Spazio trasparente.
 
Cosa genera il rumore inusuale nella lavastoviglie e come intervenire.
 
Foto articolo.
La rumorosità della lavastoviglie è deducibile in fase di scelta dalle indicazioni riportate sull’energy label, che ne indica chiaramente i decibel db(a) prodotti in fase di lavaggio. Pertanto se vogliamo un modello silenzioso poniamo particolare attenzione a questo dato.

Succede tuttavia che una lavastoviglie silenziosa, che ha sempre lavorato soddisfacendo le nostre esigenze, relativamente al rumore, di colpo inizi a farsi sentire. Ovvero cambia improvvisamente suono, risultando rumorosa.

In questi casi la motivazione è riconducibile principalmente a due elementi della lavastoviglie. Il primo è la pompa di scarico, il secondo la pompa di ricircolo. Vediamo ora nel dettaglio il loro funzionamento per comprendere la funzione e di conseguenza perché generano del rumore.

La pompa di scarico, ha il compito di eliminare l’acqua che si trova sul fondo della vasca. In buona sostanza è un motorino al cui interno c’è una girante, che spinge l’acqua che si trova al suo interno, scaricandola. La pompa di scarico entra in funzione sia al termine del lavaggio, quindi in fase conclusiva per eliminare tutta l’acqua, in delle fasi di risciacquo, ma anche immediatamente prima dell’inizio del ciclo di lavaggio.

La pompa di ricircolo, che alcune volte si trova inglobata al motore, ha il compito di spingere durante la fase del lavaggio, quindi sia nella fase di carico, di risciacquo ed in generale di tutto il lavaggio, l’acqua alle condutture che la conducono attraverso le pale giranti, all’interno della vasca della lavastoviglie, per eseguire il lavaggio del carico inserito.

Quando la lavastoviglie è nuova, i due componenti non essendo mai stati usati non hanno nessun residuo al loro interno, ma con il passare del tempo si possono accumulare sia dei residui di cibo o residui in generale, per tale motivo e per tenere in buono stato tutte le condutture interne è opportuno utilizzare un cura lavastoviglie. Oppure si possono depositare dei detriti più consistenti, come dei piccoli pezzi di ceramica, di vetro, o di altro materiale che si può distaccare per rottura dalle stoviglie messe a lavare.

La presenza di sostane o componenti indesiderati all’interno della pompa di scarico o della pompa di ricircolo, sono responsabili in prima battuta della generazione di rumore, successivamente e contemporaneamente, se non rimossi, possono provocare inizialmente una diminuzione delle prestazioni e quindi della qualità del lavaggio, fino a determinare la rottura del componente e conseguentemente il non funzionamento della lavastoviglie.

In caso si avverta un rumore inusuale della lavastoviglie i due componenti da controllare sono la pompa di scarico e la pompa di ricircolo. Possiamo capire se poniamo attenzione al momento in cui avvertiamo il rumore se si tratta del primo o del secondo componente, anche se potrebbero essere entrambi o comunque una posizione particolare di un detrito solido potrebbe non farsi sentire in un momento ma solo in un altro assumendo una posizione specifica.

Ad ogni modo se il rumore viene avvertito subito, quindi ancor prima che inizi la fase del lavaggio, potremmo stabilire che proviene dalla pompa di scarico, in quanto entra in funzione ancor prima dell’inizio del lavaggio. Se lo avvertiamo successivamente allora è la pompa di ricircolo.

In entrambi i casi è necessario raggiungere l’interno del pezzo e ripulirlo dai detriti.

Potremmo anche trovare il loro interno perfettamente pulito, in questo caso dobbiamo porre attenzione alla girante, per valutare se gira correttamente o ha subito nel corso del tempo un allentamento, che le impedisce di girare bene e quindi provoca rumore e pertanto da sostituire l’intero pezzo.

articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.
Risultati assolutamente interessanti in termini di prestazioni sulle lavastoviglie, la Bosch li ottiene con le nuove lavastoviglie dotate del sistema Active Water abbinato all’impiego della zeolite.

Pubblicato:
sabato 11 dicembre 2010
 
 
Spazio trasparente.
Potrebbe capitare che la lavastoviglie, che ha sempre lavato in modo esemplare, ad un bel momento al termine del lavaggio non restituisca più piatti, bicchieri, posate, stoviglie e quant’altro ben pulite. Ovvero che non lavi più in modo efficace, come aveva fatto fino al precedente lavaggio.

Pubblicato:
sabato 8 settembre 2018
 
 
Spazio trasparente.
Quando si imposta un ciclo di lavaggio, a meno che non si possieda una lavastoviglie con il programma automatico, capace di adeguare la temperatura di lavaggio al tipo sporco, bisogna scegliere tra i cicli proposti, quello più appropriato per il tipo di sporco che abbiamo necessità di pulire.

Pubblicato:
lunedì 3 settembre 2012
 
 
Spazio trasparente.
Contrariamente alla lavatrice, che è presente in tutte le case, la lavastoviglie ha una presenza di gran lunga inferiore. Mentre la prima è divenuta oramai indispensabile, l’acquisto della lavastoviglie, alcune volte, viene sottovalutato, o meglio considerato come superfluo anche perché il suo utilizzo viene associato ad un consumo di energia elettrica da sommare a quello che già si ha con altri elettrodomestici.

Pubblicato:
domenica 16 gennaio 2011
 
 
Spazio trasparente.
Sebbene tutte le lavastoviglie abbiano lo stesso compito, ovvero lavare piatti, bicchiere e tutto il resto, ed in linea generale abbiano dei programmi di lavaggio che riprendono le medesime caratteristiche, tra di loro ci sono dei modelli dotati di programmi speciali.

Pubblicato:
martedì 25 settembre 2018
 
 
Spazio trasparente.
Abbiamo visto nell’articolo precedente che il mancato riscaldamento dell’acqua può dipendere dalla resistenza o dalla scheda elettronica, in questo analizzeremo la terza causa del mancato riscaldamento, ovvero il termostato.

Pubblicato:
domenica 9 settembre 2018
 
 
Spazio trasparente.
Quando si parla di lavastoviglie la misura per identificarne la capienza sono i coperti, ovvero la quantità di piatti, uno per portata, ed i bicchieri che i cestelli riescono a contenere. Nel calcolo dei coperti non sono comprese le pentole ed i tegami che avendo dimensioni completamente diverse una dall’altra non possono essere standardizzate.

Pubblicato:
domenica 7 novembre 2010
 
 
Spazio trasparente.
A seconda del modello di lavastoviglie della Rex Electrolux, ci sono delle anomalie di funzionamento o dei guasti che vengono segnalati al consumatore attraverso delle indicazioni acustiche, l’accensione di alcune spie o attraverso una sigla sul display digitale.

Pubblicato:
martedì 1 luglio 2014
 
 
Spazio trasparente.
Ci sono molti sistemi che consentono agli impianti idrici di casa di disporre per tutto l’anno di acqua sempre calda è, pertanto, logico pensare di poter ottenere il massimo rendimento, sfruttandola per elettrodomestici come la lavatrice e la lavastoviglie, ai quali far risparmiare il tempo necessario al riscaldamento, effettuato per mezzo di una resistenza elettrica e conseguentemente risparmiare energia elettrica.

Pubblicato:
martedì 13 gennaio 2015
 
 
Spazio trasparente.
Avvertire una scossa di elettricità, nel momento in cui si viene a contatto con la lavatrice o la lavastoviglie, è un avvenimento poco piacevole, che ci indica che siamo in presenza di una anomalia. La scossa è avvertita solitamente nel momento in cui, soprattutto in presenza di mani bagnate, si urta il mobile o magari quando dopo aver aperto l’oblò della lavatrice, tocchiamo gli indumenti bagnati.

Pubblicato:
venerdì 10 febbraio 2017
 
 
 
 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaPreferenze lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su