Spazio trasparente.
 
Quali sono i vantaggi nel sostituire una vecchia lavastoviglie con una di nuova generazione.
 
Foto articolo.
Se si è in possesso di una vecchia lavastoviglie, che magari continua a funzionare e quindi non vogliamo cambiarla per evitare di effettuare una nuova spesa, è opportuno sapere che in realtà quello che non andiamo a spendere subito, lo pagheremo nel corso del suo utilizzo durante pochi anni.

Stiamo parlando di lavastoviglie che hanno una età, che va approssimativamente dagli 8 anni in su, e comunque di quei modelli che hanno una catalogazione energetica che le pone in una classe, che allora era considerata di basso consumo, ma che ora non lo è più, ovvero la B e la C.

Andiamo subito sul concreto con l’analisi dei numeri per stabilire in termini economici quanto si spende in un anno di energia elettrica, prendendo a riferimento il consumo medio di una lavastoviglie in classe C, e confrontandolo con il consumo medio di modelli con classi di maggiore efficienza, quindi la A, la A+, la A++ e la A+++.

Una lavastoviglie in classe A+++ consuma 235 kwh/annui, una in classe A++ consuma 255 kwh/annui, una in classe A+ consuma 275 kwh/annui, una classe A consuma 322 kwh/annui, mentre una classe C consuma 448 kwh/annui.

Riportando il consumo in euro abbiamo per la classe A+++ un consumo annuo di € 58,75, per la classe A++ un consumo annuo di € 63,75, per la A+ un consumo di € 68,75, per la classe A di € 80,50 mentre per la classe C di € 112,00. Il consumo è stato calcolato facendo riferimento al lavaggio standard, che prevede 280 cicli in un anno e considerando il costo dell’energia elettrica di € 0,25 per kwh. Nel calcolo non è tenuto in considerazione il consumo di acqua, che nelle lavastoviglie di ultima generazione è sensibilmente diminuito. L’impiego di altri programmi possono fare aumentare il divario di consumo tra le diversi classi.

A questo punto possiamo facilmente paragonare la differenza economica nel corso di un anno tra la classe C e le classi più performanti. Riuscendo così a determinare la convenienza nel sostituire la vecchia lavastoviglie e verso quale modello sia più conveniente farlo.

Da C verso A+++ abbiamo 112 - 58,75=  53,25  € di risparmio in un anno.
Da C verso A++ abbiamo 112 - 63,75=    48,25  € di risparmio in un anno.
Da C verso A+ abbiamo 112 - 68,75=      43,25  € di risparmio in un anno.
Da C verso A abbiamo 112 - 80,50=        31,50  € di risparmio in un anno.

La differenza di risparmio aumenta se consideriamo di impiegare, come in molti casi avviene, la lavastoviglie tutti i giorni, in questo caso avremmo il seguente risultato:

Da C verso A+++ abbiamo 146 - 76,65=  69,35  € di risparmio in un anno.
Da C verso A++ abbiamo 146 - 83,03=    62,97  € di risparmio in un anno.
Da C verso A+ abbiamo 146 - 89,43=      56,66  € di risparmio in un anno.
Da C verso A abbiamo 146 - 104,94=        41,06  € di risparmio in un anno.

In definitiva la sostituzione di una vecchia lavastoviglie verso una di classe energetica superiore, comporta un risparmio energetico ed un guadagno economico sulla bolletta. Inoltre anche le prestazioni delle nuove lavastoviglie sono superiori rispetto a quelle più vecchie, quindi possiamo riscontrare la presenza di un numero superiore di programmi, una maggiore silenziosità ed altro.

Pubblicato: lunedì 13 maggio 2013
Articolo aggiornato: sabato 27 gennaio 2018

articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.
Ogni modello di lavastoviglie Hotpoint Ariston è progettata per indicare in caso di un’anomalia di funzionamento, attraverso il display led o tramite le spie di funzionamento il difetto riscontrato.

Pubblicato:
giovedì 10 luglio 2014
 
 
Spazio trasparente.
Un’anomalia che non di rado si verifica nel funzionamento della lavastoviglie è quella relativa al fermo del programma dopo la fase di carico dell’acqua di lavaggio. La prima parte del ciclo si svolge in modo regolare, ovvero viene attivata la pompa di scarico iniziale e poi segue il caricamento dell’acqua per alcuni minuti.

Pubblicato:
lunedì 6 febbraio 2017
 
 
Spazio trasparente.
Come per altri marchi di cui abbiamo già parlato, anche per le lavastoviglie della Whirlpool, nel momento in cui si è in presenza di un cattivo funzionamento, si è spesso al cospetto di un guasto del sistema, che viene segnalato dalla macchina attraverso un codice visualizzato sul display o tramite dei lampeggi dei led.

Pubblicato:
giovedì 5 luglio 2018
 
 
Spazio trasparente.
Quando viene effettuato un ciclo di lavaggio, nella lavastoviglie, chiaramente deve essere inserito del detersivo specifico, per rendere l’azione di pulizia efficace. Il detersivo si inserisce in un apposito contenitore che è posizionato nella parte interna dello sportello.

Pubblicato:
domenica 16 gennaio 2011
 
 
Spazio trasparente.
È a conoscenza diffusa, che per un corretto funzionamento della lavastoviglie deve essere inserito al suo interno il sale. Sul fondo della vasca c’è un contenitore, sigillato con un tappo a vite, che una volta rimosso dona l’accesso al contenitore, nel quale, con un apposito imbuto in dotazione alla lavastoviglie al suo acquisto, si può versare comodamente il sale.

Pubblicato:
giovedì 26 aprile 2012
 
 
Spazio trasparente.
Avvertire una scossa di elettricità, nel momento in cui si viene a contatto con la lavatrice o la lavastoviglie, è un avvenimento poco piacevole, che ci indica che siamo in presenza di una anomalia. La scossa è avvertita solitamente nel momento in cui, soprattutto in presenza di mani bagnate, si urta il mobile o magari quando dopo aver aperto l’oblò della lavatrice, tocchiamo gli indumenti bagnati.

Pubblicato:
venerdì 10 febbraio 2017
 
 
Spazio trasparente.
Tralasciando tutte le differenze tecniche e di programmazione che possono essere determinanti per scegliere una lavastoviglie piuttosto che un’altra, vediamo di capire quale è più performante riferendoci ai dati che per normativa devono essere esposti sul prodotto.

Pubblicato:
domenica 20 novembre 2011
 
 
Spazio trasparente.
Chi già possiede una lavastoviglie, sa esattamente quanto sia importante che il cestello superiore possa essere regolato in altezza. Questa caratteristica, consente di recuperare spazio da sfruttare per sistemare nel cestello inferiore delle stoviglie più alte, come i piatti per la pizza o altri oggetti più ingombranti, che altrimenti non riusciremmo lavare.

Pubblicato:
martedì 11 settembre 2012
 
 
Spazio trasparente.
La gamma delle lavastoviglie Indesit a libera installazione presente sul catalogo 2013 si compone di dieci modelli, divisi in otto con misure standard tradizionali e due compatte. Nel dettaglio delle misure abbiamo sei modelli con larghezza da 60 cm, altezza 85 cm e profondità 60 cm, due modelli con larghezza ridotta a 45 cm ed infine le compatte che hanno una dimensione di 44 cm di larghezza, 55 cm di altezza e 52 cm di profondità.

Pubblicato:
lunedì 30 settembre 2013
 
 
Spazio trasparente.
Se la lavastoviglie inserita nella cucina componibile deve essere sostituita o se non la si possiede affatto, si può avere chiaramente la necessità di acquistarla. Per inserire una lavastoviglie nella cucina componibile, ci sono diverse opzioni, se non si ha nessuna informazione in merito possiamo trovarci davanti a delle proposte fatte dal rivenditore che possono spiazzarci. La lavastoviglie che possiamo inserire nel mobile, come dicevamo prima, può avere delle connotazioni strutturali differenti, che è bene conoscere per avere le idee più chiare.

Pubblicato:
sabato 11 dicembre 2010
 
 
commenti:
Icona regione.
Giovanni da Camaiore giorno 27/01/2018
Salve. Leggendo questo articolo volevo chiedervi un'informazione. La mia lavastoviglie ad incasso Smeg, che ho acquistato a Novembre del 2008, è una classe A, guardando l'etichetta ho notato che sulla parte bassa ci sono due file di lettere che vanno dalla A alla B, sulla prima è evidenziata una A, sulla seconda una B, qualcuno dice che sono le due classi relative al consumo elettrico e idrico quindi A (lettera evidenziata anche sulla scala in alto scritta in bianco all'interno della freccia nera) è la classe relativa al consumo elettrico mentre la classe B è relativa al consumo idrico. Volevo sapere se è veramente così o comunque a cosa si riferiscono le due classi. Lo scorso anno ho sostituito personalmente un condensatore del motore che si era usurato per un temporale, spendendo 5 euro, contro gli oltre 200 di una nuova lavastoviglie. Volevo sapere se è stata una scelta corretta quella di riparare il pezzo affrontando una piccola spesa visto che comunque la lavastoviglie era in classe A, quindi i suoi consumi nonostante si avvicini il decimo anno di età sono ancora bassi e la differenza di consumi se avessi acquistato subito una nuova classe A non vi sarebbe stata ed acquistando una A+, A++ o A+++ sarebbe stata minima, oppure mi conveniva sostituirla subito anche a costo di rateizzarla (visto che con il budget del momento non potevo permettermi un nuovo acquisto). Vorrei chiedere inoltre un consiglio, se mi conviene sostituirla appena si guasta con una classe A+.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giovanni, hai fatto certamente bene a ripararla per quella cifra. La differenza di consumo puoi leggerla nell’articolo relativo al confronto dei consumi delle classi di alta efficienza. Per quanto riguarda le due lettere relative alla classi di efficienza, la prima si riferisce al consumo mentre la seconda alla qualità di lavaggio. Nella guida sull’energy label, puoi leggere la vecchia etichetta energetica, che distingueva proprio queste due classi. Allo stato attuale con la nuova energy label, non si fa riferimento alla “seconda” classe in quanto per normativa deve essere di classe A. Diciamo che per regolamento la qualità del lavaggio è stata aumentata.

 
 
Linea
 
lineaPrivacylineaDisclaimerlineaContattacilineaGoogle PublisherlineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su