Spazio trasparente.
 
Due metodi per stabilire se l’elettrovalvola della lavatrice o lavastoviglie è funzionante.
 
Foto articolo.
L’elettrovalvola in una lavatrice o in una lavastoviglie è il pezzo che si contrappone tra il tubo di carico e l’ingresso dell’acqua all’interno della macchina. Il tubo di carico da un lato si innesta al rubinetto dell’acqua, mentre dall’altro si avvita esattamente all’elettrovalvola. Aprendo il rubinetto, l’acqua giunge fino ad essa, ne impedisce il passaggio fino a quando una volta alimentata elettricamente, si apre e ne consente il defluire all’interno dell’elettrodomestico.

In caso l’acqua non venga bloccata, allora si parla di elettrovalvola sfondata ed è necessario sostituirla.

Il comando di apertura viene inviato tramite la scheda elettronica o timer, che nel momento in cui è necessario far riempire la vasca, la apre. Viene successivamente chiusa, quindi eliminando l’alimentazione elettrica, quando la vasca ha raggiunto il livello di pieno.

Nel momento in cui l’elettrovalvola non lascia passare l’acqua, pertanto potrebbe essere non alimentata oppure, sebbene arrivi corrente non si apre, pertanto è rotta ed è da sostituire.

Ma come facciamo ad appurare che è effettivamente rotta?

Vedremo ora come intervenire per renderci conto se è funzionante utilizzando due metodi, il primo con l’ausilio di un tester, il secondo tramite l’alimentazione diretta.

Per eseguire la prova, dobbiamo per prima cosa smontarla, pertanto eseguiamo tale lavoro, non prima di aver staccato la spina di alimentazione dell’apparecchio in questione.

Una volta che abbiamo l’elettrovalvola in mano, possiamo procedere con la verifica utilizzando un tester. Pertanto posizionando il tester sulla scala di 20k (simbolo Ω). Ci verrà restituito un valore, che deve essere approssimativamente intorno a 3,5/3,8 kΩ. Il valore può variare leggermente in base alle caratteristiche dell’elettrovalvola.

Per la prova pratica invece dobbiamo utilizzare un cavo elettrico che da una parte termina con i due fili collegati a due faston col cappuccio, mentre dall’altro con una spina elettrica. Qualora ci venga comodo è preferibile inserire un interruttore in modo da aumentare la praticità nella gestione dell’alimentazione elettrica.

Ora procuriamoci un tubo di alimentazione dell’acqua ed lo avvitiamo da una parte al rubinetto dell’acqua, mentre dall’altra all’elettrovalvola. Se abbiamo a disposizione un tubo colleghiamolo sull’uscita e lo facciamo confluire in un lavandino o un secchio, però in modo che possiamo vedere se fuoriesce l’acqua.

Inseriamo i due faston nei relativi innesti dell’elettrovalvola e con l’interruttore nella posizione di spento inseriamo la spina nella corrente elettrica.

A questo punto apriamo la mandata dell’acqua ed a meno che l’elettrovalvola non sia sfondata sentiremo l’acqua riempire il tubo di alimentazione, ma non fuoriuscire. Ora non ci resta che dare l’alimentazione elettrica, premiamo l’interruttore e se funziona, vedremo l’acqua fuoriuscire dal tubo che abbiamo innestato.

A questo punto siamo certi che l’elettrovalvola è funzionante e pertanto non deve essere sostituita.

articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.
Non molto frequentemente, tuttavia è un anomalia che si può verificare nel funzionamento di una lavatrice è la fuoriuscita di fumo dalla vaschetta del detersivo o dal cestello, non appena al temine del lavaggio, viene aperto l’oblò.

Pubblicato:
lunedì 11 novembre 2019
 
 
Spazio trasparente.
Abituati da sempre a lavatrici con il cestello in acciaio inox e molto restii ad accettare qualsiasi altro materiale che non sia questi, si assiste molto spesso, nei negozi, nella fase di acquisto di una lavatrice, alla richiesta di volerne acquistare una con il cestello in acciaio inox.

Pubblicato:
mercoledì 15 dicembre 2010
 
 
Spazio trasparente.
AQualtis è la nuova linea top di gamma dell'azienda Hotpoint Ariston. Posizionata su un cassetto o senza ha un design innovativo e molto accattivante, linee morbide ed arrotondate fanno del prodotto un capolavoro dello stile.

Pubblicato:
sabato 12 marzo 2011
 
 
Spazio trasparente.
Una lavatrice nuova appena uscita del ciclo produttivo ed immessa sul mercato per la vendita, prima di essere messa in funzione deve essere opportunamente sbloccata, altrimenti durante la fase della centrifuga si muoverà fortemente camminando per casa.

Pubblicato:
mercoledì 12 novembre 2014
 
 
Spazio trasparente.
Capita molto spesso di sentire parlare di sonda nct della lavatrice e questo capita sovente quando siamo in presenza di un malfunzionamento della macchina. Nello specifico, ma non sempre, al cospetto di un difetto associato al riscaldamento dell’acqua.

Pubblicato:
martedì 21 marzo 2017
 
 
Spazio trasparente.
Capita molto spesso che trascorso qualche anno di vita, ma la condizione si può concretizzare anche prima, la lavatrice emetta del cattivo odore. Ci riferiamo in modo specifico a quello generato dai residui di lavaggio e non a quello causato da surriscaldamento o bruciature di componenti, per le quali è opportuno verificare le cause scatenanti, che possono essere differenti da caso a caso.

Pubblicato:
lunedì 18 maggio 2015
 
 
Spazio trasparente.
Come ben noto la lavatrice è dotata di un filtro attraverso il quale l’acqua di scarico del lavaggio, passa prima di essere eliminata completamente attraverso il tubo di condotta, raccordato ad una conduttura a muro o dove non esistente agganciato con il collo d’oca al lavabo o altro.

Pubblicato:
lunedì 20 febbraio 2012
 
 
Spazio trasparente.
Quando impostiamo un ciclo di lavaggio in una lavatrice è necessario inserire il detersivo e l’ammorbidente nei rispettivi scomparti, come descritto nella guida pratica per l’utilizzo.

Pubblicato:
martedì 8 ottobre 2019
 
 
Spazio trasparente.
Abbiamo visto nell’articolo “gruppo vasca lavatrice rotta” come intervenire per il recupero della lavatrice, vediamo ora come procedere e come capire su quali modelli di lavatrice possiamo sostituire i cuscinetti.

Pubblicato:
domenica 6 novembre 2016
 
 
Spazio trasparente.
Iniziamo togliendo l’imballo che protegge la lavatrice e verifichiamo la presenza di eventuali ammaccature, nel caso presenti è preferibile non procedere con l’installazione e contattare il rivenditore, in modo tale da poter concordare una soluzione per come meglio affrontare la problematica.

Pubblicato:
mercoledì 26 gennaio 2011
 
 
 
 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su