Spazio trasparente.
Spazio trasparente.
 
Spazio trasparente.
Le differenze che si evincono nel confronto tra l’energy label di due lavatrici oltre alla classe.
 
È oramai consolidato il concetto di equivalenza tra la classe energetica A con il basso consumo energetico.

L’acquisto della lavatrice è pertanto dettato dalla presenza di questo requisito, che si evince dalla certificazione energetica presente all’interno del prodotto.

Con la recente modifica dell’energy label sono stati introdotti nuovi livelli di appartenenza energetica, che tante aziende avevano già raggiunto ancor prima ottenendo delle performance, con un consumo così più basso, rispetto alla riferimento della classe A, da identificarsi oggi con la classe A+++.

La lettura dell’energy label, solitamente non viene analizzata in modo approfondito, e sebbene i dati identificativi di importanti qualità tecniche sono chiaramente indicati, ci si sofferma solo al confronto della classe di consumo.

A tal proposito confrontiamo due energy label con classe energetica A++. Da un primo sguardo, e se ci soffermiamo solo alla classe, i prodotti sono uguali, ma se diventiamo un po’ più scrupolosi, possiamo notare come nel primo caso abbiamo un consumo di 219 Kw/annui, mentre nel secondo il consumo è di 221 Kw/h annui. Una differenza trascurabile di appena 2 Kw/annui, che non aggrava in modo significativo il costo della nostra bolletta.

Ma andiamo avanti e notiamo che c’è una differenza nel consumo di acqua di ben 580 litri annui a vantaggio sempre della prima lavatrice. Un risparmio di acqua considerevole se si pensa che per una doccia si impiegano grossomodo 50 litri di acqua.

Continuando l’analisi riscontriamo due dati equivalenti, ovvero la capacità di carico in Kg della lavatrice (8 kg) e la sua classe di efficienza di centrifugazione, che si attesta nella C. A tal proposito, dobbiamo sottolineare che rispetto alla vecchia etichettatura, non viene indicato il numero di giri, che nel caso di questo confronto è di 1000 giri al minuto. Riteniamo questa sia una limitazione della nuova Energy label.

Per finire la valutazione della scheda energetica, due parametri assolutamente da tenere in considerazione, che identificano la rumorosità della lavatrice in fase di lavaggio e di centrifuga. La bilancia anche in questo caso pende verso le migliori prestazioni della prima lavatrice, che è chiaramente più silenziosa con 51 db in lavaggio contro i 55 db della seconda ed i 71 db in centrifuga contro i 76 db della seconda lavatrice.

Volendo fare una considerazione va detto che tutti i dati di migliore prestazione di una lavatrice piuttosto che di un'altra, derivano da migliori tecnologie impiegate per ottenere quelle prestazioni o materiali migliori che rispondono meglio a determinate azione meccaniche.

Un dato solo ci preme ancora ricordare circa l’assorbimento elettrico della macchina, ovvero quanto watt assorbe al massimo della sua potenza durante il suo funzionamento. L’energy label attuale non regolamenta quest’aspetto che comunque consigliamo di considerare. Un maggior o minor assorbimento in watt, non implica un maggior o minor consumo di energia elettrica per tutta la fase del lavaggio, ma un impiego di una determinata potenza per un determinato tempo. Quindi nel caso di contatoti da 1,5 kw/h, ma anche di 3 kw/h è importante conoscere l’assorbimento per gestire al meglio tutti gli apparati elettrici di casa.

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.


Uno degli elementi responsabili, in una lavatrice, nel far saltare la corrente elettrica è certamente la resistenza di riscaldamento. Ovviamente non è il solo componente che può determinare il verificarsi di questa condizione, ma di certo è quello che più spesso ne è responsabile.
 
 
Spazio trasparente.


Gli elettrodomestici rispetto a molti anni fa, sono totalmente cambiati in termini di tecnologia, difatti rispetto ai vecchi modelli meccanici, sono dotati di schede elettroniche, cha assolvono al compito di gestione totale del funzionamento dell’elettrodomestico.
 
 
Spazio trasparente.


I modelli di lavatrice elettroniche dotate di display digitale, oltre ad indicare le opzioni selezionate per il programma e le varie successioni delle fasi del lavaggio, in caso di guasti o anomalie, segnalano un codice che identifica la problematica di funzionamento.
 
 
Spazio trasparente.


Il tubo di scarico delle lavatrice o lavastoviglie è il condotto attraverso il quale l’acqua, che non serve più al lavaggio, viene condotta all’esterno della vasca ed eliminata attraverso lo scarico.
 
 
Spazio trasparente.


Rispetto a molti anni fa, la vasca della lavatrice non è più costruita in acciaio ma da materiali plastici, oltre a questo cambiamento ha subito anche un mutamento nella inscindibilità, ovvero siamo in presenza di un corpo unico che non può essere aperto se non tagliandolo.
 
 
Spazio trasparente.


Con le lavatrici elettroniche c’è la possibilità di interrogare il sistema in merito al corretto funzionamento delle componenti, quindi stabilire se rispondono correttamente ed inoltre, cosa molto importante visualizzare gli ultimi errori che si sono verificati.
 
 

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su