Spazio trasparente.
Spazio trasparente.
 
Spazio trasparente.
Come scegliere un deumidificatore, quando utilizzarlo e come orientarsi per identificare quello con la giusta potenza.
 
La casa è particolarmente umida, vetri che colano, macchie alle pareti e comunque anche se riscaldata una fastidiosa sensazione di freddo e di disagio. Queste ed altre sono le condizioni che si possono palesare quando c’è una eccessiva concentrazione di umidità nell’aria.

Dobbiamo acquistare un deumidificatore d’aria, ma sceglierne uno diventa una scelta non semplice.

I deumidificatori si differenziano, a parte per la marca e per qualche caratteristica particolare e specifica di qualche modello, per la capacità di deumidificazione, ovvero quanta acqua riescono ad asportare da un ambiente nell’arco delle 24 ore.

Vediamo di capire in linea approssimativa come possiamo sceglierlo avvicinandoci il più possibile al prodotto che fa per noi.

Molte volte, per determinare la capacità necessaria, si utilizza come riferimento di valutazione il metro quadratoche in linea di massima ci permette di avvicinarci moltissimo nell’identificare quale deumidificatore scegliere, anche se è una valutazione non corretta, ma rimane tuttavia l’unico metro di valutazione adottabile nella maggior parte dei casi. In realtà  per identificare la capacità di cui abbiamo bisogno, dovremmo essere in possesso di un igrometro, uno strumento che ci permette di calcolare con precisione l’umidità che è presente nell’ambiente da deumidificare. Conoscendo questo dato, possiamo determinare la concentrazione di acqua, che va al di la della quantità che normalmente deve essere presente in un ambiente domestico ed identificare, il deumidificatore con una capacità deumidificante rapportata a tale condizione.

Il metro quadrato non è esatto, in quanto possiamo trovarci nella condizione in cui due ambienti con uguale superficie, per diversi motivi hanno una concentrazione di acqua differente. Prendiamo ad esempio il caso in cui ci troviamo di fronte ad una cantina ed ad un piano ad essa sovrapposto, la concentrazione di umidità è completamente differente. 

In linea generale, non possedendo strumenti specifici per la valutazione della percentuale di umidità, per orientarci nella scelta bisogna considerare che un deumidificatore con capacità di 10 litri riesce a deumidificare un ambiente di 30 metri quadrati, uno di 20 litri di 60 metri quadrati e così via. Bisogna considerare che questa valutazione è molto orientativa ed alla stessa bisogna apporre delle condizioni a seconda anche del periodo di utilizzo del deumidificatore. Deve essere infatti tenuto in strettissima considerazione che la portata dell’ambiente è solitamente dichiarata in metri cubi, quindi è necessario effettuare il passaggio a tale unità di misura e che la capacità d’acqua, dichiarata, asportata è riferita ad una condizione in cui nell’ambiente c’è una temperatura di 30/32°C e una umidità relativa dell’80%. Al diminuire di questi dati quindi in regime invernale, quando magari il suo impiego è più sentito, la resa diminuisce sensibilmente fino a dimezzarsi ed anche più.

Dopo aver acquistato il deumidificatore ci troviamo a doverlo utilizzare, vediamo di seguito come deve essere impiegato per ottenere il risultato sperato.

Il suo funzionamento e impiego è estremamente semplice, basta collegarlo alla rete elettrica e metterlo in funzione. L’umidità asportata viene raccolta e indirizzata in una vaschetta posta nel deumidificatore, che una volta piena deve essere svuotata. 

Inizialmente dobbiamo lasciare il deumidificatore in funzione, per il maggior tempo possibile, preferibilmente 24 ore su 24, magari anche per più giorni, al fine di consentirgli di asportare tutta l’umidità in eccesso creatasi nell’ambiente. 

Successivamente possiamo accenderlo ad intervalli di tempo regolari per smaltire l’umidità creatasi nel frattempo. Il deumidificatore è dotato di un umidostato, in grado di impostare la percentuale di umidità che si desidera raggiungere nell’ambiente, raggiunta la quale viene interrotto il suo funzionamento per riprendere il lavoro non appena si verifica una variazione.

L’umidostato può essere manuale o elettronico, a seconda del caso la gestione deve essere effettuata in modo differente. Nel manuale la posizione da assumere inizialmente è sul massimo, deve poi essere spostata nell’altro senso lentamente, quando si ritiene che la condizione dell’ambiente sia ottimale, fino a quando il deumidificatore si spegne. Il deumidificatore lavorerà autonomamente per mantenere costante la percentuale di umidità corrispondente a quella posizione.

Elettronico consente di impostare con precisione la percentuale di umidità che si desidera raggiungere, conseguentemente una volta impostata non bisogna fare niente, il deumidificatore farà tutto da solo.

Articolo aggiornato: mercoledì 4 novembre 2015

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.


Per asciugare gli ambienti e risolvere o attenuare i problemi di umidità in casa, la De Longhi propone una serie di ben 12 deumidificatori, ognuno dei quali presenta delle caratteristiche tecniche diverse e specifiche, da renderli adattabili alle differenti condizioni dell’ambiente da deumidificare o alle esigenze da soddisfare.
 
 
Spazio trasparente.


Innanzi tutto diciamo che il marchio Qlima è italiano, difatti esso fa capo alla PVG Italy S.r.l, presente sul mercato dal 1983 con un altro marchio molto noto, che ha visto una presenza molto importante sugli scaffali dei negozi, stiamo parlando del marchio Zibro. Molto conosciute sono le stufe a carburante ma anche molti altri prodotti del comparto trattamento aria.
 
 
Spazio trasparente.


In assoluto l’azienda che dispone di un catalogo scelta più ampio e vario del mercato, la Trotec è un leader indiscutibile nel settore della deumidificazione, con modelli destinati sia ad un impiego residenziale che professionale. Inoltre le caratteristiche specifiche di ogni modello, rende questa gamma valida per poter fronteggiare situazioni ambientali differenti.
 
 
Spazio trasparente.


Abbiamo già parlato in tanti articoli riferiti al deumidificatore, di molti aspetti differenti. In questo ci focalizzeremo sulla funzionalità dello scarico continuo, di come funziona e quali particolari possono essere importanti ed anche più comodi, nella fase di utilizzo, e quindi importanti da accertare per effettuare dei confronti e conseguentemente la scelta tra i vari modelli.
 
 
Spazio trasparente.


Oltre alla tecnologia tradizionale, oggi il mercato propone dei deumidificatori che utilizzano un minerale per riuscire ad asportare l’umidità presente nell’ambiente. A tal proposito vogliamo portare a conoscenza l’esistenza di un particolare deumidificatore, prodotto dalla Mitsubishi Electric il modello MJ-EZ6CX-S1-IT, che impiega la zeolite per assorbire l’umidità presente nell’ambiente.
 
 
Spazio trasparente.


Nel momento in cui nasce la necessità di deumidificare un ambiente domestico e non, quindi quando una stanza di casa, una cantina, uno studio o qualsiasi altro ambiente è umido, si va alla ricerca di un deumidificatore.
 
 
Icona regione.
Maria da Monopoli giorno 04/11/2015
Salve! Vorrei complimentarmi per l'interessante e ben corrisposto forum . Abito in una casa con tavernetta di 90 mq e alta 7 metri, più cucinino di 30 mq , più una palestra di 35 mq, più un bagno di 25 mq e utilizziamo un intercapedine lunga di 10 metri, alta 7 metri. Il punto e che, essendo un sotterraneo si forma muffa da tutte parti. Si gonfiano i muri nella tavernetta , in più dietro i quadri e la cucina ci sono macchie a pallini più o meno grandi di colore verde, in più si formano delle vere e proprie nuvole nere di muffa sul soffitto , ci sono macchie gialle di muffa soprattutto in palestra e in bagno con presenza sul soffitto di moltissimi punti neri quasi nuvole ridirei. Sono disperata !!! Mi hanno consigliato un deumidificatore professionale e non commerciale, vorrei però essere consigliata da esperti che mi possono indirizzare nella scelta più giusta.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Maria, premettendo che l’ambiente in questione avrebbe bisogno innanzi tutto di una opera di isolamento esterno, nel senso che andrebbe verificato migliorato l’isolamento, direi che un solo deumidificatore non può bastare per servire tutta l’area. Per modelli professionali mi orienterei su Trotec, tipo uno dei modelli dai 238 ai 400 metri cubi, per la taverna di 90 mq, poi qualche altro modello per le altre stanze.
Icona regione.
Antonio da Afragola giorno 10/05/2015
Buongiorno, abito in un appartamento al 1° piano con sovrastante terrazzo pavimentato, in casa ho installato una stufa a pallet con la posa del tubo di scarico dei fumi in acciaio da 80, che diritto fuoriesce sul terrazzo. Da un po' si sta verificando un fenomeno strano: temperatura esterna 32 gradi caldo intenso, in appartamento temperatura 24 gradi, ogni giorno dalle ore 14 alle ore 16 si verifica la presenza lungo la parete esterna del tubo di scarico dei fumi, all'interno dell'appartamento gocce d'acqua intense, premetto che il tubo acciaio è lungo 4 metri di cui 3 sono interno appartamento e 1 metro sovra esce sul terrazzo. Tutto ciò da che può dipendere visto che nel pavimento del terrazzo non ci sono infiltrazione d'acqua, può essere condensa e che rimedi adottare. Grazie attendo vs risposta e complimenti per il sito.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Antonio, l’umidità è sempre presente nell’aria ed in particolar modo più l‘aria è calda maggiore è la sua capacità di trattenerla. L’umidità sotto forma di vapore condensa nel momento in cui incontra una superficie più fredda ed è proprio il caso in cui ti trovi tu, l’impatto tra caldo e freddo genera la formazione delle gocce d’acqua. È un fenomeno naturale che puoi risolvere con l’impiego di un deumidificatore.
Icona regione.
Carlo da Piacenza giorno 06/05/2015
Salve, vorrei deumidificare una taverna di 25 MQ, mi è stato consigliato un Mitsubishi anche se i consumi di elettricità sono maggiori di altri deumidificatori in commercio. In alternativa cosa mi consigliate?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Carlo, in alternativa ti rimando alla visione della tabella dei confronti, dalla quale potrai trovare deumidificatori con una capacità pari al Mitsubishi e confrontarne i consumi.
Icona regione.
Alfonso da Pomezia giorno 13/04/2015
Salve, ho un abitazione di circa 150 metri su tre livelli 50 metri a piano, piano interrato sala hobby, piano terra cucina camera da letto e bagno, primo piano due camerette e bagno. Faccio presente che l’abitazione esposta da un lato a nord e l’altro a ovest. Ho presenza di leggere tracce di muffa colore giallo al primo piano altezza trave lato nord in entrambe le camere, mentre al piano terra muffa sempre altezza trave e un pilastro sempre al lato nord moderata, condizioni di umidita testata intorno al 60% con temperatura interna di 19 gradi. In sala hobby solo un piccolo alone giallo in un angolo. Cosa mi consigliate fare? In attesa vi invio i miei migliori saluti e ringraziamenti.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Alfonso, la posizione della muffa lascia intendere che si tratti di umidità di condensa, che si fissa nei punti ed angoli alti della casa. È una condizione molto diffusa, che puoi contrastare con l’impiego di un deumidificatore dimensionato ad ogni stanza in cui hai la problematica. Purtroppo non riesci a risolvere con uno solo, in quanto non ha un campo di azione così vasto e soprattutto non è in grado di superare i confini dettati dalla presenza di pareti, e raggiungere gli angoli dei diversi ambienti.
Icona regione.
Claudio da Roma giorno 16/02/2015
Ho un deumidificatore Zephir 14 litri, dopo svariati giorni va in blocco, tolta la spina per un breve periodo riparte, poi il problema si ripresenta.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Claudio, i deumidificatori si bloccano se l’ambiente dove lavorano hanno una temperatura bassa.
Icona regione.
Salvatore da Santa Maria Capua Vetere giorno 09/02/2015
Salve, abito in un appartamento di 90 mq, la notte si arriva ad una temperatura di 17/18 gradi. La mattina quando ci alziamo 7/8, trovo sulle ante delle finestre acqua, formando della muffa, non molta su alcune pareti (delle macchioline). Vorrei comprare un deumidificatore da posizionare nel corridoio, l' Olimpia Splendid - secco 16 può fare al caso mio?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Salvatore, un deumidificatore per tutta la casa non va bene, in quanto sebbene potente, la posizione centrale gli impedisce di raggiungere gli angoli della casa, il suo arco di azione si limita a quello di una stanza e con effetto maggiore nelle sue immediate vicinanze e direzione del flusso dell’aria. In ogni caso un 16 litri sarebbe molto sottodimensionato per i 90 mq, può andare bene per una stanza da letto. Nella scelta c’è da considerare però il fatto che la temperatura passa da 17/18°C ai 7/8°C, temperatura alla quale l’azione di questo modello diventa veramente minima o inesistenza. Il mio consiglio è di orientarti su modelli che funzionano a basse temperature e nello specifico quelli con sbrinamento a gas caldo. Se decidi per un acquisto on line, trovi qualcosa nel nostro negozio in affiliazione con Amazon.
Icona regione.
Marco da Genova giorno 19/01/2015
Salve, complimenti per le spiegazioni che date e la mano che offrite per aiutare la gente con questi fastidiosissimi problemi che crea l'umidità. Ho 2 stanze che danno a nord e sono costantemente fredde e umide nonostante i termosifoni accesi, hanno le dimensioni di circa 45 metri cubi, quale apparecchio mi consigliate?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Marco, direi che due modelli da 14/16 litri possono andare bene, anche se il risultato può variare in base alla temperatura che c’è nell’ambiente.
Icona regione.
Emiliano da Bologna giorno 16/01/2015
Buongiorno e complimenti per le ottime spiegazioni. Ho una stanza da deumidificare d'inverno in quanto esposta a nord su 2 lati in cui si forma costantemente tanta muffa (quasi esclusivamente nella stagione invernale). La stanza, con temperatura costante di 19 gradi, ha un volume di 3,60x4,70x3=circa 51mc ed è utilizzata anche per stendere i panni. Che deumidificatore mi consiglia? Quale capacità?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Emiliano, devi orientarti su un modello con una capacità di 20 litri, considerando che intendi anche asciugare i panni o comunque li stendi in questa stanza.
Icona regione.
Annalisa da Silvi giorno 12/01/2015
Salve, abito in un appartamento al 3º ed ultimo piano in un condominio di circa 35 anni fa. La muffa scorre non solo lungo le pareti ma anche sui soffitti. I panni negli armadi sono anch'essi ammuffiti. Abbiamo acquistato un deumidificatore dell'Ariston da 16lt/24h verificando che il tasso di umidità si aggira intorno al 70%, da utilizzare sostanzialmente nelle camere di circa 20 mq la cui temperatura difficilmente raggiunge i 18º. Ho l'impressione che non ce la fa e vi chiedo, come dovrei utilizzarlo soprattutto in questi primi giorni per riuscire a riportare un tasso di umidità accettabile considerando che in casa siamo 2 adulti e 2 bimbi? grazie!
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Annalisa, per migliorare le prestazioni hai due opzioni, la prima e tenerlo acceso per più tempo, direi 24h no stop, la seconda è aumentare la temperatura nella stanza. Entrambe insieme è ancora meglio.
Icona regione.
Francesco da Perugia giorno 07/01/2015
Veramente era quello che cercavo, visto il problema di condensa nei vetri termici che non riesco ad eliminare. Quale consiglio può darmi per un salone di circa 90 mc dove, nel lato ovest ho una finestra ed un finestrone scorrevole, nel lato nord un vetro finestra fisso, piano terra in campagna. Temperatura media ambiente 19°C , riscaldamento a pavimento acceso 2 ore la mattina e 3 ore la sera tasso di umidità non inferiore al 70% con finestre chiuse. Principale problema, come ho anticipato, abbondante acqua su vetro finestra e su finestrone soprattutto quando la temperatura esterna scende sotto di +4°C. Un deumidificatore adatto potrebbe essere un De Longhi DDS 25, visto il commercio che hanno, se no quale altro marchio/ modello.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Francesco, il modello in questione può andare bene o comunque puoi orientarti su altri modelli marche che hanno una uguale capacità.
Icona regione.
Marta da Verona giorno 30/12/2014
Buongiorno, ho deciso di acquistare un deumidificatore, e non vorrei fare una scelta sbagliata. La stanza con maggiori problemi è di 3,20 x 4,50 metri ed un altezza media di 3,36 metri (il soffitto è in diagonale essendo sottotetto con travi in legno) quindi mi sembra di 48 m cubi circa. La temperatura è intorno ai 20 gradi ed è esposta a nord/est su 2 lati. La casa ha anche il cappotto. Arieggio tutti i giorni ma non serve praticamente a niente. Vivo in campagna. La stanza viene usata anche per stendere la biancheria. Che modello mi consiglia? Sui 20 litri 24/H ? Vi ringrazio molto.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Marta, con la temperatura che hai un 20l/24h va bene.
Icona regione.
Gianluca da Terrarossa giorno 16/12/2014
Salve, causa la formazione di leggere muffe volevo un consiglio riguardo all'acquisto di un deumidificatore da sistemare in un salotto che misura circa 40mq con soffitto di 3,10. L'esposizione è completamente a nord e la temperatura in inverno a termosifoni accesi non supera mai i 20 gradi l'umidità varia da 60/70% ho 3 finestroni con infissi in alluminio a taglio termico.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Gianluca, devi utilizzare un modello con capacità di 30l/24h.
Icona regione.
Andrea da Milano giorno 16/12/2014
Buonasera, complimenti per l'argomento trattato e per la spiegazione. Avrei bisogno di un consiglio, ho scoperto di avere un problema di muffa nel muro della camera da letto che parte da dietro l'armadio. La stanza è composta da 2 pareti esterne è una delle due, quella interessata dalla muffa è esposta a nord. In casa mantengo una temperatura di circa 22 gradi e tramite un piccolo termometro ho visto che l'umidità si aggira intorno al 60-70%. Sicuramente una delle cause è la scarsa areazione che do alla stanza, ma mi chiedevo un deumidificatore può aiutarmi a non far più comparire la muffa?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Andrea, la muffa si forma quando la percentuale di umidità solitamente supere il 70%, riducendola, e con un deumidificatore riesci, elimini le condizioni nelle quali può proliferare.
Icona regione.
Paolo da Feltre giorno 15/12/2014
Buonasera devo prendere un deumidificatore alla suocera. Da mettere in sala perché quando stira e cucina si appannano i vetri in sala. La sala è una quaranta/cinquanta mq non particolarmente umida è in zona sempre ventilata. Servirebbe solo in quel caso e quando stira. Il De Longhi DEOS 16 EW può essere sufficiente o soldi buttati?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Paolo, per una superficie di 40 metri ci vorrebbe un 20 litri, per una di 50 un 24 litri, chiaramente se l’altezza è di 2,5 metri, se diversa le cose cambiano, così come cambiano in base alla temperatura che c’è nell’ambiente. Il modello indicato è un ottimo prodotto, però in questo caso ritengo non sia appropriato, certo meglio di niente.
Icona regione.
Gabriele da San Piero a Sieve giorno 14/12/2014
Salve, ho un appartamento a piano terreno (costruito 9 anni fa) di 65 mq circa, diviso in zona giorno 30 mq circa (soggiorno-cucina) e una zona notte di 35 mq circa (camera 15, cameretta 12, bagno 5, disimpegno 3) con temperatura intorno ai 19°C. L'appartamento ha 3 lati esterni esposti rispettivamente ad est, ovest e nord e su queste pareti abbiamo moltissima condensa che provoca della muffa e dell'umidità di risalita. Avevo quindi pensato ad un deumidificatore da spostare da zona giorno a notte per tentare di risolvere il problema e la mia scelta si era soffermata su due modelli con aspetto gradevole e un prezzo ragionevole, ma con consumi e potenza diversi.
- TROTEK TTK 71 E 24l/24h 0,44 kw di consumo
- ZEPHIR DMZ14 14L/24H 0,22 kw di consumo
Sarei felice di una vostra valutazione dei due apparecchi e di un'eventuale alternativa più indicata alla mia situazione.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Gabriele, premettendo che per tutto l’appartamento non sono sufficienti ne l’uno ne l’altro, nel senso che l’ideale sarebbe quello di utilizzarne uno per ogni stanza, ma in una logica di utilizzo per una delle due aree, per la quale sarà poi necessario spostarlo in diverse posizioni, senza ombra di dubbio il Trotec. L’altro è poco potente.
Icona regione.
Ovidiu da Ala giorno 14/12/2014
Buongiorno, vivo in un appartamento a piano terra di 96 mq: 3 stanze da letto, tengo una temperatura di 22-23 gradi nelle stanze, in soggiorno anche 24, l’appartamento viene riscaldato con una stufa a pellet di potenza 11 kw, lo so che e una temperatura alta pero la stufa la tengo alle potenzialità minime, comunque ho una umidita di 50-60%. All’angolo di una stanza mi viene un po’ di muffa, non tanta pero fastidiosa e la vorrei eliminare. Nel mio caso vale la pena comprare un deumidificatore? Se la risposta e positiva che consigli mi date? di che tipo di deumidificatore, che potenza, marchio, etc. Grazie di cuore e complimenti per sito, bravi.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Ovidiu, non hai precisato la grandezza della stanza nella quale si forma la muffa, nella quale ritengo che il grado di umidità sia superiore al 60%. Immagino che non sia superiore a 20 mq, se è così e soprattutto con la temperatura che c’è (ottima) puoi orientarti su qualsiasi marca e comunque su un modello con una capacità di 14/16 litri.
Icona regione.
Luigi da Cesena giorno 11/12/2014
Salve, all'interno dell'armadio ad angolo in basso si forma acqua probabilmente dovuto alla condensa, questo succede in due stanze esposte a nord, le goccioline di acqua si formano anche sulle pareti e sui vetri delle finestre. Quale deumidificatore mi consigliate? Specifico che le due stanze sono di circa 35 metri cubi. Inoltre chiedo se è meglio un deumidificatore per stanza o uno più grande da mettere nel corridoio tenendo le porte aperte. Ripeto il problema più grande e che si forma acqua all'interno dell'armadio.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Luigi, è preferibile utilizzarne uno per ambiente con una capacità di 12/14 litri.
Icona regione.
Marco da Bergamo giorno 11/12/2014
Buongiorno, volevo acquistare un deumidificatore da posizionare in anticamera per servire 3 camere da letto e un bagno circa 40 mq totali attualmente l'umidità si aggira sul 70% potrebbe Bastare un De Longhi DES 12 per poter abbassare al 50% l'umidità?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Marco, per un superficie di 40 mq con una altezza di 2,5 metri ed una temperatura di 20°C, se si parlasse di un ambiente unico servirebbe una potenza di circa 24l/24h. Nel tuo caso non conosco le variabili altezza e temperatura ed in più l’ambiente è diviso, quindi necessitano più deumidificatori e comunque il DES 12 è insufficiente.
Icona regione.
Alessandra da Perugia giorno 10/12/2014
Buongiorno, per una camera da letto di 35 mq ma a mansarda, soffitto e pareti ricoperte di legno e 7 metri di parete lunga tutta a finestra, due termosifoni sotto la finestra, quale modello di deumidificatore consigliereste? La temperatura interna fra 18-20° C e moltissima condensa su tutti gli infissi al risveglio.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Alessandra, un modello con capacità di 20l/24h va bene.
Icona regione.
Graziano da Venezia giorno 06/12/2014
Anch'io ho bisogno di un deumidificatore e avrei puntato sull'azienda Trotec, non essendo molto conosciuta è valida come la Mitsubishi, o marche di nome? Domanda perché mettono i valori dei vari deumidificatori basati su 30/32°C e 80% U.R. ? Quando la temperatura media si aggira 19/22°C? Attendo con vero piacere una risposta ponderata.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Graziano, la Trotec è una marca eccellente. Il riferimento di 30/32°C è da sempre così, non so per quale motivo, ipotizzo ad una pratica commerciale per enfatizzare l’immagine di un risultato finale. Tutti si allineano a questo “standard” per non essere di meno. Quando uscirà una normativa per l’etichettatura energetica le cose cambieranno.
Icona regione.
Diego da Roma giorno 05/12/2014
Buonasera e complimenti per il sito. Vivo in una casa in campagna di 130 mq su due piani e ho un problema di umidità di risalita nel piano terra che è composto da salone (50 mq con un ampia scala che porta al 1 piano) camera e bagno per un totale di 80 mq. Nel piano superiore di 50 mq composto da bagno camera da letto e studio, l'umidità è sui soffitti e angoli tra muri e soffitti. In inverno ci riscaldiamo con una stufa a legna che è in salone e la temperatura al piano terra è su 23/24 gradi con umidità intorno al 65% mentre sul piano superiore e su i 19/21 gradi con umidità sempre a 88%. Vorrei migliorare la situazione ma non so cosa mi conviene prendere un deumidificatore molto potente da spostare su e giù, oppure prenderne due meno potenti da tenere fissi. In tutti e due i casi vorrei sapere su quali tipi di deumidificatori dovrei orientarmi?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Diego, sicuramente l’impiego di più deumidificatori, uno in ogni stanza è l’ideale, se vuoi orientarti su due potenti, considera che devi spostarli spesso di posizione, altrimenti non raggiungi i punti estremi delle stanze, anche se non è il modo corretto per risolvere il problema. Direi due modelli da 30 litri per zona.

Icona regione.

Grazie per la risposta. Mi potrebbe dire a questo punto quale sarebbe la soluzione migliore per risolvere il mio problema? Mi è stato consigliato di utilizzare due Seccoprof 28 della Olimpia, oppure i comfort TTK 100 E della Trotec?

Icona elettro-domestici.com

Parliamo di modelli di 30 litri, il Seccoprof è di 28 ma siamo lì. A questo punto vai sul TTK 100 S, della Trotec con le tue temperature rimane sul massimo della capacità di raccolta, l’altro scende di un po’.

Icona regione.
Marco da Roma giorno 04/12/2014
Salve, vorrei deumidificare un salone con angolo cottura di 25mq, vorrei un consiglio su una marca e modello, ne vorrei uno elettronico con scarico di condensa continuo.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Marco, intanto dovresti indicare la temperatura che il locale mantiene durante l’inverno. Se identifichi qualche modello vediamo quale può fare meglio al tuo caso, ma non tendiamo ad indicare marche o modelli specifici, se non in casi in cui la scelta è obbligata.
Icona regione.
Michele da Trento giorno 02/12/2014
Vivo in un appartamento, unico piano di 4 vani di 75 metri quadri con temperatura interna in media di 19 gradi a riscaldamento acceso ed una umidità del 70-75 per cento. Ci viviamo in sei e non appena piove in inverno comincia la muffa dagli angoli ad espandersi sui muri in tutta la casa. I panni siamo costretti ad asciugarli a casa. Desidererei un ambiente anche più salubre essendoci bambini piccoli. Ho sentito anche che ci sono deumidificatori che riscaldano. Potrebbero fare al mio caso?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Michele, i deumidificatori che riscaldano possono essere utili in determinati casi, da te il problema non è la temperatura ma l’umidità.

Icona regione.

Non optando per deumidificatori che riscaldano, quale mi consigliate per le caratteristiche che vi ho indicato?

Icona elettro-domestici.com

Dovresti impiegare un deumidificatore per ogni stanza con una capacità di 14l/24h.

Icona regione.
Vittorio da Porto San Giorgio giorno 01/12/2014
Buonasera e complimenti per le spiegazioni che date riguardo l'acquisto di un deumidificatore. Ho un appartamento di circa 90 mq, la stanza più grande è di 25 mq aperta con la cucina di 16 mq, ho trovato muffa e condensa, molta sui vetri della stanza da 25 mq e sensazione di freddo anche con il riscaldamento acceso. Il termostato ambiente segna 20/21 gradi reparto giorno ma nel reparto notte sicuramente ci sono 2 gradi in meno, leggendo le vostre recensioni sarei propenso ad acquistare il TTK90E o il TTK 100 E o il TTK100 S della Trotec, è la scelta giusta? Oltretutto vorrei sapere fra questi 3 deumidificatori qual è il più appropriato alle mie esigenze e quello che funziona meglio perché non ho capito le differenze tecniche al di là del prezzo.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Vittorio, intanto i tre modelli vanno bene per volumi fino a 230 metri cubi, si differenziano leggermente per l’assorbimento rispettivamente 520 watt, 670 watt e 530 watt. I primi due hanno due velocità di ventilazione, il terzo una sola ma in più dotato di sbrinamento a gas caldo, utile con temperature sotto i 15°C, e manca di timer. Rumore 50 dba il primo e 46 dba per gli altri due. L’estetica è diversa ma quella non la considero. Per soddisfare il tuo ambiente 25+16 vanno bene tutti e tre, scegli in base a questi dati quello che soddisfa meglio le tue esigenze: timer, rumore, consumo ed è più conveniente.
Icona regione.
Andrea da Assemini giorno 01/12/2014
Salve ho da poco acquistato un appartamento (costruzione nuova) di circa 54 mq e qualche giorno fa ci siamo resi conto delle prime macchie di muffa soprattutto nel salone di 20 mq e in camera da letto di 16 mq. Che deumidificatore mi consigliate? Ne va preso più di uno?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Andrea, due deumidificatori uno da 14 e l’altro da 16 litri.
Icona regione.
Chiara da Milano giorno 01/12/2014
Buongiorno, vorrei sapere se in questa stagione, inverno, per fare caldo devo tenere il riscaldamento acceso e in contemporanea anche il deumidificatore. Oppure prima uno e poi l'altro? Lo chiedo perché ho la valvola del calorifero a 23°C e insieme il deumidificatore e mi manda un getto freddo, in pratica ho freddo.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Chiara, chiaramente per fare caldo devi tenere il riscaldamento acceso, per deumidificare anche il deumidificatore, che in presenza del riscaldamento acceso, essendoci più caldo, riesce a raccogliere più umidità.
Icona regione.
Francesco da Latina giorno 28/11/2014
Salve, ho una cantina sotto il livello stradale composta da due stanze. La stanza più interna è soggetta ad umidità ed il muro di fondo è "bagnato". Non ci sono finestre ma solo la serranda nella stanza anteriore con le aperture di areazione in alto. Ho ristrutturato la cantina (con un nuovo intonaco) ed ho notato che la formazione di umidità si è molto ridotta mettendo in funzione un ventilatore per alcune ore al giorno, coadiuvato da un AriaSana 360 Tab, che si consuma in 1 settimana. Spegnendo il ventilatore per un paio di giorni è ricomparsa la condensa sui muri. Secondo lei basta continuare ad areare la stanza e lasciare il deumidificatore a Sali oppure è opportuno affiancare al ventilatore un deumidificatore? Oppure basta il solo deumidificatore? Altre soluzioni? Nella cantina non c'è porta ma solo la serranda con le prese d'aria in alto.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Francesco, con l’impiego di un deumidificatore sicuramente migliori la soluzione può essere sostitutivo al resto. Devi solo valutare che avrai un consumo di elettricità, nel tempo, cosa che in questo caso non hai. Se vivi l’ambiente, opterei per il deumidificatore altrimenti rimarrei in questa condizione. Se opti per l’acquisto, devi valutare la temperatura che c’è nella cantina è importantissimo.
Icona regione.
Roberto da Prato giorno 28/11/2014
Una vecchia cantina, di circa 15 mq, altezza 2,70 mt, accanto alla cucina, pareti in pietra e volta a mattoni, è stata convertita in sala pranzo e nonostante sia dotata di termosifone, la vicinanza con la cucina e le caratteristiche della stanza fanno sì che la concentrazione di umidità sia più elevata rispetto al resto della casa. Vorrei eliminarla per evitare le tipiche muffe sulla pietra e per non percepire il tipico odore della muffa. Su un lato corto della parete, a destra, è collocata una nicchia in pietra, alta 2 mt, larga 1mt e profonda 1 mt , con presa elettrica e possibilità di scarico e vorrei collocare un deumidificatore all'interno della nicchia, in quanto risulterebbe meno invasivo. Vorrei sapere quale modello è consigliabile e se la posizione può considerarsi idonea al buon funzionamento. Attualmente la temperatura interna della casa è di 19 gradi e risulta confortevole per vivere.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Roberto, puoi orientarti su una potenza di 16l/24h.
Icona regione.
Ivan da Busnago giorno 27/11/2014
Per non far nascere le muffe non basta a mantenere il locale ad una giusta gradazione e quali sono i gradi giusti?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Ivan, la muffa si inizia a creare con percentuali di umidità a partire dal 70%, sia che c’è caldo che c’è freddo.
Icona regione.
Michele da Pistoia giorno 26/11/2014
Salve, vorrei capire come posso deumidificare il mio ambiente di lavoro, è un locale di 100 m2 dove la percentuale di umidità si aggira sempre intorno al 80% specialmente in questo periodo, sempre alle prese con condensa e muffa, mi hanno proposto dei deumidificatori ma raffreddano l'ambiente che già a fatica si riscaldano, su quale prodotto potrei orientarmi?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Michele, che ambiente di lavoro è? È diviso in diverse stanze? Temperatura in inverno?

È un unico vano, la temperatura all'interno la notte intorno ai 15 gradi di giorno la teniamo costante sui 22, sempre con la solita percentuale di umidità 75- 80%, parrucchiere.

Icona elettro-domestici.com

Ci vuole un deumidificatore molto potente, TTK 122 E della Trotec.

Icona regione.
Davide da Brescia giorno 24/11/2014
Ho una zona giorno open space di circa 50 mq per h 2,70. Con l'inizio della stagione invernale ho notato negli angoli delle pareti il formarsi di muffe e, sulla parte interna dei vetri delle finestre, condensa, soprattutto il mattino. Vorrei risolvere il problema con l'acquisto di un deumidificatore. Quali caratteristiche tecniche dovrebbe avere? Come orientarmi nella scelta?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Davide, dovresti orientarti su modello non inferiore ai 24l/24h, se hai una temperatura interna intorno ai 20° C, se più bassa devi aumentare.
Icona regione.
Mattia da Fagagna giorno 22/11/2014
Buongiorno, avrei bisogno di deumidificare un appartamento che ho dato in affitto di circa 60mq, altezza 270cm, composto da 3 stanze, una da 40mq, una da 15mq e una da 5mq. Non possiedo un igrometro per poterne misurare l'umidità ma dev'essere abbastanza elevata viste le macchie di muffa sui muri (in particolare nella zona a nord) e visto anche che gli inquilini spesso mettono a stendere il bucato all'interno dell'appartamento (siamo in Friuli, e piove sempre). La temperatura della zona in cui vivo si aggira attorno ai 35/40°C di massima in estate e 0/-5°C di minima in inverno. Considerando il genere di inquilini, una famiglia straniera che capisce poco l'italiano e non ha molta cura della nostra proprietà, e non trascurando il discorso economico per quanto riguarda i consumi elettrici e la manutenzione del deumidificatore, su che tipologia di prodotto mi conviene orientarmi? Il prezzo del prodotto in sé non è un problema anche se sopra la media, ma i costi di esercizio si! Leggendo qualche articolo on-line sarei orientato sull'acquisto di un deumidificatore portatile, ma non saprei scegliere tra i vari metodi di deumidificazione e nemmeno per quello che concerne la capacità di deumidificazione. Attendo un vostro consiglio, ringraziandovi anticipatamente!
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Mattia, intanto è importante conosce la temperatura interna all’abitazione per capire quanto la resa del deumidificatore possa variare. In secondo luogo dovresti impiegare più deumidificatori per ottenere risultati in ogni ambiente. Se considerassimo tutta la superficie un 30 litri è necessario e se la temperatura è bassa è anche poco.
Icona regione.
Valerio da Roma giorno 21/11/2014
Salve, vorrei deumidificare una stanza di Mq 10 (altezza 3 m)con umidità intorno al 65%/75% e temperatura costante intorno ai 20 gradi, magari riuscire a portare il livello di umidità sul 50% in modo da evitare il formarsi di muffe(come ora),in più questa stanza ha la porta sempre aperta su un corridoi di circa 15 mq (3 h metri) con un acquario che crea un po' di umidità in quanto l'acqua è riscaldata ed evapora, con lo stesso deumidificatore magari coprire anche il corridoio. Cosa mi consigliate, preferibilmente con umidostato elettronico e silenzioso? Grazie mille per la risposta e per il vostro ottimo lavoro!
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Valerio, per volume e temperatura puoi anche orientarti su un 10 litri, chiaramente solo per la stanza da 10 mq. Considerato che la stanza è abbastanza piccola è da sul corridoio, puoi in alternativa orientarti su un 16 litri per coprire tutto, però devi un po’ spostarlo di punto in punto di tutto l’ambiente. Nella pagina del “confronto”, trovi il link nel commento sotto trovi i modelli con relativa rumorosità.
Icona regione.
Giorgia da Roma giorno 20/11/2014
Buongiorno, le scrivo per avere un'indicazione sul deumidificatore da acquistare. La stanza interessata ha un'esposizione nord-ovest con due pareti esterne. Al momento la temperatura si aggira intorno a 21 gradi ma l'igrometro rileva un tasso di umidità al 69% e si avverte una temperatura più bassa dei 21 gradi effettivi. Nel resto della casa il tasso rilevato è intorno al 50%. Potrebbe indicarci dei prodotti indicati per risolvere il problema in questa stanza? La funzione deumidificatore del condizionatore installato nella stanza (pompa di calore inverter) potrebbe svolgere la stessa funzione? La ringrazio anticipatamente per la cortesia.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giorgia, non hai indicato la grandezza della stanza, leggi l’articolo sulla differenza tra climatizzatore e deumidificatore.
Icona regione.
Nathan da Torino giorno 19/11/2014
Buongiorno, complimenti per il sito, mi è sempre di aiuto!
Eccovi il mio problema: ho una stanza di 16 metri quadri mai riscaldata ed in inverno ci sono anche 17°, in più c’è anche il forno a legna (non se possa servire per la scelta). Praticamente anche lasciando aperto in inverno, in questa stanza c'è acqua su pareti, finestre e porte. Su quale modello mi posso orientare?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Nathan, non meno di un 16l/24h.
Icona regione.
Simona da Bergamo giorno 19/11/2014
Sono proprietaria di una appartamento che è esposto esclusivamente a ovest ed è inserito in una contesto condominiale; il mio appartamento ha due piccoli balconi incassati. I miei inquilini mi hanno detto che in questi giorni (forte piogge per lunghi periodi) si è formata della muffa (addirittura in questi giorni il muro "sudava") lungo tutta l'angolatura opposta alla parete laterale dei balconi e in entrambe le stanze dove sono presenti questi balconi (camera e soggiorno/cucina). Sentito l'amministratore mi ha detto che quasi sicuramente è un problema di ponte termico. Ora, considerato che il problema è su due stanze differenti, posso prendere un solo deumidificatore da spostare o meglio due fissi? Essendo un problema ben localizzato devo comunque considerare l'intera volumetria delle stanze o solo la "zona" più umida? L'intero appartamento misura circa 50 mq di cui 12 la camera e 20 cucina e soggiorno.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Simona, a parte la necessità dei lavori di isolamento, devi impiegare due deumidificatori, uno per ogni stanza e per sceglierli devi considerare il volume della singola stanza dove deve essere utilizzato. Leggi confronto deumidificatori, deumidificatori a gas caldo, perdita di resa deumidificatore.
Icona regione.
Paolo da Ranzo giorno 17/11/2014
Vorrei sapere quanto consuma in elettricità.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Paolo, ogni modello ha il suo consumo, nella tabella dei confronti, trovi indicato quello di ognuno.
Icona regione.
Mario da giorno 17/11/2014
Salve, innanzitutto i miei migliori complimenti per il sito che è molto interessante, ricco di informazioni e molto ben fatto. Ecco il mio quesito: ho una casetta al mare di circa 32 Mq che è molto umida e sono costretto quando non è usata, a tenere le finestre socchiuse per evitare disastri terribili tra cui formazione di muffa dappertutto, pittura e intonaci che scoppiano etc., per creare un po’ di corrente d'aria. La casa è disabitata per gran parte dell'anno soprattutto in inverno. A questo punto vorrei sapere se mettendo all'interno un deumidificatore collegato ovviamente con lo scarico continuo e chiudendo le finestre, riesco a risolvere il problema. Ho attualmente un Ariston DEOS 16 (16 L/giorno) : è sufficiente? È sufficiente un deumidificatore per tutta la casa, oppure si possono creare delle "sacche" di umidità nei luoghi più nascosti così come succede con la muffa dietro i mobili?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Mario, l’umidità è diffusa nell’aria, che con l’abbassarsi della temperatura la cede, facendola concentrata nei punti più freddi della casa, intendo in angoli ed altro, questo avviene per effetto di differenza termica, più è elevato più l’umidità vi si concentra. Quindi si, si creano delle “sacche” con più umidità, e per le quali il deumidificatore deve starci vicino e magari con il flusso d’aria direzionato per asciugare. Certo se utilizzi un deumidificatore la situazione migliora, ma deve comunque stare acceso diciamo sempre. Un 16 litri può andare bene per una stanza, non per tutta la casa.
Icona regione.
Rino da Napoli giorno 15/11/2014
Salve, ho un piccolo laboratorio lungo 4,5 mt largo 130 cm e alto 3,5 mt, il problema e che non so come fare per tenere la percentuale di umidità al di sotto del 50%. La temperatura varia tra i 16/23°.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Rino, puoi impiegare un deumidificatore, devi stare solo attento all’intervallo di funzionamento, ovvero la percentuale di U.R. entro la quale lavorano, tanti vanno dal 49/50% al 90/100%, devi trovarne uno con parametri differenti. Ad esempio la linea TTK24/25/29 E della Trotec lavorano dal 30% al 90/100% di U.R.
Icona regione.
Riccardo da Parigi giorno 12/11/2014
Salve, vivo a Parigi in un piccolo bilocale senza porte (cucinetta, bagnetto, camera da letto: 20m2 in tutto). A Parigi, all'esterno, il tasso di umidità la sera supera quasi sempre il 90%. Delle volte si crea un po' di muffa alle pareti e percepisco una certa umidità dell'aria. Così, ho acquistato un deumidificatore PROLINE DH 10 [10L]. Volevo sapere cosa ne pensate di questa scelta. Ho il dubbio che sia troppo poco potente, ma il prezzo tuttavia è molto conveniente. Mi pare funzioni bene, però lo trovo un po' rumoroso, e si accende di continuo, devo necessariamente spegnerlo di notte. Mi chiedo infine se sia sufficiente accenderlo solo qualche ora al giorno, oltre che quando faccio la doccia o stendo i panni dentro.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Riccardo, non conosco il modello in questione, comunque il risultato finale dipende molto dalla temperatura che c’è nel bilocale. Un deumidificatore, ad esempio questo che hai scelto è indicato per un ambiente di 17 mq, quindi siamo già al di sotto della tua superficie, è dimensionato in una condizione in cui ci sono nell’ambiente 30/32°C ed l’80% di umidità. Ora l’umidità ce l’hai ma quanti gradi ci sono? Leggi cosa succede al diminuire della temperatura.
Icona regione.
Fiorenza da Genova giorno 12/11/2014
Buongiorno, innanzi tutto mi scuso se non uso termini giusti perché non ne so nulla di edilizia, ma spero di riuscire ad esporre il mio problema abbastanza chiaramente da avere una risposta alla quale tengo moltissimo data la stima che ho per Lei. In zona umida vicina ad un piccolo torrente circondata da boschi ho un monolocale situato al piano terra di 35mq. circa (era un tavernetta ed è stato fatto cambio d'uso diventando abitazione). Sotto le piastrelle del pavimento è stato fatto il nido d'ape per creare circolo d'aria inoltre per ottenere dal Comune l'abitabilità ho dovuto mettere gli infissi a risparmio energetico (doppi vetri di un tipo particolare adatti alla zona indicazioni date dal Comune). La casa è riscaldata con stufa a pellet(credo che l'inquilino l'accenda solo la sera), le pareti sui muri perimetrali, la parete dove c'è la porta d'ingresso è di fronte al portone d'entrata del caseggiato che di giorno è sempre aperto rendendo d'inverno sia il vano entrata che la scale che portano all'appartamento del primo e secondo piano una ghiacciaia fredda e umida. Se tocco i muri del monolocale li sento molto freddi ed in alcuni punti ci sono delle macchie di muffa. Inoltre si avverte una sensazione di freddo umido e di odore di muffa. Vorrei risolvere il problema umidità/muffa e vorrei un Suo consiglio. Condizionatore con funzione di deumidificatore? Oppure il deumidificatore TROTEK TTK 100S con sbrinamento a gas caldo oppure un modello meno potente.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Fiorenza, grazie per gli apprezzamenti. Direi che la scelta migliore è il deumidificatore ed il modello scelto è ideale per ambienti freddi per via dello sbrinamento a gas caldo. L’importante che però non sia troppo freddo, se siamo al di sotto dei 10° C cominciamo ad essere al limite. La maggior parte dei condizionatori non vanno in deumidificazione sotto i 18°C, e comunque non hanno la stessa resa del deumidificatore.
Icona regione.
Elisabetta da Savona giorno 12/11/2014
Salve vorrei da lei un consiglio, sto per acquistare un deumidificatore ma non so che marca scegliere vedo che ce n’è di tutti i prezzi e caratteristiche. Il mio appartamento di 55 metri quadri è esposto su 2 lati a nord ed ho molta umidità in casa e alcuni muri con muffa che periodicamente mio marito toglie con prodotti appositi o candeggina, cosa mi consiglia?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Elisabetta, al di là della marca la prima cosa da fare è identificare l’ambiente che devi deumidificare, intendo la singola stanza, e valutare la temperatura che c’è in inverno, periodo nel quale serve di più e nel quale la bassa temperatura fa diminuire l’efficienza, il risultato.
Icona regione.
Maria da Avezzano giorno 12/11/2014
Volevo sapere se il deumidificatore Kennex mi arrecherà un consumo troppo alto di corrente.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Maria, dovresti indicarmi il modello così leggo la scheda tecnica e ti dico.
Icona regione.
Fabiana da Ronchi dei Legionari giorno 11/11/2014
Le scrivo per chiedere la sua opinione a riguardo dell'apparecchio QLIMA Zibro Kamin D520. Vorrei posizionarlo nella camera, matrimoniale, dove dorme mio figlio, esposta a Nord-Est dove, purtroppo, nonostante "il cappotto" esterno, si forma la muffa. La camera è riscaldata e la temperatura si mantiene tra i 17 e i 20 gradi nelle stagioni autunnali e invernali. Ho scelto QLIMA Zibro Kamin D520 in quanto oltre ai 20litri/24h mi sembra abbia consumo elettrico e impatto sonoro ridotti. Nel complimentarmi per il servizio che sta rendendo a chi, profano come me, è alla ricerca di un deumidificatore, le invio i miei più cordiali saluti.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Fabiana, in effetti per la sua categoria 20 litri da quanto dichiarato è il più silenzioso. Per il consumo è nella media con altri anche se ce ne sono che consumano di meno. Ritengo che la scelta vada fatta secondo priorità e quella del consumo deve esserla.
Icona regione.
Antonella da Casalserugo giorno 07/11/2014
Buongiorno, ho una camera dal letto di 18 mq completamente esposta a nord. In inverno la temperatura è di circa 19 gradi mentre l'umidità alcuni giorni arriva anche all'85%. Su che tipo di deumidificatore secondo lei mi potrei orientare?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Antonella, puoi orientarti su un modello con capacità di 16l/24h, nella pagina dei confronto deumidificatori trovi i modelli con le relative caratteristiche.
Icona regione.
Antonio da Avellino giorno 07/11/2014
Buongiorno ho un appartamento a piano terra ed ho problemi di umidità di risalita, con un deumidificatore potrei risolvere il problema?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Antonio, il deumidificatore asporta l’umidità, quindi certamente “risolvi” o attenui la presenza di umidità, ma non elimini il problema per il quale servono opere strutturali.
Icona regione.
Olivia da Bergamo giorno 03/11/2014
Buongiorno, possiedo un villino sulle colline del lago di Garda libero su tre lati. Il piano terra è di 23 m2 ed include bagno, sottoscala, soggiorno con angolo cottura. Una scala aperta porta al piano superiore sempre di 23 m2. Da due anni, per le forti piogge, sento umidità al piano terra. Ho trovato delle statuette in legno con muffa ed una parte del muro perimetrale interno ed esterno, che si scrosta per l’umidità di risalita. Essendo una seconda casa d’inverno è chiusa. Tengo comunque il riscaldamento acceso con il termostato sui 5°C. Tenendo conto della bassa temperatura dell’ambiente e che il deumidificatore dovrà poter scaricare l’acqua, mene mi può cortesemente consigliare alcuni idonei a risolvere il mio problema e che non abbiano consumi tropo elevati o siano troppo rumorosi? Non potendo controllarne spesso il funzionamento può esse utile un temporizzatore?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Olivia, i deumidificatori hanno il tubo per drenare l’acqua all’esterno, quindi anche se non ci sei non c’è problema. Per la temperatura che hai devi per forza orientarti su un modello a sbrinamento a gas caldo.
Icona regione.
Nicola da Manfredonia giorno 01/11/2014
Salve, sono andato appena ad abitare a casa nuova e ho un bagno 2x2 metri con finestra. Ogni volta che facciamo la doccia sembra di essere in una sauna. Di cero non posso tenere aperta la finestra altrimenti mi becco una bella bronchite. Volevo sapere da lei se un deumidificatore d'aria può essere la salvezza dei miei problemi prima che l'umidità inizi ad entrare nei muri?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Nicola, puoi utilizzare un modello con capacità di 10l/24h ed eviti che l’umidità propaghi e si insidi.
Icona regione.
Daniele da Ravenna giorno 30/10/2014
Abito in un appartamento e per il momento non ci sono problemi di umidità, però da un po’ sono costretto a stendere il bucato in un sgombraroba di 7 metri quadrati e avevo pensato di acquistare un deumidificatore per ridurre i tempi per l'asciugatura e per evitare la formazione di muffe nel muro. Può essere una soluzione valida? Quali caratteristiche mi consigliate?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Daniele, è una soluzione valida e ti consiglio di orientarti su un modello di 16 litri, in modo da avere una rapida asciugatura degli indumenti. In questa pagina trovi alcuni modelli con funzione specifica per l’asciugatura dei panni, altrimenti nella pagina confronto deumidificatori, trovi una raccolta di un bel po’ di modelli. Considera che anche se non hanno una funzione specifica asciugano comunque.
Icona regione.
Daniela da Castelfranco Emilia giorno 29/10/2014
Salve, ho un piccolo ambiente ad uso lavanderia, le cui dimensioni sono cm.410x140x250h, in cui stendo nel periodo invernale. Ho notato un accumulo di acqua nei vetri e quindi vorrei utilizzare un deumidificatore, anche come aiuto per asciugare la biancheria: cosa mi consiglia 10 o 20 lt o una capacità maggiore?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Daniela, l’ambiente è abbastanza piccolo, un 10 litri va bene.
Icona regione.
Boris da Pavia giorno 28/10/2014
Buongiorno, sto per acquistare on line un deumidificatore per una taverna interrata di circa 50 mq nella quale c'è una temperatura costante di circa 18 gradi, l'umidità forma dei piccoli pallini bianchi sulle retine delle casse acustiche dello stereo e crea una sorta di patina sugli specchi, sarei orientato su un De Longhi DDS 20 o, meglio ancora, un meno caro Ariston DEOS 20. Voi quale consigliereste? Le caratteristiche sembrano molto molto simili. Grazie mille e complimenti per il forum.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Boris, per la grandezza dell’ambiente e suppongo anche per la concentrazione di umidità devi orientarti su un modello più prestante, uno con capacità di 30 litri, puoi trovare il modello nella pagina dei confronti. Considera che la capacità di raccolta a quella temperatura diminuisce, quindi devi considerare anche questo.
Icona regione.
Alessandro da San Marino giorno 28/10/2014
Buonasera, vivo in un appartamento di 90 metri quadri circa, non avendo il termo cappotto e vivendo a 450 sul livello mare in una mansarda ho una umidità nelle camere da letto che in giorni più umidi arriva al 76%. Attualmente ho un deumidificatore Mitsubishi MJ 16 V, attacca e stacca da solo quando pensa l'umidità sia ottimale, però noto che quando stacca l'umidità a me risulta comunque del 65%, pensa che tale deumidificatore sia buono/ sufficiente?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Alessandro, il deumidificatore è certamente di buona qualità, insufficiente per tutta la casa, valido per una camera da letto. Il fatto che si stacchi prima dipende dall’umidità da lui rilevata, che può essere differente da quella da te rilevata con un igrostato in un altro punto della stanza, quindi ti consiglio di spostarlo in un punto della stanza dove c’è una maggiore concentrazione o comunque in un angolo diverso.
Icona regione.
Aldo da Varese giorno 24/10/2014
Salve, abito nel piano semi interrato di una villetta, ho 3 stanze: 2 camere ed un bagno complessivamente di circa 35/40mq, che si affacciano su un corridoio. La temperatura è di circa 19/20 gradi ed un tasso di umidità di circa il 60/70%. Nelle camere si sente odore di umido, se metto un deumidificatore nel corridoio in posizione centrale, riesco a deumidificare tutte e 3 le stanze senza spostare il deumidificatore? Su quale tipo/marca mi devo orientare.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Aldo, l’ambiente è abbastanza raccolto, anche se la concentrazione di umidità è certamente diversa e ci saranno angoli dove ce n’è di più, quindi la posizione centrale può essere iniziale però poi dovrai spostarlo nei punti di maggiore interesse. Nella pagina "confronto deumidificatori", trovi raccolti i diversi modelli, orientati su uno con capacità base 20 litri.
Icona regione.
Roberto da Brindisi giorno 24/10/2014
Salve da quanto ho messo la legna nella cantina l’umidità è aumentata. Essendo legna non stagionata ho messo un deumidificatore della Riello a carrello con raccoglitore da 7 litri all'incirca. Ho risolto ma volevo sapere se assorbe anche l'umidità della legna facendola essiccare se lo continuo ad accenderlo ho fatto la prova in 24 ore si riempie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Roberto, il deumidificatore asciuga, quindi anche la legna.
Icona regione.
Chiara da Pordenone giorno 20/10/2014
Buongiorno, abbiamo una casa al mare, la parte sotto è interrata con forti problemi di umidità. Cerchiamo una soluzione che ci permetta di deumidificare senza dover andare al mare a svuotare il contenitore d'acqua. Esiste una soluzione che risolva il problema indipendentemente, senza il nostro intervento?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Chiara, basta utilizzare lo scarico continuo del deumidificatore al posto della vaschetta per la raccolta della condensa, certo dovrai far confluire il tubicino all’esterno o in uno scarico. Nella pagina "confronto deumidificatori" sono raccolti i modelli con relativo volume coperto.
Icona regione.
Andreea da Monza giorno 20/10/2014
Salve, ho una casa di 30 mq molta umida, avendo due bimbe piccole vorrei sapere che deumidificatore comprare. Sulle pareti si forma la muffa, la casa è molto vecchia. Non abbiamo i termosifoni, usiamo una stufa a gas in cucina e calorifero elettrico in camera. Quindi cosa comprare? Quale marca? E poi il budget e limitato, magari fino a 100 euro.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Andreea, per la superficie dovresti orientarmi almeno su uno con capacità di 16l/24h se non 20l. Considerato il budget però puoi trovare solo qualche modello da 10/12 litri al massimo. Il mio consiglio è di spendere qualcosa in più, altrimenti se sei fortunata trovare qualche promozione. Attenzione però che se rimani su un 10 litri e la temperatura di casa è bassa, dai 20°C in giù la resa diminuisce e quindi fai poco.
Icona regione.
Irene da Ancona giorno 17/10/2014
Salve, vivo in un appartamento a piano terra, che non riceve mai il sole diretto, il mio problema in particolare è la camera da letto: attorno alle finestre si formano macchioline di umidità e le lenzuola sembrano umide e restano fredde al tatto. Inoltre d'inverno la casa si riscalda abbastanza facilmente (il palazzo è antico e le mura sono molto spesse) ma la camera appunto rimane sempre più fredda rispetto alle altre stanze. La camera è circa 20 mq e l'umidità che rileva il mio igrometro è sul 70/75%. Stavo pensando ad un deumidificatore tipo Trotec TTK 30S o TTK 50E. Cosa ne pensa? Cosa mi consiglia in alternativa eventualmente? Consideri che ho un budget limitato (100-150 euro) e non posso effettuare lavori "pesanti" sui muri (sono in affitto). Grazie e complimenti per il sito!
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Irene e grazie per gli apprezzamenti, rimani sul modello TTK 50 E.

Anzitutto grazie per la pronta risposta! Mi avete consigliato il Trotec TTK50, ma ho appena scoperto che su internet (Ebay) non è più disponibile, il TTK 40 eventualmente potrebbe andar bene lo stesso o devo passare al TTK70? Vi ricordo che la mia stanza è di circa 22-25 mq con umidità del 75% circa.

Icona elettro-domestici.com

Se hai una temperatura non al di sotto dei 20°C puoi orientarti anche sul TTK 40, altrimenti oltre al TTK 70 E, c’è ancora il TTK 51 E.

Icona regione.
Dionigi da Caserta giorno 17/10/2014
Salve, possiedo una casetta al mare, con un piano interrato, avente alcune pareti in tufo contro terra, dotato comunque di bocche di lupo in tutte le stanze! Fino a fine settembre ho lasciato aperto due finestre ad anta ribalta e diciamo che l'ambiente si è mantenuto accettabile. Successivamente ho chiuso tutto, e dopo qualche giorno, pur avendo messo qua è la ciotole di sale e qualche deumidificatore passivo, ho trovato l'ambiente molto umido. Il sale bagnato nelle vaschette, perfino qualche granello caduto a terra era diventato acqua, con un odore pungente di muffa! Al che lasciando di nuovo la casa non ho chiuso le finestre, conscio che l'umidità che si crea internamente è eccessiva ! Cosa posso fare? Ho paura di chiudere tutto, ne tantomeno posso lasciare aperto per tutto l'inverno vista la vicinanza al mare. In attesa di un intervento sulle pareti, di osmosi o di infiltrazioni di resina da valutare, quale potrebbe essere la scelta migliore, visto che la casa è abbandonata, non vissuta fino all'estate? Un deumidificatore con igrostato che di accende all'occorrenza?
Sono un 180 mc, uno solo per tutto l'appartamento non andrebbe bene?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Dionigi, è evidente che la formazione di umidità è eccesiva ed è legata alla tipologia di pareti ed all’interramento. L’umidità si concentra nell’aria molto velocemente, le finestre aperte riescono a ricambiare l’aria ed abbassare il livello di umidità. In questa casa avrai sempre umidità se non intervieni in qualche modo sulle pareti. Detto questo un deumidificatore aiuterebbe certamente, devi considerare però che starà acceso parecchio/sempre, la presenza dell’igrostato lo farà attaccare e staccare ma qui hai una fonte di umidità continua, direi inesauribile, quindi non credere che starà staccato per molto tempo. Devi orientarti su uno dei più potenti e se la temperatura in inverno è inferiore ai 15°C su un modello a sbrinamento a gas caldo
Icona regione.
Giovanni da Como giorno 14/10/2014
Buongiorno, ho un problema con l'umidità e la relativa muffa sul soffitto del bagno, di circa 30 metri cubi. Su che valore di l/24h mi devo orientare per la scelta del deumidificatore?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giovanni, con un 10 litri vai bene, l’importante però che il bagno non sia troppo freddo, al di sotto dei 15°C.
Icona regione.
Michele da Rovereto giorno 08/10/2014
Buongiorno, abito in casa con certificazione energetica A+, di nuova costruzione. Da pochi mesi ho notato in cantina, di 20 mq circa, una percentuale di umidità pari all'80% circa. Dalle fughe che risultano a tratti più oscure, ho riscontrato una fuoriuscita di acqua. Rappresento che in inverno la temperatura scende e probabilmente si aggira tra i dodici e i quindici gradi (credo). Chiedo cortesemente un suggerimento per l'acquisto di un deumidificatore per utilizzarlo in cantina e se necessario in appartamento.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Michele, considerata la temperatura che c’è o avrai nell’ambiente ti consiglio di orientarti su uno con sbrinamento a gas professionale.
Icona regione.
Giuseppe da Roma giorno 07/10/2014
Salve, per un seminterrato diviso in due stanze di 14 mq e un locale lavanderia sono indeciso tra un Trotek 40 digitale e un 50 analogico, potreste consigliarmi?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giuseppe, mi orienterei sul modello più prestante, il 50.

Icona regione.

Pensate sia il caso di acquistarne due per un uso simultaneo più significativo, o è sufficiente spostare un solo apparecchio di volta in volta in una stanza, magari tenendo chiuse le porte? (La percentuale di umidita oscilla tra 85 e 65 in base alla giornata). Infine usato alla massima potenza può essere utile ad asciugare i panni? Ancora complimenti.

Icona elettro-domestici.com

Se ne utilizzi due il risultato è massimizzato, con l’impiego di uno solo spostandolo da una stanza all’altra, succede che avrai sempre un ambiente umido, in quanto fino a che deumidifichi l’uno l’altro si inumidisce e viceversa. Può certamente asciugare i panni, il risultato comunque è sempre legato alla quantità di umidità nell’ambiente e la sua capacità di raccolta.

Icona regione.
Federico da Lecce giorno 03/10/2014
Devo rivestire una cella frigorifera di 10m2 la devo spegnere e il giorno dopo incominciare i lavori per rendere l'ambiente più asciutto possibile di notte accendo un deumidificatore o lo affianco con altri deumidificatori?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Federico, l’impiego di un deumidificatore in concomitanza all’areazione naturale ti aiuta tantissimo ad asciugare.
Icona regione.
Emanuela da Rondissone giorno 03/10/2014
Complimenti per il forum, le espongo il mio problema: dal 2010 ho una taverna di 50 mc riscaldata d'inverno fino ad ora senza nessun problema; a dicembre 2013 acquisto una cucina che è stata fissata ad una parete esterna del condominio (taverna completamente interrata con finestre tramite "bocche di lupo") dall'inizio dell'estate, nonostante le finestre sempre aperte, ho notato dei puntini di muffa (molti) sul fondo dei pensili (attaccato alla parete), il mio quesito è:
1) Compro un deumidificatore?
2) Stacco la cucina dal muro per farla traspirare?
3) Sono necessarie entrambe le cose?
Grazie ma vorrei evitare la spesa del deumidificatore che fino adora non era stato necessario per poi accorgermi che comunque la parete nonostante l'isolante non permetta alla cucina di respirare.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Emanuela, aver notato la presenza di muffa significa chiaramente che c’è umidità e la sua percentuale va oltre il 70%. Ora la vicinanza della cucina alla parete non fa altro che evitare la traspirazione della parete e quindi l’accentuarsi della formazione di muffa. Se sposti la cucina sicuramente si formerà meno muffa sui pensili, però se l’ambiente rimane umido si formerà comunque. Considera che poi le muffe sono delle spore e si riproduce, quindi dove già ha attecchito continuerà a formarsi. Sposterei la cucina, eliminerei la muffa sui pensili con un prodotto apposito e se la cucina resta nella taverna devi metterci un deumidificatore.
Icona regione.
Steve da Triuggio giorno 01/10/2014
Salve, abbiamo la camera da letto sempre molto fredda rispetto al resto della casa, essendo esposta a nord, se ho 20 gradi circa in casa nella camera ci sono almeno tre gradi in meno o almeno percepita, meglio deumidificatore o split con funzione dry?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Steve, intanto ti invito a leggere l’articolo “climatizzatore o deumidificatore per contrastare l’umidità”, ed i commenti che vi trovi. In definitiva è meglio un deumidificatore.
Icona regione.
Piero da Catania giorno 23/09/2014
Salve, dovrei acquistare un deumidificatore da collocare in un allevamento di canarini. Ho i seguenti parametri: 30 mq ovvero 80 mc umidita 80-85%, temperatura media inverno non scende sotto i 10gradi e d’estate non supera i 30. Ne cerco uno che non va in blocco a basse temperature (esperienza precedente De Longhi Dm 5).
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Piero, leggi l’articolo “deumidificatori con sistema di sbrinamento professionale a gas caldo”. Troverai quello che fa per te.
Icona regione.
Pierpaolo da Fontanelice giorno 20/09/2014
Cerco un deumidificatore per estate ed inverno per un ambiente di circa 30 mt quadrati, ho problemi di salute e cerco un prodotto di qualità che mi mantenga un livello di umidità basso nella camera da letto.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Pierpaolo, nella pagina "confronto deumidificatori" trovi i vari modelli con il volume coperto. Che temperatura hai mediamente in inverno in questa stanza e riscaldata?  
Icona regione.
Claudio da Pescara giorno 11/09/2014
Salve, ero interessato all’acquisto di un Trotec (devo ancora decidere se il 75 s o il 75 E) ho letto che sono dotati di igrostato. Per l'appunto volevo chiedere:
Igrostato e umidostato sono la stessa cosa? Nel caso non lo fossero, l’igrostato cosa è? Secondo la vostra opinione, l’umidostato (se non sbaglio serve a settare un livello di umidità raggiunto il quale l’apparecchio si disattiva) è fondamentale?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Claudio, si stiamo parlando della stessa cosa ed è fondamentale che ci sia.
Icona regione.
Simone da Padova giorno 11/09/2014
Buongiorno, abbiamo un appartamento al piano terra con taverna, non abbiamo mai avuto problemi di muffa fino ad ora. Non gravi ma iniziano a vedersi i primi aloni in un angolo giù in taverna, vicino al bagno cieco che usiamo molto! Anche il box doccia nell'ultimo periodo si è riempito di muffetta! E per finire anche nelle camere negli angoli in alto e nel bagno in un angolo in basso! Vorremmo prendere un deumidificatore da utilizzare principalmente in taverna e nel bagno giù ma anche da poter spostare e da utilizzare al primo piano dove stendiamo anche la biancheria. Che capacità mi consigliate?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Simone, dovresti indicare la superficie della taverna e la temperatura che c’è in inverno.

La taverna è di circa 28 mq.

Icona elettro-domestici.com

Mi orienterei su una base di 20 litri, poi dipende dalla temperatura, se è molto bassa devi salire ancora.

Icona regione.
Claudio da Empoli giorno 09/09/2014
Ho un deumidificatore De Longhi 18 lt l'ora, ho perso le istruzioni, vorrei sapere gentilmente come faccio a farlo lavorare senza vaschetta anteriore, quindi farlo lavorare in continuo.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Claudio, nella parte di dietro vicino al filtro c’è un beccuccio per lo scarico al quale devi inserire il tubicino in gomma che hai trovato a corredo o comunque un tubo con diametro di 9,5 mm. Tieni presente che il beccuccio è chiuso, devi fargli un foro.
Icona regione.
Carmelo da Vibo Valentia giorno 08/09/2014
Buongiorno, ho un box per auto ed ogni tre o quattro anni mi toccava rifare l'impermeabilizzazione del tetto. Nel mese di aprile 2014 ho coperto il tetto con lamiera zincata non coibentata. Nel mese di giugno, guardando, l'intercapedine tetto box e lamiera ho notato la presenza di acqua. Certamente sarà condensa. Come posso risolvere questo grosso problema? Dove ho sbagliato?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Carmelo, potrebbe dipendere dall’isolamento del pavimento, l’umidità potrebbe essere di risalita. Tutto dipende da come è stato costruito, qui c’è da rivedere la sua struttura edile.
Icona regione.
Massimiliano da Lucca giorno 04/09/2014
Salve, abito in una casa pianterreno di 50mq, ristrutturata pochi anni fa e con i serramenti "ermetici". Per colpa o "merito" di quest'ultimi mi sono ritrovato con umidita di condensa in casa, visto che arieggiavo soltanto la sera al rientro dal lavoro. Volevo sapere quale modello di deumidificatore mi consigliava, visto che mi ero trovato un tasso di 77% nell'armadio, che ora è già sceso a 68%.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Massimiliano, nella pagina “confronto deumidificatori” trovi indicate le superfici che i diversi modelli riescono a coprire, considera soltanto che il dato è valido per determinate condizioni nell’ambiente, che trovi indicate. Al di sotto devi sovradimensionare. 
Icona regione.
Daniele da Seregno giorno 03/09/2014
Buongiorno, il mio problema riguarda una cantina collocata al piano -2 in uno stabile di nuova costruzione, nel quale abbiamo appena traslocato. La metratura della stessa è di circa 4,5 mq ed è a sua volta collocata in un ambiente con altri tre vani delle medesime dimensioni ed un accesso di poco più grande. Tutta la pavimentazione è piastrellata. L'ambiente risulta molto fresco/freddo e naturalmente umido anche in estate, con un ricircolo d'aria estremamente limitato. Naturalmente l'esigenza è limitata alla sola deumidificazione, al fine di preservare gli oggetti che la cantina andrà a contenere: nessun problema invece riguardo a rumorosità e/o temperatura. Preciso che non è possibile installare uno scarico continuo ed ipotizzo un esercizio continuo h24 dell'apparecchio. Quale prodotto potrebbe consigliarmi senza sforare in modelli particolarmente costosi?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Daniele, considerato che l’ambiente è abbastanza piccolo circa 4,5 metri direi che va bene un deumidificatore con una capacità di 10 litri. Devo fare però una precisazione sulla temperatura, dove dici che è fresco/freddo e poi non ci sono problemi per la temperatura, ma quanti gradi ci sono mediamente nella stagione che intendi usarlo e poi il suo utilizzo è estivo o invernale? Questo fattore è determinante nella scelta.

Abitandovi da poco, ma osservando la situazione attuale, stimo un uso continuativo nell'arco di tutto l'anno. Riguardo alla temperatura, quando scrivevo che non vi erano problemi, intendevo dire che non ho alcuna esigenza di avere una specifica temperatura in quell'ambiente (ad esempio per la conservazione di generi alimentari, dal momento che non ve ne collocherò). Stimo che in pieno inverno la temperatura si aggirerà sui 10-15°. Riguardo al modello avrei trovato ad un prezzo molto interessante il COMFEE - MDT1-20DEN.

Icona elettro-domestici.com

Un deumidificatore da 20 litri va bene, soprattutto per il fatto che la temperatura è di 10-15°C, il che vuol dire che la resa diminuisce secondo me almeno del 50%. Ho provato ad accedere al sito del produttore per leggere i dati tecnici, ma non è più disponibile, avevo analizzato precedentemente questo modello e trovato su siti di vendita, a parte il prezzo interessante, c’è una caratteristica per la quale lo scarterei, ovvero l’assorbimento, parliamo di 600 watt, quando un prodotti pari potenza di altre marche consuma la metà o meno.

Icona regione.
Giacomo da Sondrio giorno 02/09/2014
Salve, abito da un paio d'anni in alta montagna (1550 m s.l.m.) in uno stabile appena risistemato. Il bilocale al primo piano (stanza da letto 15mq + soggiorno-cucina 14mq + ingresso 2mq + bagno 6mq; altezza appartamento 2,5m) ha cominciato a presentare sul lato nord a livello del pavimento della stanza da letto e dell'ingresso alcune macchie d'umidità dovute al contatto con la scala di cemento esterna che porta al mio appartamento: quest'ultima infatti raccoglie una parte dell'acqua piovana e, probabilmente, per contatto, trasporta l'umidità (umidità esterna generalmente molto bassa così come le temperature, umidità interna dei locali sui 70% e temperature mai al di sotto dei 12°C). Esternamente sto agendo con un prodotto isolante, ma vorrei deumidificare l'ambiente interno: dall'analisi della pagina "confronto deumidificatori" volevo orientarmi sul modello De Longhi Tasciugo Ariadry Dem10 in quanto come metri cubi coperti dovremmo esserci (gli unici locali da risanare sono la stanza da letto e l'ingresso, le altri pareti non presentano problemi), è presente l'antigelo elettronico e non è rumoroso. Una volta (spero) finito il lavoro in questa stanza lo sistemerei nella taverna semi interrata dove il suo uso sarebbe sicuramente più idoneo. È una scelta azzeccata?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giacomo, chiaramente per ogni ambiente dovresti mettere un deumidificatore. Considera che i metri cubi coperti sono orientativi e si riferiscono ad una condizione specifica, che prevede nell’ambiente una percentuale di umidità dell’80% ed una temperatura di 30/32° C, pertanto a condizioni differenti, più basse, la resa cambia totalmente. Il mio consiglio è di orientarti su un modello più potente.
Icona regione.
Marco da Viterbo giorno 29/07/2014
Buongiorno, ho una taverna di circa 70 mq, le temperature esterne alte producono sia al pavimento che ai muri molta condensa. Che deumidificatore mi consiglia?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Marco, nella pagina confronto deumidificatori trovi i modelli con i relativi volumi coperti.
Icona regione.
Katia da Sondrio giorno 23/07/2014
Buongiorno, devo scegliere un deumidificatore per una taverna in una casa di montagna di circa 25 mq, con tasso di umidità vicino all'80% e temperatura che anche in estate non supera i 20 gradi. Avevo pensato all'Ariston DEOS20 ma il consumo mi pare elevato. Potrebbe bastare il DEOS 16 o meglio optare per altri modelli?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Katia, andrei almeno su un 20 litri, nella pagina dei "confronto deumidificatori" trovi una tabella con altri modelli con consumi più bassi. Attenzione però, il la scelta va valutata in relazione alla temperatura dell’ambiente. Se l’impiego sarà anche invernale con temperature molto basse, è indispensabile orientarti su modelli con sistema di sbrinamento professionale a gas caldo.
Icona regione.
Lorenza da Ancona giorno 07/07/2014
Salve, ho una stanza di 10-12m2 circa nel seminterrato senza finestre in cui tengo degli armadi. In estate, non essendo acceso il riscaldamento, si crea umidità. Cosa mi consigliate come deumidificatore? C'è un sistema di aspirazione nella stanza: potrebbe bastare tenendolo sempre acceso o corro solo il rischio di vedermi recapitata una bolletta da capogiro?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Lorenza, con l’impiego di un deumidificatore estrai l’umidità tranquillamente ed i consumi non sono esagerati. Nell’articolo "confronto deumidificatori" puoi identificare quello adatto al tuo volume e trovi indicati i relativi assorbimenti elettrici.
Icona regione.
Silvia da Genova giorno 06/07/2014
Buongiorno, circa due settimane fa, al vicino di casa del piano superiore, della casa al mare, è scoppiato un tubo. In poche ore l'acqua fuoriuscita è riuscita a scendere in casa nostra provocando sgocciolamento dal lampadario, soffitto e pareti bagnate. La casa è di 30mq ma la parte interessata sarà più o meno la metà. Ad oggi la situazione è questa: le pareti presentano muffa e prima di operare un lavoro di ripristino sarà necessario attendere la completa asciugatura delle pareti. Pensavo appunto all'utilizzo di un deumidificatore. Che cosa mi consiglia?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Silvia, considerato il periodo si andrà ad asciugare già per conto suo, ma l’impiego di un deumidificatore velocizzerà notevolmente il processo. Orientati su un 16/20 litri, in questo periodo dell’anno raccolgono la portata direi massima. Nella pagina dei confronti deumidificatori trovi le caratteristiche.
Icona regione.
Emiliano da Roma giorno 28/05/2014
Ciao ho comprato una nuova casa (su costruzione) e ci sto abitando da quasi due anni. La casa è composta da un piano superiore e un seminterrato di circa 40 metri quadrati con porta finestra e finestra. Fino a quando tengo i termosifoni accessi non ho problemi di umidità appena li spengo e tengo le finestre aperte tutto il giorno si comincia a percepire l'umidità sui vestiti e su alcuni punti dei muri escono delle piccole macchiette gialle e inoltre su alcuni punti del pavimento ti accorgi che alcune fughe sono più scure ( bagnate). Mi stavo informando sul deumidificatore e ho visto il De Longhi DDS 20 va bene? Anche a livello di energia? L'ideale è comprare uno che ha la funzione automatica di accendersi quando c'è un tasso alto di umidità e di spengersi una volta che assorbito tutta l’umidità? Mi potete anche consigliare su questo. Attendo vostre grazie!
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Emiliano, succede che con i termosifoni accesi l’umidità viene assorbita dall’aria, con il loro spegnimento viene ceduta concentrandosi nei punti dove c’è un maggiore scambio termico, finestre, pavimenti. Il modello in questione è dato per 100 metri cubi, quindi una trentina di metri quadri, ti consiglio di orientarti su un modello più potente.
Icona regione.
Luca da Bergamo giorno 24/05/2014
Salve vorrei sapere che deumidificatore ci vuole per una casa da 95 mq con camera da 4x4 m, bagno 2x3 m, cucina 2x4 m e sala 5x4 m, camera e bagno esposti a nord sono molto umidi con muffa sulle pareti e con temperatura in casa elevata, esempio ora fuori 16 °C 80% umidità, dentro 25 c 55% umidità.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Luca, ci  vuole un deumidificatore per ogni stanza che intendi deumidificare, con uno solo non puoi fare tutta la casa. Nella pagina "confronto deumidificatori", trovi indicate i modelli ed i volumi che coprono.
Icona regione.
Luciano da Montegranaro giorno 24/05/2014
Buongiorno, ho da tempo nel mio appartamento problemi di umidità al punto che mio suocero ha pensato di regalarmi un Deumidificatore De Longhi Tasciugo Ariadry DES16W. Premetto che avendo due bimbi piccoli in inverno la temperatura in casa è fissa a 19 gradi; il grado di umidità è tale da avere abbondante condensa sui pavimenti. Istallato il deumidificatore nel salone (circa 20 mq ma aperto e quindi più arieggiato) per un paio di settimane ho notato che la condensa non si è più riformata. Ho pensato quindi di utilizzare lo stesso deumidificatore per la camera del bimbo (circa 16mq) dove l'umidità è molto più elevata e pare stia funzionando. C'è solo un piccolo problema; in inverno la temperatura della stanza aumenta di 2-3 gradi ed è anche piacevole, adesso che sta arrivando la bella stagione invece comincia ad essere un po’ caldo e non si possono ancora lasciare le finestre aperte tutto il giorno. Devo optare per un altro tipo di deumidificatore?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Luciano, l’aumento di temperatura è generato dal surriscaldamento del motore, cosa che avviene comunque anche con altri deumidificatori. C’è il modello della Mitsubishi Electric, MJ-E15BX-S1, che manda un po’ di aria fresca, ma il motore riscalda comunque. Non opterei per un altro acquisto, continuando ad utilizzare quello che hai.
Icona regione.
Nicola da Bari giorno 12/05/2014
Buongiorno, abito a circa 50 mt dal mare in un appartamento con esposizione a nord est. I muri esterni sono isolati con cappotto in polistirolo da 4 cm. Nella camera da letto, circa 5 x 5 x 3 m, che è la più esposta a nord-nordest ho il 75% di umidità, mentre nella stanza accanto (m 4 x 4 x 3 sempre esposta a nordest) ho il 67-68% di umidità. In entrambe le stanza si manifestano macchie di muffa (piccole macchioline grigiastre) che opportunamente trattate con candeggina si riformano. In questi giorni farò un trattamento con tea tree oli e acqua ossigenata per uccidere le spore, poiché pare che con la candeggina non si fa altro che diffondere e spalmare le spore sui muri ampliando la zona interessata. Probabilmente il cappotto termico inibisce la traspirazione dei muri facendo condensare negli angoli l'umidità imprigionata nell'ambiente. Vorrei saper se con un deumidificatore tipo Narciso 12 della Argo, sostandolo da una stanza all'altra, posso risolvere il problema.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Nicola, se il problema è prettamente primaverile/estivo Narciso 12 va bene, se invece è tutto l’anno allora ti consiglio di orientarti su un modello da 20 litri. Chiaramente è valido per un solo ambiente.
Icona regione.
Marco da Bari giorno 12/05/2014
Salve, abito al primo piano di un palazzo di recente costruzione da 4 anni. Fin dall'inizio ho riscontrato problemi di umidità (con tante macchie marroni sulle pareti) e condensa sui vetri a taglio termico. Il problema è presente in tutta la casa(la sensazione di bagnato è insopportabile), in particolar modo in camera da letto in quanto è poco esposta al sole e la parete dietro la testata del letto presenta crepe all'esterno. I miei primi interventi sono stati: balcone aperto 3-4 ore al attino e termosifoni accesi il pomeriggio. Cosi facendo sono riuscito a ridurre solo la condensa sui vetri, ma la sensazione di bagnato sul letto e sui vestiti continua. Mi chiedo se è meglio creare un cappotto termico su tutto il perimetro della camera o comprare un deumidificatore?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Marco, considera che il deumidificatore ti consente di eliminare l’umidità ed il cappotto di evitare che si formi o comunque ridurre notevolmente la creazione e allo stesso tempo isolare la casa evitando dispersioni termiche.

Vorrei in definitiva capire se è meglio creare un cappotto termico interno o comprare un deumidificatore? Dovendo effettuare una spesa,grazie!

Per operare nel migliore dei modi bisogna identificare l’origine dell’umidità, se è di condensa, quindi generata dai vapori interni è meglio un deumidificatore, se invece è di risalita o comunque proveniente dall’esterno, parli di muri con crepe, direi che un ripristino dei muri e l’isolamento con un cappotto è il primo passo.

Icona regione.
Angela da Nuoro giorno 04/05/2014
Salve, ho un deumidificatore Deos Ariston comprato da poco, l’umidità è intorno al 65% e la casa penso sia 80 mq ma comunque è trasportabile. L’ho impostato all’80% perché credo sia la velocità massima avendo una casa molto umida va bene? L’ unico dubbio che mi sorge è che appena lo attacco la ventola parte ma dopo tipo 10 minuti stacca, continua a funzionare oppure ha qualcosa che non va?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Angela, non hai specificato il modello, comunque per tutta la casa anche se della linea Deos è il più potente è poco. La percentuale impostata è alta, devi metterla almeno al 60% ed anche meno, una casa con l’80% di umidità è umida. Può darsi che la ventola stacca subito in quanto raggiunge subito la percentuale di umidità che hai impostato. Abbassala e verifica se raccoglie acqua, da lì ti accorgi se funziona.
Icona regione.
Giuliano da Roma giorno 04/05/2014
Salve, ho comprato un De Longhi da 10 litri per deumidificare una stanza da letto di 14 mq (42 m cubi), costantemente con un'umidità del 75%. Ho scelto questo modello perché anche le altre stanze sono umide, ma in soggiorno è già installato un condizionatore. Tenendolo acceso 14 ore, il primo giorno ha portato l'umidità al 55% e assorbito un litro di acqua. Leggendo le risposte e le indicazioni di tenersi "larghi", però, mi sorge il dubbio di avere comprato un prodotto sottodimensionato. Come valutare se è il caso di cambiarlo appena acquistato?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giuliano, dipende dal periodo di impiego, in primavera/estate lavorerà meglio asportando più acqua, nei mesi freddi, molta di meno. Già hai potuto notare come in 14 ore abbia raccolto un litro di acqua, quando in una condizione di temperatura più alta, diciamo intorno ai 30° C con questa concentrazione di umidità, ne dovrebbe togliere circa 10 litri. Quindi direi che se hai un problema autunnale/invernale e la temperatura interna è al di sotto dei 20°C, dovresti orientarti per andare sul sicuro su uno più potente.
Icona regione.
Cristian da Crotone giorno 11/04/2014
Salve, ho un locale di 60 m2 e metto dentro dei salumi quindi c'è molta umidità, che deumidificatore mi consigliate senza spendere molto?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Cristian, devi orientarti su un 30 litri, anche se potresti necessitare di uno ancora più potente, tutto dipende da quando devi asciugare i salumi.
Icona regione.
Carlo da Roma giorno 18/02/2014
Salve, nella mia camera da letto (circa 16m2) ho muffa negli spigoli della parete che dà sull'esterno; ho un condizionatore di quelli a parete che fa anche da deumidificatore da 8-9.000 BTU. Mi sapreste dire quanto dovrei tenerlo acceso e qual è la percentuale di umidità che dovrei raggiungere per non avere il problema della condensa?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Carlo, deve rimanere acceso tutto il tempo necessario per far diminuire l’umidità e questo dipende da quanto acqua riesce a raccogliere e quante ce n’è. Di norma si lascia accesso di continuo almeno per i primi giorni. La percentuale va bene 50/55% anche se solitamente i climatizzatori fissi non hanno tale impostazione ma solo un minimo ed un massimo.
Icona regione.
Giovanni da Sesto Fiorentino giorno 18/02/2014
Salve, ho una piccola stanza armadio a pianta quadrata 2,5mt x 2,5mt h 2,70. Essendo esposta totalmente all'esterno (con parete Nord che da su un campo coltivato) pensavamo di risolvere un eventuale problema legato all'umidità costruendo tre contro pareti lasciando uno spazio per l'areazione tra le nuove pareti interne e quelle perimetrali esistenti (una sorta di stanza nella stanza). Sulle pareti interne poi per permettere il posizionamento degli scaffali sono stati istallati dei pannelli di legno laccato. All'interno dell'armadio si percepisce distintamente una sensazione di aria appesantita con un insistente odore di umido/muffa e spesso sui vestiti, soprattutto quelli più vicini alle pareti e al pavimento, si riscontrano tracce di muffa. Di recente poi sul pavimento vicino alle pareti ho riscontrato vere e proprie tracce di acqua che proveniva da dietro i pannelli della boiserie. Essendo la stanza non areata è possibile che questa umidità sia solo provocata da condensa oppure potrebbe essere anche provocata da infiltrazione di acqua dal basso? Con un deumidificatore potrei ridurre o eliminare il problema? Se si, su che prodotto mi dovrei indirizzare in termini di potenza?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giovanni, le pareti riescono a nascondere l’umidità ma non a fermarla, la presenza di acqua a terra indica delle infiltrazioni. Con un deumidificatore riesci a risolvere o a tamponare, basati su un 10/12 litri in 24 ore.
Icona regione.
Giancarlo da Monza giorno 17/02/2014
Scusa la mia ignoranza, ma nel leggere questa indicazione in testa al sito ( Nel manuale la posizione da assumere inizialmente è sul massimo, deve poi essere spostata nell'altro senso lentamente, quando si ritiene che la condizione dell'ambiente sia ottimale, fino a quando il deumidificatore si spegne.) non ho capito cosa intendi ; ipotesi se ho una umidità del 70% devo impostare l’umidostato del deumidificatore su 65% e aspettare che si spenga per poi impostare l'umidostato sul 60% e aspettare lo spegnimento e via di seguito fino alla percentuale desiderata?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giancarlo, si fa riferimento a come impostare l’umidostato quando è manuale, quindi in assenza del display dove compare e si può impostare la percentuale di umidità desiderata come nel tuo caso. Per ribadire il concetto ci sono due tipi di umidostato, quello elettronico (il tuo), dove imposti ad esempio il 50% e il deumidificatore lavora per questo obiettivo e quello manuale, dove c’è una rotella che indica il minimo, il medio ed il massimo, ma non indica a quanto ognuna di quelle posizioni equivale in percentuale di umidità. In questo caso si mette sul massimo e quando si ritiene, basandosi su una sensazione di benessere o su un igrometro, che l’ambiente è asciutto, si ruota lentamente la manopola dal massimo verso il minimo, fino al punto in cui si il deumidificatore si stacca. Quella posizione corrisponde alla percentuale che c’è in quel momento nell’ambiente e che si è ritenuta idonea alle proprie esigenze.

Praticamente ho un deumidificatore con umidostato manuale che ha una rotella da 1 a 10 (presumo 1 minimo e 10 massimo) ammettendo che ho in casa una umidità del 70% e voglio portarla al 50% come devo fare? Mettere la rotella dell'umidostato sul massimo (10) fino a quando il deumidificatore si spegne?

La rotella indica il minimo sull’1 ed il massimo della capacità di deumidificazione sul 10, tuttavia a questi numeri non è associata una percentuale di umidità, quindi sei tu a doverti regolare se l’ambiente è asciutto abbastanza. Inizia a farlo lavorare sul massimo, in modo tale che tolga più acqua possibile facendo scendere la concentrazione di umidità nell’aria, e poi, quando ritieni che l’ambiente è asciutto, o perché lo ritieni a sensazione o perche misuri l’umidità con un igrometro (scelta preferibile), giri la rotella verso i numeri più bassi, la posizione in cui si stacca equivale alla percentuale che desideri avere nell’ambiente.

Mi hai raccomandato di mettere la manopola dell'umidostato al massimo fino a che il tasso di umidità raggiunge un grado ottimale (diciamo 50%) e poi abbassare la manopola fino a che si spegne il deumidificatore essendo quello il grado di umidità "giusto". Ma ho notato che se metto la manopola sul massimo (9) il deumidificatore fa molta fatica a condensare acqua nella vaschetta, mentre se parto con la manopola a metà (5) l'apparecchio lavora molto meglio e si condensa moltissima acqua nella vaschetta.

Solitamente non dovrebbe essere così, ma se da prove effettuate sulla posizione 5 deumidifica di più parti da questa posizione.

Icona regione.
Michela da Genova giorno 17/02/2014
Buongiorno! avrei urgentemente bisogno del suo aiuto. Vivo in una casa di circa 65 mq composta da un'entrata a piano terra affiancata dal bagno, poi di fronte soggiorno e cucinino (nonostante si entri dalla strada queste stanze sono abitate anche sotto) alla destra, con un dislivello di un paio di scalini e leggermente sotto il livello della strada (con nessuna abitazione sotto) invece si trova la camera da letto. Quest'ultima stanza non prende sole, è più fredda rispetto alle altre e, in particolare su una parete si forma muffa biancastra e macchie nere, inoltre la finestra gocciola continuamente in particolare durante la notte. Stesso identico problema, seppur abbastanza soleggiati si presenta in bagno e nel cucinino, dove soprattutto una parete sembra essere quasi bagnata. Tra l'altro (probabilmente a causa dell'inverno molto piovoso) la muffa è molto aumentata e allargata rispetto all'inverno precedente in cui quasi si limitava al bordo delle finestre. La temperatura è di circa 20 gradi e l'umidità credo, ma non ne sono certa, che oscilli tra il 70 e l’ 80%. Vorrei acquistare un deumidificatore ma non so assolutamente come orientarmi nella scelta considerato che il problema si presenta in tre stanze differenti e distanti l'una dall'altra. La ringrazio anticipatamente per il suo aiuto!
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Michela, ritengo che oltre al deumidificatore bisogna verificare da un punto di vista strutturale quali rimedi si possono prendere in considerazione. Buona parte dell’umidità è di risalita ed il fatto che quest’anno rispetto al precedente sia aumentata e proprio perché le infiltrazioni si sono ampliate. Avendo tre ambienti devi utilizzare tre deumidificatori, con uno non riesci. Se vuoi iniziare con uno, per non spendere un sacco di soldi, opterei per un sovradimensionamento (25l/24h), questo in quanto va considerata l’eccessiva umidità e valutata l’ipotetica possibilità di raggiungere la condizione ottimale e poterlo spostare avendo il margine di tempo necessario a deumidificare un altro ambiente e che nello stesso tempo l’altro deumidificato non si carichi eccessivamente di acqua.
Icona regione.
Carmine da Salerno giorno 03/02/2014
Ciao vivo al piano rialzato sotto ho i garage con umidità di risalita, sento i pavimenti ghiacciati e umidità all’ 80%. Ti chiedevo come deumidificare i 70 mq, ho gli split Mitsubishi ma deumidificano solo facendo aria fredda, allora cosa devo comprare? E poi se metto il polistirene estruso sotto il tetto dei garage credi che bloccherò tale umidità almeno un pochino rendendo i pavimenti meno ghiacciati.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Carmine, i climatizzatori dovrebbero avere la funzione di solo deumidificazione, sul telecomando da mode l’imposti selezionando la goccia o la scritta dry (dipende da come è indicata), anche se la resa con temperature fredde può essere molto limitata o inefficace in alcuni casi. Opterei per l’impiego di deumidificatori, ce ne vuole uno per stanza con una capacità pari direi al doppio del volume che devi fare. Se metti l’isolamento in una certa percentuale attenui anche se l’umidità di risalita solitamente è perimetrale, ovvero sale dai muri laterali, dove no riesci a mettere il pannello.
Icona regione.
Antonio da Sassari giorno 03/02/2014
Salve ho una cantina di circa 60 m2 con una stanza da circa 30 m2 e altre due da 15m2 l'una. Ho un alto tasso d'umidità in ogni stanza. Cosa mi consigli?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Antonio, se ti interessa deumidificare tutte e tre gli ambienti, tre deumidificatori, altrimenti tanti quanti per le stanze che intendi fare.
Icona regione.
Enzo da Varese giorno 01/02/2014
Salve, ho un problema di umidità nelle stanze da letto, hanno 1 parete esposta a nord ovest e su queste si forma sempre muffa (anche eliminandola con varechina). La stanza più grande ha dimensioni 4,10x3,33x2,70h. L'umidità si forma soprattutto quando piove per diversi giorni ma la notte anche quando non piove i vetri sono tutti bagnati. Sto al primo piano e al piano terra non ci sono gli stessi problemi. Da cosa può essere dovuto?
Un 10 litri/24h economico potrebbe andar bene?
Devo lasciarlo acceso tutto il giorno o solo qualche ora a turno tra le stanze?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Enzo, molto probabilmente l’umidità proviene dalla parete esposta a nord ovest, che nelle giornate di pioggia, non essendo ben isolata, assorbe l’acqua e la diffonde all’interno. I vetri solitamente sono bagnati per effetto della condensazione: l’aria carica di umidità, accumulata in vari modi, al contatto con una superficie più fredda cede l’acqua. Orientati su almeno un 16 litri e devi tenerlo acceso continuamente nella stanza, fino a quando non la asciughi, ci possono volere anche settimane.
Icona regione.
Domenico da Pomezia giorno 01/02/2014
Salve, ho una casa di 90 metri quadri, ho notato ultimamente, in corrispondenza di tutte le finestre, il manifestarsi di macchie di muffa. Potreste indicarmi eventuali caratteristiche per l'acquisto di un buon deumidificatore.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Domenico, per l’ambiente in questione dovresti impiegare un deumidificatore in ogni stanza, dimensionato alla sua cubatura e scegliere quello che ha una migliore capacità di raccolta, il consumo più basso, un intervallo di funzionamento a temperature più estreme, una maggiore silenziosità.
Icona regione.
Peppe da Rende giorno 31/01/2014
Salve, abitiamo in un appartamento di circa 60mq, stiamo avendo livelli di umidità che oscillano tra il 70% e l'80% (secondo quanto riportato da una sveglia che indica pure gradi e umidità che non so quanto possa essere precisa) e valutavamo l'acquisto di un deumidificatore. L'appartamento è pressoché quadrato composto da tre stanze (ingresso cucina e due stanze) più bagno ed abbiamo la possibilità di piazzarlo in posizione centrale. Con un deumidificatore da 20lt potrei coprire tutta la casa?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Peppe, puoi impiegare il 20 litri per ripristinare le condizioni in una stanza, la posizione centrale non ti consente di arrivare in tutti i punti dell’appartamento ed in più 20 litri per tutto sono pochi.
Icona regione.
Giuseppe da Tradate giorno 31/01/2014
Nella casa in cui vivo in affitto ho un problema di umidità e muffa che si crea negli angoli in alto e in basso alle pareti. La mattina al risveglio i vetri grondano acqua. Elimino la muffa con alcuni spray in commercio ma si ricrea. Ho un bambino di 2 mesi e tenere aperto è difficile visto il freddo. L'igrometro segna circa il 65/70% di umidità a 20 gradi. Un deumidificatore del tipo 11l/24 ore come Argo dello Baby potrebbe andare bene?
Una volta eliminata la muffa, e a regime, posso ruotarlo tra le stanze?
Per quanto tempo a stanza?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giuseppe, per una stanza media, diciamo sui 20 metri opterei per un deumidificatore di 16/20 litri in 24 ore, il 10 litri è piccolo può andare bene per una stanza intorno ai 10 metri quadri. Considerando che hai intenzione di sposarlo opta per un 20 litri, così deumidifichi più velocemente e puoi eventualmente spostarlo, anche se ti troverai a fare avanti e indietro visto che l’umidità si riforma, tutto dipende da quanto ci mette. Il tempo di permanenza in ogni stanza è variabile in base a quanta umidità c’è, quale è la capacità di raccolta del deumidificatore in base alla percentuale ed alla temperatura che c’è in quel momento nella stanza, quanto se ne crea nel frattempo che la toglie.
Icona regione.
Carlo da Salerno giorno 28/01/2014
Salve, ho una stanza da letto con una parete esposta a nord che non vede mai il sole, ed una parete verso il mare. La metratura è 5 metri per 5 per 3,20 di altezza. La parete lato nord è sempre stata umida in quanto spesso dall'armadio uscivano dei capi in pelle ammuffiti. Inoltre da quando ho iniziato ad accendere i termosifoni e non più lo split si sono create varie macchie nere sul soffitto e un pò dappertutto macchioline di acqua sempre sul soffitto. La temperatura in camera è di 17°C con termosifoni spenti e di 19°C con termosifoni accesi (dalle 16 alle 22). Inoltre il tasso di umidità è del 70%. Ho acquistato un De Longhi Des12, ed impostandolo su MAX ha aspirato in media un litro di acqua al giorno e ridotto l’umidità al 53%. Impostandolo invece su MED mantiene l’umidità al 60%. Ciò se lo accendo dalle 15 alle 23. Non appena lo spengo di notte l'umidità indicata sull’igrometro risale.
Le mie domande:
È sufficiente questo deumidificatore o sottodimensionato?
Se sottodimensionato può suggerirmi qualche modello in particolare?
É opportuno accenderlo anche di notte o è sufficiente tipo dalle 15 alle 23?
Bisogna accenderlo tutti i giorni durante l'inverno?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Carlo, in realtà il deumidificatore è un po’ sottodimensionato è indicato per 55 metri cubi, mi sarei orientato su un 20 litri per stare tranquillo, però bisogna considerare che il volume è indicativo ma anche relativo, nel senso che quello che fa la differenza è l’umidità presente nell’aria, che per uno stesso volume può essere completamente differente. Ottenere il 53% di umidità in 8 ore è un dato positivo, significa che ha deumidificato. È normale che se si spegne l’umidità risale. È opportuno tenerlo acceso tutto il tempo necessario sia di notte che di giorno. Considera che l’umidità si forma per fattori esterni ed interni alla casa, quindi dalle mura può filtrare acqua delle piogge e dall’interno condensa acqua proveniente dalla cucina, dalle docce ed altro. Quindi se il deumidificatore elimina parte di questa acqua, al suo spegnimento se tali “produttori di acqua” cessano il loro operato l’umidità non risale, ma se come è normale continuano, l’umidità risale. In primavera o in estate le condizioni cambiano ed anche il tempo di impiego del deumidificatore diminuisce.
Icona regione.
Simone da Torino giorno 27/01/2014
Buongiorno vivo in una vecchia casa piemontese con muri spessi 60 centimetri, nel lato esposto a nord è presente una stanza di circa 20 mq che presente notevoli problemi di umidità. In passato sono ricorso ad un deumidificatore economico della Valex con capacità di assorbimento di 10 l/24h. Dopo pochi mesi di utilizzo non sono rimasto soddisfatto, l'apparecchio emanava cattivo odore e non riusciva ad assorbire tutta l'umidità in eccesso. Non voglio commettere errori e mi sarei orientato sul modello Seccoprof 28 dell'Olimpia, sicuramente sovradimensionato ma ho pensato che la capacità della tanica da 10 litri e il fatto che possa essere spostato comodamente (la struttura mi pare molto solida) in altre stanza della casa possa costituire un valido motivo per l'acquisto, oltre al fatto che ne farei un uso molto inteso (dovrebbe rimanere acceso quasi come un frigorifero). Sono quindi a richiederle se mi sto orientando verso il modello giusto o se è consigliabile un altro modello.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Simone, hai fatto un’ottima sintesi, è un ottimo prodotto/scelta. Se ti va dopo averlo utilizzato scrivi come ti sei trovato.
Icona regione.
Neree da Napoli giorno 27/01/2014
Salve, utilizzo da diverso tempo un apparecchio De Longhi DEM 10 in casa, ha sempre funzionato perfettamente. Recentemente ne ho avuto bisogno in un altro ambiente e per la prima volta, visto l'alto livello di umidità e la scarsa capienza del serbatoio, ho collegato il tubo in dotazione allo sfogo posteriore come da manuale, purtroppo però il sistema non sembra lavorare come dovrebbe bypassando la vaschetta frontale che perciò continua a riempirsi fino all’attivazione del sensore "troppo pieno" e determinando lo spegnimento dell'apparecchio. Ho controllato l'ugello posteriore che non sembra essere otturato. Mi sa suggerire una possibile soluzione al problema?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Neree, il tubo di scarico deve essere posizionato verso il basso, l’acqua non viene spinta da nessun motorino e scende per caduta, quindi curve verso l’alto ne impediscono la fuoriuscita ed il conseguente versamento in tanica.
Icona regione.
Enzo da Chieti giorno 25/01/2014
Buongiorno, abbiamo un appartamento su due livelli con soggiorno e angolo cottura c.a.30mq , mentre zona notte collegata da scale aperte in legno c.a. 45mq. Nella stanza notte più esposta c'è un eccesso di condensa che genera muffa su angolo parete. Con un misuratore di umidità rilevo a c.a.21° umidità al 65 % che salgono a 70/72% quando si è nelle stanze. A termosifoni accesi la condensa si avverte anche sui vetri degli infissi. La cucina è dotata di cappa con aspirazione verso esterno. Domande: è corretto pensare che l'umidità nella zona notte dipende principalmente dai vapori della cucina? Se così fosse un deumidificatore sotto le scale risolverebbe il problema alla zona notte? Se si quale portata sarebbe sufficiente? Diversamente come potrei intervenire?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Enzo, quella nell’angolo è umidità di condensa, generata da vapori prodotti all’interno della casa, quindi sia dalla cucina ma anche dal vapore acqueo delle docce. Il deumidificatore devi posizionarlo nella camera da notte, impiega un 20 litri.
Icona regione.
Luigi da giorno 25/01/2014
Salve! Da mesi ho affittato un appartamento da 120 metri quadri con piano rialzato per cui mi trovo anche un garage sotto. Pertanto ho una forte umidità sopratutto in camera da letto, cucina e bagno con pareti e mattonelle e pavimento quasi bagnato e formazione di muffe, ma non ho riscaldamenti purtroppo..Quindi vorrei un consiglio che tipo di deumidificatore ci vorrebbe? Un 10 litri 24h come Argo Deolo Baby potrebbe andare bene?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Luigi, con un 10 litri non ci fai nulla, ti devi orientare su uno più potente considerando che l’ambiente non è riscaldato. In base alla temperatura che c’è, bisogna scegliere un deumidificatore che lavora a temperature basse e con molta probabilità dotato di sbrinamento a gas caldo.
Icona regione.
Massimo da L'Aquila giorno 22/01/2014
Buonasera, possiedo da circa un 1 giorno un deumidificatore De Longhi DEM 10. L'ho acceso per tutta la notte posizionandolo nella camera da letto ed ha raccolto quasi 1,5 litri di acqua asciugando buona parte delle pareti dove sussiste da circa un mese un problema di umidità per risalita capillare, volevo chiedere se per sapere la percentuale di umidità dovrò necessariamente munirmi di un igrometro?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Massimo, si lo strumento per misurare l’umidità è l’igrometro.
Icona regione.
Paolo da Venturina giorno 22/01/2014
Salve, abito in un appartamento di circa 70mq con soffitti alti tre metri. L'umidità va dal 75% al 65%. Mi ero indirizzato sul De Longhi DE350E da tenere nella stanza più umida. Mi sono orientato su questo modello in base alle sue caratteristiche (portata, consumo ridotto) e alla funzione di riscaldamento. Cosa ne pensa?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Paolo, ti sei orientato su un modello ottimo con grande capacità di raccolta ideale anche per ambienti grandi, quindi nella sola stanza andrà benissimo. La funzione di riscaldamento avviene con l’ausilio di resistenza elettrica, che incide con un consumo aggiuntivo di 1250 a minima potenza e 2000 watt alla massima, quindi da aggiungere al consumo del deumidificatore. La funzione di riscaldamento migliora la capacità di raccolta, se impiegato in ambienti non riscaldati, ma se la casa è calda non ce n’è bisogno e ti potresti orientare su un modello senza, anche con una capacità di raccolta più bassa, risparmiando sul costo di acquisto.
Icona regione.
Daniele da Sondrio giorno 18/01/2014
Buongiorno, abito in una casa nuova con isolamento di 10cm classe B. Ho problemi di umidità che in camera arriva anche all'80% e mi sta creando della muffa. Ho pensato di usare un deumidificatore, ma leggendo in giro ho trovato un articolo in cui parlavano di distinzione tra umidità e condensa: entrambi causano la muffa ma se con l'umidità si risolve bene con il deumidificatore, secondo loro con la condensa no, con la condensa più di tanto non si risolve. secondo voi è vero o in entrambi i casi non ci sono problemi? ed in caso come posso capire se ho umidità o condensa? Come deumidificatori in caso non saprei come orientarmi, se potete darmi un consiglio per stanze dai 12 ai 28 metri quadri. Grazie mille e complimenti per quello che fate.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Daniele, la reale distinzione è tra l’umidità di risalita di colore biancastro e quella di condensa di colore solitamente nero, ma sempre di umidità si tratta. L’umidità di risalita si constata generalmente in cantina, al piano terra ed al massimo al primo piano, dove per effetto del contatto con il terreno e l’evaporazione delle acque i muri assorbono umidità, generando danni agli intonaci che si manifestano sotto diverse forma. L’umidità di condensa invece ha origini interne alla casa ed è si concentra nei punti più freddi proprio per effetto della condensazione. L’aria calda dell’ambiente trattiene acqua che al contatto con le superfici fredde viene condensata e ceduta, negli angoli, cucina, bagni, camere e sui vetri. Per l’identificazione del deumidificatore consiglio di orientarsi su modelli con una capacità in metri cubi trattati doppia rispetto al volume da deumidificare.
Icona regione.
Franco da Udine giorno 18/01/2014
Salve, ho un problema di muffa nel reparto notte, che si trova nel lato nord di casa. Da un corridoio centrale (10,5 mc) si accede: a sinistra (ovest) al bagno (16,5mc) ed allo studio (25 mc), mentre a destra ( ovest) ad una camera singola (32 mc) ed una matrimoniale (42,5 mc). Da quest'ultima si accede anche ad un ripostiglio (9 mc). Due delle pareti della camera matrimoniale sono perimetrali ed una si trova a nord ed una a ovest. La percentuale di umidità delle stanze si aggira sul 76% ad una temperatura media di 17 gradi. In base a questi dati siete in grado di consigliarmi una macchina che possa risolvere il problema tenendo conto dei consumi e della rumorosità? Grazie in anticipo dei suggerimenti che mi vorrete dare.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Franco, con un solo deumidificatore, anche se posizionato nel corridoio, non riesci a togliere l’umidità in tutte le stanze. La posizione centrale fa si che la sua azione si sviluppi nelle sue immediate vicinanze e la presenza della pareti ne impedisce una diffusione più ampia. Quindi dovresti impiegarne più di uno o, anche se ci sono comunque delle limitazioni, orientarti su un 20 litri e posizionarlo nella camera da letto e solo dopo che questa è scesa ad un’accettabile presenza di umidità, spostarlo in un'altra stanza umida, per poi risposarlo nuovamente.
Icona regione.
Francesca da Napoli giorno 16/01/2014
Abito al piano terra di un appartamento di 80m2 , ho solo umidità di risalita dietro alla porta d’ingresso, ma in inverno con la stufa o i riscaldamenti accesi mi trovo bagnato sotto ai letti e solo alcune parti della stanza. Premettendo che ho infissi anodizzati e sottostante alle camere c’è la cantina. Ma avendo dalla mattina gli infissi socchiusi ho notato che non fa bagnato sotto al letto, ma vorrei acquistare un deumidificatore x 80m2 di casa e che sia a basso consumo energetico e che non costi troppo, mi date un consiglio, grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Francesca, un solo deumidificatore per tutti gli 80 metri quadri non è sufficiente, ti consiglio di restringere il campo all’ambiente che vivi di più o dove hai maggiore esigenza di deumidificare, quindi dimensionare in base a questo.
Icona regione.
Norberto da Fermo giorno 14/01/2014
Salve vorrei un consiglio nell'utilizzo del deumidificatore Kendo Km-16F3 16/24litri ,premetto di avere un appartamento di circa 75mq composta da tre camere una sala e una cucina di piccole dimensioni più o meno ed avendo problemi di muffa e una continua sensazione di umidità e la soliti condense sui vetri ecc, mi chiedevo se mettendo il deumidificatore al centro della casa, visto la presenza di un piccolo corridoio quadrato, che da alle camere e al corridoio della cucina e della sala, riesco e deumidificare l'intera casa o è meglio spostarlo per ogni stanza? Considera che il problema più relativo e nelle camere che sono nel versante nord.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Norberto, mettilo nella stanza che più ti interessa deumidificare, la posizione centrale non va bene, non ti consente di deumidificare i punti più distanti, sia per insufficienza di potenza deumidificante, che per impedimenti strutturali quali le pareti.
Icona regione.
Michele da Ginosa giorno 14/01/2014
Devo deumidificare una stanza di 20 m2 x 3 mt di altezza quindi 60 m3 visto che abbiamo trovato muffa nell'armadio ed avevo individuato un deumidificatore della De Longhi dem 10 da 10 lt. Mi hanno suggerito di prenderne uno più grande, almeno da 16. Cosa mi consigli?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Michele, suggerimento azzeccato, il 10 litri è sottodimensionato. Personalmente mi orienterei su un 20 litri, ponendo particolare attenzione all’assorbimento in watt, puoi trovare dei 20 litri che consumano quanto o poco più di un 10 litri; magari lo paghi leggermente in più ma ne vale la pena.
Icona regione.
Michele da Catania giorno 14/01/2014
Salve e grazie anticipatamente per questo forum che mi è stato estremamente utile per l'acquisto del mio deumidificatore DDS De Longhi da 25L. L'apparecchio nei primi tre giorni ha raccolto e continua a raccogliere una gran quantità d'acqua in camera da letto, ormai completante annerita per via dell'umidità; però la percentuale d'umidità registrata dall'igrometro non accenna a diminuire e si è assestata attorno all'80%, pur avendo impostato correttamente il deumidificatore. Devo intendere ciò come un malfunzionamento?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Michele, continua a tenere in funzione il deumidificatore, potrebbe essere che, anche se ha già tolto un bel po’ d’acqua, non è riuscito ancora a scendere sotto quella soglia. Se tra qualche giorno, dopo una raccolta continua di acqua continua a non scendere possiamo cominciare a sospettare che ci sia un problema. Se hai delle camere più asciutte fai la prova in quelle.
Icona regione.
Marco da Bari giorno 13/01/2014
Buonasera, complimenti per il sito. Leggendo tutti questi pareri ho chiarito molto le mie idee. Vivo in un appartamento di circa 80 m2, con 4 stanze complessive ed ho deciso di acquistare un deumidificatore ma sono indeciso tra tre modelli. Avrei bisogno di un parere tecnico, che unisca qualità e prezzo. Sono indeciso tra Aquaria Splendid 20l Deolo 21 e Trotec 70.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Marco, opterei o per l’Aquaria o per il ttk 70 S, il primo consuma di meno, il secondo toglie più acqua e costa un po’ meno. Leggi comunque i pareri su Trotec.
Icona regione.
Salvatore da Caserta giorno 13/01/2014
Salve abito in un appartamento di 100 mq in ogni stanza senza riscaldamento la temperatura sta da 15 a 16°C, mentre con i termosifoni accesi con caldaia a metano arriva fino a 18 o 19°C ma con umidità che sta al 70% accesi e quando li spengo arriva anche a 79-80%. Ho delle macchioline nere che si sono formate solo sui pilastri senza condensa sugli infissi e nemmeno bagnato a terra, volevo acquistare un deumidificatore della argo da10 lt, la casa è nuova posta al secondo piano, riesco a togliere l’umidità ? Se la tolgo dopo si formerà di nuovo ? Ho tolto anche gli umidificatori sui termosifoni ma non cambia molto riesco ad asciugare i muri grazie?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Salvatore, un deumidificatore ha certamente la capacità di raccogliere l’umidità e ripristinare condizioni di benessere, però per riuscire ci deve essere un giusto dimensionamento. Innanzi tutto con un solo deumidificatore non puoi riuscire a ripristinare l’umidità ideale in 100 metri quadri di appartamento e soprattutto un 10l/24 ore è troppo poco, può andare bene per una stanza introno ai 10/12 metri quadri e con una temperatura introno ai 20°C, se è di 15/16°C non fai niente. Quindi ti consiglio di orientarti almeno su un 20 litri, per una stanza e non per tutta casa. Hai fatto bene a togliere gli umidificatori, non fanno altro che aumentare l’umidità. L’umidità, se non viene eliminata la fonte di origine, una volta tolta si riforma.
Icona regione.
Giovanni da Torre del Greco giorno 11/01/2014
Salve vivo a piano terra vicino al mare con un piccolo giardino ed in inverno la casa è molto umida, premetto che facciamo aerare sempre soprattutto nei giorni di sole, uso un deumidificatore howell deu 10l ma non so a cosa si riferiscono i tasti low e high caldo e freddo ma quando e come si usano.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giovanni, i tasti low e high si riferiscono alla velocità di ventilazione, bassa nel primo caso ed alte nel secondo. I tasti caldo e freddo farebbero presupporre ad una funzione di riscaldamento e di raffreddamento, ma sinceramente ho dei dubbi. Il freddo essendo un deumidificatore non lo fa, il caldo se ha la resistenza elettrica si. Sul sito Howell, non è indicata la funzione riscaldamento, ma se c’è scritto caldo prova a schiacciare il pulsante e vedi se esce aria calda.
Icona regione.
Mario da Roma giorno 08/01/2014
Salve ho appena acquistato un deumidificatore, volevo sapere come faccio a calcolare la percentuale di umidità che devo impostare? Che tipo di calcoli devo fare per impostare un livello ottimale?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Mario, in base alla tipologia di ambiente si può necessitare di una differente percentuale di umidità, in case solitamente con una temperatura dai 19°C ai 24°C intorno al 50%.
Icona regione.
Vitangelo da Bari giorno 07/01/2014
Ciao, volevo chiedere se è meglio un deumidificatore per stanza oppure uno unico per tutta la casa. Ho un appartamento da 60mq composto da una cucina\soggiorno da 25 mq 1 bagno e 2 stanze da 12mq. Avrei bisogno di deumidificare la cucina soggiorno e 1 delle 2 stanze, pensavo di prendere un deumidificatore da 4/5L nella stanza da 12mq ed uno da 10/15L nella cucina. Cosa ne pensate, faccio bene oppure ne prendo uno per l'intero ambiente?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Vitangelo, uno per ogni stanza e di potenza superiore a quella indicata. Direi 10/12 litri per le camere e da 20 litri per la cucina. Devi considerare che la potenza dichiarata si riferisce a delle condizioni specifiche, direi estive ed in questo periodo si dimezzano se non di più a seconda della temperatura che c’è in casa.
Icona regione.
Marco da Trento giorno 09/12/2013
Salve, volevo chiedere gentilmente un informazione: abito in un appartamento su 2 piani, di 75 mq per piano. Al primo piano, mi si forma della muffa specialmente in bagno, quindi credo che dovrei optare per un deumidificatore per il bagno che è circa di 12 mq (hai un consiglio su uno in particolare?) La zona notte, è più soggetta, perché un bagno ed una stanza sono rivolti a nord, ed è li che si vedono le tracce maggiori della muffa. Secondo te, mi conviene mettere un deumidificatore bello potente fuori dalle stanze, visto che ho un atrio, o conviene metterne più di uno ma nelle stanze più soggette?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Marco, per ottenere un risultato ottimale metti un deumidificatore per stanza e considera una capacità doppia rispetto al volume della stanza.
Icona regione.
Alessandro da Ascoli Piceno giorno 06/12/2013
Buongiorno, innanzitutto complimenti per il sito veramente utile e grazie per la disponibilità. Devo acquistare un paio di deumidificatori per due stanze soggette ad umidità che nonostante il riscaldamento acceso danno sempre quella fastidiosa sensazione di freddo. La prima stanza è di circa 90 m3 con valori misurati tramite igrometro di 67% umidità a 15°. La seconda invece è di 70 m3 ,65% umidità a 16° (è leggermente più "calda"). Che deumidificatore mi consiglia? Cosa ne pensa di un Argo Deolo 21? (tasso di deumidificazione:0,88 l/h , flusso d'aria 126 m3/h ) Ce ne vuole uno più potente?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Alessandro, considerata la temperatura al di sotto dei 20°C, direi che Deolo 21 può andare bene per la stanza di 70 metri cubi, mentre per l’altra stanza aumenta la capacità.
Icona regione.
Sandro da Roma giorno 27/11/2013
Salve, abito in un appartamento di 97 mq a piano terra e, nel periodo invernale ho grandi problemi di condensa da umidità ma che avverto in modo maggiore dopo che mia moglie inizia a cucinare o mettere a bollire l'acqua per la pasta. Premetto che l'appartamento è ben coibentato con isolamento da intercapedine e finestre di alluminio(purtroppo senza taglio termico) che non fanno entrare un filo di aria ma iniziano a grondare tantissimo anche perché non ho persiane ma solo le grate di ferro. La sala di 30 mq circa è quella più assoggettata alla condensa e al freddo anche perché ha la terrazza sopra e l'angolo cucina insieme. Le camere da letto che sono 2 di 18mq l'una sono più calde perché sopra c'è un appartamento e ho mezza parete circa di riporto della terra esterna, ben isolata però ma, le finestre si bagnano ugualmente, l'unica cosa bella è che non ho muffe su pareti e soffitti, ma solo un po’ sui bordi delle mazzette vicino alle finestre. Sto facendo anche dei fori a parete per creare un po’ di ricircolo dell'aria perché la condensa si forma anche sul pavimento agli angoli della sala e, mi hanno consigliato anche di riscaldare casa con una stufa a legna piuttosto che con i termosifoni. Vi chiedo gentilmente un consiglio su come affrontare questo problema e quale deumidificatore usare, anche perché devo comprarlo e voglio essere sicuro della spesa che affronto.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Sandro, devo dirti che con l’impiego di un solo deumidificatore non riesci a risolvere una condizione di umidità così estesa, quindi o acquisti un deumidificatore per ogni stanza o ti concentri su quella/e che sono più vissute.
Icona regione.
Carlos da Firenze giorno 21/11/2013
Buongiorno il mio Deumidificatori non tira più l'acqua, devo comprare uno nuovo o si può riparare?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Carlos, bisogna che lo porti in un centro di riparazione per identificare il problema e valutare se la riparazione è economicamente conveniente, anche in base al modello di deumidificatore, se è un buon modello, se è vecchio, quanto consuma ed altro.
Icona regione.
Federica da Merano giorno 21/11/2013
Salve, ho 2 bambini piccoli e mi dispiace se forse la mia domanda è già stata posta ma non ho tantissimo tempo da leggere tutti i post- abito in un appartamento molto umido di 100m2 circa, oggi mi è arrivato il De Longhi DDS30, e non so come fare per iniziare a tirare via tutta questa umidità iniziale, faccio andare per un giorno in una stanza e poi cambio stanza? Mentre accendo il deumidificatore è meglio accendere o spegnere il termo autonomo?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Federica, si lascialo per un giorno interno in una stanza, l’indomani ti renderai conto se l’ambiente è più asciutto e potrai spostarlo o tenerlo ancora lì. Lascia i termosifoni accesi l’aria più calda aiuterà il deumidificatore ad essere più efficiente.
Icona regione.
Patrizia da Tarquinia giorno 21/11/2013
Buongiorno, abito in un appartamento in affitto molto umido. In inverno muffa visibile sui muri, sugli abiti sulle scarpe, sui mobili. L'appartamento è di circa 50mq suddiviso in: pian terreno salottino e bagno, piano rialzato (3 gradini) cucina e bagno. In inverno sono costretta a stendere in cucina. A quanto ho capito non mi conviene acquistare un unico deumidificatore anche se di capacità più grande, inizialmente pensavo di acquistarne uno con un assorbimento minimo di 20 25 lt / 24h. Avrei bisogno di metterne uno in camera da letto fisso ed un'altro da utilizzare in cucina e in bagno spostandolo per necessità. La camera e la cucina sono di circa 15mq ognuna arrotondando per eccesso. Che tipo di deumidificatore mi consiglia in termini di efficienza e in termini di risparmio energetico? Ossia quanti litri/24 h mi consiglia di acquistare e per la capacità di contenimento di acqua? E per i consumi quanti watt? Può indirizzarmi su qualche modello in particolare o perlomeno escludere quelli che non fanno per me? Sono completamente ignorante in materia.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Patrizia, indirizzati su modelli dai 16litri/24 ore, per capacità della tanica, consumi ed altro devi valutare tu in base alle tue esigenze ed alla spesa che riesci a sostenere. In questa pagina trovi un tabella di confronto di diversi deumidificatori, così puoi regolarti meglio.
Icona regione.
Giuseppe da Soverato giorno 20/11/2013
Salve, vivo in Calabria in una villetta a circa 150 m dal mare. In camera da letto -36 mc, durante l'inverno, ho problemi di muffa sulla parete esposta a nord, ovviamente, vista la scarsa coibentazione, e su altre localizzazioni di ponti termici. L'eccesso di umidità è evidente anche dalla copiosa condensa, al mattino, sui vetri delle finestre. Visto che per ora non posso procedere alla realizzazione di un cappotto avrei pensato di acquistare un deumidificatore. Qualche consiglio?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giuseppe, l’ambiente da deumidificare non è particolarmente grande e potrebbe andare bene anche un 10/12 litri/24 ore, anche se poi il fattore temperatura interna è determinante per la resa, quindi non conoscendo tale dato, per andare sul sicuro orientati su una capacità di 20 litri /24 ore.
Icona regione.
Laura da Lecco giorno 20/11/2013
In un ambiente lavorativo (officina meccanica) di dimensioni 350m^2 e h 7 mt circa, con umidità dell'80% o superiore, cosa consiglia per portate l'umidità a valori normali (60-65%)? Inoltre, i deumidificatori si possono rovinare "filtrando" l'aria di un'officina che potrebbe essere impregnata, oltre che di umidità, anche di vapori di olio emulsionabile?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Laura, considerato l’ambiente così grande e la tipologia, che mi induce a pensare anche che non sia riscaldato, non ti consiglio nessun deumidificatore tradizionale ma uno destinato al settore industriale.
Icona regione.
Alessandro da Grottaferrata giorno 17/11/2013
Buongiorno, mi complimento innanzitutto per la competenza e la cortesia in risposta a tutte le domande. Ho letto i vari post, credo il mio caso non sia stato ancora trattato e lo espongo. Casetta con giardino in collina, zona umida, tutti e 4 i lati esposti a vento e pioggia, 45 metri quadri. Pavimento e soffitto coibentati, pareti no, il camminamento esterno poggia su una intercapedine che gira intorno a tutta la casa. Sulle superfici esterne della casa non c è muffa, solo in basso l'intonaco tende in qualche punto a sbriciolarsi. All'interno da Novembre ad Aprile tanta acqua ed un po’ di muffa su tutte le pareti tranne quelle rivolte a sud. Alla mattina i vestiti sono bagnati. La casa si compone di un saloncino all'americana usato per dormire (16 m2), cucinotto (5 mq), bagno (5mq) e camera da letto matrimoniale(16 m2) e disimpegno che unisce i 4 ambienti. Quindi casa molto piccola ma su più ambienti. L'umidità di inverno è molto alta, ma non dispongo di igrometro per misurarla. Avrei pensato di comprare un Tasciugo Ariadry DE 350 E per coprire tutta la metratura. E' sufficiente un solo apparecchio o anche per una casa di soli 45 m2 è opportuno un acquisto di due apparecchi più piccoli per ogni stanza? Una rumorosità di 44 dB è compatibile con il riposo notturno?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Alessandro, essendo la casa molto raccolta con un solo deumidificatore puoi andare bene a patto che lo sposti di posizione dopo un certo tempo. La sua azione è infatti concentrata nelle sue immediate vicinanze e conseguentemente, s’è distante dalla camera da letto, dove hai una concentrazione di umidità, questa non viene asportata se non lo posizione all’interno. 44 Dba sono fastidiosi per il riposo notturno, ti converrebbe a questo punto acquistarne due più piccoli che sono meno rumorosi e puoi dislocare in due ambienti.

Optando per due apparecchi più piccoli anziché per il DE 350 E, quale deumidificatore mi consiglierebbe, preferibilmente ma non necessariamente equipaggiato con Timer? Che capacità in litri/24h, considerato che in inverno la temperatura si abbassa notevolmente ? Può indicarmi qualche modello tra cui scegliere? Grazie mille e ancora complimenti per questa utilissima pagina web.

La scelta varia in base alla grandezza delle camere che devi deumidificare, non mi hai indicato la grandezza di ognuna di loro, ma considerando la superficie totale, non credo che superino i 16 mq ognuna, quindi opterei per modelli con una capacità di almeno 16 litri/24 ore. Per i dati tecncici ed i modelli guarda questa pagina.

Icona regione.
Simone da Firenze giorno 16/11/2013
Salve, ho una cabina armadio nel seminterrato, 9 mq x 2,5 metri di altezza, praticamente senza finestre se non un foro di 15 cm di diametro per far circolare un po' d'aria, cabina non riscaldata. Il problema è che nei mesi invernali trovo la maggior parte dei vestiti umidicci e con la muffa. Risolvo col deumidificatore? Quale potenza?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Simone, può bastare un deumidificatore con capacità di 10 l/24h, anche se nella scelta devi tener presente della temperatura che c’è nell’armadio, se particolarmente bassa devi orientarti su un modello più potente.

Ho optato per un De Longhi DDS20, ma mi chiedo, a quale % di umidità lo devo impostare? Cioè quale % di umidità devo mantenere affinché non abbia i vestiti umidi?

In una casa va bene intorno al 50%, per gli indumenti dal 40% al 50% poi vedi gli intervalli che ti da il deumidificatore.

Icona regione.
Valeria da Padova giorno 15/11/2013
Salve, ho una casa di 100 mq con riscaldamento a pavimento. D'inverno, alla mattina, ho la condensa ai vetri delle finestre e sul muro sotto una di queste ho alcuni puntini di muffa. Con un bimbo piccolo ho sempre panni stesi, cosa mi consiglia? Non è che un deumidificatore mi seccherebbe troppo l'aria di casa?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Valeria, la mattina si crea la condensa in quanto con lo spegnimento momentaneo dei termosifoni nelle ore notturne/mattutine, si abbassa la temperatura ambiente e l’acqua che è nell’aria viene ceduta, fissandosi alle diverse superfici, in particolar modo ai vetri delle finestre, dove c’è anche un effetto di differenza termica tra l’interno e l’esterno. Un deumidificatore non secca l’ambiente, anche perché una volta impostata una determinata percentuale non va al suo di sotto. Con un solo deumidificatore non riesci fare tutti i 100 mq, ti devi quindi concentrare sulla stanza che è di tuo maggiore interesse.
Icona regione.
Luca da Varese giorno 07/11/2013
Buonasera, approfitto della sua gentilezza per chiederle consiglio: ho moltissima umidità nel locale caldaia (piano interrato) che misura 30mq, sia per una perdita d'acqua che c'era stata in un muro, sia per il terreno ma anche perché stendiamo i panni. Muri bagnati e scrostati fino a trovare muffa in un armadio e nei vestiti all'interno. Un deumidificatore 16l/24h può essere sufficiente o meglio 21?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Luca, se l’ambiente ha tutte queste condizioni sfavorevoli, mi sento solo di dirti che più e potente e meglio è.
Icona regione.
Matteo da L'Aquila giorno 04/11/2013
Buongiorno, approfitto della sua grande esperienza per sottoporle la mia situazione. Vivo in una mansarda di circa 70 mq, composta da due camere (entrambe 18 mq), cucina abitabile (25mq) e bagno (8 mq). Ho un'umidità media dell'80% più o meno in tutti gli ambienti. Sono costretto a stendere in casa e l'ambiente non è molto ventilato (con l'avvicinarsi dell'inverno tenere le finestre aperte a L'Aquila è un problema). Opterei per l'acquisto di un solo apparecchio da spostare di stanza in stanza, nonostante il problema sia diffuso, perché essendo in affitto conto di non restare più di anno. Stavo guardando alcuni modelli dell'Ariston, Mitsubishi e Trotec, tutti tra i 16 e i 20 lt/24h, in quanto mi sembrano tra le marche più silenziose e a maggior risparmio energetico. Lei cosa mi consiglierebbe? La capacità di deumidificazione è sufficiente?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Matteo, ritengo che l’impiego di un solo deumidificatore anche se di capacità rapportata alla superficie/volume dell’ambiente da trattare, in questo caso un 16/20 litri sarebbe insufficiente, in presenza di ambienti suddivisi, come in questo caso, non è in grado di restituire una condizione omogenea, quindi è preferibile l’impiego di più deumidificatori dislocati nelle stanze. Tuttavia puoi impiegarne uno solo, sicuramente non con lo stesso risultato, da spostare di volta in volta negli ambienti più umidi, a questo punti mi orienterei su uno di almeno 20 litri.
Icona regione.
Federico da Londra giorno 03/11/2013
Ciao! Una cosa non mi è chiara: vivo in una casetta a due piani non molto grande che non raggiunge i 60mq. Il problema con la condensa (e conseguente muffa sulle pareti) ce l'ho al piano superiore dove vi sono le 2 camere da letto e un bagno piuttosto piccolo. Un solo deumidificatore (pensavo ad un De Longhi con capienza intorno ai 12L) posizionato al piano superiore mi basta anche se devo deumidificare 3 (piccole) stanze diverse e non un ambiente unico? Ciò che intendo è: estrae l'umidità anche in una stanza vicina dove non è posizionato?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Federico, può andare bene per una sola stanza e non riesce ad estrarre l’umidità che c’è nella stanza accanto.
Icona regione.
Gabry da Torino giorno 28/10/2013
Salve, vivo in un appartamento di circa 100 m2, stavo valutando l'acquisto di un deumidificatore per tentare di risolvere il seguente problema. Sulle pareti interne dell'abitazione si formano delle macchioline grigie molto diffuse e bruttissime a vedersi, è differente dalla classica muffa nera (ho anche quella ma limitata ad un angolo soffitto parete causa ponte termico ecc.ecc.) L'umidità interna non mi pare eccessiva con un igrometro misuro valori dal 46 al 65%, la cosa strana è che nel locale lavanderia (non confinante con pareti esterne) dove durante l'inverno capita di stendere i panni ad asciugarli non c'è la minima traccia di muffa o macchia neanche a pagarla. Chiedo pertanto se un deumidificatore (almeno in 1 locale) potrebbe essere utile per questo problema e se, sulla base della Vs. esperienza sapete dirmi se quelle macchie sono umidità o altro.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Gabry, si tratta sempre di muffa che per condizioni ambientali di umidità assume un colore differente. Un deumidificatore è utile ad eliminare il problema.
Icona regione.
Debora da Bucine giorno 23/10/2013
Buonasera, ho bisogno di chiedere un parere come molte persone che scrivono qui ovviamente. Ho la casa molto umida, e le pareti che danno sull'esterno sono tutte piene di muffa, che toglierò presto e ridipingerò. La mia domanda è: siccome 3 pareti su 4 sono esterne, non confinanti con nulla, l'esposizione all’umidità è molto alta, in casa ho circa l’ 80% di umidità, anche la carta igienica del bagno spesso è bagnata, quindi vorrei capire come togliere questa umidità. Acquistare un deumidificatore per stanza sarebbe impossibile in quanto troppo oneroso ma devo trovare un modo per togliere questa umidità. Praticamente ho una casa di circa 70 metri quadri divisa in salotto con cucinotto, stanza non particolarmente umida, due camere e un bagno umidissimi. Quello che volevo capire è: se sposto il deumidificatore tra le stanze a giorni alterni, può essere una soluzione? Le tre stanze umide sono collegate da un mini ingresso di scambio, che porta anche al salotto ma sarà a dir tanto 1 m x 1 m, se posiziono lì il deumidificatore è più facile che deumidifichi il salotto in quanto stanza più grande e libera o deumidifica anche le altre stanze se lascio la porta aperta? Che tipo di deumidificatore mi consiglierebbe?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buonasera Debora, la soluzione migliore è quella di fare un cappotto termico sulle pareti esterni, certo è costoso ma limiti tantissimo l’umidità. Con il deumidificatore ottieni comunque dei buoni risultati, però devi orientarti su modelli che hanno una portata rapportata all’ambiente, ed è preferibile averne più di uno dislocati nelle varie stanze della casa. Capisco che è una spesa, ma se metti un solo deumidificatore, che sposti da stanza a stanza, dovresti orientarti su uno potente, che comunque costa di più e consuma di più ed alla fine sei sempre lì.

Quindi il cappotto dici, il problema e che diminuisce il volume delle stanze e la casa e già di suo piccola! Non credo sia possibile al di la del costo!  Per i deumidificatore se ne mettessi uno per stanza magari evitando la sala che è la meno umida che tipo mi consiglieresti? Su che costi mi aggiro? Ho visto che c'è un tipo della chicco, il modello è DeHumi, che deumidifica stanze con metratura non superiore a 20 metri, ma non sarà il massimo immagino, che ne pensi?


Il cappotto dovresti farlo all’esterno e non dall’interno delle stanze. La potenza va scelta in base alla grandezza dell’ambiente ed altri fattori, comunque parlando di camere da letto non credo che saranno più grandi di 20 metri quadri, quindi mi orienterei su deumidificatori con capacità intorno ai 120/150 metri cubi, un 16/20 litri. Il prezzo dipende un po’ dalle prestazioni, ma in linea di massima dalle 130,00 alle 200,00 euro, poi girando per negozi puoi trovare delle offerte ancora più vantaggiose. Il DeHumi, lasciaci stare è per ambienti molto più piccoli.

Icona regione.
Marco da Mira giorno 22/10/2013
Salve, il deumidificatore si accende ma non deumidifica più, cioè non vedo più l'acqua nella vaschetta. Sa dirmi qualcosa?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno, molto probabilmente c’è stata una perdita di gas e quindi non riesce più a raffreddare lo scambiatore e non recupera l’acqua che c’è nell’aria. Devi portarlo da un tecnico per ripararlo, sempre se conviene economicamente e se fattibile.
Icona regione.
Alberto da Brugherio giorno 14/10/2013
Ho un appartamento di 60mq ed ho problemi di muffa e di umidità in quasi tutto l'appartamento, volevo chiedere se è meglio un deumidificatore unico, messo in posizione centrale (De Longhi DH 300P ) o due messi in sala ed in camera.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Alberto, preferibile un deumidificatore nella sala ed uno nella camera, raggiungi il risultato e consumi di meno.
Icona regione.
Luigi da Roma giorno 13/10/2013
Ho una camera di 45 metri cubi con l'umidità che sfiora il 70%, ho comprato un Secco Tech (14l/24) della Olimpia Splendid che dichiara una cubatura di 140 m, lo accendo e solo dopo dieci ore la percentuale si aggira sotto il 60% a 15 ore arriviamo al 56% devo praticamente tenerlo acceso quasi sempre. H o scelto un modello troppo poco potente o è normale che deve rimanere acceso quasi sempre per arrivare sotto il 60%? Visto poi che la camera in questione è dove dormo il pomeriggio devo aerarla, quindi l'aria si ricambia e siamo da capo, come mi devo comportare?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Luigi, il deumidificatore funziona correttamente, è normale che impieghi delle ore per abbassare la percentuale di umidità. Considera che se un ambiente è umido è spesso perché ha un’esposizione, un isolamento, un qualcosa che tende a farvi formare dell’umidità, ora più velocemente questa si forma più il deumidificatore deve rimanere acceso. Aerare un locale può essere utile per asciugarlo, ma allo stesso tempo se fuori l’ambiente è umido vi fa entrare umidità, lavoro per il deumidificatore. Con uno più potente, saresti riuscita a raggiungere la percentuale desiderata in meno tempo, ma sicuramente con un consumo maggiore rapportato alla sua potenza, ma comunque trascorso del tempo, al ricrearsi dell’umidità avresti dovuto riaccenderlo. In definitiva se l’umidità c’è deve rimanere acceso, e come per il freddo, quando i termosifoni devono rimanere accesi.

Ho notato un'altra cosa e cioè che il deumidificatore del Secco Tech segna sempre un'umidità del 10% in più rispetto all'igrometro che utilizzo in camera, e questa umidità non scende mai sotto il 56%, c'è da dire che anche mettendo l'igrometro nelle vicinanze del deumidificatore rimane sempre la stessa differenza quindi non dipende dalla posizione, è possibile che l'igrometro del deumidificatore segni male?

Potrebbe essere che non funzioni bene, ma penso più ad una imprecisione dei dati. Per rilevare con precisione la percentuale di umidità ci vuole un buon igrometro, uno professionale, che arriva a costare qualche centinaia di euro. Il deumidificatore credo ne abbia uno medio.

Cosa intendi per "imprecisione dei dati"?. Ho notato che in poco meno di 20 ore ad una temperatura di circa 21 gradi il deumidificatore tira giù meno di un litro e mezzo di acqua, non è poca per un 14 litri che dichiara una cubatura di 140 m3, lo so che per 14 litri si intende a temperatura di 32 gradi ma non è poco un litro e mezzo a 21 gradi per 20 ore ?

Intendo che se vai su un igrometro professionale riesce a misurare con precisione, mentre altri di qualità media possono restituire dati diversi. Per la quantità di acqua mi sembra molto poca, se puoi prova ad aumentare la temperatura e vedi se ne raccoglie di più.

Icona regione.
Emanuele da Pescara giorno 10/10/2013
Premetto che abito in un posto molto umido ed ho bisogno di un deumidificatore sia per la primavera che per l'autunno in quanto poi d'inverno accendo il camino e asciuga tutto, volevo sapere se prendo un deumidificatore ad esempio marca "Argo 12 narciso" posso anche usarlo in estate quando c'è un caldo infernale? Ho sentito che oltre a togliere quella sensazione di "appiccicaticcio" che poi sarebbe l'elevata umidità , riesce leggermente a rinfrescare l'ambiente?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buonasera Emanuele, puoi utilizzare il deumidificatore anche d’estate, anzi in quel periodo ha la maggiore capacità di raccolta di umidità proprio perché fa più caldo. Diminuendo la percentuale di umidità nell’aria restituisce una sensazione di maggiore benessere, però non raffredda l’ambiente, anzi per effetto del surriscaldamento del compressore, normale, può aumentare di qualche grado la temperatura ambiente.
Icona regione.
Antonello da Cosenza giorno 02/10/2013
Salve, grazie per l'impegno e la disponibilità, il mio problema è che sto installando un impianto di riscaldamento radiante a pavimento in un appartamento nuovo di circa 120 mq, h 280, nella zona notte e nel soggiorno (complessivamente 70 mq ) ho intenzione di mettere come pavimenti parquet (naturalmente idonei).Volevo sapere se è necessario deumidificare o se esiste un sistema che posso integrare all'impianto, mi sono orientato su una caldaia a condensazione per alimentare l'impianto ma so che potrei utilizzare una pompa di calore inverter premetto che non ho ancora acquistato la caldaia cosa mi consigliate considerando che io devo pure produrre acqua calda sanitaria. NB sono un operaio che non ho grandi disponibilità economica e i lavori li sto eseguendo in prima persona.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buonasera Antonello, non mi intendo di impianti radianti a pavimento e della loro alimentazione, ne tantomeno se ad essa può essere abbinato un sistema di deumidificazione, posso solo dirti che l’umidità si può presentare indipendentemente dal tipo di impianto, e che in quel caso ci vuole un deumidificatore.
Icona regione.
Simon da Sonnino giorno 01/10/2013
Complimenti innanzitutto per il sito e per l'articolo!
Vivo in campagna e precisamente in una valle, quindi umidità altissima. I muri spessi diventano neri di muffa in inverno, per poi tornare quasi alla normalità in estate. La casa in totale è di circa 110 m2, 3 camere e due bagni + salone e angolo cottura. Quindi ambienti piccoli, ma separati tra di loro se non da un unico corridoio. Nell'articolo tu scrivi così: "I deumidificatori si differenziano, a parte per la marca e per qualche caratteristica particolare e specifica di qualche modello, per la capacità di deumidificazione, ovvero quanta acqua riescono ad asportare da un ambiente nell'arco delle 24 ore." Ma come faccio a sapere a quale percentuale di umidità corrispondono, per esempio 5 litri di acqua raccolta in 12 ore di funzionamento?o 5 litri in 24 ore? Sapere questo, credo, mi permetterebbe di far girare un unico deumidificatore nei vari ambienti della casa giusto? Oppure devo fare riferimento ad altre caratteristiche?
Grazie mille per l'attenzione e il tempo che dedicherà alla risposta.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Simon, da quanto deduco vorresti capire quanto umidità in litri c’è in ogni stanza e sommarla per determinare il tuo bisogno complessivo ed acquistare un deumidificatore con quella portata. Purtroppo non è così semplice, in quanto la quantità di acqua che è presente nell’aria è variabile, quindi potresti avere umidità differenti in momenti differenti della giornata. Lo strumento per misurare l’umidità è l’igrometro, che tuttavia non dice quanto litri di acqua ci sono nell’aria, ma che percentuale di umidità c’è. Per umidità relativa si intende il rapporto in percentuale di umidità che è presente in un determinato volume d’aria e la quantità massima di umidità che tale volume può contenere alla stessa temperatura e pressione. Quindi si potrebbe avere una stessa percentuale di umidità nell’aria, ma non la stessa quantità di acqua a seconda della temperatura e della pressione dell’aria. Allo stesso modo quando acquisti un deumidificatore, portato per una determinata capacità di raccolta d’acqua, devi considerare che quel dato si riferisce ad una condizione ambiente specifica, ovvero con una temperatura di 30/32° C e l’80% di U.R. Per regolarsi si fa solitamente riferimento al volume dell’ambiente, scegliendo un deumidificatore con una portata superiore allo stesso, questo ti consente di dimensionarlo per condizioni di umidità che sono nella norma.
Icona regione.
Massimiliano da Napoli giorno 23/09/2013
Buongiorno, ho un appartamento di 75 mq ed ho appena comprato un deumidificatore perché ho dei problemi grossi di umidità (90%). Muffa sui vestiti e su tutte le pareti. Ho scelto il modello De Longhi Tasciugo DH 300P e l'umidità sta pian piano scendendo 65 %. Due domande devo per forza attivare la ventola per far in modo che il deumidificatore funzioni? Posso lasciare le finestre aperte mentre il deumidificatore opera o è consigliabile lasciarle chiuse?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Massimiliano, la ventilazione è necessaria per re immettere l’aria privata dell’umidità nell’ambiente, puoi solo sceglierne la velocità, in base alla quale il trattamento sarà più o meno veloce. Puoi anche lasciare le finestre aperte durante il suo funzionamento, anche se è consigliabile lasciarle chiuse. L’aria proveniente dall’esterno porta con se un carico di umidità, che è mutevole in funzione di parecchie variabili meteo. Quindi potrebbe essere superiore a quello dell’ambiente, aggravando il lavoro del deumidificatore, o più asciutto assorbendo umidità ed agevolando l’asciugatura.
Icona regione.
Sergio da Zagarolo giorno 23/09/2013
Ho letto molti commenti ma si parla sempre di deumidificatori "portatili" con o senza funzioni speciali di impostazioni di grado di umidità. Nella mia camera da letto ne ho uno (olimpia splendid) che va bene e mi produce litri e litri di acqua ma è rumoroso per il tipo di uso della stanza e lo devo spegnere quando voglio dormire ma questo fa si che al mattino mi ritrovo almeno il 15% di umidità in più. Ovvero dopo alcune ore di accensione del deumidificatore alla sera ho in camera il 55% di umidità ma una volta spento e dormito in due per 7 ore l'umidità al mattino è risalita a 70-80%. Vorrei montare a parete un condizionatore a inverter di questi supersilenziosi ma tutti hanno la funzione di deumidificazione che abbassa di uno/due gradi la temperatura e perciò nelle mezze stagioni (dove più è necessario) mi raffreddano troppo la stanza. Mesi fa, in una ricerca su internet, ho trovato un post che parlava di un modello di Hitachi e uno di Mitsubishi che hanno una funzione avanzata della deumidificazione, ovvero che con un sistema di ricircolo riportano l'aria alla stessa temperatura di quella che prelevano. Purtroppo ho provato a ricercare quali modelli fossero ma senza risultati. Potete aiutarmi?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Sergio, non ho riferimenti per Mitsubishi, mentre per Hitachi è la linea Premium SX8 e nello specifico i modelli U.I/U.E.: RAS 18SX8/ RAC 18SX8, RAS 25SX8/ RAC 25SX8 e RAS 35SX8/ RAC 35SX8.
Icona regione.
Fonzy da Lecce giorno 20/09/2013
Salve, ho un appartamento, al 1° ed ultimo piano, di circa 100 mq e 2,70 mt di altezza. E' coibentato con cartongesso e polistirene al soffitto e per tutto il perimetro. Purtroppo puntualmente ogni anno in primavera devo passare la candeggina sulle pareti, perché la condensa che si forma durante l'inverno, (termosifoni accesi e temperatura tra i 16 e 20 gradi tutto il giorno) mi lascia dei puntini neri. Con un deumidificatore potrei risolvere questo problema? Se si, di che potenza? Grazie!
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Fonzy, i puntini neri sono delle macchie di muffa, il che significa che c’è una presenza di umidità tale da farla proliferare. Un deumidificatore sicuramente può risolverti il problema, però devi considerare che se il problema è in tutto l’appartamento, con un solo deumidificatore posizionato al centro non risolvi, se non nelle sue strette vicinanze, quindi devi impiegarne più di uno. Per la potenza trovi indicato come orientarsi nei diversi commenti.
Icona regione.
Dino da Torino giorno 20/09/2013
Buongiorno, volevo chiedere un prezioso consiglio, vista la sua competenza in merito all'argomento. Vivo in un appartamento al 1° piano di circa 220 m3. Ho problemi di umidità sia in soggiorno sia in camera da letto. La casa e di nuova costruzione, con infissi in alluminio, pittura antimuffa etc.etc...ciò nonostante in inverno la percentuale di umidità in alcuni punti supera il 67%. Ciò oltre a creare macchie di umidità e muffa sui muri, provoca un'aria irrespirabile, una costante sensazione di freddo nonostante i termosifoni accesi e regolati sui 22° circa, ed addirittura macchie di condensa e acqua sui pavimenti. Ho pensato di acquistare un Deumido 20 della vortice, anche per via della sua funzione automatica di accensione al superamento della percentuale di umidità impostata, quindi garantendo un risparmio maggiore in costi di elettricità. La mia domanda è la seguente: può bastare un unico deumidificatore magari posizionato in corridoio tra il soggiorno e la camera da letto? In questo modo risolverei facilmente il problema ed avrei tutta la superficie deumidificata. Ho invece ne devo acquistare due differenti da posizionare dividendo la cubatura in 2 parti? Spero che lei mi risponda, magari indicandomi eventualmente anche il prodotto che più potrebbe fare al mio caso.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Dino, ti consiglio di concentrarti sui singoli ambienti quindi sul solo soggiorno e sulla sola camera da letto. Una posizione centrale diminuisce o annulla l’azione del deumidificatore nei punti ad esso più lontani. Per la scelta ti rimando alla lettura del confronto deumidificatori, dove potrai trovarne altri con la stessa portata ma, visto che sei attento al consumo con un assorbimento più basso, il Deumido 20 assorbe 520 watt.
Icona regione.
Eleonora da Treviso giorno 17/09/2013
Buongiorno, le chiedo un consiglio su quale modello acquistare avendo, a causa di infiltrazioni d'acqua, muri e pavimento bagnati con distacco dell'intonaco. Questo su quasi tutta la casa ad eccezione di un muro confinante con un altro appartamento. Le stanze da deumidificare sono: cucina/soggiorno che sarà un 20mq, stanza matrimoniale 14mq, studio 6mq. Un altro consiglio: in camera matrimoniale, abbiamo un armadio a muro e naturalmente la parete presenta le stesse problematiche. Essendo una zona comunque difficile da arieggiare, anche tenendo le ante scorrevoli aperte, potrebbe consigliarmi come posizionare il deumidificatore?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Eleonora, considerando che la casa ha delle infiltrazioni, direi che un deumidificatore tradizionale può non essere adeguato a risolvere da solo il problema. Bisogna eliminare le infiltrazioni e recuperare le mura con gli intonaci distaccati e poi valutare la scelta del deumidificatore.

