Descrizione delle varie fasi tecniche che si susseguono nella lavatrice ed individuazione delle anomalie.
 
Il processo di lavaggio di una lavatrice segue una serie di fasi che si susseguono e che possiamo riassumere, sintetizzando, nel caricamento dell’acqua, le diverse fasi di risciacquo, dove, a seconda del modello, ci possono essere differenti rotazioni del cestello e centrifughe intermedie, lo scarico dell’acqua e la centrifuga conclusiva, se non esclusa, che termina il processo.

Questo è quanto avviene in linea molto generale, ora cerchiamo però di capire cosa avviene nel dettaglio e quali sono le componenti interessate, in modo tale da riuscire a localizzare, in caso di mancato funzionamento, quale parte del sistema non sta operando correttamente. Prima di procedere nella fase descrittiva, diciamo subito che ci sono lavatrici particolarmente complesse che possono essere dotate di tecnologie specifiche e quindi non essere propriamente in linea con la descrizione dei passaggi, ma ribadiamo che in linea di massima sono questi.

Il lavaggio inizia con la fase della programmazione, ovvero con l’impostazione del programma che a seconda del modello di lavatrice, può essere impostato con un selettore manuale, per intenderci la manopola dove sono indicati i cicli o i numeri, ad ognuno dei quali corrisponde un lavaggio identificabile sulla leggenda, disegnata solitamente sul cassetto del detersivo, oppure da un quadro di comando digitale.

In entrambi i casi una volta impostato il ciclo è premuto l’avvio si attiva il primo controllo, che è quello relativo alla chiusura dello sportello, difatti viene verificato se è chiuso, e solo dopo avere constato che lo è, procede a mandare un altro impulso o comando, che lo serra, per evitare che possa essere aperto durante il lavaggio e mettere l’apparecchio in sicurezza.

Il comando successivo è quello dato all’elettrovalvola, si trova immediatamente dopo il punto in cui si innesta il tubo di carico dietro la lavatrice, che permette all’acqua di defluire nella lavatrice, passando attraverso un condotto che la porta, prima di arrivare nella vasca, a passare nel cassetto del detersivo. Qui a seconda se è stata impostato anche il prelavaggio, l’acqua scenderà nello scomparto (I) prelavaggio e solo al termine di questa fase, verrà caricata nuovamente per scendere nello scomparto (II) lavaggio.

In entrambi i casi l’acqua defluisce all’interno della vasca riempiendola e per effetto del suo stesso peso comprime l’aria, che viene spinta in un tubicino che si trova in fondo alla vasca, collegato ad un sensore di livello dell’acqua, il pressostato, che è impostato per sopportare un determinato tipo di pressione, superato il quale scatta, mandando un segnale, al quale segue la chiusura dell’elettrovalvola e dà avvio alla fase successiva.

L’impulso al funzionamento del motore, che avvia l’azione di rotazione del castello, che lo ricordiamo è collegato alla puleggia del motore attraverso una cinghia. Nel frangente se è stato impostato un lavaggio con acqua calda, entra in funzione la resistenza elettrica, immersa nella vasca, che la riscalda fino a quando il sensore di temperatura, un piccolo oggetto inserito nella vasca a contatto con l’acqua, da il segnale che ha raggiunto la temperatura del programma selezionato o che comunque, a seconda del modello di lavatrice, abbiamo impostato tramite il termostato.

L’ultima fase del lavaggio, che si verifica dopo il trascorrimento del tempo dettato dal programma selezionato e da condizioni anche di diversa natura, è quella dello scarico dell’acqua, che avviene per mezzo della pompa di scarico alla quale viene fornita l’alimentazione elettrica. Ad essa è abbinata l’azione della centrifuga che con la velocità di rotazione del cestello permette di eliminare (la quantità varia in base al numero dei giri) parte dell’acqua contenuta nei tessuti.

Il processo di lavaggio, continua ripetendo i risciacqui, che vedono riprendere alcune delle fasi che abbiamo descritto precedentemente.

Articolo aggiornato: giovedì 21 novembre 2019

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.


Alcune volte sui tessuti si creano delle macchie che con un lavaggio tradizionale non riusciamo ad eliminare, questo a causa della loro natura particolare, non riconducibile ad uno sporco comune. A tal proposito abbiamo selezionato alcune tipologie di macchie, e creato una lista, che necessitano di un trattamento aggiuntivo al lavaggio tradizionale per poter essere puliti perfettamente.
 
