Icona accesso.
 
 
Spazio trasparente.
Spazio trasparente.
 
 
 
 
 
 

Bypassare il bloccoporta della lavatrice per determinarne il malfunzionamento.

 
Il mancato funzionamento del blocco porta della lavatrice ne impedisce il suo funzionamento. Avviando qualsiasi ciclo, il lavaggio non inizia e ci accorgiamo di norma che l’elettroserratura non sta funzionando in quanto l’oblò non viene bloccato. Per risolvere il difetto è necessario sostituirlo.

Nel caso in cui ci sia la necessità di doverlo o volerlo bypassare al fine di determinare ulteriormente il suo mancato funzionamento o utilizzare temporaneamente la lavatrice, ricordiamoci che qualora lo facessimo, l’oblò si aprirebbe anche durante il lavaggio in qualsiasi momento e condizione si trovi, con l’acqua all’interno, in centrifuga, insomma sempre, è possibile farlo unendo due dei tre fili che sono collegati tramite spinotto o singoli faston, a quelli del blocco porta.

Prima di capire quali sono i due da collegare è necessario dire che essi sono identificati sulla parte in plastica che racchiude la componentistica con dei numeri, che possono essere diversi a seconda del modello. Potremmo trovare la numerazione 1,3,2 oppure 3,4,5 o delle lettere N, L, C, o altri riferimenti. Conseguentemente dire a priori quale dei numeri, quindi dei fili corrispondenti, vadano collegati non è possibile, anche se in linea di massima molte elettroserrature sono uguali. È importante appurarlo in quanto un collegamento sbagliato può creare un danno alla scheda elettronica.Bloccoporta chiuso.

Per essere certi è necessario togliere il coperchietto numerato, per accedere al suo interno, quindi poter seguire i faston e stabilire i due dei tre che vanno collegati.

Bloccoporta aperto.

In pratica il sistema, dopo aver eseguito dei controlli, conclude la procedura mettendo in contatto due faston, in pratica due fili, che a seconda del modello di bloccoporta possono essere di colore differente o uguali, che chiudono il contatto e mandano comunicazione alla scheda dell’avvenuto serraggio dell’oblò. Il terzo faston dove è collegato il terzo filo, invece ha la funzione di far eccitare una bobina, che dilatando una parte metallica, consente l’unione dei due fili precedenti.

Quello che dobbiamo fare è seguire i due faston che facendo scattare il meccanismo interno vengono messi in comunicazione. Una volta stabilito possiamo unire i due fili che sono ad essi collegati. Questa unione darà comunicazione alla scheda dell’avvenuta chiusura dell’oblò. Da questo punto in poi il bloccoporta è stato bypassato.

Bloccoporta interno.

Bobina

In caso volessimo avviare un ciclo di lavaggio, per sicurezza dobbiamo mettere i fili all’interno. Quindi possiamo nastrare ed isolare il terzo, ed insieme agli altri due sempre isolati rimetterli all’interno del telaio della lavatrice. Fissiamo il blocco porta nella sua posizione originale, e risistemiamo guarnizione ed anello di tenuta.

In questo modo nel momento in cui chiuderemo l’oblò, sarà ben saldo e ermetico con la guarnizione, e potremmo fare un lavaggio. Sarà comunque necessario sistemare il bloccoporta non appena possibile.

 
 
 
 
 
 

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
Altri articoli che ti potrebbero interessarti:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Il nemico numero uno per la lavatrice, ma questo vale anche per la lavastoviglie, ed in generale per tutti gli elettrodomestici che vengono a contatto con l’acqua, è il calcare, che inesorabilmente dai primi utilizzi dell’apparecchio inizia la sua azione di deposito su alcuni componenti.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Abbiamo visto in un articolo precedente come usare la lavatrice, pertanto quali sono le fasi preparatorie relative ai vari capi che è necessario lavare, quindi come dividerli, le macchie e la funzione degli scomparti del cassetto del detersivo.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Grande successo ha riscontrato sul mercato il motore, della lavatrice della Lg, inverter direct drive, che, per chi non lo sapesse, è caratterizzato dall’eliminazione della tradizionale cinghia che collega il motore al cestello, con un sistema innovativo di innesto del motore direttamente sul cestello.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

L’errore F12 nella lavatrice a marchio Whirlpool, appartenente alla linea Wave, è originato da un difetto relativo alla resistenza di riscaldamento, ovvero siamo in presenza di un corto circuito.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

La scelta di una lavatrice è divenuta nel corso di questi ultimi anni un po’ più impegnativa di quanto non accadeva per il passato, dove non c’erano molte delle caratteristiche e prestazioni che le lavatrici di oggi propongono.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

L’errore F27 nella lavatrice modello DLC7012 e comunque per la serie di lavatrici Whirlpool appartenenti a questa linea, identifica un’anomalia che interessa in generale il motore.
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaPreferenzelineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea