Spazio trasparente.
 
Quali sono e come vanno interpretati i codici di errore segnalati dalle lavastoviglie Whirlpool.
 
Foto articolo.
Come per altri marchi di cui abbiamo già parlato, anche per le lavastoviglie della Whirlpool, nel momento in cui si è in presenza di un cattivo funzionamento, si è spesso al cospetto di un guasto del sistema, che viene segnalato dalla macchina attraverso un codice visualizzato sul display o tramite dei lampeggi dei led.

In presenza del display si potrà visualizzare un codice a due cifre, solitamente che inizia per F, mentre in assenza del display la spia dell’avvio lampeggerà ad intermittenza, ed il numero dei lampeggi corrisponderà al codice di errore.

Ora andremo a descrivere i diversi codici di errore, che è bene precisare valgono in linea generale ma nello specifico ogni modello può avere delle diverse codifiche.

F1: questo codice stabilisce che la temperatura dell’acqua non corrisponde a quella che ci dovrebbe essere all’interno della vasca. Normalmente rileva che rispetto a quella che dovrebbe essere o è inferiore di circa 3 °C oppure ha superato gli 85°C. In questa circostanza ci possono essere due ragioni che riconducono all’errore, la prima che l’acqua è entrata ad una temperatura elevata, parliamo dei casi in cui è collegata direttamente l’acqua calda, la seconda ed è la più probabile che la sonda NTC sia starata è non stacchi quando è necessario, in questo caso va sostituita;

F2: questo è un indicatore di perdita di acqua all’interno della macchina, che è normalmente associato ad un blocco del ciclo di lavaggio che termina improvvisamente con lo scarico dell’acqua, che può prolungarsi e continuare anche da solo, in quanto essendo rilevata la perdita la scheda da l’impulso per preservare la macchina da ulteriori problemi;

F3: indica che il riscaldamento dell’acqua non è avvenuto nel tempo massimo stabilito, quindi siamo in presenza di una anomalia nel riscaldamento, che può avere origini diverse: un problema alla resistenza di riscaldamento, un problema al sensore di riscaldamento, un difetto alla scheda elettronica o collegamenti;

F4: siamo in presenza di un problema legato allo scarico dell’acqua, quindi potrebbe trattarsi della pompa di scarico difettosa, del tubo di scarico strozzato o ostruito, di un problema di sifonaggio o di un difetto della scheda elettronica;

F5: indica che il motore non gira, quindi il ciclo di lavaggio non si sviluppa. In questo caso è necessario sostituire il motore;

F6: questo codice indica una incongruenza con il carico dell’acqua, ovvero che non sta entrando all’interno della vasca nei tempi e nella quantità necessaria. Potrebbe semplicemente essere causato da una pressione bassa, dal rubinetto chiuso o aperto solo parzialmente, dal tubo di carico strozzato. Tecnicamente invece possiamo trovarci in presenza dell’elettrovalvola difettosa o qualche anomalia legata al pressostato ed al rilevamento del pieno in vasca;

F7: normalmente è riferito in modo specifico al misuratore di portata o valvola conta litri difettosa, ma in linea generale potrebbe anche richiamare le stesse problematiche del codice F6;

F8: è indicatore di un eccessiva quantità di acqua all’interno della vasca. Le cause possono essere diverse, ovvero relative ad un problema con il drenaggio, quindi tutto può riguardare tutto ciò che ha a che fare con lo scarico, un entrata eccessiva di acqua, quindi un problema relativo al circuito di caricamento dell’acqua;

F9: è riscontrabile nel momento in cui si verifica un continuo caricamento di acqua, che può essere originato da un difetto tecnico, relativamente all’elettrovalvola difettosa o sfondata, o di natura elettronica, la scheda;

F0 (10 lampeggi): questo codice si visualizza se si è eseguita una fase di test;

FA (11 lampeggi):  il sensore che controlla lo stato della pulizia dell’acqua è in errore, quindi può essere che l’acqua è sporca e pertanto verrà eseguito un ulteriore risciacquo oppure un eccessivo impiego di detersivo ha generato un eccesso di schiuma che non fa sfalsare la lettura;

FB (12 lampeggi): Indica un difetto di funzionamento relativamente alla valvola deviatrice motorizzata che gestisce il flusso dell’acqua alla pala superiore di lavaggio;

FC: (13 lampeggi): indica che il sensore di durezza dell’acqua è difettoso.

articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.
Quando viene effettuato un ciclo di lavaggio, nella lavastoviglie, chiaramente deve essere inserito del detersivo specifico, per rendere l’azione di pulizia efficace. Il detersivo si inserisce in un apposito contenitore che è posizionato nella parte interna dello sportello.

Pubblicato:
domenica 16 gennaio 2011
 
 
Spazio trasparente.
Non di rado si sente parlare di lavastoviglie dalla quali fuoriesce del vapore. Questa condizione è da considerarsi una imperfezione, che si verifica durante il suo funzionamento, ma non è sempre un difetto vero e proprio.

Pubblicato:
giovedì 5 gennaio 2017
 
 
Spazio trasparente.
Per ottenere una buona qualità di lavaggio, la lavastoviglie ha la necessità di riscaldare l’acqua e per farlo al suo interno è presente una componente che definiamo resistenza di riscaldamento.

Pubblicato:
domenica 9 settembre 2018
 
 
Spazio trasparente.
È a conoscenza diffusa, che per un corretto funzionamento della lavastoviglie deve essere inserito al suo interno il sale. Sul fondo della vasca c’è un contenitore, sigillato con un tappo a vite, che una volta rimosso dona l’accesso al contenitore, nel quale, con un apposito imbuto in dotazione alla lavastoviglie al suo acquisto, si può versare comodamente il sale.

Pubblicato:
giovedì 26 aprile 2012
 
 
Spazio trasparente.
Un difetto di funzionamento abbastanza diffuso nella lavastoviglie è il mancato scarico dell’acqua. Tale difetto, può avere origini di natura meccanica oppure elettronica, in quest’ultimo caso o è la scheda fuori uso o un componente elettronico della stessa, che si è bruciato ed impedisce alla scheda di inviare l’impulso alla pompa per lo scarico.

Pubblicato:
giovedì 13 settembre 2018
 
 
Spazio trasparente.
Risultati assolutamente interessanti in termini di prestazioni sulle lavastoviglie, la Bosch li ottiene con le nuove lavastoviglie dotate del sistema Active Water abbinato all’impiego della zeolite.

Pubblicato:
sabato 11 dicembre 2010
 
 
Spazio trasparente.
Potrebbe capitare che la lavastoviglie, che ha sempre lavato in modo esemplare, ad un bel momento al termine del lavaggio non restituisca più piatti, bicchieri, posate, stoviglie e quant’altro ben pulite. Ovvero che non lavi più in modo efficace, come aveva fatto fino al precedente lavaggio.

Pubblicato:
sabato 8 settembre 2018
 
 
Spazio trasparente.
Quando si imposta un ciclo di lavaggio, a meno che non si possieda una lavastoviglie con il programma automatico, capace di adeguare la temperatura di lavaggio al tipo sporco, bisogna scegliere tra i cicli proposti, quello più appropriato per il tipo di sporco che abbiamo necessità di pulire.

Pubblicato:
lunedì 3 settembre 2012
 
 
Spazio trasparente.
Contrariamente alla lavatrice, che è presente in tutte le case, la lavastoviglie ha una presenza di gran lunga inferiore. Mentre la prima è divenuta oramai indispensabile, l’acquisto della lavastoviglie, alcune volte, viene sottovalutato, o meglio considerato come superfluo anche perché il suo utilizzo viene associato ad un consumo di energia elettrica da sommare a quello che già si ha con altri elettrodomestici.

Pubblicato:
domenica 16 gennaio 2011
 
 
Spazio trasparente.
Sebbene tutte le lavastoviglie abbiano lo stesso compito, ovvero lavare piatti, bicchiere e tutto il resto, ed in linea generale abbiano dei programmi di lavaggio che riprendono le medesime caratteristiche, tra di loro ci sono dei modelli dotati di programmi speciali.

Pubblicato:
martedì 25 settembre 2018
 
 
 
 
Linea
 
lineaPrivacylineaDisclaimerlineaContattacilineaGoogle PublisherlineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su