazio trasparente.
 
Come intervenire praticamente quando la lavastoviglie perde acqua dall’airbreak.
 
Foto articolo.
Una anomalia che può presentarsi nel tempo in una lavastoviglie è quella relativa alla perdita di acqua dall’airbreak. In buona sostanza questo è una sorta di contenitore in plastica trasparente, all’interno del quale confluisce dell’acqua, circa 200 cl, che stazione prima di passare nel contenitore del sale.

L’airbreak è normalmente posizionato in verticale su una parete laterale della lavastoviglie. Collegato in basso tramite dei tubi, che consentono i vari passaggi dell’acqua in entrata ed in uscita. Al suo interno ci sono della scanalature, una sorta di percorso che l’acqua compie durante la fase di carico, fino a raggiungere un punto massimo. Nella parte superiore troviamo un punto in cui a seconda del modello può essere aperto, oppure può esserci inserito con un tappo.

In ogni caso durante la fase di carico l’acqua non deve superare mail il livello massimo consentito, altrimenti la conseguenza è quella di una sua fuoriuscita, che manderà la macchina in allarme, in quanto l’acqua raggiungendo la base farà azionare il galleggiante, quindi in allarme, la pompa di scarico di continuo.

Questo tipo di perdita non è sempre e subito identificabile in quanto si verifica in un dato momento del lavaggio. Ne consegue che se riscontriamo una perdita e ci adoperiamo con i consueti metodi di verifica, che consistono nel controllare, sempre dopo aver rimosso alimentazione elettrica e i tubi di carico e scarico, nella parte che sta al di sotto della vasca, pertanto accedendovi dalla parte inferiore, la componentistica alla ricerca di eventuali tubi rotti, potremmo non renderci conto che la perdita proviene da questo componente.

A tal proposito se in caso di perdite non si riesce a capire da dove proviene, dovremmo togliere il pannello laterale dove c’è l’airbreak ed impostare un ciclo di lavaggio in modo da avere a vista questa parte e visionare il processo di caricamento ed eventualmente il livello e la perdita di acqua.

La perdita avviene per un eccessivo riempimento, che supera il livello massimo. Questo succede a causa della presenza di incrostazioni di calcare e sedimenti di vario tipo, che con il tempo si possono accumulare.

Per prevenire la formazione di incrostazioni è opportuno utilizzare periodicamente un cura lavastoviglie, al fine di preservare il buon funzionamento di questo componente ed anche di altri, che possono sempre dare origine a dei malfunzionamenti.

In questo caso specifico per porre rimedio, possiamo effettuare dei cicli con l’anzidetto prodotto e cercare di verificare se i tubi di collegamento ed in entrata all’airbreak sono intasati.

Dobbiamo pertanto togliere le fascette di tenuta o molle che siano e pulirli con attenzione. Questo potrebbe non essere sufficiente, pertanto potrebbe essere necessario pulire tutto il contenitore che dovremmo smontare.

articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.
Se la lavastoviglie inserita nella cucina componibile deve essere sostituita o se non la si possiede affatto, si può avere chiaramente la necessità di acquistarla. Per inserire una lavastoviglie nella cucina componibile, ci sono diverse opzioni, se non si ha nessuna informazione in merito possiamo trovarci davanti a delle proposte fatte dal rivenditore che possono spiazzarci. La lavastoviglie che possiamo inserire nel mobile, come dicevamo prima, può avere delle connotazioni strutturali differenti, che è bene conoscere per avere le idee più chiare.

Pubblicato:
sabato 11 dicembre 2010
 
 
Spazio trasparente.
L’utilizzo della lavastoviglie molte volte viene effettuato in modo non attento, nel senso che si caricano le stoviglie all’interno, si imposta un lavaggio e si avvia il programma. In tanti casi si impostano dei cicli lunghi e temperature alte in modo tale di essere sicuri di ottenere un buon risultato finale, però tutto a scapito di sprechi di tempo, energia e non sempre con un risultato ideale.

Pubblicato:
lunedì 10 gennaio 2011
 
 
Spazio trasparente.
Tra i tanti aspetti che vengono presi in considerazione per l’acquisto di una lavastoviglie, c’è quello relativo alla durata dei programmi, ognuno dei quali è indicato per un determinato tipo di carico.

Pubblicato:
lunedì 27 febbraio 2017
 
 
Spazio trasparente.
Una anomalia che è spesso riscontrabile durante il funzionamento della lavastoviglie è quella relativa allo scarico improvviso dell’acqua precedentemente caricata. A dire il vero non si tratta di un difetto riconducibile ad uno specifico guasto, bensì ad una conseguenza che può scaturire da diverse cause o malfunzionamenti.

Pubblicato:
domenica 17 settembre 2017
 
 
Spazio trasparente.
Una anomalia di funzionamento che si può verificare sulla lavastoviglie, è quella del mancato carico dell’acqua, al quale consegue il non avvio del programma di lavaggio.

Pubblicato:
mercoledì 1 febbraio 2017
 
 
Spazio trasparente.
Se si è in possesso di una vecchia lavastoviglie, che magari continua a funzionare e quindi non vogliamo cambiarla per evitare di effettuare una nuova spesa, è opportuno sapere che in realtà quello che non andiamo a spendere subito, lo pagheremo nel corso del suo utilizzo durante pochi anni.

Pubblicato:
lunedì 13 maggio 2013
 
 
Spazio trasparente.
Abbiamo analizzato in un articolo precedente le cause che possono provocare il fermo del ciclo di lavaggio in una lavastoviglie immediatamente dopo il carico dell’acqua nella vasca.

Pubblicato:
martedì 11 settembre 2018
 
 
Spazio trasparente.
La rumorosità della lavastoviglie è deducibile in fase di scelta dalle indicazioni riportate sull’energy label, che ne indica chiaramente i decibel db(a) prodotti in fase di lavaggio. Pertanto se vogliamo un modello silenzioso poniamo particolare attenzione a questo dato.

Pubblicato:
martedì 18 giugno 2019
 
 
Spazio trasparente.
Oltre alle caratteristiche generali, la scelta della lavastoviglie è influenzata dalla classe energetica. Chiaramente in prima battuta, essendo a conoscenza di una scala di consumi che va dalla A+++ alla D, la selezione che automaticamente il nostro cervello elabora, è quella di escludere tutte le classi che non siano la A+++. Il concetto è logico ed esatto nella sostanza, se non fosse per la differenza di prezzo che c’è tra le diversi classi.

Pubblicato:
lunedì 24 settembre 2012
 
 
Spazio trasparente.
Per risolvere i problemi di funzionamento di una lavastoviglie Rex Electrolux, ci sono a disposizione degli strumenti che ci consentono, anche se non abbiamo a disposizione un codice di errore definito, di fare dei test di funzionamento sulle differenti componenti e di visualizzare fino agli ultimi 3 errori.

Pubblicato:
sabato 1 aprile 2017
 
 
 
 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su