Icona accesso.
 
 
Spazio trasparente.
Spazio trasparente.
 
 
 
 
 
 

Opinione e consigli per l’acquisto di un deumidificatore portatile Comfeè 2021.

 
Prima di acquistare un deumidificatore portatile è molto importante farsi una opinione ben precisa rispetto alle sue prestazioni, ma ancora più importante è prevedere il risultato che esse sono in grado di apportare nell’ambiente in cui viene impiegato.

Il nostro intento è quello di analizzare attentamente le caratteristiche, ma non restando in superficie, quindi esclusivamente ai dati, che possono essere fuorvianti, ma esponendo il significato vero, una sorta di traduzione dei tecnicismi, per poter consentire di farsi una opinione rispondente al vero. Ma iniziamo, per il momento, a vedere i prodotti riportando i dati tecnici.

La gamma di deumidificatori portatili della Comfeè, per i quali prendiamo a riferimento quelli riportati sul sito è formata da 3 modelli: Gibson, Gobi e Mali, disponibili il primo con la capacità di 30 litri, il secondo 12 litri, 16 litri e 20 litri, ed il terzo 8 litri, 10 litri e 12 litri. Oltre a questi ci sono altri modelli, non riportati sul sito, che sono in commercio, per i quali tuttavia sono disponibili informazioni tecniche incomplete e pertanto al momento ci limiteremo ad inserire in tabella, ma per i quali non esprimeremo nessuna opinione sui dati non posseduti.

l/24h = litri asportati nell'arco di 24 ore in una condizione di 30/32°C/Umidità relativa 80%.
watt = consumo di energia elettrico del deumidificatore.
p.a.m3/h = portata d'aria in metri cubi all'ora.
dB(A) = pressione sonora percepita dall'orecchio umano, rumore.
Rur = range umidità relativa.
t.e.°C = temperatura di esercizio, entro la quale il deumidificatore funziona.
a.m.2 = metri quadrati coperti.
Tan/l = capienza tanica in litri.
n.d = dato non dichiarato o disponibile.

Modello
l/24h
watt
p.a.m3/h
Dba
Rur
t.e.°C
a.m.2
Tan/l
Prezzo medio
GIBSON-30
30
580
220
50
35%-85%
5-35
58-73
4,7
179,00
GOBI-10
10
240
130
46
35%-80%
5-35
16-31
1,5
GOBI-16
16
380
170
48
35%-80%
5-35
29-44
3
GOBI-20
20
600
170
48
35%-80%
5-35
37-52
3
Mali-8
8
290
120
40-43
35%-85%
5-35
12-27
2
Mali-10
10
290
120
40-43
35%-85%
5-35
16-31
2
Mali-12
12
290
120
40-44
35%-85%
5-35
20-35
2
MDDN-12DEN7
12
n.d.
n.d.
n.d.
n.d.
n.d.
n.d.
n.d.
116,80
MDDF-16DEN7 WF 
16
n.d.
n.d.
n.d.
n.d.
n.d.
n.d.
n.d.
MDDF-20DEN7-WF 
20
n.d.
n.d.
n.d.
n.d.
n.d.
n.d.
n.d.
CF-DEHU-20 
20
440
99/125/168
46
n.d.
n.d.
n.d.
n.d.
CF-DEHU-30 
30
715
166/191
50
n.d.
5-35
n.d.
3
211,89

Vediamo nel dettaglio le funzione del modello Gibson-30

Deumidificatore Gison-30.

Il quadro comandi consente in modo molto semplice di impostare le funzioni, dal tasto "Mode" si ha facoltà di scegliere il funzionamento in deumidificazione classica, terrà presente la percentuale di umidità impostata e lavorerà in base ad essa, la modalità continua e la modalità deumidificazione intelligente (opzionale). Il tasto più (+) e meno (-) permettono di impostare il livello di percentuale di umidità che si vuole ottenere oscillando tra 35% ed 85% con scatti di 5% alla volta. Il tasto "Timer" consente in abbinamento con il tasto più (+) e meno (-) di gestire l'accensione (on) o lo spegnimento (off) programmato. Turbo regola la velocità di ventilazione, questa incide sulle prestazioni del deumidificatore, mentre "Ion" che è opzionale, quindi si trova solo a richiesta, attiva la ionizzazione. Una spia indica quando la tanica è piena. Sul display dopo aver impostato la percentuale di umidità desiderata, trascorso qualche secondo sarà visualizzata con uno scarto del 5% la percentuale di umidità presente nella stanza. Dotato di comode rotelle può essere spostato facilmente. La tanica della raccolta dell'acqua è posta frontalmente e grazie alla presenza di una trasparenza si può vedere il livello dell'acqua.

Cruscotto deumidificatore Gison-30.

Opinione su GIBSON-30

Il punto di forza di questo modello è certamente il prezzo che rispetto ad altri modelli di pari capacità è inferiore. Altri dati come la rumorosità ed i metri cubi di aria trattati ogni ora, sono in linea con quelli di altri prodotti concorrenti. Il dato del cosnumo seppur in linea con altri è leggermente superiore ad alcuni e nettamente ad altri, questo deve essere valutato in funzione delle ore di utilizzo, che se sono tante potrebbero vanificare il risparmio sul prezzo d'acquisto a sfavore di una bolletta più alta.

Vediamo nel dettaglio le funzione del modello Gobi

Deumidificatore Gobi.

Il quadro comandi che a seconda della capacità si presenta nella forma semplice o nelle versione con display consente di eseguire alcune impostazioni. Quello pù completo dispone di tre spie di segnalazione, ovvero: Power, Cont e Water Full, che identiifcano rispettivamente la spia di accesnione, funzionamento continuo e vaschetta di raccolta acqua piena. Accensione ed impostazione modalità continua si impostano dai relativi pulsanti. Il tasto più (+) e meno (-) se non in modalità continua, permettono di regolare la percentuale di umidità desisderata all'interno dell'ambiente. Ci si potrà spostare in su o in giù con un aumento o diminuzione del 5% ad ogni selezione del tasto. Sul display dopo alcuni secondi nei quali viene visualizzata l'impostazione data, compare la percentuale di umidità rilevata nell'ambiete con uno scarto di errore massimo del 5%. Il secondo quadro comando non consente di eseguire nessun tipo di impostazione, pertanto non c'è possibilità di regolare la percentuale di umidità desiderata.

Cruscotto deumidificatore Gobi.

Opinione su Gobi

Il punto di forza di questi tre modelli resta sempre il prezzo, tuttavia bisogna fare delle considerazioni sul modello base, che non consente di regolare la percentuale di umidità, pertanto la finalità di utilizzo può essere utile in quegli ambienti, i tratta di piccoli ambienti, laddove non c'è da tenere sotto controllo la concentrazione di umidità nell'aria. Anche la capacità della tanica non lo rende molto comodo, si parla di soli 1,5 litri di capienza. Il modello da 16 litri ha un consumo che rispetto a modelli di altre marche è leggermente superiore, mentre quello da 20 litri ha un consumo molto superiore a quello di altri marchi.

Codici di errore del modello Gobi

E1: indica che il sensore di umidità non riesce più a rilevarla;
E2:
indica che il sensore della temperatura non riesce più a rilevarla;

Oltre ai codici di errore ci sono quelli di protezione, che bloccano il funzionamento del deumificatore per evitare dei guasti e sono:

P1: indica che è in atto lo scongelamento dell'unità evaporante, al termine riprenderà a funzionare;
P2: indica che il contenitore dell'acqua è pieno e mal posizioanto, è necessario svuotarlo e posizionarlo in modo corretto.

Vediamo nel dettaglio le funzione del modello Mali

Deumidificatore Mali.

