Spazio trasparente.
 
Condensatore di spunto del motore rotto come sostituirlo.
 
Foto articolo.
Quando durante un ciclo di asciugatura notiamo che il cestello gira molto lentamente oppure gira a singhiozzo, nel senso che in alcuni momenti sembra andare regolarmente ed in altri si blocca, allora è molto probabile che il condensatore di spunto del motore è difettoso.

Il condensatore ha la forma di un cilindro ed è posto molto vicino o in corrispondenza del motore. Il suo compito è di consentire alla tensione elettrica di passare alla fase corretta. Fino a quando è nuovo tutto procede regolarmente ma con il passare del tempo tende a deteriorarsi ed a perdere la sua efficienza fino a non funzionare e pertanto non consentendo più al motore di girare.

Per capire se il condensatore non funziona più correttamente, oltre all’evidente fermo del motore, che comunque potrebbe anche dipendere da altro, abbiamo due soluzioni. La prima è quella di sostituire il condensatore e vedere se il motore riprende a funzionare, la seconda è quello di testarlo per verificarne la continuità elettrica. Quindi procuriamoci un tester e posizioniamo le due punte sui due innesti del condensatore, se il valore restituito è inferiore ad 1 ohm, significa che è rotto e possiamo tranquillamente cambiarlo.

Un altro fattore che ci può far capire che il condensatore è difettoso è la presenza di un ronzio, quello che in alcuni casi si sente in presenza dell’alta tensione, insomma un ronzio elettrico.

Appurato che il condensatore è difettoso, dobbiamo procedere alla sua sostituzione. Per prima cosa stacchiamo sempre la spina dalla presa in modo da lavorare in totale sicurezza. Successivamente posizioniamo l’asciugatrice in modo da poter accedere alla parte posteriore.

dietro asciugatrice.

A seconda del modello cui ci troviamo difronte, con l’ausilio di un cacciavite, smontiamo il pannello in lamiera, totalmente o solo nella parte in cui è presente il motore, fino a che non abbiamo la possibilità di raggiungerlo facilmente e potervi maneggiare.

Qui nelle immediate vicinanze del motore dobbiamo identificare il condensatore, che sarà fissato alla lamiera con un bullone. Togliamo il bullone e vedremo che ci sono due fili collegati, ricordiamone o fotografiamo la posizione ed estraiamoli. Il condensatore potrebbe avere 4 terminali, che sono a coppia di due, i faston vanno inseriti uno per coppia, per questo è importante memorizzare la posizione iniziale.

A questo punto, possiamo sostituire il condensatore con quello nuovo, che abbiamo acquistato precedentemente, fornendo al rivenditore i dati dell’apparecchio, per essere certi della correttezza del ricambio.

Rimontiamo tutto procedendo in senso inverso ed il lavoro è completato e possiamo continuare ad asciugare ii nostri panni.

articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.
Succede in molti casi che lo spazio dedicato alla lavanderia, dove già è presente la lavatrice, sia ridotto e la possibilità di installare una asciugatrice diventi improbabile a causa delle sue dimensioni.

Pubblicato:
giovedì 23 ottobre 2014
 
 
Spazio trasparente.
Abbiamo già distinto le tipologie di asciugatrice tra i modelli con la resistenza elettrica e quelle con la pompa di calore, ed abbiamo scritto degli articoli di approfondimento in merito a delle specifiche tecniche generali su questo prodotto.

Pubblicato:
giovedì 27 settembre 2018
 
 
Spazio trasparente.
Le asciugatrici delle Electrolux in caso di malfunzionamento di componenti dell’apparecchio, che determinano un interruzione del normale ciclo di asciugatura, restituiscono a seconda del tipo di display, dei segnali o indicano dei codici alfanumerici, ognuno dei quali si riferisce ad uno specifico o ad una serie di cause che l’hanno potuto causare.

Pubblicato:
martedì 31 marzo 2015
 
 
Spazio trasparente.
Il consumo globale delle asciugatrici per uso domestico rappresenta una parte considerevole del consumo di energia elettrica, pertanto la necessità di ridurre i consumi energetici a livello mondiale e la valorizzazione dei prodotti più efficienti sta spingendo sempre di più i produttori, al raggiungimento di prestazioni sempre superiori.

Pubblicato:
venerdì 21 settembre 2012
 
 
Spazio trasparente.
In caso di difetti e malfunzionamenti dell’asciugatrice Electrolux, gli stessi vengono mostrati sul display della macchina, per poter essere letti ed una volta individuata l’origine del difetto, procedere alla sua sistemazione.

Pubblicato:
lunedì 4 aprile 2016
 
 
Spazio trasparente.
La tecnologia a pompa di calore nelle asciugatrici, ha influenzato positivamente il miglioramento delle prestazioni energetiche, consentendo nel giro di pochi anni di diminuire in modo sensibile il loro consumo e consentirne una maggiore diffusione.

Pubblicato:
venerdì 31 ottobre 2014
 
 
Spazio trasparente.
L’asciugatrice sia essa con tecnologia a pompa di calore che con resistenza elettrica, per effettuare un corretto ciclo di asciugatura deve avere un cestello che durante il ciclo ruoti su se stesso, in modo da consentire agli indumenti di asciugarsi da tutti i lati.

Pubblicato:
giovedì 27 settembre 2018
 
 
Spazio trasparente.
Abbiamo già parlato dell’impiego del vapore negli elettrodomestici, in un tempo in cui non si era ancora palesato il suo impiego diffuso nell’asciugatrice. A distanza di tempo l’impiego del vapore nell’asciugatrice ha preso piede e tanti grandi marchi lo impiegano su alcuni dei loro modelli, solitamente sul top della gamma.

Pubblicato:
martedì 27 gennaio 2015
 
 
Spazio trasparente.
Terminato il processo di produzione ogni elettrodomestico deve superare una ulteriore fase prima di essere immesso sul mercato per la vendita, il collaudo. Questa fase, precedente all’imballaggio, prevede una serie di controlli ed una verifica del suo perfetto funzionamento.

Pubblicato:
mercoledì 26 gennaio 2011
 
 
Spazio trasparente.
Le asciugatrici Hotpoint Ariston, in caso di difetti di funzionamento rimandano sul display un codice di errore, al quale è abbinato un difetto, un’anomalia, che però non è quasi mai indicata nel libretto di istruzioni, pertanto non si riesce a determinare quale possa essere il motivo del malfunzionamento.

Pubblicato:
domenica 25 maggio 2014
 
 
 
 
Linea
 
lineaPrivacylineaDisclaimerlineaContattacilineaGoogle PublisherlineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su