Come si differenziano i climatizzatori portatili, funzionamento vantaggi e limitazioni.
 
Per affrontare tempestivamente le ondate di calore, la soluzione immediata è il climatizzatore portatile.

Diversamente dal fisso non ha bisogno di installazione, e può essere spostato da un ambiante ad un atro grazie alle comode rotelle poste sotto il mobile. Il climatizzatore portatile può essere di due tipi: monoblocco e split portatile.

Il monoblocco è composto da un corpo unico, all’interno del quale c’è il motore, lo scambiatore di calore, la ventola e tutta la componentistica necessaria al suo funzionamento. La veicolazione del calore all’esterno dell’ambiente avviene tramite un tubo in gomma snodabile, che si aggancia sul dietro del climatizzatore. Il tubo solitamente ha un diametro che va dai 10 ai 15 cm e nella parte finale termina con un restringimento, mentre la sua lunghezza si aggira intorno ad 1 metro e mezzo.

Lo split portatile è composto da due corpi, il motore ed il mobile all’interno del quale c’è lo scambiatore  e tutta la componentistica necessaria al suo funzionamento, collegati tra di loro, in maniera fissa, con dei tubi in rame (alcuni modelli si possono sganciare) , all’interno dei quali passa il gas refrigerante.

Il portatile, come il climatizzatore fisso, non produce aria fredda ma elimina il calore presente nell’aria, veicolandolo verso l’esterno, restituendo all’ambiente la stessa aria privata del calore: aria fredda. Come per i fissi anche i  climatizzatori portatili hanno necessità di una comunicazione con l’ambiente esterno, al fine di espellere l’aria calda presente nell’ambiente.

Con il monoblocco il tubo di evacuazione dell’aria va posizionato tra i battenti degli infissi, sotto le tapparelle o può anche essere praticato un foro al vetro. In dotazione c’è un apposito oggetto dotato di tappo, che si inserisce nel foro praticato al vetro, ed a fine periodo di utilizzo, una volta estratto il tubo, può essere chiuso con il tappo in dotazione. In alcuni modelli si può trovare in dotazione un apposito kit, formato da una striscia in plastica allungabile oltre il metro, con un’altezza intorno ai 10 cm, predisposta per l’incastro della parte finale del tubo, che può essere infilata in basso nelle guide delle tapparelle. In questo modo non c’è bisogno di praticare nessun foro o di lasciare leggermente aperti le persiane della finestra, evitando la dispersione di aria fredda.

Nello split portatile il motore collegato al mobile interno, funziona esattamente come nel fisso, e deve essere pertanto posizionato all’esterno dell’ambiente. In questo caso è importante la presenza di un terrazzo per avere agio nel suo posizionamento. In alcuni modelli in dotazione vengono fornite delle staffe e una catenella per il fissaggio sotto una finestra, anche se la posizione risulta essere poco pratica.

Le due tipologie di climatizzatore portatile presentano delle differenze tecniche da considerare in fase di scelta. Il monoblocco solitamente ha una potenza che non supera i 9000 btu/h, mentre lo split portatile supera anche i 12000 btu/h.
Le funzioni per entrambi i modelli sono quelle della ventilazione, del raffreddamento della deumidificazione. I monoblocco sono solo freddo ed in alcuni casi dotati della funzione riscaldamento, ottenuta con l’ausilio di una resistenza elettrica, quindi fate attenzione in quanto e come se fosse una stufa elettrica, gli split portatili possono invece essere caratterizzati dalla funzione di riscaldamento ottenuta con la pompa di calore.

Per quanto il climatizzatore portatile sia molto pratico, non necessitando di un tecnico installatore ha, rispetto ad un fisso, una marcia in meno. A parità di potenza in btu/h la sua resa è inferiore, la diffusione dell’aria non avviene in modo omogeneo, come per un fisso, infatti la propagazione parte dal basso, con il getto orientato frontalmente o verso l’alto e che si limita a diffonderla nelle sue immediate vicinanze.

Una diffusione dell’aria omogenea si ottiene con una propagazione dell'aria dall'alto (clima fisso) ed un getto orizzontale lungo, per permettere una caduta della stessa in tutto l’ambiente in maniera uniforme.

La ventola è di dimensioni maggiori, in quanto deve il più possibile spingere l’aria fredda verso l’alto, che per la sua maggiore pesantezza rispetto alla calda tende a stratificare verso il basso. Una ventilazione bassa comporterebbe una stratificazione molto più veloce dell’aria fredda nella parte bassa, con un conseguente rallentamento o spegnimento del climatizzatore per via del rilevamento del termostato, della temperatura impostata. Le dimensioni della ventola sono così abbastanza grandi, per consentire una migliore propagazione dell’aria, allo stesso tempo le dimensioni generano una maggiore rumorosità.

Il consumo energetico è solitamente più alto rispetto ad un fisso, anche il costo, paragonato ad un fisso di uguale potenza termica in pompa di calore, è più alto.

Articolo aggiornato: lunedì 29 febbraio 2016

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.


Normalmente un condizionatore viene utilizzato per raffreddare o riscaldare un ambiente rispettivamente nel periodo estivo ed in quello invernale. Oltre a tali modalità, lo ricordiamo, c’è anche quella relativa alla deumidificazione di cui abbiamo parlato in altri articoli.
 
 
Spazio trasparente.


Tutti i condizionatori portatili monoblocco hanno uno scarico, ovvero un foro, che si trova nella parte posteriore della macchina, al quale è necessario inserire un tubo, fornito in dotazione nel momento dell’acquisto.
 
 
Spazio trasparente.


Una delle valutazioni che bisogna effettuare nella scelta tra un climatizzatore multisplit ed altrettanti monosplit, oltre a quelle che abbiamo già affrontato nell’articolo "climatizzatore mono split o multi split", è il consumo energetico.
 
 
Spazio trasparente.


Giorno 1 gennaio 2016 sono entrati in vigore due nuovi regolamenti che disciplinano il settore della ventilazione, ovvero il regolamento (UE) n. 1253/2014, che istituisce delle specifiche di progettazione e di eco compatibilità a cui attenersi, ed il regolamento delegato (UE) n. 1254/2014, che regolamenta l’etichettatura energetica.
 
 
Spazio trasparente.


Oltre alle funzione che di base troviamo in un climatizzatore d’aria: raffreddamento, riscaldamento, deumidificazione e ventilazione, ce n’è un’altra che è presente in quasi tutti i climatizzatori, la funzione notturna, conosciuta più comunemente con il nome “sleep”. La funzione è indicata da un tasto con il simbolo di una mezza luna o di stelle o entrambe, o la scritta sul tasto “sleep”.
 
 
Spazio trasparente.


Lanciato di recente dal gruppo cinese Chigo in collaborazione con ICA (International copper association), il primo climatizzatore dotato di caratteristiche antibatteriche.
 
 
Spazio trasparente.


Tra le attività di controllo che bisogna effettuare per tenere in buono stato di funzionamento, o meglio dire preservare la piena efficienza di un impianto di condizionamento, c’è quella di verificare la condizione della tubatura di collegamento tra l’unita interna e quella l’esterna.
 
 
Spazio trasparente.


Una delle componenti più importanti del climatizzatore d’aria è il compressore, che ha la funzione di comprimere e mandare in circolo il gas refrigerante, consentendo il funzionamento del sistema aria condizionata.
 
 
Spazio trasparente.


Il climatizzatore può essere considerato come un apparecchio in grado di produrre benessere, ci aiuta nella stagione estiva a raffreddare l’ambiente ed eliminare l’umidità, mentre d’inverno a riscaldare le nostre abitazioni, non tutti però sono uguali e, non tutti possiedono le stesse funzioni.
 
 
Icona regione.
Moreno da Quinto di Treviso giorno 29/02/2016
Buonasera, purtroppo ho perduto il manuale d'istruzione del condizionatore Comfee Fresko 9. Qualcuno potrebbe inviarmelo tramite mail?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Moreno, sotto trovi quello del 12, di questo modello non ce l’ho, vediamo se qualcuno lo invia.
Icona regione.
Maurizio da Martinsicuro giorno 30/10/2015
Salve, ho letto che qualcuno cerca il manuale di istruzioni del Modello Fresko 12. Sono in possesso e se qualcuno volesse una copia può contattarmi tramite email.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Maurizio, grazie per la disponibilità e se vuoi inviaci la copia così la mettiamo a disposizione di chi ne ha bisogno.

Icona elettro-domestici.com

Ecco il libretto di istruzioni del condizionatore Fresko 12, inviatoci da Maurizio. Grazie.

