Spazio trasparente.
Spazio trasparente.
 
Spazio trasparente.

Come testare il corretto funzionamento del pulsante di accensione della lavastoviglie.

 
Una condizione che si può riscontrare in una lavastoviglie è quella relativa alla mancata accensione. Può succedere anche appena comprata, anche se è molto raro, più spesso con il trascorre del tempo.

La lavastoviglie è collegata alla corrente elettrica, però di punto in bianco, non si accende più nessuna spia, non dà segni di vita. Azioniamo il pulsante di accensione, spegnimento ma nulla, non succede niente. La lavastoviglie non si accende.

Le cause della mancata accensione potrebbero essere diverse, andremo ora a spiegare quali sono le principali, soffermandoci successivamente su come testare il pulsante di accensione.

Quando la lavastoviglie non si accende può dipendere da:

1) Non è alimentata elettricamente;
2) Non esce corrente dal filtro antidisturbo;
3) L’interruttore di accensione e spegnimento è rotto;
4) La scheda elettronica è rotta.

Prima di eseguire qualsiasi tipo verifica sui componenti interni è opportuno verificare che la presa di alimentazione o se utilizziamo una prolunga o ciabatta, mandino la corrente. In molti casi è proprio la presa a non funzionare. In questo caso potremmo utilizzare un tester per verificarla, ma è molto più semplice collegarvi un utensile elettrico domestico, come potrebbe essere un asciugacapelli.

La lavastoviglie rimane spenta, anche se alimentata, fino a quando non viene schiacciato il pulsante di accensione o spegnimento. Questo difatti consente nell’istante il cui viene esercitata la pressione la continuità elettrica. Nel momento in cui si rompe, anche se premuto, non consente l’accensione.

Per verificare il funzionamento dobbiamo accedervi, dopo aver staccato la spina di alimentazione. Pertanto svitiamo le viti che bloccano il cruscotto.

Una volta rimosse lo sganciamo in modo tale da avere accesso alla parte interna, dove è posizionato il pulsante di accensione e spegnimento (on/off). Per lavorare comodi è preferibile sganciarlo, di norna è solo incastrato, pertanto è necessario fare un po’ di leva. In questa fase stiamo attenti in quanto gli incastri potrebbero essere fragili e se siamo troppo irruenti potremmo romperli.

Togliamo anche il cavetto di alimentazione del pulsante, possono essere dei semplici faston o un innesto unico sempre con i due fili.

Ora con l’aiuto di un tester, che posizioneremo sulla scala più bassa degli Ohm, posizioniamo i due puntali sui due innesti faston del pulsante. Se il pulsante è in stato di on, quindi schiacciato, vedremo già una risposta di continuità sul tester, altrimenti no. Quindi schiacciamo il pulsantino di accensione e se funziona il tester ci restituirà un valore, altrimenti rimarrà fermo sulla stessa posizione o numero. Nel caso procediamo alla sostituzione.

Altro elemento indiziato della mancata accensione è la scheda elettronica. Per questa possiamo eseguire dei controlli ispettivi alla ricerca di eventuali bruciature o sempre con l’ausilio del tester, verificare la continuità dei componenti elettronici che riusciamo a testare. L’analisi del difetto della scheda tuttavia non è sempre, anzi in tanti casi, non è risolutiva. Difatti è molto difficile individuare cosa non funziona. In questi casi è necessario eseguire la sostituzione con una nuova.

Infine e per concludere il difetto potrebbe anche essere generato da una interruzione dei cablaggi, sarà necessario quindi eseguire un controllo su di essi.

Articolo aggiornato: venerdì 18 settembre 2020

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Quando si imposta un ciclo di lavaggio, a meno che non si possieda una lavastoviglie con il programma automatico, capace di adeguare la temperatura di lavaggio al tipo sporco, bisogna scegliere tra i cicli proposti, quello più appropriato per il tipo di sporco che abbiamo necessità di pulire.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Contrariamente alla lavatrice, che è presente in tutte le case, la lavastoviglie ha una presenza di gran lunga inferiore. Mentre la prima è divenuta oramai indispensabile, l’acquisto della lavastoviglie, alcune volte, viene sottovalutato, o meglio considerato come superfluo anche perché il suo utilizzo viene associato ad un consumo di energia elettrica da sommare a quello che già si ha con altri elettrodomestici.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Una delle anomalie che può presentarsi durante il ciclo di lavaggio della lavastoviglie è quella relativa al mancato riscaldamento dell’acqua di lavaggio, che normalmente deve raggiungere una temperatura compresa tra i 40°C ed i 65°C, in alcuni modelli 70° C e comunque con una certa variabilità a seconda del programma impostato.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Prima di capire come procedere in modo pratico per sostituire la resistenza elettrica di riscaldamento della lavastoviglie è necessario raggiungerla. Fatta eccezione per i modelli più datati nei quali è nella vasca, nei modelli attuali, è posizionata al di sotto di essa.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Sebbene tutte le lavastoviglie abbiano lo stesso compito, ovvero lavare piatti, bicchiere e tutto il resto, ed in linea generale abbiano dei programmi di lavaggio che riprendono le medesime caratteristiche, tra di loro ci sono dei modelli dotati di programmi speciali.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Una anomalia che è spesso riscontrabile durante il funzionamento della lavastoviglie è quella relativa allo scarico improvviso dell’acqua precedentemente caricata. A dire il vero non si tratta di un difetto riconducibile ad uno specifico guasto, bensì ad una conseguenza che può scaturire da diverse cause o malfunzionamenti.
 
 
Icona regione.
Franco da Asti giorno 18/09/2020
Buongiorno. Lavastoviglie Beko non si accende. Con il tester ho fatto quanto indicatomi filtro antidisturbo OK esce corrente; interruttore di accensione e spegnimento OK esce corrente Anomalia: alla scheda non arriva alimentazione 220V, mi può dire causa?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Franco, se non arriva alimentazione ci devono essere i cablaggi interrotti.

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaPreferenzelineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su