 
Spazio trasparente.


Con Samsung cambia l’idea del lavaggio tradizionale, con la sua nuova tecnologia che provvede a far sciogliere il detersivo ancor prima di arrivare nel cestello. Eco Bubble, in inglese, la nuova tecnologia utilizzata su 12 modelli di lavatrice, in italiano conosciuta e diffusa con il nome di eco lavaggio.
 
 
Spazio trasparente.


Il termine low cost, letteralmente basso costo, si è consolidato anche nel mondo degli elettrodomestici, difatti si sente spesso parlare e ancor di più, si va alla ricerca di questi modelli, attratti dal desiderio e soprattutto dalla necessità di risparmiare.
 
 
Spazio trasparente.


Considerati aspetti inerenti le proprie abitudini, la composizione del nucleo familiare, lo spazio ed altri fattori si sceglie una lavatrice con una determinata capacità di carico. Rispetto a qualche anno fa il ventaglio della proposta si è ampliato abbastanza, passando da lavatrici di piccolo carico 3,5 Kg fino ad arrivare, passando da capienze come 5, 6,7,8,9 e 10, agli 11 e 12 kg.
 
 
Spazio trasparente.


Nuova gamma di lavatrici per la Candy con dieci nuovi modelli: quattro da 7 Kg tra le quali due a profondità ridotta, 40 cm, tre macchine da 8 Kg, siamo su una profondità di 50 cm, e tre da 9 kg con un massimo di 60 cm di profondità.
 
 
Spazio trasparente.


Oltre al sistema classico di inserimento del detersivo nel cassettino specifico o all’interno del cestello della lavabiancheria, ci sono in commercio alcune lavatrici dotate di un serbatoio per il carico del detersivo ed il suo dosaggio automatico ad ogni lavaggio.
 
 
Spazio trasparente.


Il timer meccanico è un componente che fino a qualche anno fa, veniva montato da tutte le lavatrici, oggi a seconda del modello di lavabiancheria è stato sostituito con quello elettronico o dal modulo elettronico (scheda). Tuttavia, sebbene le nuove lavatrici non lo hanno più, in circolazione ce ne sono ancora molte con programmazione meccanica, e quindi con detto timer.
 
 
Spazio trasparente.


Abbiamo visto in un altro articolo, che del mancato carico dell’ acqua nella lavatrice può esserne responsabile l’elettrovalvola, ma in molti casi c’è un altro componente a cui attribuire l’origine dell’anomalia: il pressostato.
 
 
Spazio trasparente.


Con l’entrata in vigore della nuova regolamentazione energetica per la lavatrice, i produttori hanno l’obbligo di dichiarare a catalogo, non solo il consumo complessivo, indicato in modo molto chiaro sull’energy label, e che si riferisce al lavaggio di un carico pieno di cotone a 60°C, ma anche i risultati dei consumi in altre condizioni.
 
 
Icona regione.
Gerardo da Milano giorno 21/11/2019
Buongiorno mi chiamo Gerardo la mia domanda e questa: dopo aver sostituito l'integrato 304 e la resistenza da 20 Ohm, perché i componenti si erano distrutti, facendo i cicli delicato, cotone e sintetico, parte il lavaggio e funziona normale, nella fase di risciacquo per due cicli di carico e scarico sembra che il tempo sia breve il cestello gira regolare avanti e indietro poi fa delle piccole pause e si ferma, poi parte e si ferma dopo parte e riprende il ciclo di risciacquo senza più fermarsi (nel delicato) nel programma sintetico e il cotone fa la centrifuga e non si ferma più. Per fermarla premo il tasto avvio+ la centrifuga e finisce i programmi. Vi ringrazio in una vostra gradita risposta.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Gerardo, il comportamento è alquanto anomalo e credo si tratti di un difetto della scheda elettronica. In sostanza se arriva a fare la centrifuga sono state concluse le fasi del riscaldamento e dello scarico dell’acqua, che normalmente impediscono al lavaggio di proseguire. Prova ad impostare solo una centrifuga e vedi se il programma si conclude. Quando dici “fa la centrifuga e non si ferma più” intendi che continua a lavorare in centrifuga oppure fa solo delle rotazioni dei lavaggio?

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
 
 
 
Foto articolo.
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su
Chiudi
Regala un libro per Natale