Icona regione.
Fabio da Roma giorno 04/08/2015
Buonasera, volevo un consiglio sto per comprare un climatizzatore portatile usato con pochissime ore di lavoro marca argo extreme9 a 200 euro volevo sapere come va attendo una vostra risposta anticipatamente ringrazio.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Fabio, il condizionatore di certo va bene, il problema che potresti incorrere e nel dimensionamento, nel senso che se messo in un ambiente troppo grande o con un elevato carico termico potrebbe sicuramente non raffreddarlo adeguatamente.
Icona regione.
Domenico da Roma giorno 27/07/2015
Buongiorno, volevo chiedere se il climatizzatore portatile Elektroclima Maggy 8 ha una vaschetta per il recupero della condensa (e se si può svuotare) e a cosa serve un tappetto in basso a sinistra sul retro. Grazie mille.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Domenico, non conosco nel dettaglio il modello, però è facile capire se ha una tanica, basta ispezionare se c’è qualche sportello che si può aprire, in tal caso trovi la tanica e puoi svuotarla. Il tappetto che vedi dietro, se lo apri e ci colleghi un tubicino, ti consente di evitare che l’acqua vada a finire nella tanica e blocchi il funzionamento del clima quando piena.
Icona regione.
Fabio da Lugano giorno 27/07/2015
Buongiorno, ho appena comprato un condizionatore portatile Olimpia Splendid Dolceclima Eco usato, senza manuale. Qualcuno saprebbe dirmi dove posso scaricare il manuale di istruzioni? in rete non lo trovo. Se non fosse in rete, come posso fare per averlo?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Fabio, non c’è l’ho in archivio, devi contattare direttamente l’Olimpia Splendid.
Icona regione.
Lucia da Milano giorno 24/07/2015
Buongiorno, ho acquistato un condizionatore portatile Kendo KC06-22XC di seconda mano. Dopo i primi tre o quattro giorni massimo ha iniziato a darmi qualche problema, ovvero dopo una mezz'oretta circa di funzionamento in modalità condizionatore va in blocco e pare funzionare in modalità ventilatore, senza darmi alcun messaggio di errore. Fa tutto lui, e non riesco più a riprogrammato in modalità condizionatore. Quale potrebbe essere il problema?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Lucia, ma il motore continua a funzionare? Se non lo senti può essere che si surriscalda eccessivamente e va in protezione.
Icona regione.
Gianluca da Roma giorno 23/07/2015
Buongiorno, mi è stato regalato un condizionatore Comfeè MPS1-08CRN1. Lo sto usando in questi giorni ma noto alcuni malfunzionamenti. L'aria parte fredda, si sente anche il motore che si attiva, ma dopo un po’ sembra che vada in blocco. L'aria continua a uscire ma si riscalda e il motore si blocca. Il tutto si surriscalda (apparecchio, tubo di espulsione aria) per poi dopo un po’ (a volte lo sposto) riprendere sempre per un periodo di tempo limitato. Potrebbe dipendere dal fatto che il gas è scarico? Oppure potrebbe dipendere da altro? Vi ringrazio per il supporto.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Gianluca, se fosse scarico di gas non funzionerebbe affatto, potrebbe andare in blocco per eccessivo calore, surriscaldamento del motore, che per evitare danni va in protezione e avviene la sola ventilazione.
Icona regione.
Manuele da Anonimo giorno 21/07/2015
Salve, ho acquistato un condizionatore Comfeè Fresko 12, da alcuni giorni l'aria esce in continuo ma crea dei vuoti d'aria rumorosi e te ne accorgi quando si mette la mano sopra il bocchettone uscita aria. Da cosa può essere dovuto? Spero di essere stato chiaro.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Manuele, potrebbe esserci qualche intoppo all’uscita dell’aria o alla ventilazione, però è necessario un controllo sul posto.
Icona regione.
Roberto da Trieste giorno 21/07/2015
Ho appena acquistato un climatizzatore portatile Argo Extreme. Dopo aver collegato il tubone alla macchina e l'altra estremità alla finestra, l'ho acceso con la ventilazione al massimo, l'aria fresca però non fuoriusciva dalle due bocche poste nella parte superiore; il rumore della ventilazione sembra regolare, però, nonostante l'abbia lasciato acceso per un'oretta, di aria fresca nemmeno l'ombra. Potrebbe essere dovuto al fatto che dopo il trasporto non l'ho lasciato un po' a riposo ma l'ho acceso subito?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Roberto, se il tragitto è stato breve non può essere successo nulla, verifica se la modalità impostata è quella di raffreddamento e non altro. Se continua a non andare, riportalo con tutta la confezione al rivenditore, che manca il gas.
Icona regione.
Marika da Bologna giorno 21/07/2015
Salve, ci è stato regalato un climatizzatore portatile Comfeè modello EP09FCRA ma non abbiamo il libretto di istruzioni; ieri abbiamo pulito i filtri e dopo questa operazione non scarica più acqua, mentre prima il contenitore era sempre pieno. Sembra che non deumidifichi più, cosa bisogna fare per riattivare la funzione deumidificazione? Dove si può reperire il libretto di istruzioni?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Marika, la pulizia dei filtri non può essere collegata allo scarico dell’acqua, piuttosto controlla che la modalità di funzionamento sia rimasta impostata su deumidificazione o raffreddamento e non solo ventilazione. I simboli corrispondenti sono rispettivamente una goccia di acqua e quello della neve. Il libretto purtroppo non è presente nei nostri archivi ed on line il sito della Comfeè è sparito, quindi temo che ci sia un qualche problema commerciale o del distributore. Potresti trovare il libretto da qualche rivenditore che ha dentro il modello e ti fa le fotocopie.
Icona regione.
Franco da Faleria giorno 10/07/2015