Il quadro comandi che a seconda della capacità si presenta nella forma semplice o nelle versione con display consente di eseguire delle impostazioni. Il primo presenta il tasto di accensione (Power) con relativa segnalazione luminosa, la spia tanica piena, l'impostazione della modalità silenzione (opzionale), la modalità di funzionamento continuato, l'opzione Timer dalla quale impostare il tempo di funzionamanto dai pulsanti più (+) e meno (-), la spia dello scongelamento, fase in cui si arresta la deumidificazione. Dai tasti più (+) e meno (-) è possibile impostare la percentuale di umidità desiderata dal 35% all'85% aumentando o diminuendo del 5% per volta. Sul display resta a vista la percentuale di umidità presente nell'abiente con uno scarto di errore del 5%.

Cruscotto deumidificatore Mali.

Opinione su Mali

Come nei modelli precedenti il prezzo può essere considerato come un punto di forza. Nella programmazione il pannello base non permette di eseguire delle impostazioni ben regolate, non c'è possibiltà di selzionare la percentuale di umidità. Il cosumo per tutte e tre le potenze è più alto di molto rispetto a prodotti di pari capacità di altre marche. Il prodotto è poco ingombrante e dispone di una maniglia dalla quale afferrarlo e spostarlo facilemte in altri ambienti.

Codici di errore del modello Mali

AS: indica che il sensore di umidità non riesce più a rilevarla;
ES:
indica che il sensore della temperatura non riesce più a rilevarla;
EC: indica un'anomalia del refrigerante.

Oltre ai codici di errore ci sono quelli di protezione, che bloccano il funzionamento del deumificatore per evitare dei guasti e sono:

P1: indica che è in atto lo scongelamento dell'unità evaporante, al termine riprenderà a funzionare;
P2: indica che il contenitore dell'acqua è pieno e mal posizioanto, è necessario svuotarlo e posizionarlo in modo corretto.

 

 
 
 
 
 
 

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
Altri articoli che ti potrebbero interessarti:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Certamente Trotec è uno dei marchi migliori di deumidificatori presenti sul mercato, di produzione tedesca, vanta una gamma molto ampia ed ogni modello ha delle specifiche tecniche che lo rendono ideale per delle specifiche esigenze.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Abbiamo già parlato in tanti articoli riferiti al deumidificatore, di molti aspetti differenti. In questo ci focalizzeremo sulla funzionalità dello scarico continuo, di come funziona e quali particolari possono essere importanti ed anche più comodi, nella fase di utilizzo, e quindi importanti da accertare per effettuare dei confronti e conseguentemente la scelta tra i vari modelli.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Oltre alla tecnologia tradizionale, oggi il mercato propone dei deumidificatori che utilizzano un minerale per riuscire ad asportare l’umidità presente nell’ambiente. A tal proposito vogliamo portare a conoscenza l’esistenza di un particolare deumidificatore, prodotto dalla Mitsubishi Electric il modello MJ-EZ6CX-S1-IT, che impiega la zeolite per assorbire l’umidità presente nell’ambiente.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Nel momento in cui nasce la necessità di deumidificare un ambiente domestico e non, quindi quando una stanza di casa, una cantina, uno studio o qualsiasi altro ambiente è umido, si va alla ricerca di un deumidificatore.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Nello scegliere un deumidificatore, con il quale ottenere risultati positivi, è determinante tenere in considerazione la temperatura dell’ambiente in cui viene utilizzato, in base ad essa infatti è opportuno orientarsi su un modello dotato di una sistema di sbrinamento classico o professionale.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Molto semplicemente la funzione del deumidificatore è quella di eliminare, attraverso un processo di condensazione, l’umidità presente in un ambiente. Quest’ultima, trasformata in acqua viene raccolta all’interno di un contenitore che è necessario svuotare quando si è riempito.
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaPreferenzelineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea