Spazio trasparente.
 
Quando è consigliabile acquistare un condizionatore a gas R410 A nei confronti di uno a gas R 32.
 
Foto articolo.
In un precedente articolo ci eravamo già occupati dei passaggi che erano avvenuti nel tempo, tra i diversi gas del condizionatore, quindi del vecchissimo R 22, al passaggio al gas R407C, per poi arrivare in tempi non molto lontani al più performante e meno inquinante (in caso di dispersione), del gas R410A.

Senza stare nuovamente ad analizzare la composizione di ognuno di loro, per chi volesse può andare a leggere l’articolo che lo spiega, abbiamo visto che dal gas R410A, si sta passando, ed a partire dal 2025, non sarà più impiegato nei condizionatori, al gas R 32.

Allo stato attuale molte aziende leader di mercato ad anche non leader, commercializzano modelli funzionanti a gas R 32, ma allo stesso tempo la presenza di impianti a gas R410A è molto presente, pertanto nei negozi fisici e sui siti di vendita on line, troviamo entrambi i prodotti, che certamente possono avere dei prezzi di vendita differenti.

Tralasciando le prestazioni, che possono variare tra i diversi modelli, potremmo identificare due prodotti con gas differenti che possono soddisfare la nostra esigenza di raffrescamento e di riscaldamento, pertanto può certamente sorgere il dubbio su quale sia meglio acquistare.

I condizionatore a gas R410A, sono composti al 50% di gas R 32 e per il 50% di gas R 125 A, mentre quelli a gas R 32, la composizione del gas è di solo gas R 32, un gas che rispetta le normative di legge in quanto ad emissioni di GWP.

Sostanzialmente a partire dal 2025 i condizionatori a gas R410A, non saranno più commerciabili, ciò non significa che chi ne è in possesso non può più utilizzarli e nel caso ripararli, ma esclusivamente che non possono essere venduti.

Riteniamo in base a tutto questo che un condizionatore a gas R410A, possa essere ancora acquistato in tutta tranquillità, ed anzi in alcuni casi potrebbe essere conveniente in termini economici fare tale acquisto, che con il trascorre del tempo e l’avvicinarsi alla data della loro messa fuori mercato, dovrebbe vedere il prezzo scendere di parecchio.

L’acquisto in definitiva non deve essere bandito a prescindere, ma valutato certamente in base al prezzo, che rispetto ad un equivalente modello a gas R 32, deve essere inferiore.

Riteniamo anche che il vantaggio economico debba essere sostanzioso, in quanto un impianto a gas R410A, può anche incorrere in delle manutenzioni o meglio a delle perdite di gas, ricordiamo che se l’installazione è eseguita a regola d’arte, la perdita è molto improbabile, ed in questo caso la sua composizione di due differenti gas ognuno per il 50%, rende un rabbocco complesso è più oneroso in quanto non si può stabilire quanto se ne sia perso dell’uno o dell’altro.

In definitiva un condizionatore a gas R410A si può acquistare tranquillamente ed anzi può essere conveniente, in questo periodo di transizione, ma ci deve essere un buon vantaggio economico. Per una differenza di poco presso è meglio acquistare un modello con il gas R 32.

articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.
Un impianto di climatizzazione può essere considerato come un insieme di elementi in grado di generare del benessere. Infatti con la sua capacità di variare le condizioni dell’aria nel quale è posizionato, rende l’ambiente confortevole aumentando la sensazione di benessere.

Pubblicato:
mercoledì 31 luglio 2013
 
 
Spazio trasparente.
L’aria che respiriamo è un elemento fondamentale per il nostro benessere psicofisico. Ogni giorno respiriamo circa 2200 volte e la qualità dell’aria non è sempre buona.

Pubblicato:
lunedì 18 aprile 2011
 
 
Spazio trasparente.
La gamma dei condizionatori portatili della Olimpia Splendid è formata da ben 8 modelli, ognuno di loro con caratteristiche tecniche e capacità termiche differenti, così da poter soddisfare le diverse esigenze di raffreddamento degli ambienti domestici.

Pubblicato:
lunedì 9 febbraio 2015
 
 
Spazio trasparente.
Cambia il panorama dell’etichettatura energetica dei climatizzatori d’aria e diversamente da quanto avveniva con la vecchia, che uniformava tutti i climatizzatori in modo indistinto senza considerare la tecnologia, la nuova normativa, che entra in vigore giorno 1 gennaio del 2013, distingue le diverse tecnologie.

Pubblicato:
venerdì 9 novembre 2012
 
 
Spazio trasparente.
La climatizzazione deve essere intesa ambiente per ambiente, nel senso che se abbiamo necessità di climatizzare un appartamento, dovremmo montare tanti split per quanto sono le stanze che abitiamo e comunque abbiamo necessità di climatizzare.

Pubblicato:
martedì 14 dicembre 2010
 
 
Spazio trasparente.
Il condizionatore come noto è composto da una unità interna, definita split, ed una esterna, detta motore. La prima viene posizionata all’interno dell’ambiente da climatizzare, mentre la seconda è posizionata all’esterno, quindi fuori dall’abitazione.

Pubblicato:
lunedì 10 luglio 2017
 
 
Spazio trasparente.
In presenza di ambienti particolarmente grandi da climatizzare, un solo climatizzatore di potenza elevata può non essere sufficiente.

Pubblicato:
martedì 20 maggio 2014
 
 
Spazio trasparente.
Una forte convergenza, da parte di tutti i produttori di climatizzatori fissi, si è concretizzata nell’impiegare, nella loro produzione, la tecnologia inverter, che invece è poco impiegata nella costruzione di condizionatori portatili.

Pubblicato:
lunedì 22 aprile 2013
 
 
Spazio trasparente.
In un precedente articolo ci eravamo già occupati dei passaggi che erano avvenuti nel tempo, tra i diversi gas del condizionatore, quindi del vecchissimo R 22, al passaggio al gas R407C, per poi arrivare in tempi non molto lontani al più performante e meno inquinante (in caso di dispersione), del gas R410A.

Pubblicato:
martedì 30 aprile 2019
 
 
Spazio trasparente.
Il gas refrigerante impiegato nei condizionatori d’aria, nel corso del tempo è stato oggetto di valutazioni in merito al suo impatto ambientale, che hanno portato all’abbandono, per legge, di alcuni tipi di gas verso altri con meno impatto di immissioni di HFC nell’ambiente.

Pubblicato:
venerdì 15 gennaio 2016
 
 
 
 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su