Salve, vorrei prendere un condizionatore portatile FRESKO 12 perché ha un buon prezzo e ha la potenza adatta per l'ambiente da rinfrescare. È un buon prodotto? Lo conoscete e me lo consigliate? Poi, volevo chiedere se è un monoblocco o uno split e cosa bisogna fare per metterlo in funzione. Fare buco nel muro o tagliare il vetro della finestra grande che immette sulla terrazza? Vi ringrazio anticipatamente, perché sono in difficoltà non essendo pratico.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Franco, non conosco direttamente il FRESKO 12 ma dalle caratteristiche si evince una buona potenza e sicuramente riesce a rinfrescare. C’è da tenere in considerazione l’ambiente in cui si mette, nel senso che non può coprire superfici molto grandi e certamente è necessario posizionare il tubo all’esterno, deve espellere l’aria calda. Se praticare un foro al muro o al vetro è una tua scelta.
Icona regione.
Matteo da Bologna giorno 09/07/2015
Salve sto valutando l'acquisto di un condizionatore portatile per rinfrescare un ambiente di venti metri quadri o poco più, lo faccio perché impossibilitato ad installare impianto fisso e per necessità visto il caldo di questi giorni, potete consigliarmi qualche marca o modello a cifre non troppo alte? Ho visto online dei DeLonghi, Argo, Olimpia mi pare...però vorrei restare sotto i 350, 400 euro per un modello che riesca a rinfrescare l'ambiente senza fare un rumore insopportabile, grazie mille.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Matteo, posso dirti che devi orientarti verso un modello da 9000/10000 btu/h. Se vuoi rimanere su un prezzo più basso devi basarti su linee non di marca, solitamente li trovi nei grandi Store di elettronica, alcune volte anche nei supermercati. Per quanto riguarda il rumore, considera che i portatili in genere lo sono molto di più dei fissi, poi se vuoi risparmiare non è che hai scelta, ti devi basare su quello che trovi.
Icona regione.
Stefano da Roma giorno 09/07/2015
Ho comperato un condizionatore portatile della Vortice POLAR 10, volevo sapere se conosce la marca e il modello e se sa darmi qualche giudizio. Ieri lo ho acceso ma solo dopo poco più di un ora è andato in blocco per condensa. Ho svuotato in una bacinella piccola di acqua ed è ripartito. Mi chiedo ma la condensa ogni 2 ore deve essere svuotata. Il Polar è poi fornito in una tanica sul lato destro, nelle istruzione c’ è scritto che doveva essere riempita d'acqua , ma per far cosa?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Stefano, non posso esprimere un giudizio in quanto no conosco il prodotto direttamente. Per quanto riguarda il riempimento della tanica è per sfruttare il raffreddamento del condensatore con il sistema aria/acqua che restituisce prestazioni migliori. La condensa invece dovrebbe essere espulsa dal tubo di scarico dell’aria calda sotto forma di vapore. Vedi se dietro c’è, nel caso utilizzalo, un tubicino tappato dal quale si può scaricare la condensa.
Icona regione.
Marco da Rovereto giorno 09/07/2015
Salve ho acquistato un Argo Extreme 11 non riesco a regolare la velocità ( hight mid low) durante la modalità raffreddamento, mentre funziona con la modalità ventilatore semplice. Il telecomando presenta tre tasti hight mid e low ma quando li premo fa il bip ma il condizionatore non cambia velocita continua ad andare al massimo.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Marco, prova a spegnerlo ed impostare il comando della velocità da spento, è solo una prova, dovrebbe cambiarle normalmente durante il funzionamento. Nel caso non va devi rivolgerti al centro assistenza.
Icona regione.
Cristina da Spino d'Adda giorno 08/07/2015
Buongiorno, ho appena comprato un climatizzatore ARGO EXTREME e mi chiedevo se è normale che l'aria che fuoriesce dal tubo (quindi in esterno) abbia la stessa temperatura di quella che fuoriesce dalle bocchette, quindi in casa. Non dovrebbe essere calda quella che esce in esterno?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Cristina, certo l’aria che esce in esterno deve essere calda, direi bollente in questi giorni di forte calura. L’aria che esce da dentro è fredda abbastanza? Potrebbe esserci un assenza di gas, che lo fa funzionare tipo ventilatore, quindi con emissione di aria fresca “ventilata”.
Icona regione.
Federico da Pescara giorno 07/07/2015
Ciao ho comprato un Argo magic 9.2 ho sistemato il tubo come riportato nelle istruzioni in modalità raffreddamento con temperatura impostata a 16 °C e temperatura interna della stanza 29/30C. Vorrei capire perché la temperatura non scende dopo averlo lasciato acceso per 1 ora?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Federico, tutto dipende dal dimensionamento, nel senso che ogni condizionatore ha una potenza termica che deve essere superiore al carico termico dell’ambiente per poter abbassare la temperatura. Per farti un esempio banale e come se tu avessi una candela, la fiamma produce calore, quindi se ci avvicini il dito senti il caldo, ma sicuramente non ha la forza per riscaldare una stanza. Nel dimensionamento va tenuto in considerazione la grandezza della stanza, l’isolamento, l’esposizione ed altro ancora. Ad ogni modo assicurati che il condizionatore funzioni, verificando se dalle bocchette esce aria fredda, se è così allora è sottodimensionato per le condizioni che hai in questo momento.
Icona regione.
Arianna da Torino giorno 06/07/2015
Buongiorno, ho appena acquistato un condizionatore Comfee Fresko 9, l'ultimo rimasto in esposizione, e non ho il manuale d'istruzioni. Vorrei sapere a cosa servono le due manovelle posizionate sul retro: una più piccola nera in basso, e l'altra grigia più grossa circa a metà. Inoltre vorrei sapere se devo scaricare l'acqua e come: al momento l'ho impostato su AUTO e ho notato qualche goccia d'acqua per terra, ma non so se è condensa oppure acqua che si accumula da qualche parte grazie al deumidificatore. Grazie mille!
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Arianna, manda una foto a info@elettro-domestici.com del retro vediamo di capire di cosa si tratta. In base al modello l’acqua di condensa può essere espulsa tramite il tubo che porta all’esterno il calore o tramite un tubicino di drenaggio, che passa prima da un raccoglitore di acqua. Controlla se sul retro c’è un tubicino di solito nero tappato, in questo caso devi aprirlo per fare scorre l’acqua dove e come vuoi tu.

Icona regione.

Innanzitutto vi ringrazio per la risposta che mi avete dato: in effetti quella in basso sembrerebbe essere il tubicino dell'acqua di condensa, perché aprendolo esce un po’ di acqua. Tuttavia succede la stessa cosa con la manopola posta più in alto. Per fugare ogni dubbio, vi allego la foto del retro.

Retro Comfee fresko 9.

Grazie mille ancora e davvero complimenti per il sito, utilissimo!

Icona elettro-domestici.com

Quello in basso è lo scolo della condensa e serve per effettuare uno scarico continuo, senza preoccuparsi di svuotare nessun contenitore interno. Quello più in alto ipotizzo possa essere un secondo scarico per una posizione/esigenza differente.

Icona regione.
Deidda Maria da Milano giorno 06/07/2015
Salve, ho comperato di seconda mano un Olimpia Splendid dolceclima portatile Eco 9000 Btu, e non ho il manuale di istruzioni. Ho visto che nel caso viene nel display la scritta FI si tratta del filtro da pulire, ma è pulitissimo ed ho già provato a toglierlo e rimetterlo correttamente in sede. Mi è stato consigliato di provare a togliere il tubo di scarico per provare a vedere che non sia causato dallo scarico mal messo, ha quindi un' anomalia? Un codice di errore sbagliato? Come posso eliminare la scritta dal display?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Deidda Maria, se il clima ha il tasto stand by, procedi nel modo seguente, spingi il tasto, estrai il filtro, puliscilo e riposizionalo, successivamente ripremi il tasto stand by.
Icona regione.
Loris da Milano giorno 03/07/2015
Salve, ma vanno ricaricati i condizionatori portatili? Ogni quanto? Se è si a chi mi devo rivolgere? Condizionatore tipo pinguino.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Loris, i condizionatori non vanno ricaricati, al loro interno il gas refrigerante circola in un circuito ermetico, pertanto solo in caso di foratura e conseguente perdita si rende necessaria una ricarica, preceduta dalla riparazione della perdita. Questo può non avvenire mai per tutta la vita del condizionatore, come può verificarsi in qualsiasi momento. La riparazione puoi effettuarla recandoti presso un centro di assistenza autorizzato De Longhi.
Icona regione.
Giacomo da Casatenovo giorno 16/03/2015
Buongiorno, devo comprare un climatizzatore portatile e volevo sfruttare l'esistenza di un foro già predisposto per scaricare l'aria all'esterno, che si trova in posizione idonea. Il diametro del foro nel muro è di 135mm che corrisponde al diametro tubo dei climatizzatore argo che mi interessa. Ma nelle specifiche tecniche che trovo su internet nei siti di acquisto si parla di un tubo di 135mm e foro nella finestra di 140mm, non riesco a valutare a cosa sia dovuta la differenza di 5mm e se con un accesso diretto possa andare bene il foro da 135mm. Volevo anche chiedervi come funziona l'asciugatura biancheria che alcuni utenti di climatizzatori portatili dicono di utilizzare dirigendo il flusso d'aria sui panni, o forse si tratta di una funzione specifica in funzione di solo deumidificazione tipo t'asciugo De Longhi.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giacomo, leggendo sui libretti di istruzioni vi è menzione del foro che deve essere di “circa” 140 mm, mentre non c’è riferimento al tubo, che presumibilmente è di 135 mm. Questa differenza posso immaginare che è calcolata per dare agio all’inserimento, un minimo di differenza è necessario. Nel tuo caso potrebbe entrare un po’ forzando o con un piccolo ritocco, ritengo che non avrai problemi. Per quanto riguarda l’asciugatura della biancheria avviene in quanto un flusso d’aria caldo, di qualsiasi origine, direzionato sui tessuti umidi, li riscalda, facendo evaporare l’umidità in essi contenuta e si asciugano.
Icona regione.
Lorenzo da La Spezia giorno 23/02/2015
Buongiorno volevo delle informazioni sul climatizzatore Bosch IGLOO e sul CARRIER 51AKP240M: se si imposta la temperatura per esempio a 23 gradi, si accende automaticamente se scende di gradi o rimane sempre acceso e se la temperatura sale, la regola? Nella modalità deumidificazione si può regolare il livello di umidita da tenere costante? Sempre in modalità deumidificazione, la temperatura viene monitorata o no?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Lorenzo, immagino ti riferisci alla temperatura di 23°C in regime di raffreddamento, anche perché i condizionatori indicati non hanno funzione di riscaldamento. Pertanto impostando 23°C, siamo in estate, la temperatura ambiente è più alta, quindi appena raggiunti i 23° C si stacca, appena si rialza, riattacca. Se fosse/fossero dotati di pompa di calore, quindi lo stai utilizzando in modalità riscaldamento, nella stanza ci sono meno di 23° C, quando li raggiunge si stacca, se scende al di sotto riattacca. Non hanno una regolazione del livello di umidità, come un deumidificatore. La temperatura non viene monitorata.
Icona regione.
Maurizio da Villesse giorno 16/12/2014
Per un ambiente di 65 m3 è meglio un condizionatore Dados 9000 btu/h con pompa di calore o Argo Snappy aria/aria 10000 btu/h?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Maurizio, sono entrambi in pompa di calore, se ti serve per riscaldare è meglio il 10000 btu/h. Per il solo freddo entrambi.
Icona regione.
Isabella da Milano giorno 15/12/2014
Salve! Vorrei chiedere se il significato in caratteristiche di PINGUINO "Funzione di sola deumidificazione" vuol dire la possibilità di usarlo come deumidificatore?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Isabella, significa che lo puoi impostare sulla modalità che lo fa funzionare come deumidificatore, devi comunque mettere il tubo all’esterno.
Icona regione.
Paolo da Brescia giorno 27/11/2014
Possiedo un pinguino De Longhi modello Pac 50 con raccoglitore di acqua interno. Devo usare il tubo nella funzione deumidificatore ?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Paolo, si il tubo va all’esterno.
Icona regione.
Marxello da Palermo giorno 20/11/2014
Ho un pinguino portatile che ha 3 funzioni, climatizzatore, deumidificatore e ventilatore. Posso usarlo in inverno in una stanza dove si crea sempre la muffa nel muro esterno esposto a nord? Lo posso usare senza il tubo da porre all'esterno?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Marxello, puoi usarlo come deumidificatore ed il tubo deve andare all’esterno.
Icona regione.
Cristiano da Scano di Montiferro giorno 12/11/2014
Salve, ho acquistato 5 giorni fa un climatizzatore portatile Argo Snappy 10000 btu/h sia per il fresco sia per il caldo visto che il mio ufficio si trova nel centro storico e il mio simpatico comune mi ha impedito d installarne uno normale. Fin qui tutto bene, messo il tubo e installato il tutto per utilizzarlo per il caldo ma qui viene il grosso problema, appena parte la ventola è al massimo e per il caldo non si può regolare tra max med e Min (grossa stronzata) e fa scusate il termine un casino nero. Sembra un aereo con un getto d’aria enorme e potente. Riscalda, però per il mio ufficio di 20 mq sembra realmente un aereo. Potete aiutarmi a risolvere questo problema? Il mio elettricista mi ha consigliato di applicare al bocchettone da dove fuoriesce il getto un tubo flessibile simile a quello di scarico per silenziare la ventola (si può mettere perché il bocchettone del getto d’aria calda funzionerà da scarico d’estate girando il climatizzatore) risolvo il problema in questo modo? O c'è un altro modo? A me se facesse quel casino 5 minuti e poi a temperatura raggiunta 25 gradi la max diminuisse andrebbe bene, ma ho paura che non sia così! Ho bisogno di un vostro consiglio grazie mille!!
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Cristiano, purtroppo non c’è un consiglio risolutivo che possa darti. La macchina è rumorosa, puoi cercare i vari stratagemma per attutire ma se è rumorosa tale resta.
Icona regione.
Paola da Milano giorno 04/11/2014
Buongiorno e complimenti per il sito, così utile! Vorrei acquistare Dados, di Argo, un condizionatore portatile che funziona anche per il riscaldamento. La mia domanda è: per riscaldare è necessario collegare il tubo dell'aria con l'esterno? Perché nel PDF sul prodotto c'è scritto proprio così, di collegare il tubo. Ma a me pare un po’ strano. Vorrei capire com'è la questione.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Paola, si bisogna collegare il tubo. Il condizionatore di per se non produce aria fredda o calda, ma veicola il calore da un ambiente ad un altro, così succede che d’estate l’aria calda che c’è nella stanza viene privata del calore e portata fuori e dentro esce fredda. In riscaldamento il ciclo si inverte e quindi e come se, anche se non è proprio così, ma per farla semplice: l’aria fredda che c’è dentro viene privata del freddo, che viene mandato fuori, così privata del freddo esce calda.
Icona regione.
Paolo da Milano giorno 18/10/2014
Una domanda su un condizionatore monoblocco portatile; se voglio fare la funzione deumidificazione devo per forza mettere il grosso tubo che porta all'esterno? Poi per cortesia una domanda sul fatto che lo stesso abbia due uscite piccole (presumo) per scarico condensa acqua, una in basso ed una a metà apparecchio.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Paolo, in generale il tubo serve per espellere l’umidità all’esterno, salvo che sia un modello strutturato per una raccolta interna e quei due tubi possano servire per il drenaggio continuo dell’acqua. Di che marca e modello stiamo parlando?
Icona regione.
Federico da Genova giorno 29/08/2014
Buongiorno, ho riciclato da un amico un condizionatore portatile Inspairing icp257MC e non avendo a disposizione finestre da cui far uscire il tubo, mi chiedevo se questo servisse anche per usare esclusivamente la funzione deumidificatore o se per questa non fosse necessario il tubo all'esterno.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Federico, il tubo all’esterno serve anche per la funzione di deumidificazione.
Icona regione.
Mirko da Venezia giorno 10/08/2014
Salve, il mio clima portatile fino a ieri sera raffreddava la stanza in maniera eccellente. Spento la sera e riacceso la mattina, basta. Fa aria ma tiepida, sembra come in blocco, attacca e stacca. Ho pulito filtri e radiatori ma niente.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Mirko, può essere successo di tutto un problema di gas, al motore o altro, al momento verifica se inavvertitamente hai modificato la modalità di funzionamento in deumidificazione.
Icona regione.
Giancarlo da Monza giorno 21/07/2014
Ho preso un condizionatore portatile della Comfee, con le funzioni tipo ( auto-cool-dry ) e nell'installarlo mi sono chiesto dove devo mettere il tubetto per il drenaggio, io l'ho messo nell'uscita in basso ma l'acqua (era in funzione auto) non è uscita, e quando ho tolto il tubo è scesa molta acqua? Dovevo forse mettere il tubo nell'uscita in alto (a cosa serve questa uscita chiusa con tappino).
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giancarlo, non ricordo esattamente tutti i modelli e come sono strutturati, ad ogni modo se dal tubicino in basso esce l’acqua vuol dire che l’umidità di condensa viene espulsa attraverso di esso. Se hai infilato un tubo e non è tappato l’acqua deve uscire a meno che tu non l’abbia alzato troppo creando un dislivello non superabile.

Ringraziandoti per la risposta, preciso che il tubicino di scarico che ho messo è a livello dell’uscita del climatizzatore, che stranamente è a circa 3 cm dal livello pavimento, proprio sul fondo del clima portatile (quando difatti ho tolto il tubicino di scarico l'acqua è uscita abbondante) e di fatto non capisco quello superiore di tubicino di uscita situato a circa meta apparecchio in altezza cosa possa servire.

Di fatto volevo rispondere che l'acqua di condensa esce, solo che lo scarico è talmente in basso che se il condizionatore va per poco tempo non riesce ad espellere la condensa dal tubicino.

 

Non preoccuparti di questo, se va per pochissimo tempo deumidificherà pochissimo, solo qualche goccia d'acqua, e molto probabilmente è strutturato in modo che se rimane all'interno non succede nulla.

Icona regione.
Andy da Torino giorno 19/07/2014
Salve, ho comperato un condizionatore Zephir fatto a pinguino. Funziona e tutto ma dopo un po’ che raffredda, non va più. Fa solo ventilatore. E muoio dal caldo ho 37 gradi in casa potrebbe essere per quello che non funziona?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Andy, rispetto al fisso il portatile è limitato, una temperatura troppo alta in casa può farlo andare in panne, ci sono dei limiti di funzionamento, che di solito sono segnati sulla scheda tecnica. A mio avviso è normale, il portatile è così.
Icona regione.
Mary da Brescia giorno 08/07/2014
Buongiorno, ho un condizionatore portatile Olimpia Splendid, non trovo più le istruzioni, e sul display mi esce "fi " aiuto che significa?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Mary, indica che necessita della pulizia del filtro.
Icona regione.
Pietro da Milano giorno 05/07/2014
Salve vorrei un parere su un acquisto sul sito www.supercubetto.it. Condizionatore portatile da 9000 btu/h ma non trovo nessuna spiegazione, scheda tecnica. Non vorrei che questo articolo sia tutta una truffa.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Pietro, non conosco il marchio ed il sito, posso dirti che per legge c’è l’obbligo di fornire on-line i dati tecnici del condizionatore, pertanto personalmente diffiderei da chi non lo fa.

Ho ricevuto la scheda tecnica che mi hai inviato, direi normale come caratteristiche, però la mia perplessità rimane in quanto non esiste traccia sul web del produttore, chi lo produce ed in caso di garanzia a chi ti rivolgi? Il mio consiglio è di farti un giro in qualche negozio della grande distribuzione, troverai sicuramente un condizionatore simile, secondo me anche a prezzo più basso. Sebbene sarà anche in questo caso di marchio non noto, avrai un riferimento fisico a cui rivolgerti in caso di garanzia.

Icona regione.
Annalisa da Roma giorno 02/07/2014
Buonasera, ho appena acquistato un condizionatore portatile Argo modello Extreme XL da utilizzare in una stanza di circa 30 mq mansardata. Abbiamo effettuato un foro di 12 cm sulla parete esterna a cui abbiamo collegato il tubo del condizionatore. Non ci sono gomiti nel tubo ma nonostante questo il condizionatore anche dopo un'ora di funzionamento non riesce a rinfrescare la stanza. Ho fatto un acquisto sbagliato o il condizionatore non è sufficiente?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Annalisa, il climatizzatore portatile rispetto ad un fisso della stessa potenza rende di meno, in questo caso siamo in presenze di un 13000 btu/h che dovrebbe avere una buona resa, però tutto dipende dal carico termico che c’è nella mansarda. Se non è isolata, avendo una esposizione al sole continua il carico termico, anche se sono 30 metri, è talmente elevato che ci vuole una macchina più potente. Se è così te ne accorgerai maggiormente alla sera quando il carico del sole diminuisce ed il clima dovrebbe rendere meglio.
Icona regione.
Raniero da giorno 28/06/2014
Salve, una domanda un poco particolare: ho modificato un condizionatore portatile spostando il radiatore dell'evaporazione (la macchina raffredda soltanto) che stava sopra il compressore, ora gli sta accanto. Può essere lasciato a testa in giù? Compressore e condensatore sono poggiati paralleli al terreno ma per riportare così anche il condensatore si rischia di torcere i tubi di rame dei collegamenti.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Raniero, non saprei dirti se questa operazione può comportare dei problemi.
Icona regione.
Emily da Ceto giorno 16/06/2014
Salve, ho acquistato un condizionatore De Longhi PAC N81 ma purtroppo ho fatto l'errore di non informarmi prima dell'acquisto, mi sono lasciata ingolosire da un offerta e dunque non ero a conoscenza che questi climatizzatori hanno un tubo di scarico d’aria. La mia domanda è questa: per la funzione di sola deumidificazione sul manuale di istruzioni c'è scritto di ricordarsi di installare il tubo scarico ma se io non lo dovessi mettete succede qualcosa?! Perché per la funzione clima l'estate non è un problema lasciare la finestra aperta ma per quella di deumidificazione che si utilizza maggiormente in autunno e inverso non posso lasciare una finestra aperta e non mi è possibile fare un buco ne nel muro ne nella finestra.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Emily, il tubo serve in estate ad eliminare l’aria calda e contemporaneamente l’umidità, nell’impiego di sola deumidificazione ad espellere la sola umidità, se non lo metti l’umidità viene reimmessa nell’ambiente e quindi non risolvi nulla.
Icona regione.
Francesco da Livorno giorno 12/04/2014
Buongiorno, potrebbe gentilmente aiutarmi nella scelta tra il pinguino PAC WE126ECO e il DOLCECLIMA + da 11000 btu, leggendo le specifiche non mi sembra che la differenza sia tale da giustificarne il prezzo.(circa 200 euro di differenza) ambiente grande 6x4 m e 4 di altezza.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Francesco, tralasciando funzioni specifiche di ognuno di loro, per le quali lascio a te il compito di un eventuale approfondimento, ho effettuato un confronto tecnico tra i due condizionatori. La prima differenza è la potenza, che vede il De Longhi essere superiore di 1000 btu/h, la seconda è l’assorbimento leggermente superiore, 1100 watt contro i 900 dell’Olimpia. L’indice di prestazione è superiore per il PAC WE126ECO EER 3,3 contro 3,1 del DOLCECLIMA +. Anche per il rumore c’è differenza, abbiamo 54 dB(A) per il primo e 61 dB(A) per il secondo. Approfondendo l’analisi riscontro altre due caratteristiche importanti: il gas refrigerante impiegato ed il sistema di raffreddamento, nel primo aria/acqua nel secondo aria/aria. Il DOLCECLIMA + impiega il gas R410A mentre Il PAC WE126ECO impiega il gas R290, gas completamente naturale e non tossico, senza impatti negativi per l’effetto serra. Per quanto riguarda il sistema di raffreddamento quello aria/acqua è superiore, in quanto consente di raffreddare più velocemente e quindi con performance migliori, il condensatore, consentendo un raffreddamento più efficace, che potrebbe tornare molto utile in presenza di temperature elevate. Considera che in generale tutti i portatili intorno ai 30°C perdono, con questo sistema ti garantisci una migliore resa.
Icona regione.
Paolo da Saint Christophe giorno 11/01/2014
Qualcuno sa dirmi se il De Longhi PAC CN90 B ha la funzione di deumidificare? Ho seguito l'iter delle istruzioni (tubo con scarico fuori, impostarlo sulla "goccia" ecc.) ma dopo più di un'ora di funzionamento nella vaschetta non ho trovato neanche un goccio d'acqua, eppure i vetri di casa gocciolano ed un misuratore mi dice che ho il 90% di umidità. Di solito lo uso come condizionatore d'estate ma visto che, in teoria, fa da deumidificatore e me ne serve uno…
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Paolo, il condizionatore in questione è dotato della funzione di deumidificazione contemporanea al condizionamento o da utilizzare separatamente. Con molta probabilità non raccoglie acqua per limiti tecnici di funzionamento, che lo rendono praticamente inefficiente con temperature basse. A catalogo e sul libretto di istruzioni non è indicato in modo esplicito l’intervallo di temperatura entro il quale funziona, però è indicata per la deumidificazione la sua validità per la stagione intermedia, quindi con temperature più alte. Infine viene indicato un range di condizionamento che è da 21°C a 35°C.
Icona regione.
Antonio da Padula giorno 22/10/2013
Salve, vorrei un aiuto, ho bisogno di due condizionatori portatili da usare in versione caldo solo per riscaldare, vorrei sapere quali sono i migliori per riscaldare e se in versione riscaldamento si può usare senza il tubo di scarico.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Antonio, sono dell’avviso che il portatile debba essere la scelta solo quando non c’è la possibilità di installare un fisso, molto più performante ed efficiente. Detto questo la scelta è determinata dalla grandezza degli ambienti, in base alla quale si determina la potenza necessaria. Tra le aziende che producono pompa di calore portatile ci sono: Olimpia Splendid, Electrolux, Argo ed altre. Necessitano di tubo di scarico ed in alcuni modelli di drenaggio dell’acqua di condensa.
Icona regione.
Rudi da Milano giorno 24/09/2013
Buongiorno, possiedo un Pinguino PAC WE126ECO, volevo sapere come utilizzare la pompa di calore per usare il condizionatore come riscaldatore.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Rudi, purtroppo non puoi utilizzarlo in riscaldamento in quanto non è dotato della pompa di calore. È un climatizzatore portatile solo freddo.
Icona regione.
Patrizia da Savona giorno 31/07/2013
Grazie della spiegazione, che per chi come me è alle prese con questo tipo di acquisto chiarisce le idee sul funzionamento generale di questi sistemi. Ho questo consiglio da chiedere: debbo posizionare un condizionatore portatile (non mi è possibile mettere un sistema di condizionamento con unità esterna per problemi di facciata) in una stanza piuttosto grande (circa 5,5 per 4 metri, altezza (ahimè) 5 metri. La stanza è adibita a studio professionale. Quindi mi occorrono sufficiente silenziosità ma nel contempo buona potenza. Avevo pensato ad un sistema doppio: nella stanza accanto un condizionatore senza unità esterna da posizionare a terra (con fori esterni) e nello studio un apparecchio fan cooler (penso si chiami così), ma i costi mi hanno decisamente spaventato. Esiste allora un sistema portatile che possa soddisfare le "pretese" di silenziosità e potenza? Vi ringrazio moltissimo della Vostra attenzione.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Patrizia, per quanto riguarda la potenza dei climatizzatori portatili puoi trovare qualcosa di potente, come Dolceclima+ da 11000 btu/h e Issimo Pure12 da 12000 btu/h entrambi della Olimpia Spledid, ed ancora PAC WE126ECO da 12000 btu/h e PAC WE17INV da 17000 btu/h della De Longhi. La potenza necessari è determinata oltra che dal volume, dal carico termico dell’ambiente, quindi se sono presenti delle fonti di calore, quali strumenti, computer, luci, e numero di persone. Normalmente per un simile ambiente considererei un 12000 btu/h, poi più carichi termici ci sono più devi aumentare la potenza. Per la rumorosità, devo ribadire che il portatile è più rumoroso del fisso, nello specifico la pressione sonora minima:
Dolceclima+: 38 dba
Issimo Pure12: 39 dba
PAC WE126ECO: 52 dba
PAC WE17INV: 50 dBa
Per il fan cooler non ho esperienza quindi non mi pronuncio.
Icona regione.
Lorenzo da Salerno giorno 17/07/2013
Ho un climatizzatore Olimpia Splendid mod. Ecopiù. Lo usavo con un pannello di gommapiuma per non far uscire l'aria fredda (preso da un altro condizionatore economico vecchio) che si metteva sotto la persiana per l'intera lunghezza con un buco su un lato per inserire il tubo di uscita dell'aria calda. Purtroppo questo pannello si è deformato e non riesco a trovare qualcosa che possa sostituirlo. Dove potrei trovarlo? Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Lorenzo, devo dire che il pannello che dici non si trova in commercio, ma fornito con il condizionatore al suo acquisto, anche navigando in rete non si trova niente. Posso darti due suggerimenti, il primo è quello di rivolgerti al centro assistenza Olimpia, dovrebbero poter reperire il ricambio; il secondo e di costruirlo in modo artigianale, quindi con una fascia di compensato o multistrato sottile, sulla quale puoi praticare il foro per come ti serve.
Icona regione.
Tiziana da Milano giorno 09/07/2013
Buongiorno, ho trovato il suo sito perché stavo cercando delle informazioni su un condizionatore portatile che mi e' stato regalato. Non è nuovo, ma non è mai stato usato da chi me lo ha dato e purtroppo non trovavano le istruzioni. E' un Carrier Holiday Young ed è composto da due pezzi, il secondo e più piccolo con il motorino, probabilmente, quello che andrebbe messo fuori dalla finestra. Volevo chiedere se lei conosce questo prodotto e potrebbe darmi qualche informazione, visto che su internet ho trovato poco e niente..Mi interessava anche sapere se questo modello ha la funzione del deumidificatore e se così fosse, eviterei la spesa dell'acquisto di quest'ultimo, dato che ho la camera in mansarda che d'inverno è parecchio umida e si forma un po’ di muffa.. La ringrazio in anticipo per la disponibilità.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Tiziana, non conosco questo climatizzatore, ad ogni modo la parte più piccola, come dici tu, è il motore che deve essere posizionato all’esterno dell’ambiente, e vista la sua presenza desumerei una potenza di 12000 btu/h. In linea di massima tutti i climatizzatori hanno la funzione di deumidificazione utilizzabile in inverno, per sincerarti dovresti identificare un tasto con disegnata una goccia d’acqua o con scritto dry. Se vuoi sapere di più fammi una foto del quadro comandi e della tabella tecnica che è applicata sul clima da qualche parte, solitamente dietro, ed inviamela, così ti leggo i dati.
Icona regione.
Mattia da Roma giorno 17/06/2013
Buongiorno, intanto complimenti per l'articolo, veramente chiaro per la prima volta! Se possibile, vorrei avere un'ulteriore informazione:
1) A quanto ho capito, NON ESISTONO quindi CONDIZIONATORI (fissi o portatili) che possano stare in stanza SENZA ALCUN CONTATTO CON L'ESTERNO, giusto ?
2) Se volessi qualcosa del genere VENTILATORE CLASSICO (parlo di quelli con la sola pala che gira) che si tengono dentro casa, che cosa potreste consigliarmi ?
3) Anche gli apparecchi che SONO SOLO DEUMIDIFICATORI hanno bisogno di un tubo di collegamento con l'esterno, o basta cambiare ogni tanto la tanica d'acqua ?
Grazie davvero a chi avrà la pazienza di rispondere.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buonasera Mattia, eccoti le informazioni che volevi:
1) Tutti i condizionatori hanno bisogno di un contatto con l’esterno, essi non producono aria fredda ma veicolano il calore che c’è nella stanza all’esterno e conseguentemente l’aria, privata del calore, esce e fredda. Per assurdo si può utilizzare un portatile senza mettere il tubo fuori, ma il calore che è espulso da dietro rimane nella stanza, e se stai davanti al bocchettone d’uscita dell’aria fredda ti rinfreschi, ma non è assolutamente il caso di usarlo così.
2) Per il ventilatore ti devi orientare su uno con la pala grande, riesce a movimentare più aria, attenzione però al rumore.
3) Il deumidificatore non ha un tubo che va all’esterno, o meglio quello è di drenaggio e serve solo a fare defluire l’acqua di continuo verso l’esterno e non farla andare nella tanica di raccolta, che una volta piena ne blocca il funzionamento.
Icona regione.
Simona da Bergamo giorno 12/11/2012
Buongiorno e tanti complimenti per il sito!
Vorrei chiedere un consiglio. Stavo cercando un deumidificatore per la mia casa di circa 90 m2, che in alcune stanze presenta muffa agli angoli del soffitto e molta umidità, quando ho scoperto che il mio condizionatore Inspairing mobile air conditioner ha anche la funzione di deumidificatore con capacità di 18 l/24 h. E' abbastanza rumoroso per i miei gusti ma mi chiedevo se posso davvero provare ad utilizzarlo con questa funzione! L'unica pecca è che la vaschetta per l'acqua non è estraibile e mi domando se dovrò continuamente drenarla (se non sbaglio ha una capacità di 2l) grazie mille!
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Simona,
certo che puoi utilizzarlo con questa funzione. Non conosco il prodotto nello specifico e non saprei quanto grande è la vaschetta, ma 21 litri mi sembrano tanti…prova a vedere se c’è qualche blocco alla vaschetta e se proprio non si estrae, puoi fare un drenaggio continuo. Apri il tappo che ti consente di drenare l’acqua e collegaci un tubo e veicola l’acqua verso l’esterno o un contenitore più grande.

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
 
 
 
Foto articolo.
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su
Chiudi
Regala un libro per Natale