Buongiorno, la ringrazio della risposta. Mi ero dimenticata di dirle che ci siamo ovviamente mossi  per eseguire i lavori da fare per eliminare le infiltrazioni. Ma al momento ho la necessità di asciugare muri e pavimento altrimenti rischio di riempirmi di muffa.

Per queste circostanze vanno impiegati deumidificatori professionali, dai un’occhiata qui, nella parte bassa della pagina, ci sono prodotti usati.

Icona regione.
Antonio da Campobasso giorno 13/09/2013
Salve ho acquistato due ARGO - Ecodry pro 30. Deumidificatore 30 litri da utilizzare in due ambienti di circa 39 m3 uno e 48 m3 l'altro. Le chiedevo se il prodotto scelto è adatto ai due ambienti, tenga presente che si trovano al piano terra con una cantina molto umida al piano inferiore. È possibile programmare la temperatura di esercizio?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Antonio, per gli ambienti vanno bene. La programmazione della temperatura di esercizio non è possibile effettuarla, in quanto è un limite tecnico che ogni deumidificatore ha. Puoi soltanto impostare la percentuale di umidità che vuoi raggiungere nell’ambiente.
Icona regione.
Luca da Torino giorno 04/09/2013
Ciao, ho appena risistemato una casetta da utilizzare solo nei fine settimana da aprile a novembre. Tre lati sono a piano terreno mentre il quarto rimane con un prato dietro che copre circa un metro di altezza infatti all'interno c'è una scala e la casa si sviluppa su più livelli. Questo prato però mi porta umidità soprattutto nella parte della scala, che rimane sotto il livello del prato, e dello stanzone ( 30 mq per 2.2 m di altezza) a piano terreno. Inoltre essendo un ex fienile riadattato, non possedeva le fondamenta e abbiamo fatto un vespaio per ovviare al problema. Però dell'umidità rimane lo stesso. E' il caso che vada ad acquistare un deumidificatore considerato il top della gamma o posso anche limitare la spesa ad un modello meno costoso. E verso quale posso secondo te orientarmi in base a potenza?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Luca, il top di gamma non corrisponde sempre a quello che ha maggiore capacità di raccolta di umidità, ma al modello che ingloba maggiori funzioni. Per la scelta in ogni elettrodomestico, consiglio di partire dalle esigenze, che nella maggior parte dei casi non necessitano di tutte le funzioni, che poi aumentano il prezzo di un prodotto, che possiede un top di gamma. Quindi mi baserei su un deumidificatore che possiede un buon rapporto tra costo ed una elevata capacità di raccolta d’acqua. Nell’articolo e nei vari post è indicato come orientarsi per la potenza.
Icona regione.
Claudio da Treviso giorno 29/08/2013
Salve, ho letto i vari post per avere una idea su quale deumidificatore comprare per la mia taverna di 50 metri quadrati, le murature sono perfette e non c'è muffa ma essendo interrato giocoforza c'è più umidità e quell'odorino di stantio fastidioso, che rende non godibile a pieno la stanza, ci sono poi altre due stanze separate collegate da una porta. Mi stavo orientando sul modello TROTEC-TTK 100 S di cui ho letto sopra, leggevo le caratteristiche e mi sembrano ottime, solo che io abito e vivo in Italia e per comprare quel modello andrei su e-bay un solo dubbio (e se si rompe)? per la garanzia andrei incontro a sicuri fastidi avrebbe un modello italiano che sia pari al TROTEC-TTK 100 S?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Claudio, con caratteristiche simili non posso indicarti altri deumidificatori. Per quanto riguarda l’acquisto puoi effettuarlo direttamente dal sito in italiano trotec: dove trovi anche una sezione dedicata all’usato con delle buone offerte e soprattutto un numero verde di telefono tedesco, ma dedicato all’Italia: 0049 2452 – 962792, con il quale ti puoi confrontare per avere delle delucidazioni su come è strutturato il servizio assistenza post vendita.
Icona regione.
Roberto da Cervia giorno 13/08/2013
Buongiorno, ho una tavernetta di 25 mq arredata e poco usata. Purtroppo si è creata della muffa nei mobili per via dell'umidità e della poca areazione. Pensavo ad un deumidificatore automatico. Quale mi consiglia, Mitsubishi o Splendid Aquaria?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Roberto, sono entrambi due ottimi prodotti, Mitsubishi a qualche caratteristica in più.

Grazie per la risposta , e per avermi indirizzato verso il Mitsubishi Electric. Le chiedo un ultima cosa, al piano terra proprio sopra alla tavernetta, ho una camera da letto matrimoniale dove ho trovato muffe nel telaio del letto e nelle travi in legno del soffitto. Mi consiglia di comprare un secondo deumidificatore o potrei riuscire a risolvere il problema alternando il deumidificatore della tavernetta in entrambe le stanze?  Premetto che in camera ho uno split fisso (Daikin Ururu) che uso solo in estate come condizionatore e deumidificatore....magari potrei usarlo nelle altre stagioni come deumidificatore per risolvere il problema muffa?

Al momento non comprare un secondo deumidificatore, potresti andar bene anche alternandone uno, dipende dalle condizioni di umidità che si concretizzano nel periodo invernale. Ad ogni modo, se non sufficiente, utilizza il climatizzatore in sola deumidificazione, e solo nel momento in cui hai il quadro completo, puoi acquistare un altro deumidificatore, per ottimizzare i consumi energetici.

Grazie infinite per il consiglio. Un ultima cosa, pensa che con la classica areazione quotidiana (apertura finestre per il ricambio d'aria) ed il solo deumidificatore riesca ad eliminare il problema "muffa" nei mobili e nella scala in ferro in modo definitivo?  Oppure dovrò valutare eventuali opere edili, o pensare all'utilizzo di altri apparecchi elettrici o meccanici?

Tutto dipende dal grado di concentrazione dell’umidità nell’ambiente e soprattutto dalla sua origine, se ad esempio ci sono dei problemi di solamente dei muri perimetrali e la casa è ubicata su un terreno umido è necessario effettuare delle opere edili, così come se ci sono delle infiltrazioni, se invece il problema è generato da condizioni momentanee di vario tipo risolvi.

Icona regione.
Mario da Rio nell'Elba giorno 10/08/2013
Salve, ho acquistato un deumidificatore kennex per la mia casa al mare, l' ho acceso ma butta solo aria calda...è normale?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Per effetto del funzionamento del motore e del suo riscaldamento, in giornate già molte calde si può avvertire in modo particolare la diffusione del calore del motore e fino a qui è normale, ma al tempo stesso deve raccoglie re l’umidità, altrimenti c’è qualcosa che non funziona.
Icona regione.
Lory da Roma giorno 01/08/2013
Vista la vostra preparazione approfitto per esporvi il mio caso: ho una mansarda di nemmeno 20 mq, comunicante con un ingresso lungo 3 metri circa per 1 metro, d'estate non si respira ma non ci sono particolari problemi di muffa alle pareti solo un caldo invivibile, chiedo se si può purificare e rinfrescare l'aria con un deumidificatore e se ce ne sono con riscaldamento per l'inverno quale sarebbe l'ideale?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Lory, puoi orientarti sul modello MJ-E15BX-S1 della Mitsubishi Electric, ha la particolarità, oltre a deumidificare, quindi già con questo l’ambiente diventa più vivibile, ad emettere aria fresca in estate, chiaramente non ha la capacità di un climatizzatore, e calda d’inverno, senza l’ausilio di resistenze elettriche.
Icona regione.
Ciro da Trapani giorno 29/07/2013
Articolo interessantissimo, ma vorrei scendere nello specifico. Villetta a schiera, tre elevazione di circa 60 mq cadauna, circa 600 mc, lato nord tutto scoperto, umidità e condensa bestiali quest'inverno tanto, che ho dovuto ridipingere tutto dopo meno di 18 mesi. Ho utilizzato (dopo aver installato impianto fotovoltaico) molto la pompa di calore mettendo da parte i termosifoni (gas in bombole, prezzo esorbitante). Ho fatto qualcosa per l'aerazione, oltre all'antimuffa sulle pareti, ma vorrei installare uno o più deumidificatori per rendere l'aria meno carica di umidità (se è possibile anche uno solo da spostare su è giù per la casa). Cosa puoi consigliarmi, anche nello specifico come modello e marca. Un grazie anticipato ed un affettuoso saluto.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Ciro, a parte il verificare quale sia l’origine di tale umidità, quindi se risolvibile con opere di ripristino o isolamenti delle mura, direi che considerato l’ambiente così ampio e su più livelli, bisogna restringere il campo, se ci sono, alle zone più umide. Un deumidificatore per i tre piani è insufficiente, ne devi impiegarne almeno uno su ogni livello, dimensionandolo in base alla stanza più soggetta all’umidità e spostarlo nei vari punti.
Icona regione.
Valla da Firenze giorno 28/07/2013
Buongiorno carissimo, ho acquistato un deumidificatore De Longhi Tasciugo perché volevo raffreddare l'ambiente dal caldo torrido di questi giorni, dato che non ho la possibilità di bucare muri o vetri per un condizionatore. L'ho preso perché dove vivevo prima ne avevo uno a muro e di notte raffreddava l'ambiente anche come deumidificatore, qui anche richiedendogli una deumidificazione del 30% esce aria calda, posso sapere perché?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buonasera Valla, il deumidificatore non ha la capacità di rinfrescare come un climatizzatore, ma solo di asportare l’acqua che è nell’aria rendendo l’ambiente meno umido e conseguentemente far avvertire di meno il disagio. In genere il deumidificatore si dice che non emette ne aria fredda ne calda, ed in effetti è così anche se d’estate il funzionamento del motore, è causa del suo stesso surriscaldamento, che propagandosi nell’ambiente lo riscalda.
Icona regione.
Massimo da Camaiore giorno 26/07/2013
Buongiorno, in taverna ho posizionato a parete a circa 15 cm da terra un deumidificatore De Longhi Tasciugo AriaDry Slim (DES16W) con buoni risultati, ma se lo posizionassi a circa 2 m dal pavimento sfrutterei lo scarico continuo. Cosa ne pensa del posizionamento in alto?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Massimo, lo scarico continuo puoi utilizzarlo indipendentemente dalla posizione a terra o in alto, basta che levi il tappo dal beccuccio di scarico e colleghi il tubo in gomma, facendo attenzione che vada verso il basso, quindi che non faccia una curva al di sopra del punto di uscita. La posizione in alto non varia le prestazioni, è solo una questione di eventuale comodità.
Icona regione.
Giuseppe da Roma giorno 19/07/2013
Ciao,vorrei un consiglio sul tipo e capacità di un deumidificatore da acquistare. Parlo di un locale di circa 50 mq suddiviso in 2 camere di 15 mq, un bagno ed un angolo lavatrice, il tutto comunicante da un corridoio. L'umidità è di circa il 75% . Consigliate 1 macchina più grande da spostare di volta in volta oppure 2 più piccole semi fisse? Grazie in anticipo.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giuseppe, è preferibile metterne due e posizionarli nei due ambienti più umidi e poi da questi effettuare degli spostamenti.

Per quanto riguarda la potenza cosa mi consigli?

Una capacità di trattamento dell’aria compresa tra i 90 ed i 100 metri cubi per deumidificatore.

Per concludere meglio un DeLonghi DES 12 o 16? Far girare l'aria con un ventilatore può essere utile? Grazie ancora sei stato molto gentile e utile!

DES 12 è sufficiente. La circolazione dell'aria con un ventilatore ritengo non sia di particolare supporto.

Icona regione.
Angelo da Rivarolo Canavese giorno 18/07/2013
Possiedo due cantinole adiacenti che potrei rendere comunicanti con un' apertura. Mq 16 per mc 50 totali, temperatura tra i 15 e i 25 gradi (inverno-estate), umidità tra i 60 e 85%, massima in primavera estate. Quale deumidificatore consiglia? I consumi segnalati vanno intesi annui per un uso continuo? A quale altezza posizionarlo per utilizzare al meglio lo scarico continuo?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Angelo, se unisci i due ambienti puoi utilizzare un solo deumidificatore posizionandolo al centro, altrimenti è preferibile uno per ogni ambiente. Mi terrei su una capacità pari al doppio della cubatura del tuo ambiente, non dovresti avere problemi considerando la temperatura che hai, in inverno un po’ di perdita di resa, ma in estate quando c’è più umidità a temperatura più alta la resa aumenta. I consumi solitamente indicati, si riferiscono all’assorbimento in watt orari. Lo scarico avviene tranquillamente anche se lo posizioni a terra, in quanto il punto di raccolta è posizionato più in alto rispetto all’uscita dell’acqua.
Icona regione.
Stefano da Firenze giorno 02/06/2013
Buongiorno, anzitutto complimenti per preparazione e consigli che dai. La mia situazione è questa: andrò a vivere in un seminterrato in affitto quindi no a soluzioni permanenti, ma deumidificatore mobile. La casa in pratica è divisa in 2, una parte molto umida composta da 2 stanze di circa 75 metri cubi ciascuna separate da una piccola stanza centrale ed una parte invece non umida che è circa lo stesso. Vorrei concentrarmi sulla parte umida ed al massimo spostare il deumidificatore sulla parte meno umida ogni tanto, leggendo i commenti precedenti mi ero orientato su un Seccoprof 28, andando però a spulciare il sito vedo che è disponibile un acquadry28 che in pratica costa meno ed è uguale al seccoproff28 ed in più ha i filtri per la polvere. L'unica differenza che mi sembra di vedere è la tanica che è di 3.5 l . Ho fatto una valutazione superficiale o a questo punto è meglio l’ Aquadry 28? Altrimenti c'è qualcosa che mi consigli?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Stefano, bene per la valutazione di concentrarti sull’ambiente più umido e poi spostare nell’eventualità il deumidificatore nell’altra stanza. Tra i due deumidificatori effettivamente la bilancia anche per me pende dalla parte di Aquadry 28, che a parte la vaschetta più piccola, limitazione risolvibile con l’utilizzo del tubo di scarico, ha anche più funzioni.

Grazie mille per la velocità e la risposta, avrei un'ultima domanda, ogni quanto si riempie più o meno una vasca da 3,5 l dell’Aquadry 28 ? L'ambiente nelle 2 stanze è piuttosto umido, (non ho misurato ma direi medio alto). E' questione di una volta a settimana, una volta ogni 2-3 giorni od una al giorno?

Il tempo che impiega non è fisso, ma dipende dalla temperatura e dalla percentuale di umidità che c’è nell’ambiente. Per esempio se tu consideri la migliore prestazione che è di 28 litri in 24 ore, corrisponde a 28 : 3,5 = 8 volte in 24 ore. Comunque puoi sempre utilizzare il tubo per drenare l’acqua di continuo così non devi svuotare la vaschetta.

Icona regione.
Francesco da Cherasco giorno 03/05/2013
Salve a tutti, ringrazio in anticipo per l'aiuto che offrite. Ho una semplice domanda da porvi. Fra le caratteristiche di un deumidificatore citate l'UMIDOSTATO manuale o elettronico ma non tutti i modelli lo hanno in dotazione. Ad esempio nel De Longi DDS30 o 25 non lo trovo ma è dotato di igrometro, invece lo trovo nel Tasciugo ariadry e altri simili. La domanda quindi è la seguente, L'igrometro e l'umidostato sono la stessa cosa?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Francesco, l’igrometro è uno strumento, in questo caso integrato al deumidificatore, che rileva la percentuale di umidità nell’aria, quindi sei in grado di sapere le condizioni dell’ambiente in ogni momento che lo desideri, solitamente premendo un pulsante. L’umidostato ti consente di impostare, manualmente o elettronicamente, la percentuale di umidità che vuoi ci sia nell’ambiente, raggiunta la quale il deumidificatore si blocca. Sono due cose separate, anche se su alcuni siti, di rivenditori, viene indicato sulle caratteristiche tecniche di alcuni di loro Umidostato “no”. Credo che tu abbia visto su euronics, dove dichiara che non ha umido stato, guarda però sul sito ufficiale de longhi alla sezione specifiche, dove indica la presenza di igrometro ed umido stato elettronico.

Grazie per la risposta, oltre ad essere dei professionisti siete anche maghi… effettivamente le caratteristiche del De Longhi dds30 le ho viste su Euronics. A questo punto è lecito chiedervi un altro consiglio, per il mio appartamento di 75 mq non molto umido (solo un po’ di umidità in camera da letto) cosa mi consigliate di acquistare?

Considerando che l’umidità ce l’hai concentrata prevalentemente nella camera da letto ti puoi orientare su un deumidificatore con capacità massimo di  20l/24h, sicuramente sovradimensionato ma che puoi impiegare, quando ripristinato la camera da letto, facendolo ruotare in un altro ambiente. Per il modello ce ne sono tanti, soffermati magari su quello che a parità di litri e dichiarato con una maggiore capacità in metri cubi orari trattati.

Icona regione.
Raffaele da Formia giorno 18/04/2013
Salve, prima di tutto vorrei ringraziare per l'aiuto e il servizio che fornite. Anch'io, ovviamente, ho problemi con l'umidità. Ho una villetta a schiera che si sviluppa su tre livelli di circa 35mq cadauno (il primo a livello strada, zona giorno al 1° piano e notte al 2°). La casa è l'ultima del blocco ed è esposta per buona parte a nord-est. Le pareti interne delle stanze che "affacciano" in quel verso sono quelle che sono state più attaccate dall'umidità, anche se la casa in generale è piuttosto umida e, negli ultimi tempi, sono state attaccate addirittura le semplici pareti interne divisorie che presentano macchie sull'intonaco. Oltre alla situazione di base non proprio delle migliori, essendo il terreno sul quale è stata costruita la casa piuttosto umido di suo, non aiuterà sicuramente il fatto che mio padre, vivendo da solo, non accende spessissimo i termosifoni in inverno. Quale può essere la soluzione migliore per sistemare il tutto?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Raffaele, oltre chiaramente alla necessità di valutare quale opere di isolamento possano effettuarsi sulla struttura della casa, che potrebbero essere risolutive, puoi utilizzare dei deumidificatori. Nel tuo caso dovresti metterne uno per ogni piano e non è detto che riescano al 100%, in quanto la quantità di umidità mi pare abbastanza elevata. I fattori che devi tenere in considerazione nella scelta sono il volume e la temperatura dell’ambiente. La portata d’aria del deumidificatore, per temperature intorno ai 19/20°C, deve stare sul doppio rispetto a quella dell’ambiente. Poi considera che se l’ambiente presenta un’umidità che va oltre la norma, devi maggiorare ancora.

Grazie mille per la risposta. Potrebbe indicarmi, cortesemente, degli apparecchi adatti tenendo conto che al piano terra il deumidificatore dovrebbe coprire un'area di circa 21mq (non ho calcolato il garage), al primo piano circa 40mq e al secondo piano 26mq? Poi, siccome al secondo piano le camere sono indipendenti quel deumidificatore dovrei farlo girare tra le stanze, secondo lei quanto tempo deve stare in funzione per ognuna?

Orientativamente possiamo considerare il piano terra 60 metri cubi, il primo piano 120 metri cubi ed il secondo 75 metri cubi. Per tutti gli ambienti ci vuole un deumidificatore con una capacità in metri cubi trattati pari al doppio del volume, quindi:
1) piano terra, Seccoreale Elettronico, Narciso 12, Dryer A-DEU16-EM.
2) piano primo, Aquaria Thermo, Narciso 24, MJ-E21CX-S1,.
3) piano secondo, Aquaria, Ariadry DE 220.
 I modelli sono tutti indicati in questa tabella.
Non c’è un tempo che deve stare acceso, il deumidificatore deve rimanere in funzione fino a quando non toglie l’umidità in eccesso. Il raggiungimento del risultato, varia in funzione di alcune variabili: la temperatura e la concentrazione di umidità, che ne influenzano la resa.

Icona regione.
Aldo da Venezia giorno 12/04/2013
Salve, per deumidificare due stanzette intercomunicanti in un seminterrato in totale 20 metri quadri per 2,20 metri in altezza uso un de Longhi Dec 21 che funziona giorno e notte, ma l'umidità non scende mai sotto il 57%. Se lo spengo l'umidità si aggira dopo 2 giorni al 60%. Tengo una collezione di attrezzi in ferro d'epoca da contadino e vorrei sapere se con tale umidità (60%)mi si possono arrugginire o deteriorare. Secondo voi il deumidificatore è troppo poco potente? Se è così mi potete indicare una macchina che fa al caso mio? Ringraziando anticipatamente.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Aldo, il processo di corrosione inizia a manifestarsi a partire da una percentuale di umidità del 60%, quindi i tuoi preziosi attrezzi possono subire i danni provocati dall’umidità. Potresti orientarti su un deumidificatore più potente e considerare, nella scelta, che le prestazioni riferite alla capacità, diminuiscono al diminuire della temperatura ambiente. Ora, non so la temperatura che hai nella cantina, se è riscaldata o non lo è, ma certamente in inverno è fredda. Intorno ai 19/20°C, in generale, le prestazioni sono intorno alla metà per scendere ancora a temperature più basse, quindi tieni in considerazione questo aspetto.
Icona regione.
Matteo da Vicenza giorno 27/03/2013
Buongiorno, mi complimento anch'io per la vs preparazione e cortesia. Ho letto quasi tutti i commenti ma volevo esporre il mio problema in base alla minor resa dei deumidificatori rispetto alla temperatura dell'aria. Ho un camera da 16mq (43mc), con una parete che da all'esterno verso ovest e qualche giorno fa , anche se arieggio spesso, spostando gli armadi ho trovato parecchia muffa nella zona bassa della parete e molta sul dorso degli armadi. Inoltre ci sono macchie d'umidità negli angoli del soffitto e il vetro-camera della finestra presenta condensa (l'abitazione e di recente costruzione). Considerando che la stanza d'inverno non viene riscaldata e non supera mai i 18°C, e l'umidità relativa è del 70%, con punte di 75-80% dietro gli armadi, mi servirebbe una valutazione in merito (rilevamento fatto con una temp. esterna di 13°C). Ora, tenendo staccati tutti i mobili dalle pareti il problema è diminuito, ma non penso sia normale non poterli addossare ai muri. Avrei pensato ad un Aquaria 10 o Tasciugo dem 10, (considerando anche la sua tabella con l'Aquaria che copre il doppio dei mc rispetto al Tasciugo, ma ha il 30% in meno di portata d'aria mc/h) e tenendo conto anche del prezzo, cosa suggerisce? L'Ariston a-deu10-em mi sembra meno prestazionale e non fornisce il dato dei mc deumidificabili (da internet ho letto che sono 85mc). Il Mitsubishi MJ-E16v-S1 mi sembra troppo grande (e costoso) per le mie esigenze, mentre la versione MJ-EZ&CX-S1 con tecnologia a zeolite ho letto che risolve i problemi delle basse temperature (anche se lei su qualche post precedente non lo consigliava rispetto ai consumi -595W- e non penso che la temperatura della stanza sia così bassa da doverlo impiegare). Lei pensa possa essere sufficiente un 10l/24h nei modelli che le ho indicato? Resta il fatto che i dati delle schede tecniche sono abbastanza illusori se consideriamo la temperatura del DB (Dry Bulb), WB (Wet Bulb) e l'umidità relativa impiegati per elaborare il dato rispetto alle condizioni normalmente presenti. La ringrazio anticipatamente, scusandomi per le molte parole e domande.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Matteo, in effetti le condizioni di valutazione dei deumidificatori, sono fuorvianti rispetto a quelle delle condizioni che normalmente ci sono nella realtà. Le valutazioni a bulbo secco e bulbo umido diventano troppo complesse… per l’ambiente può andare bene l’Aquaria 10 sempre che i gradi siano intorno ai 18, mi pare di capire che invece non vai oltre i 18 e quindi puoi avere anche temperature più basse, in questo caso aumenta un po’ la capacità.
Icona regione.
Francesco da Livorno giorno 27/03/2013
Salve,
sto cercando un deumidificatore per una stanza di circa 30m3 e umidità 80-90% (temperatura 12-15 °C in inverno). Avrei la necessità di un timer settimanale per azionare il dispositivo anche in mia assenza due e otre volte alla settimana per ridurre l'umidità e non rovinare i mobili. Vorrei avere un controllo elettronico, ma ho visto che i modelli elettronici non hanno un timer settimanale. Esiste qualche modello che ha le caratteristiche che cerco? Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Francesco, alcuni deumidificatori anche elettronici hanno il timer, ma solo di accensione o di spegnimento, quindi non settimanale. Non trovo nessun riscontro per il timer settimanale. Potresti optare per un deumidificatore manuale al quale abbinare un timer separato per la programmazione.
Icona regione.
Anna da Berlino giorno 08/03/2013
Buongiorno e complimenti per l'accuratezza delle varie risposte che ho letto! Io ho un problema di questo tipo: stanza nell'interrato appena intonacata e dotata di sistema di aerazione con recupero di calore (non ha finestre). Voglio renderla abitabile, ma dopo un mese dalla fine lavori i muri sono zuppi d'acqua con primi accenni di muffa nella parete che si trova sotto la strada, dove un tempo c'erano delle bocche di lupo, ora chiuse. La stanza è riscaldata con termosifone, sempre attorno ai 18/20°. Che impianto posso prendere? Le misure sono: 40 mq x 2 mt di altezza, quindi 80mc in tutto ed è un unico ambiente. Grazie!
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Anna, rimani su una capacità in metri cubi che è almeno il doppio rispetto all’ambiente, quindi di 160 metri cubi o anche più in base al modello che trovi. Siamo su un deumidificatore con una capacità di almeno 20l/24h, purtroppo non tutte le aziende dichiarano i metri cubi trattati che a parità di litri dichiarati possono essere diversi.

Grazie infinite per la risposta precisa e puntuale. Dovendo comprarlo in Germania, dove ho meno scelte "note" mi orienterei sul TROTEC-TTK 100 S, che mi sembra soddisfare i requisiti che mi ha consigliato. E' un buon prodotto secondo lei? Ed è possibile far uscire l'acqua con un tubo verso la strada (quindi più in alto della macchina) oppure questo impianto non ha un pompa e può solo "scolare" l'acqua verso il basso? Grazie mille ancora!

È un ottimo prodotto, pure meglio di tante marche note, ottima scelta. Per lo scolo credo che non abbia una pompa per spingere in alto, ma non posso assicurartelo.

Icona regione.
Giacomo da Riva giorno 08/03/2013
Buongiorno e grazie per il tempo che mi sta dedicando, vivo da pochi giorni in una mansarda composta da un monolocale di 30/35mq e un bagno di circa 4mq, ho grossissimi problemi di umidità.. Ho raschiato il muro del bagno per ridare il bianco dove erano presenti grosse macchie nere ma dopo 2 giorni (uno di bel tempo l'altro di pioggia incessante) sulla prima passata di tinta è rifiorita la prima muffa bianca. Tanto per renderle un idea se lascio un giornale la sera nella stanza l'indomani sento le pagine intrise d'umidità, vorrei comprare un deumidificatore che risolvesse questo problema strizzando però l'occhio ai consumi, esiste qualcosa che faccia al caso mio oppure è come chiedere di avere la botte piena e la moglie ubriaca? La ringrazio ancora e le faccio i miei complimenti per questa pagina!! A presto….
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giacomo, i deumidificatori non hanno un consumo elevato ma ce l’hanno. Partiamo comunque identificando la potenza di cui hai bisogno, che passa dallo sviluppo in metri cubi dell’ambiente, quindi siamo dai 100 ai 120 metri, ho considerato un’altezza di 3 metri. Ora essendoci un calo di resa invernale, nei deumidificatori, necessitiamo approssimativamente di una potenza di 200/240 metri cubi. Quindi siamo su una capacità dai 20 litri a salire, per le differenze di consumi puoi vedere la tabelle del confronto.
Icona regione.
Fabrizio da Bologna giorno 05/03/2013
Buonasera, vorrei un consiglio per l'acquisto di un deumidificatore per un garage interrato che misura 15m x 6x 2,60. Dopo le recenti nevicate si è formata sul soffitto una quantità di condensa che cola dal soffitto bagnando ogni cosa. Togliendo la neve sopra al terrazzo che fa da soffitto la situazione è migliorata ma comunque all'interno ho misurato 10 gradi con il 96% di umidità . Che apparecchio mi consiglia? Ho speranza di migliorare la situazione? Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Fabrizio, la tua è una situazione particolare e un deumidificatore ad uso domestico non può andare bene, anche perché hai una fortissima concentrazione di umidità e la temperatura costante di 10° C, diminuirebbe troppo le prestazioni. In definitiva con un deumidificatore tradizionale ci fai veramente poco, bisogna orientarsi su qualcosa di più professionale, ma sono molto cari, ti linko il sito della Trotec, potresti andar bene con un TTK 170 S.
Icona regione.
Daniele da Crotone giorno 04/03/2013
Buongiorno, approfitto anche io di questo spazio per illustrare la mia problematica. Ho una casa di circa 90 metri quadri, tra l'ambiente giorno e l'ambiente notte ho una differenza di temperatura abissale e mi ritrovo a dormire in una camera letto che ti ghiaccia il naso. Percepisco umidità in tutti e due gli ambienti come infatti ho problemi di muffa nei muri. In primavera vorrei risolvere il problema sistemando i muri e comprando un deumidificatore. Cosa mi consiglia?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Daniele, il primo passo è sicuramente quello di sistemare i muri, quindi ridurre o eliminare il più possibile le cause che generano l’infiltrazione di acqua. Il secondo è quello di contrastare con l’ausilio del deumidificatore l’umidità che comunque si andrà a formare all’interno degli ambienti. Considera che durante il periodo autunnale ed invernale, una temperatura più alta in casa aiuta il deumidificatore a compiere il suo lavoro, raccogliendo una maggiore quantità di acqua.

Grazie mille per la risposta, molto gentile. Può consigliarmi un modello di buona qualità che fa il suo lavoro? Andrebbe bene un Seccoprof 28?

È un ottimo prodotto può andare bene però ci sono delle cose da considerare, ovvero se hai intenzione di coprire tutta la superficie allora c’è necessita di un deumidificatore ancora più potente, i tuoi 90 metri quadri diventano circa 270 metri cubi ed il Seccoprof 28 è dichiarato per 250 metri cubi, in una condizione di 30/32°C e con l’80% di umidità. In inverno la temperatura è più bassa, quindi anche quella resa diminuisce, io la considero grosso modo alla metà, quindi parliamo di 150 metri cubi, il che vuol dire che se lo impieghi per la zona notte va benissimo, se vuoi fare tutta la casa non riesce, anche perché l’ambiente è molto vasto e la concentrazione di umidità è differente.

Icona regione.
Daniele da Firenze giorno 26/02/2013
Salve, vorrei avere una sua opinione sul deumidificatore Ariston MST DEU-EM. Sono orientato verso questo prodotto per le sue piccole dimensioni e per il prezzo competitivo ( in offerta a 100 euro), lo utilizzerei solamente in camera da letto dove in un angolo tra soffitto parete (esternamente più esposto al freddo) si è formata una macchia di umidità. Nei giorni più freddi o più umidi si avverte anche un cattivo odore. Riusciamo anche ad asciugare i panni in casa con questo deumidificatore? In alternativa vorrei un suggerimento da parte sua, ovviamente spendendo di più.
Grazie infinite. Daniele.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Daniele, il prezzo del deumidificatore è fondamentalmente normale, si trova spesso in promozione ed alcune volte personalmente l’ho visto anche ad 89,00 euro. In linea di massima per la camera da letto va bene, però bisogna considerare la cubatura dell’ambiente, la temperatura che c’è, in quanto sono due fattori che fanno diminuire la sua resa. La sola temperatura introno ai 15/16° C comporta approssimativamente un calo del 50%. Asciugare i panni comporta una maggiore presenza di umidità e quindi una condizione che diminuisce ancor di più la resa. Ti suggerisco di orientarti su qualcosa di più potente, magari intorno ai 16litri, spendi un po’ di più ma sei tranquillo. Puoi orientarti anche sullo stesso Ariston Dryer A-DEU16-EM, Olimpia Splendid Aquadry16.

Buonasera, volevo ringraziarvi per la risposta data e sicuramente prenderò un deumidificatore  da 16L/24H, sono orientato più verso l'Ariston solamente per le dimensioni contenute ma se altri marchi sono più affidabili preferisco avere una macchina più ingombrante  per casa ma che funzioni bene. Grazie ancora.

La dimensione di Ariston è molto contenuta nel 10 litri, nel 16 litri siamo alle dimensioni degli altri prodotti. Per quanto riguarda l'affidabilità vanno bene, però se parliamo di prestazioni ce ne sono di più performati, in questa pagina c'è una tabella con un confronto, puoi vedere alcune differenze in termini di consumo.

Icona regione.
Eleonora da Terracina giorno 23/02/2013
Ciao,ho un appartamento di metri quadri 69. Nella camera da letto di metri quadri 13 ho una parete esposta a nord dove non arriva il sole molto fredda. Scaldo casa con una termo stufa 21° - 22° interni e su questa parete stanno cominciando ad uscire macchie di muffa stiamo utilizzando un deumidificatore De Longhi Tasciugo Ariadry Slim 12l/24h vorrei dei suggerimenti per evitare queste sgradevoli macchie. Sto pensando d'isolare questa parete oppure di rintonacarla di nuovo con prodotti specifici...sarà sufficiente? Grazie Saluti.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Eleonora , se intendi rintonacare la parte esterna della parete è una buona idea, eviterai l’umidità da infiltrazione, per l’umidità interna invece ti consiglio di continuare ad utilizzare il deumidificatore ed a primavera inoltrata, quando l’ambiente si sarà meglio asciugato, se ci sono delle macchie potrai dedicarti al ripristino della parete, può darsi, non sono informato, che ci siano delle pitture specifiche per contrastare la formazione di muffa.
Icona regione.
Felice da Pieve di Bono giorno 22/02/2013
Buonasera, vorrei approfittare della sua competenza e gentilezza. Devo togliere umidità a due locali comunicanti in un seminterrato in totale 35 metri cubi. Non c'è riscaldamento e in inverno con deumidificatore acceso De Longhi DEC21 l'umidità misurata si aggira sul 60%. Il deumidificatore funziona senza mai smettere ma nella vaschetta raccolgo poca acqua, ciò significa che il deumidificatore è troppo debole o la temperatura del locale è troppo bassa? Un'umidità del 60% va bene o è troppa, io colleziono materiale ferroso lavorato e non vorrei diventassero un ammasso di ruggine. Mi consiglia di prendere un deumidificatore più potente o posso usare quello che ho? Avrei piacere ricevere risposta e consigli. Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Felice, la forbice estrema di umidità ideale in un ambiente varia dal 40% al 60%, chiaramente a seconda delle condizioni è preferibile mantenersi su livelli intermedi. Nel tuo caso è preferibile scendere, in quanto devi considerare che quella è la soglia che fa iniziare il processo di corrosione dei metalli. Il deumidificatore che impieghi è normalmente valido per quella superficie, nel tuo caso raccoglie poca acqua perché l’ambiente è freddo, quindi opterei per una soluzione che ti permetta di riscaldare l’ambiente così da consentire al deumidificatore di avere una maggiore resa. Un deumidificatore più potente potrebbe anche andare bene, però se persiste il problema del freddo le limitazioni della capacità rimangono, certo migliorano….Considerato però il costo di acquisto ed il consumo che sarà superiore, ritengo che riscaldare un po’ l’ambiente, in questo periodo, in primavera non ci sarà più bisogno, sia più conveniente.
Icona regione.
Marina da Genova giorno 21/02/2013
Buongiorno, approfitto anche io per la sua gentilezza per chiederle un consiglio: ho una stanza di circa 50m cubi che ha una parete rivolta a nord, con conseguente formazione di muffa sulla parete (la parete è gelida, la casa è vecchia ecc.). Lo abbiamo scoperto dopo aver già addossato l'armadio contro la suddetta parete, con la conseguenza che in sei mesi la parete è ammuffita, insieme a parte dell'armadio e delle cose che c'erano dentro. Abbiamo quindi dato un'apposita vernice, staccato il più possibile l'armadio dal muro (circa 16 cm dietro e 22 e 10 cm dai due lati) e cerchiamo di aerare la stanza il più possibile. Volevamo però acquistare un deumidificatore per esser sicuri di aver fatto tutto il possibile, vorrei quindi un consiglio, se secondo lei c'è la necessità e la tipologia da acquistare (all'inizio avevamo pensato a qualcosa di dimensioni contenute, tipo il Tasciugo De Longhi, per poterlo inserire lateralmente all'armadio e avvicinarlo alla zona interessata, ma non so se sia una mossa intelligente). La ringrazio anticipatamente.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Marina, va bene la scelta del deumidificatore, che deve avere una capacità intorno ai 100 metri cubi nelle 24 ore, quindi puoi orientarti certamente su un Tasciugo De Longhi come:
Tasciugo Ariadry Slim Des 12;
Ariadry Slim DES 16EW.
Icona regione.
Cinzia da Sanluri giorno 18/02/2013
Buonasera intanto mi complimento con lei per la sua preparazione e professionalità. Ho provato a leggere molte delle risposte che ha dato ma ho preferito illustrarle la situazione. La zona da deumidificare in casa è il salone (di circa 75 metri cubi) con il soprastante soppalco e zona relax in comunicazione col primo ( di altri 126 metri cubi). Noi abitiamo in una zona molto umida per cui mi ritrovo con un lucernario sulle suddette zone che diventa tutto nero per la condensa che sale in alto. Pensa che possa deumidificare una zona cosi grande della casa senza acquistare un deumidificatore che mi dissangui economicamente? Cosa mi consiglia? La ringrazio anticipatamente.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Cinzia, la zona della casa è abbastanza grande e la superficie totale è di circa 200 metri cubi, per cui ci vuole un deumidificatore abbastanza potente che consuma un po’… direi Seccoprof 38, portata 330 metri cubi e 585 watt assorbiti.

Rieccomi! Ho riflettuto sulla sua risposta e mi chiedevo come mai mi consiglia seccoprof 38 che ha una portata di 300mcubi, mentre io ne devo deumidificare 200. Poi le chiedo anche cosa accadrebbe se io prendessi un Aquaria Thermo con una portata di 200 metri cubi, che però ha il vantaggio di riscaldare l'ambiente. Grazie ancora. Cinzia.

Dunque tutti i deumidificatori sono dichiarati per una certa capacità in litri asportati nelle 24h, che corrispondono poi ai metri cubi coperti. Tale prestazioni sono però riferiti ad una condizione ambientale con 30/32°C ed una percentuale di umidità relativa dell’80%. In autunno inverno, queste condizioni ambientali sono molto diverse, parliamo di 18/19/20 °C in casa e conseguentemente la resa dei deumidificatori diminuisce, quindi la capacità più alta è per sopperire a tale perdita di efficacia. Nel caso in cui protendi per l’Aquaria Thermo, beh la risposta vien da se, se c’è il calo…. La funzione di riscaldamento non la ritengo valida in questo caso, in quanto può andar bene se impiegata in un ambiente più piccolo, ma in una superficie così grande si disperde troppo e consumi inutilmente.

Icona regione.
Claudia da Carrara giorno 13/02/2013
Salve, ho una casa di circa 80 mq nuova, ha 2 anni e non ho mai avuto problemi di umidità, purtroppo lo scorso novembre abbiamo avuto l'acqua in casa per 50 cm causa dell'alluvione e quindi le pareti dei muri sono ancora in via di asciugatura. In camera da letto (16mq) sto utilizzando un TREVI SPUGNA K550, ma vorrei mettere qualcosa anche in soggiorno circa 40 mq. Mi date un consiglio? Ho trovato un De Longhi DH300P, ma mi sembra un po’ costoso, mi date una mano nella scelta? E se avete consigli in più per accelerare l'asciugatura dato che vorrei imbiancare presto e tornare a casa. Grazie mille.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Claudia, per accelerare l’asciugatura potrei solo dirti che se riesci in concomitanza al deumidificatore ad avere un ambiente molto caldo, puoi sfruttare al massimo la sua capacità di raccolta. Per la scelta ho trovato molto convenienti i deumidificatori della Argo, quindi il modello Ecodrypro 30, con un consumo di 520 watt, contro i 580 watt del D.L. oppure il Ecodrypro 50, che porta fino a 50 litri con un consumo di 740 watt. Eccoti i rivenditori.
Icona regione.
Max da Vicenza giorno 13/02/2013
Salve! Ho letto quasi tutti i post, e ora ammetto di essere un tantino confuso. Brevemente: casa del '54, in affitto, su due piani più cantina semi interrata, senza fondamenta. Muratura del vecchio tipo, con grossi e meno grossi ciottoli interni, grosso spessore (circa 30/35cm ogni parete). Sino alla ristrutturazione (tetto, grondaie, impianto idraulico ed elettrico, re-intonaco) avvenuta circa 6-7 anni fa, nella casa pioveva acqua, e ancor oggi presenta problemi di muffe e macchie d'acqua. Il maggior problema però lo si riscontra proprio nella cantina, ove, non essendoci fondamenta ma poggiando direttamente sul terreno, sia le pareti che il pavimento sono spesso umide. Le varie gettate di cemento fatte negli anni si sfogliano, su due pareti l'intonaco lo si può grattare con le unghie e si scrosta come fosse argilla. Il pavimento, soprattutto quando piove, presenta macchie e scie bagnate. Tutto ciò che viene lasciato per più di un mese in cantina inizia una fase di deterioramento (muffe, ruggine, odore di stantio). Sono in affitto, per cui grosse spese non mi sento di affrontare. Esiste, a suo parere, un metodo più o meno economico, non dico per eliminare, ma quantomeno arginare l'umidità e asciugare l'acqua costantemente presente su pavimento e pareti? O perlomeno qualcosa in grado di farmi lasciare serenamente oggetti (fai da te-hobbistici elettronici, vestiti, legno e ferro) senza il terrore di ritrovarli a breve per sempre compromessi? Dimenticavo: la cantina misura 4 x4 x circa 3 metri scarsi. Ringrazio anticipatamente. Disperatamente, MAX.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Max, la situazione da te direi che va molto al di la di quello che è il problema di umidità media nelle abitazioni. Qui c’è proprio un problema di costruzione dell’edificio che non vedo come possa essere risolto se non con opere strutturali molto importanti e costose. Per la cantina metterei, sempre che l’ambiente mantenga una temperatura al di sopra dei 16/17°C, un deumidificatore con almeno una capacità di 20 litri o ancora più grande. In questo caso non ci troviamo ad effettuare una valutazione secondo situazioni standard, ma in circostanze del tutto incalcolabili.
Icona regione.
Arianna da Vicenza giorno 07/02/2013
Ciao, innanzitutto mi unisco al coro di complimenti per il sito e per la competenza delle risposte. Vivo in un appartamento al piano terra e la zona notte, che comprende due camere da letto e un corridoio che le collega, ha sempre un'umidità che si aggira intorno al 70-75% (l'ho misurata con un igrometro digitale) con relativa formazione di muffa. Abbiamo fatto dei lavori di isolamento termico di tutte le pareti rivolte verso l'esterno, ma nonostante ciò l'umidità si è abbassata soltanto di un 5% e temo che in futuro la muffa tornerà a farsi vedere. L'intera zona ha una cubatura di 100m3. Volevo capire quale taglia di deumidificatore fa al caso mio e magari un consiglio/confronto su alcuni modelli. Grazie 1000!
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Arianna, la mia indicazione è di un deumidificatore con una capacità intorno al doppio rispetto alla cubatura, più è la percentuale di umidità e più bisogna stare vicini a questo doppio. Ritengo che i modelli idonei possano essere: Argo Narciso 20
Ariston Dryer A-DEU20-EM
Olimpia Splendid Aquaria
Mitsubishi Electric MJ-E21CX-S1.
Tra tutti il rapporto prezzo/esigenze/prestazioni è Aquaria.
Icona regione.
Pamela da Cardinali giorno 07/02/2013
Devo comprare un deumidificatore non a incasso per un piccolo appartamento di 50mq (soffitti alti 3,5; 3 locali comunicanti) che di recente si è infradiciato causa infiltrazioni cospicue dal tetto (buona parte dei soffitti e delle pareti sono impregnati d'acqua). L'apparecchio funzionerebbe in concomitanza con l'impianto di riscaldamento. Considerato che in seguito vorrei riutilizzare saltuariamente il deumidificatore per un piccolo bagno cieco in un diverso appartamento, mi potrebbe gentilmente consigliare il modello più adatto?
Complimenti per il sito.
Grazie!
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Pamela, direi che la situazione è un po’ particolare, i muri ed il soffitto pieni di acqua causano una concentrazione di umidità che va molto oltre la normalità, quindi in questo caso definire un deumidificatore non è possibile. Per la superficie, complessivamente in una condizione normale ci vorrebbe 50x3,5= 175 x 2 = una capacità di 350 metri cubi, quindi siamo su una potenza dai 30 litri in su, tutta l’acqua infiltrata fa aumentare ancora la potenza necessaria. Io penserei di risolvere le infiltrazioni e valutato l’umidità reale e se ci sono ambienti più umidi regolarmi per l’acquisto di un deumidificatore adatto poi a tale ambiente. Per un bagnetto un 10l/24h va bene.
Icona regione.
Fabio da Roma giorno 05/02/2013
Vorrei fare una considerazione finale, se si prende a riferimento il valore espresso dagli igrometri a muro quindi non digitali, il valore approssimativo che più si avvicina al 55% di umidità in tutte le condizioni di gradi risulta essere il 70%, quindi quando si è parecchio sopra quella soglia bisognerebbe deumidificare, quando invece si sta sotto servirebbe umidificare, per parecchio sotto o sopra intendo sempre un valore pari a 10, ossia cominciare a preoccuparsi quando si sta al 60% umidificando e quando si sta all'80% deumidificando.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Grazie Fabio.
Icona regione.
Lucia da Roma giorno 04/02/2013
Buonasera, abbiamo una stanza di circa 10 mq alta 2,80 metri, adibita a studio; la parete esterna, che da sul giardino, é sempre fredda e in ombra e nei relativi angoli abbiamo sempre problemi di muffa. Pensa che un deumidificatore potrebbe aiutarci a risolvere il problema muffa, visto che in questa stanza gioca spesso anche la nostra bambina? Grazie dei preziosi consigli.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Lucia, certo un deumidificatore è ideale per questa problematica, un buon 10/12l/24h può andare bene.
Icona regione.
Andrea da Pescara giorno 04/02/2013
Salve, le chiedo un consiglio sull'acquisto di un deumidificatore in quanto da poco mi sono trasferito in un monolocale zona mare. L'ambiente è molto piccolo con altezza 2,40m ed escluso il cucinino ed il bagno che sono separati come ambienti, quello che a me interessa è l'ambiente unico che misura all'incirca 24-25 m quadrati con altezza appunto 2.40 quindi diciamo sui 57 m cubi. Ora il problema è che essendo al piano terra ed avendo 2 finestre ampie ed una porta da cui entrano spifferi a non finire, l'ambiente di suo è molto freddo, circa 13-14 gradi, ma quello che impressiona è l'umidità che si attesta intorno al 85% con punte anche di 90. Le finestre sono perennemente bagnate e non so come non si formi ancora muffa sui muri, forse è stato riverniciato con trattamento antimuffa, non so ma è davvero umido, le coperte sembrano essere addirittura umide, insomma prima che mi prendi una polmonite o bronchite cronica c'è necessità di un deumidificatore per forza. Io le chiedo se la mia scelta possa andare bene, ho pensato ad un olimpia Splendid modello Aquaria 20l/24h con portata di 200m cubi. Che mi dice? La ringrazio in anticipo e le auguro una buona giornata.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Andrea, come dimensionamento va bene, l’unico inghippo è la temperatura molto bassa che potrebbe fare diminuire di parecchio la resa del deumidificatore, ma considerato che siamo abbastanza al di la della potenza che sarebbe necessaria direi che ci siamo, nel caso comunque valuta di riscaldare l’ambiente così da migliore notevolmente la resa.
Icona regione.
Massimo da Ascoli Piceno giorno 02/02/2013
Ho una camera da letto di 15 mq con un bagno di circa 7 mq, l'altezza delle due stanze è di 3 m. Da qualche mese abbiamo problemi di umidità con relativa muffa sulle pareti. Leggendo le vostre risposte ed essendo le stanze comunicanti, ero indirizzato per l'acquisto di un deumidificatore da 20 lt. Volevo comunque chiedere se è meglio acquistarne 2 più piccoli con però relativi problemi di'ingombro e inoltre siccome il bagno è abbastanza freddo se indirizzare l'acquisto verso un deumidificatore che riscalda. Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Massimo, visto che gli ambienti sono comunicanti e gli spazi ridotti va bene un solo deumidificatore da posizionare centralmente ai due ambienti o nella zona con maggiore concentrazione di umidità. Un 20l/24h va bene, però nell’acquisto fai attenzione al volume dichiarato, che deve essere superiore ai 120 metri cubi, più è alto meglio è. Per quanto riguarda la funzione riscaldamento considera che avviene con l’ausilio di una resistenza elettrica, a seconda del modello di 1000 o 1800 watt, in buona sostanza è come se avesse un termoventilatore incorporato. Ora se la scelta ricade su questa soluzione per una questione di spazio, bene, altrimenti deve essere valutata in termini di costo dei due prodotti separati, in quanto un deumidificatore con riscaldamento costa di più dello stesso senza, e con la differenza di costo ci compri tranquillamente un termoventilatore e ti restano soldi, quindi valuta tutti questi rapporti.

Innanzitutto grazie per le vostre risposte sempre molto precise. Subito ho fatto un giro per i vari centri commerciali e mi sono reso conto che i modelli con portata di aspirazione da 20 lt sono abbastanza ingombranti. L'unico con misure accettabili che ho visto è il modello DB20E della Kennex ma su internet non sono riuscito a trovare delle recensioni sui consumi, parametro questo per me molto importante quando devo acquistare un elettrodomestico. Potrei orientarmi anche su un acquisto via internet ma i modelli  slim alcuni  sono troppo costosi, altri consumano un po’ troppo. Inoltre riguardando la tabella che avete sul sito ho notato che i modelli Secco Asciutto Thermo e il Secco Tech (più economico) della Olimpia Splendid pur avendo una portata di aspirazione da 14 lt, coprono una superficie di 140/150 mc, consumano poco e non sono eccessivamente rumorosi. Dato che nella sua e-mail di risposta mi aveva consigliato di non scendere sotto i 120mc potrebbe essere un buon acquisto? Scusate per le numerose domande ma vorrei comprare un prodotto adeguato e i vostri consigli sono veramente preziosi. Grazie.

Non ho informazioni su Kennex, però se torni nel negozio e dai un’occhiata più da vicino al deumidificatore, sulla parte di dietro ci deve essere una targhetta dove c’è scritto l’assorbimento in watt. Comunque ti puoi orientare su SeccoTech, escluderei l’altro per il discorso della resistenza elettrica.

Icona regione.
Giuseppe da Padova giorno 02/02/2013
Salve, la trovo veramente gentile, grazie per il suo tempo. Sarò sintetico: un sottotetto circa 16 metri quadri, 30 metri cubi, solitamente adibito a piccolo ufficio domestico, 21 gradi di temperatura in inverno, in estate raggiunge temperature molto alte con tassi di umidità dell’ 80%. A causa di un difetto di costruzione ormai risolto è penetrata dell'acqua in un muro. Mi hanno consigliato un Tecnoklima kt 160 da 10lt. Mi dicono che è professionale.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giuseppe, sono andato sul sito di Tecnoklima e non risulta questo modello, l’azienda produce deumidificatori professionali però con i modelli a destinazione industriale e per grandi superfici. Per la tipologia residenziale c’è un 10 litri ma siamo nella norma.
Icona regione.
Niccolò da Poggibonsi giorno 29/01/2013
Salve, avrei bisogno del suo preziosissimo aiuto per la scelta di un deumidificatore. Ho bisogno di mettere nella stanza del mio bambino un deumidificatore, perché è presente la muffa. La stanza è di 17-18 metri quadrati ed è alta 3.5 metri. Alcuni commessi mi hanno suggerito un De Longhi da 16 litri, altri un Olimpia Splendid da 22. Secondo lei quale farebbe al caso mio?
Grazie per gli eventuali consigli!
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Niccolò,
rapidamente un calcolo del tuo ambiente è siamo a 63 metri cubi, considerando la perdita di resa dei deumidificatori alle temperature che si hanno di solito in casa in questo periodo, 18/20°C, dobbiamo orientarci su uno con una capacità di 120 metri cubi, quindi il De Longhi da 16l è dichiarato per 80 metri cubi, mentre lo Splendid da 22l per 200 metri, si tratta dell’Aquaria Thermo, che comunque è dotato di resistenza elettrica per il riscaldamento che non ti serve, quindi opterei per l’Aquaria 01085 che è un 20 litri, per 180 metri cubi.
Icona regione.
Erjon da Genova giorno 25/01/2013
Ho una sala prove di 25/30mq con una fortissima umidità (80%/90%), muri spessi in pietra, soffitto alto e due minifinestre. Vorrei abbassare l'umidità e mantenerla ad un livello accettabile (50% massimo) sia per noi che suoniamo che per gli strumenti.
I problemi sono:
-andiamo in sala solo due volte a settimana
-la corrente viene staccata dai proprietari tutte le notti

Quindi mi servirebbe una soluzione che permetta:
1. di far circolare l'aria tramite le due finestre
2. un deumidificatore con un serbatoio capiente o "modificabile"
3. un modo se esiste che faccia ripartire il deumidificatore in nostra assenza quando viene riattaccata la corrente dai proprietari.
Vi prego di consigliarmi dei prodotti e delle soluzioni (mandando anche dei link se possibile).
Grazie di cuore!!!
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buonasera Erjon, scusa il ritardo ma in questi giorni sto avendo qualche impegno. Dunque per l’ambiente ci vuole almeno un deumidificatore con una capacità di 180 metri cubi.
Per rispondere alle tue domande (la prima non l’ho capita) ti dico che per il serbatoio non ci sono problemi in quanto si può togliere la vaschetta ed utilizzando un tubo, che è in dotazione puoi farlo scaricare di  continuo in un contenitore più grande o e se possibile all’esterno.
Per far ripartire il deumidificatore credo che l’unica opzione sia quella di orientarsi su uno con gestione meccanica, quindi lasciarlo sempre attaccato, così quando c’è la corrente funziona altrimenti no. In alternativa per evitare gli spegnimenti bruschi quando viene staccata la corrente, potresti utilizzare un timer che però funziona a batterie e programmarlo secondo i tuoi orari.

Di seguito i deumidificatori meccanici che possono andare bene, il SECCOPROF è un po’ sovradimensionato, ma considerato che il tempo di funzionamento non è di 24h, può anche andare bene.

SECCOPROF28
NARCISO 24

Icona regione.
Massimo da Milano giorno 24/01/2013
Ciao, abito in un piccolo loft con la zona letto su soppalco, il soffitto è alto 4,50 mt e sono 62mq. Volevo acquistare un deumidificatore sia perché la casa è spesso umida, ma soprattutto perché non avendo balcone stendo i panni in casa e di inverno è dura lasciare le finestre aperte. Cosa mi consigli? basta 20l/24h o serve qualcosa di più? servono funzioni speciali? Cioè per esempio sul DDS 30 della De Longhi leggo che c'è una funzione Laundry che magari farebbe al caso mio.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Ciao Massimo, la tua precedente mi è arrivata, solo che avendo altre cose da fare la gestione delle risposte impone un po’ di tempo. Dunque se intendi deumidificare tutti i 62 metri allora hai bisogno di un deumidificatore con una capacità di 62x4,5= 279 metri cubi che dobbiamo portare al doppio per la perdita di resa a temperature invernali, quindi di 558 metri cubi. Direi improponibile e da andare su modelli troppo esagerati, quindi mi limiterei a risolvere il problema nella camera ed ad asciugare gli indumenti, pertanto un 20/24 h va bene. Anche il DDS 30 va bene, anche se la funzione Laundry non la considero una innovazione di chissà quale portata, infatti non fa altro che far funzionare di continuo ed ininterrottamente il deumidificatore. In conclusione se lo trovi ad un prezzo conveniente va ben, altrimenti non spenderei dei soldi in più di quelli necessari per un 20 litri “normale”. Se invece puoi spendere qualcosa in più ritengo che Mitsubishi per l’asciugatura degli indumenti ha qualcosa in più.
Icona regione.
Caterina da Napoli giorno 23/01/2013
Salve abito in un appartamento al piano terra, su 2 piani di circa 38 mq. Al piano di sopra c'è la camera da letto (circa 12-15mq) con un piccolo bagno. Da quando vivo qui, la mattina mi sveglio sempre sudata, addirittura sul viso, e ho sempre molto freddo, la temperatura è sui 19 ° e l'umidità al mattino è 55-60% . Il muro prima di entrare nella stanza da letto presenta zone di umidità e muffa. Mi chiedevo se con un deumidificatore risolverei il problema della notte perché dormo male e mi sveglio di continuo a causa del sudore e nel caso quale deumidificatore mi consiglia. Pensavo a AQUARIA 10 o narciso baby, lei cosa ne pensa? Grazie mille.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Caterina, la percentuale di umidità è buona ed anche la temperatura, ma il fatto che sudi non è riconducibile all’umidità, e poi se senti freddo, sono due cose un po’ in contrasto. Per la metratura indicata vanno bene entrambi i deumidificatori.
Icona regione.
Marino da Venezia giorno 23/01/2013
Salve, ho un paio di dubbi riguardo l'uso del deumidificatore. Posso installarlo a 2,5 metri dal pavimento, (non ho molto spazio) o ci sono controindicazioni ? I deumidificatori a celle di "Peltier" come vanno? funzionano bene ? Lo chiedo perché ho visto che ci sarebbe un grandissimo risparmio di energia. Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Marino, puoi posizionare il deumidificatore in alto anche se credo che il posizionamento e la gestione dei classici deumidificatori non è tanto pratica. Celle di Peltier, non ho esperienza.
Icona regione.
Daniele da Roma giorno 15/01/2013
Salve, ho provato a leggere tutti i commenti per trovare una risposta al mio problema ma siccome vorrei essere sicuro nella scelta lo descrivo qui di seguito: piano seminterrato, 1 camera 2 camerette 1 bagno. Sono presenti già deumidificatori con sali (4 da 30m cubi cad.) Sono presenti per il riscaldamento 6 termosifoni in media 5/6 elementi ciascuno. Noto presenza di umidità, condensa considerevole su finestre (alcune con sostanziose gocce d'acqua) e inizia a presentarsi la muffa sulle pareti. Il locale è areato non frequentemente. Cosa mi consiglia? Deumidificatore mobile o fisso? Condizionatore con deumidificatore? Potenza? Grazie per eventuali consigli.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Daniele, escludo il condizionatore per il problema specifico, in quanto dovresti utilizzarlo con la funzione di deumidificazione e non ha le stesse prestazioni di un deumidificatore, se invece hai anche lo scopo di raffreddare l’ambiente d’estate allora ci potresti anche pensare. Ritengo però che la soluzione migliore sia quella di orientarsi sul prodotto che nasce in modo specifico per questa esigenza in quanto ha prestazioni e funzionalità superiori. Tra mobile e fisso, per quanto riguarda l’aspetto tecnico e del risultato non cambia niente, quindi è una tua scelta, personalmente protendo sempre per il mobile in quanto può essere spostato in caso di necessità. Per identificare la potenza suggerisco, una volta cubato l’ambiente di sceglierne uno che ha un capacità in metri cubi almeno pari al doppio rispetto alla stanza.
Icona regione.
Giorgio da Cuneo giorno 12/01/2013
Ciao, ho appena comprato una casetta in campagna disposta su due piani. Nel sottotetto ho ricavato alcuni vani che mi sono indispensabili per motivi di spazio ma l'umidità è molto alta (circa l'80%) ed avrei bisogno di abbassarla perché ho creato delle librerie. I locali sono separati da loro e molto piccoli e bassi, diciamo 1,5 m2 di superficie e 170 di altezza, inoltre non sono riscaldati direttamente (appunto dei depositi) ma traggono un piccolo beneficio dal riscaldamento del locale centrale (attiguo ed abitabile) e comunque la temperatura si aggira sui 3/8 gradi in questa stagione e in estate diventano piuttosto caldi (come qualsiasi solaio)... Io avrei bisogno di evitare sbalzi di umidità (la temperatura in se è meno rilevante) per evitare fenomeni di condensa superficiale e quindi la formazione di muffe sulla carta e di ossidazioni alle parti metalliche degli impianti stereo che ho posizionato in nicchie in condizioni analoghe. Mi basterebbe risolvere il problema in uno/due dei miei mini-vani. Possono andare bene i filtri a sale (che però temo non riescano a controllare gli sbalzi) o esistono in commercio dei piccoli deumidificatori in grado di lavorare a temperature piuttosto basse e che non costino uno sproposito? Grazie per la cortesia e complementi per il sito.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giorgio,
le condizioni dell’ambiente sono molto estreme ed un deumidificatore toglierà pochissima acqua o addirittura niente andando spesso in sbrinamento. In estate lo potresti utilizzare con risultati anche buoni, ma d’inverno proprio no. I sali non hanno una grande capacità, puoi provare, ma credo proprio che non raggiungi questo obbiettivo. Potresti provare con un deumidificatore a zeolite della Mitsubishi MJ-EZ6CX-S1-IT, che diversamente dagli altri non ha un compressore ed il gas refrigerante, quindi è adatto alle basse temperature, consuma un po’ di più di tutti gli altri ma questo è dovuto al sistema di trattamento dell’aria, siamo a 595 watt. Addirittura durante il funzionamento emana calore, generato dal processo di trattamento dell’aria.
Icona regione.
Saverio da Firenze giorno 06/01/2013
Salve, ho una casa in pietra con mura molto spesse. Causa un tubo rotto, con conseguente allagamento, tanto che l'acqua è passata al piani di sotto attraversi i pavimenti a travi. Ora si sta lentamente asciugando ma i muri sono ancora fradici. Considerando che c'è una bassa temperatura,dai 7 ai 13 gradi, con un buon deumidificatore otterrò qualcosa? L'ambiente da asciugare,è circa 30 metri quadri. Mi dicono che a basse temperature, il sistema Mitsubishi, è più efficace. La ringrazio in anticipo.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Saverio, i deumidificatori della Mitsubishi hanno un range di funzionamento più esteso rispetto agli altri, infatti il funzionamento va da 1°C a 35°C, gli altri deumidificatori variano dai 2/5°C come minimo mentre al massimo siamo sui 32/35°C. Chiaramente questo garantisce una migliore prestazione, resta fermo il fatto comunque che la perdita di resa è comunque presente. Con la temperatura indicata la perdita di resa può variare dal 50 al 80%.
Icona regione.
Moreno da giorno 04/01/2013
Ciao, ho visto che sei veramente molto preparato. Allora vivo in una casa piuttosto grande, circa 90 mq, e purtroppo in alcuni punti è veramente umida, ha muri molto spessi ed è fatta molto per il "lungo". Oggi ho visto un deumidificatore De Longhi da 30 lt, DDS 30, può andare bene per le mie esigenze? Soffro di allergia alla polvere e agli acari, per caso il deumidificatore aiuta in tal senso? Grazie!
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Moreno, ho provato a vedere le caratteristiche sul sito De Longhi non è tra i modelli a catalogo, quindi presumo che sia una produzione precedente. Ad ogni modo va bene uguale e sicuramente costerà molto meno rispetto ad un 30 litri a catalogo. Il deumidificatore è abbastanza potente ed è valido per grandi superfici, chiaramente per tutta la casa non può farcela, la concentrazione di umidità e la presenza di pareti e quant’altro non consente di avere un trattamento uniforme. Localizzato nell’ambiente più umido farà certamente un buon lavoro. Il deumidificatore dovrebbe essere dotato di una funzione per filtrare l’aria e per purificare l’ambiente, il che aiuta per la tua allergia. Mi sono espresso dicendo “dovrebbe” in quanto ho trovato le caratteristiche non dal sito ufficiale e non conoscendo direttamente il prodotto è bene che ti sinceri.

Grazie per la risposta, gentilissimo.
Il deumidificatore è questo, nel caso ce ne fosse uno più performante o più adatto alla mia tipologia di richiesta sarei ben lieto di saperlo. Contando che non vorrei che consumasse troppo ecco.

Avevo già visto questa pagina, è un deumidificatore molto prestante, non è menzionato tuttavia il dato del consumo, considera che il Tasciugo Ariadry DE 350E a catalogo consuma 350 watt, il prezzo è più alto.

Ti ringrazio, mi sa che mi dirigerò proprio sul DE350E, l'ho trovato a un prezzo molto vantaggioso, addirittura meno del DDS 30 che ti ho segnalato.

P.S. sto entrando in conflitto interiore, anche l'Olimpia Splendid Aquaria non è male, soprattutto come rapporto qualità prezzo. Brutto essere indecisi!

Sono entrambi un'ottima scelta.

Icona regione.
Marco da Buccinasco giorno 03/01/2013
Buongiorno, grazie per le vs importanti info. Vivo in un appartamento all'ultimo piano di 80mq che subisce delle infiltrazioni dal tetto e ho umidità al 70% con la parete della camera da letto dove vi è l'armadio con evidenti segni muffa, ho finestre di alluminio doppio vetro taglio termico che trasudano acqua (nel soggiorno). Ora ero orientato ad acquistare Olimpia Splendid AquariaThermo ma ho paura per i consumi e quindi opterei per Mitsubishi Elettric MJ-E16VX-S1. Mi aiutate a capire il prodotto migliore per il problema...GRAZIE
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Marco, tra i due deumidificatore non c’è molta differenza per il consumo ma ce n’è per l’umidità asportata. Il primo modello è dichiarato per 22 litri/24h ed un consumo di 295 watt, mentre l’altro 16 litri e 275 watt. La differenza è di appena 20 watt per 6 litri in più di acqua. Il consumo maggiore dell’AquariaThermo si ha solo se si impiega la resistenza elettrica per il riscaldamento, in questo caso arriviamo ad un assorbimento totale di 1000+295 watt. Se scegli questo deumidificatore è perché hai anche necessità di avere del calore aggiuntivo, altrimenti orientati sull’Aquaria 01085, che non ha la resistenza consuma 275 watt e toglie 20 litri/24h.
Icona regione.
Angelo da Benevento giorno 03/01/2013
Salve, ho un deumidificatore De Longhi Tasciugo ARIA DRY 18 lt. nelle modalità d'uso viene raccomandato di attendere almeno un'ora prima di avviare l'apparecchio dopo averlo trasportato. Ma per trasporto s'intende anche da una stanza all'altra tenendolo in posizione verticale? In attesa ringrazio anticipatamente. Buon anno a tutti.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Angelo e buon anno anche a te,
per trasporto si intende quando il deumidificatore viene coricano e rimane in quella posizione per un po’ di tempo. Nel caso di spostamenti da una stanza all’altra ed in posizione verticale non si corre nessun rischio. Il motivo dell’attesa e riconducibile al fatto che l’olio del motore quando viene coricato si sposta, e in una ipotetica accensione immediata dopo il trasporto, la mancanza di olio potrebbe gripparlo.
Icona regione.
Giuseppe da Caserta giorno 03/01/2013
Salve, ho bisogno di un vostro consiglio professionale. Ho forte necessità di un deumidificatore data la presenza in casa di una bimba piccola che spesso si ammala di bronchiolite ed è asmatica. Nelle mie camere da letto c'è molta umidità e adesso anche la muffa. L'umidità va da un minimo del 60% fino ad arrivare oltre l’ 80% e c’è molto freddo. Gli infissi al mattino sono zuppi di condensa e nella camera matrimoniale di circa 16 mq che è anche la più grande, in due angoli si forma anche dell'acqua a terra. Abbiamo passato già 2 volte l'antimuffa ma niente, è sempre peggio dato che cerchiamo di tenere la temperatura in casa intorno ai 19-20° x la piccola. Ho anche un condizionatore inverter e mi aiuta d'estate, ma in inverno deumidifica solo a freddo, per conseguenza, lo uso per riscaldarmi oppure accendo i termosifoni. Dato che vorrei mantenere la temperatura intorno ai 20° e da come ho capito il deumidificatore raffredda volevo sapere: 1) Come faccio a deumidificare e mantenere cmq la casa calda? 2) Quale deumidificatore, se secondo lei è opportuno, posso acquistare che possa servire bagno più camere attigue che insieme sono circa 40 mq? 3) Qual'é il più silenzioso e il più economico in consumi che posso utilizzare anche di notte? Grazie per la vostra cortesia.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giuseppe, prima di rispondere alle tre domande volevo suggerirti la possibilità di utilizzare il climatizzatore in funzione di sola deumidificazione, è vero che con il riscaldamento non deumidifica e con il raffreddamento si, però c’è sempre l’opzione solo deumidificatore che va bene anche d’inverno. Detto questo passiamo alle tue domande:
1) Il deumidificatore non raffredda, l’aria trattata viene rimessa  alla stessa temperatura e con l’effetto della ventilazione si avverte come fredda. Emettesse aria fredda si potrebbe sostituire al climatizzatore d’estate ma così non è. Anzi, il deumidificatore tende a riscaldare l’aria per effetto dell’azione di surriscaldamento del motore durante il funzionamento.
2) Non ti consiglio un deumidificatore per tre ambiente, piuttosto mi concentrerei sull’ambiente che hai maggiore necessità di deumidificare, o su quello più grande, in questo modo una volta deumidificato l’ambiente puoi pensare di spostarlo in un’altra stanza. Tieni presente che l’umidità nel frattempo si riforma.
3) In questa pagina trovi una lista di deumidificatori con indicata la rumorosità ed i consumi.

Grazie, prima di tutto per la celerità e chiarezza della risposta, ma ancora non mi sono chiare delle cose. Innanzitutto chiarendo che il condizionatore 12000 btu posseduto è posizionato nel disimpegno tra 2 camere e un bagno che in tutto corrisponde ad un area di circa 80mc, vorrei cmq capire come posso deumidificare e riscaldare allo stesso tempo. Da quanto da lei indicato posso deumidificare anche con il mio condizionatore ma vorrei mantenere la temperatura intorno ai 19-20° e un umidità intorno al 50%. Purtroppo ho constatato che il condizionatore mi riscalda meglio del termosifone ma se lo metto a deumidificatore poi non posso riscaldare. Così vorrei capire come raggiungere gli obiettivi prima esposti ottimizzando l'uso del condizionatore.
Ma se riscaldo l'ambiente prima col condizionatore arrivando alla temperatura desiderata poi se lo metto a deumidificatore che succede?
Oppure mi consiglia il deumidificatore?
Ma poi i consumi usandoli insieme non sono esagerati?
Mi scusi ancora per le mie mille domande ma vorrei capire al meglio se è proprio necessario affrontare il costo del deumidificatore. Alcuni mi hanno consigliato quei condizionatori elettrici a parete per riscaldare e che, a quanto dire, dovrebbero anche asciugare anche perché il problema è che la camera da letto conserva non solo l'umidità ma anche un freddo pungente. Cmq non so che fare. Non vorrei fare spese inutili. Grazie in ogni caso x la sua risposta.

Le scelte possibili sono due, ovvero riscaldare l’ambiente con il termosifone e deumidificare con il climatizzatore impostandolo solo come deumidificatore o riscaldare con il clima e comprare un deumidificatore. Ora considerando il fatto che con il clima ti si riscalda meglio l’ambiente, opterei per la seconda soluzione, il consumo aggiuntivo del deumidificatore non è esagerato, poi un consumo ci deve pur essere!!!

Vediamo ora cosa succederebbe nelle due scelte differenti:

1) Con il termosifone, credo ti riferisci ad un solo termosifone elettrico, l’ambiente si riscalda ma non eccessivamente, l’impiego del clima in deumidificazione non controlla la percentuale di umidità, non essendo regolabile su quel fronte.
2) Con il clima riscaldi, bene, e con il deumidificatore ottieni la percentuale di umidità impostata, il consumo del deumidificatore non è alto, del clima se è un inverter è anche basso, altrimenti consuma un po’ di più.

Se riscaldi con il clima e poi lo stacchi impostandolo come deumidificatore nell’arco di pochi minuti l’ambiente si raffredda…quindi non va bene.

Icona regione.
Stefano da Taranto giorno 02/01/2013
Buona sera,vorrei gentilmente un consiglio da parte di un esperto. In pratica il mio problema è che ho preso un appartamento nel quale circa un mese fa in seguito alla rottura di una tubazione di acqua, nel bagno ho una parete che necessita di essere asciugata dai residui di acqua dispersi nella parete stessa. Più persone compreso un idraulico mi hanno detto che per asciugare la parete dovrei utilizzare un deumidificatore che tiri via dal muro tutta l'acqua, vorrei sapere se è vero e nel caso quale tipo di deumidificatore mi consiglia premettendo che il bagno ha una superficie di circa 4/5 metri quadri.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Stefano, certamente con il deumidificatore tiri via l’acqua che ti è rimasta nella parete. Puoi orientarti tranquillamente su uno con capacità di 10 litri in 24 ore, poi se il bagno non è umido di suo, nel senso che l’eccesso è stato causato dalla perdita di acqua, allora potresti anche pensare di lasciarlo asciugare pian piano da solo. Certamente in questo periodo dell’anno ci vorrà un po’, ma in primavera si asciugherà velocemente.
Icona regione.
Marco da Cremona giorno 02/01/2013
Salve, ho già avuto alcune risposte leggendo i post sopra però mi chiedo se il deumidificatore Ardes 590 (di cui ha già avuto modo di parlare) mi raffredda di troppo la stanza in inverno. Ho letto che quelli che scaldano consumano troppo e comunque rendono meno metri quadrati, però mi interessa che in inverno la stanza non vada a gelarmi perché questo la fa uscire pura ma troppo fredda. Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Marco, l’aria in uscita dal deumidificatore sostanzialmente rimane alla stessa temperatura a cui è entrata, ci può essere una leggere differenza dovuta al processo di deumidificazione ma in buona sostanza è quella per tutti i deumidificatori. Il riscaldamento laddove avviene è generato con una resistenza elettrica che varia dai 1000 watt fino ai 2000 watt, e chiaramente consuma più energia elettrica, però non coprono meno metri rispetto ai deumidificatori che ne sono privi. Se ne identifichi uno con la stessa capacità di raccolta di acqua è la stessa cosa, anzi è più performante.
Icona regione.
Alfonso da Merate giorno 30/12/2012
Buongiorno,
la mia camera da letto (misura 16 mq per 3 mt. di altezza ed è esposta a sud-ovest) presenta problemi di umidità con problemi di muffa negli angoli delle pareti e condensa sui vetri. Questi problemi si sono accentuati dopo aver sostituito gli infissi con quelli in PVC con vetro doppio. Ho intenzione di installare un impianto di condizionamento, ma mi sembra di aver capito che nei condizionatori la funzione di deumidificazione funziona solo in raffreddamento. E' vero? In alternativa che tipo di deumidificatore mi consiglia? Ho visto il De Longhi Ariadry slim DES 16ew ma credo non sia ben dimensionato.
Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Alfonso,
esatto nel climatizzatore la funzione di deumidificazione funzione solo in raffreddamento quindi fa le due cose insieme, mentre in inverno riscalda soltanto. Rimane però il fatto che un climatizzatore può essere utilizzato in funzione dry, deumidificatore, anche in inverno, in questo caso deumidifica. Il DES16EW può andare bene porta fino ad 80 metri cubi.
Icona regione.
Massimo da Milano giorno 21/12/2012
Salve, innanzitutto complimenti per la gentilezza e la competenza con cui risponde ad ogni domanda. Nel mio piccolo bilocale disposto su 2 piani ho la cucina al piano terra di 16 mq circa con una parete che da verso l'esterno un po’ umida (premetto che la casa l'ho acquistata da poco ed era disabitata da circa 2 anni) così per risolvere il problema in modo veloce ed efficiente ho pensato di acquistare un deumidificatore. Ho trovato proprio in questi giorni in offerta un Ardes Mod 590. Potrebbe fare al caso mio ? L'unico dato che ho a disposizione è la capacità di 10l/24h. Dimenticavo, nella stanza c'è una scala che porta alla stanza di sopra. Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buonasera Massimo, del modello in questione ho scoperto qualcosa in più, e per l’esattezza che dispone di umidostato manuale per la regolazione dell’umidità, che ha una capacità serbatoio di 2,1l e che il suo consumo è di 250W. Purtroppo non ci sono dati riferiti alle capacità di deumidificazione in base alla temperatura ed al range di funzionamento, non abbiamo quindi dati certi sui quali poterci basare. Per l’ambiente che hai, dovrebbe andare bene, nel senso che un 10 litri in generale è dichiarato per minimo 45 metri cubi, da te poi ci sono le scale quindi dovrebbe essere un po’ più prestante. Se l’offerta è conveniente puoi rischiare altrimenti aggiungi qualcosa in più ed orientati su un deumidificatore più potente.
Icona regione.
Guido da Serrone giorno 17/12/2012
Salve, un consiglio a casa ho un unico ambiente di circa 35/ 40 mq con cucina + camera da pranzo dove ho presenti un condizionatore a parete e un termoconvettore. Le finestre sono continuamente zuppe di acqua che gronda a terra. Ciò sta causando problemi al parquet e allo zoccolo in legno, letteralmente bagnato. Oltretutto ho un inizio di muffa in alcuni angolo vicino le finestre. Riesco a risolvere con un deumidificatore? Quale tipo? Costi? Preferirei un modello non fisso e abbastanza silenzioso.
Grazie per il supporto.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Guido, un deumidificatore riesce ad asportare l’umidità che c’è nell’aria, la condensa, eliminare la muffa, tutto però è legato alla quantità di acqua che c’è nell’ambiente. Per esempio su sulle finestre si crea della condensa, questa viene eliminata, ma se dalle finestre ci sono delle infiltrazioni continue di acqua, il lavoro del deumidificatore è in dubbio. Per una eventuale scelta ti invito a consultare la pagina dei confronti, trovi i deumidificatori e la superficie che coprono, considera sempre che in questo periodo la resa quasi dimezza.
Icona regione.
Patrizia da Genzano di Roma giorno 16/12/2012
Salve, ho un bagnetto della sala hobby di circa 7 mq, ha una piccola finestrella in alto (trattasi di seminterrato con finestra sul giardino alta 60cm), il problema è che sul pavimento c'è umidità, sembra essere bagnato, inoltre se chiudo la finestra il bagno puzza, devo tenerla sempre aperta ma l'inverno si gela! Consiglio?
Grazie mille!
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Patrizia, mi pare di capire che vorresti tenere la finestra chiusa, rimuovere l’umidità e non avere la puzza!! Puoi impiegare un deumidificatore che oltre a togliere l’umidità, purifica l’aria, come il modello ARIA DRY LIGHT DNC 65 della De Longhi, che è dotato di sistema di ionizzazione, che emette ioni negativi rendendo più “fresca” l’aria ed un filtro antibatterico per trattenere acari e polvere. Poi non so l’entità della puzza…
Icona regione.
Marcello da Genova giorno 15/12/2012
Salve, ho un problema di forte condensa in un bagnetto che misura 2,20 x 2.00 e altezza 2 metri. Parte di esso è contro un terrapieno e il risultato è che mi ritrovo con un buon 80% di superficie che Gronda acqua, piastrelle e finestra pur essendo a taglio termico trasuda. Con un De Longhi TASCIUGO DEM 10 Riuscirei a risolvere? qualche consiglio?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Marcello, il deumidificatore è portato per una cubatura di 45 metri, ben oltre i tuoi 8 metri cubi. In condizioni normali va bene, ma visto che il risultato non dipende solo ed esclusivamente dai metri cubi, ma da variali quali la temperatura e la quantità di umidità che c’è all’interno dell’ambiente e considerato la tua particolare condizione, una parete interrata che gronda acqua continuamente, ciò significa che è tutta imbevuta, ho dei dubbi sui risultati. Certo è che il suo impiego avrà un effetto.
Icona regione.
Gianluca da Pescara giorno 14/12/2012
Salve,
complimenti per il servizio che offre. Volevo un suo parere riguardo ad un deumidificatore che faccia al caso mio, ho notato che in più occasioni consiglia di acquistare un Olimpia Splendid Aquaria Thermo, io dovrei utilizzare il dispositivo in un ambiente di circa 30 mq relativamente umido, adibito a camera da letto, in quanto con il clima invernale e con il relativamente scarso ricambio d'aria noto eccessiva condensa sui vetri e comincio a notare qualcosa sugli angoli. Quindi volevo sapere se si tratta di un apparecchio indicato per questo problema, se eccessivamente rumoroso, se va bene per una stanza di questa grandezza e soprattutto se è un dispositivo di Classe A energetica.
Cosa mi consiglia? Grazie per la cortese risposta.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Gianluca, il mio consiglio molte volte si è soffermato sull’Aquaria, non sul modello Aquaria Thermo, che praticamente ha in più la funzione di riscaldamento, con una resistenza elettrica da 1000 watt, che francamente, se la casa possiede dei sistemi di riscaldamento alternativi, sconsiglio. Ritengo che il modello in questione ha un buon compromesso tra la qualità ed il prezzo, però ci sono prodotti che hanno qualcosa in più, anche come prezzo. Ad esempio il Mitsubishi MJ-E21CX-S1, ha delle funzioni specifiche per l’asciugatura degli indumenti, contro la muffa, ha due velocità di ventilazione ed un range di funzionamento leggermente più ampio. Vanno bene entrambi per il tuo ambiente, per rispondere ulteriormente alle tue domande ho fatto uno schema, per confrontare e commentare i dati:

Carattersistiche
Aquaria
MJ-E21CX-S1
Portata m3
180
174
Velocità ventilazione
1
2
Rumore dba
40
38/48
Consumo watt
275
365
Capacità l24/h
20
21,5
Range funzionamneto °C
2-35
1-35

Come puoi vedere la superficie coperta è per entrambi sui 180 metri cubi, quindi rapportata al tuo ambiente abbiamo 30*3=90 metri cubi, e considerando una perdita di efficienza a temperature di 20°C, di forse la metà ci siamo con entrambi. Rumore legato anche alla velocità di ventilazione, fissa nel primo e doppia nel secondo esprime una minore rumorosità del Mitsubishi a regime standard. Considera che comunque 40 decibel si sentono un po’, praticamente il rumore di un frigorifero. Per quanto riguarda la classe A, in questo caso possiamo dire che Aquaria consuma di meno, ma non si possono definire della classi. Le classi sono regolamentate da normative, che stabiliscono dei parametri per effettuare i calcoli dei consumi per poi identificare delle classi di corrispondenza. Allo stato attuale non c'è una normativa, quindi nessun apparecchio è dichiarabile appartenere ad una specifica classe. Hai solo il riferimento dell'assorbimento in watt per poterti orientare.

La ringrazio per la cortese e puntuale risposta però dato che vorrei esser sicuro dell'acquisto, cerco di spiegarle meglio la situazione dell'appartamento in modo che magari possiate consigliarmi un modello preciso da prendere in rete: si tratta di un bilocale con cucina/sala da pranzo + camera da letto separate da un piccolo corridoio su cui affaccia anche il bagno, per una metratura di 65 m2 in totale; la camera in cui ho problemi, come le dicevo la scorsa volta, è di circa 30 mq con pareti alte 3 m... il problema condensa e muffa lo sto riscontrando principalmente nella camera da letto e un pochino anche nel bagno, credo sia dovuto al fatto che oltre all'eccessivo sbalzo di temperatura interno/esterno tipico invernale, ho spesso i panni stesi ad asciugare in casa per motivi di spazio e magari per la mancata areazione regolare dei locali.
Date le temperatura rigide invernali,  chiedo se magari comprando un deumidificatore (che spero lei mi indichi tenendo conto dei fattori consumo e rumorosità) potrei risolvere il problema.
E se magari mi consiglia di prenderne uno che potrei posizionare vicino la porta della camera in modo che possa deumidificare l'intero ambiente, premetto che non sono interessato alla funzione di riscaldamento dato che ho i termosifoni, che anche se piccoli, lavorano discretamente: in casa le temperatura si aggirano attorno ai 12-19 gradi senza termosifoni e sui 20-22 gradi con termosifoni accesi d'inverno e sui 25-33 gradi d'estate.

P.S. riguardo alla rumorosità, lei mi parlava di un rumore simile a quello di un frigorifero, questo rumore è continuo oppure è ciclico?
Grazie ancora per la gentilezza e mi scuso anticipatamente per la meticolosità della risposta che le sto chiedendo.
Cordiali saluti.

Un deumidificatore per fare tutta la casa in posizione centrale lo escludo per la vastità della superficie e per la diversa concentrazione di umidità negli ambienti, diverse necessità ecc.
Ci dobbiamo focalizzare sulla stanza dei 30 metri quadri, più umida e dove metti anche i panni ad asciugare. Per questo ambiente ti consiglio il MJ-E21CX-S1 della Mitsubishi, il consumo rispetto all’Aquaria è leggermente superiore ma valuto positivamente l’insieme delle funzioni specifiche per asciugare i panni, eliminare i cattivi odori, la funzione contro la muffa e la possibilità di regolare la velocità di ventilazione tra 1 e 2, con una diminuzione del rumore a 38 dba, sicuramente costa qualcosa in più ma ne vale la pena per questi aspetti che sfrutteresti a pieno. Con 20/22°C sei apposto, poi d’estate non ne parliamo,  le prestazioni aumentano.

La rumorosità è ciclica, il deumidificatore ha un motore proprio come il frigorifero e per certi aspetti fa lo stesso lavoro, quindi intervalla momenti di funzionamento a momenti in cui il motore si ferma. Questo processo comunque dipende anche dal raggiungimento del livello di umidità impostato.

Eccoti anche due rivenditori.

Avevo pensato di spendere qualcosina in meno, avevo visto che il modello Aquaria costava meno... lei me lo consiglia nel caso? mi indicherebbe un link come ha gentilmente fatto prima dove trovarlo?
grazie.

Va anche bene, eccoti i rivenditori.

Icona regione.
Barbara da Pisa giorno 14/12/2012
Buongiorno, la cameretta del mio bambino che ha 2 anni (8,5mq) è esposta a nord est, con 2 pareti esterne, ho un letto a ponte appoggiato su una parete esterna e fra il pannello del letto e la parete si é formata la muffa, un po’ si sta formando anche negli angoli, la casa è umida in generale, quella è la stanza peggiore. La stanza è talmente piccola che non occorrono grandi prestazioni. Mi chiedevo se sia più opportuno quello della chicco o se sia un po’ un "giocattolino" rispetto ad altri modelli. Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Barbara,
vai su un deumidificatore normale, questo della Chicco lo vedo poco prestante, sebbene l’ambiente sia piccolo, parliamo già di 27 metri cubi, contro la sua portata di 20 metri cubi. In questo periodo, diciamo con 20°C in casa, riesce a togliere meno di mezzo litro di acqua in 24 ore, se acquisti un qualsiasi 10 litri anche a non marchio, lo paghi poco in più ma stai su prestazioni molto superiori.
Icona regione.
Mirko da Milano giorno 14/12/2012
Buongiorno, io ho grossi problemi di umidità in un appartamento di circa 50mq. Ho tre stanze, una da 25mq (quella con meno problemi) una da 15mq ed una da 8mq (quelle con più problemi). Sono indeciso sull'acquisto di un deumidificatore da 10l/24h (ne ho trovato uno della daya, lo conosce?) , da trasportare da una stanza all'altra deumidificandole a rotazione o uno da 20litri (Acquaria Splendid) da lasciare in una zona centrale. Le stanze sono separabile chiudendo le porte. La mia paura è che deumidificandole a rotazione l'umidità possa entrare dalle altre stanze, ma il risparmio economico orientandomi su quelli da 10 litri è notevole.
La ringrazio in anticipo per la cortesia e la competenza.
Buona giornata.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Mirko, la marca in questione non la conosco, non è certamente un marchio rinomato nel settore del trattamento dell’aria, personalmente dovendomi orientare su un 10 litri andrei su un marchio più rinomato come la olimpia, la de longhi ed altri. Ad ogni modo bisogna guardare i dati tecnici del deumidificatore, andare oltre il generico 10l/24h, ovvero a temperature di 19/20/21°C, quale è l’efficienza? Intanto il daya per quanti metri è portato? Considera che la portata è riferita a condizioni “estive” ed in questo periodo si dimezza, quindi vedi se ti ritrovi con la superficie coperta ed i tuoi ambienti. Se ti trovi e sei al limite portarlo da una stanza ad un'altra è limitativo, nel senso che se riesce appena a fare una stanza, nel frattempo che lo sposti, ti ritrovi a riavere la prima stanza nuovamente umida. La scelta dell’Aquaria la condivido di più, semplicemente perché è più prestante e quindi riesce a portare a condizioni ottimali l’ambiente.
Icona regione.
Antonio da Matera giorno 13/12/2012
Salve,
vorrei per favore un consiglio. Nel mio appartamento di circa 80mq ho un tasso di umidità del 50-60% circa. Nonostante questo tasso, non particolarmente alto, mi si forma una muffa negli angoli di una sola stanza, esposta a nord, (solo in questa stanza) e talvolta mi si forma la condensa sui vetri. Nonostante tutto io non avverto per niente la sensazione di umidità. Mi consiglia di acquistare comunque un deumidificatore?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Antonio, il tasso di umidità che hai è buono, se però in quella stanza si forma la muffa si vede che c’è una concentrazione maggiore o magari hai qualche infiltrazione di acqua dal muro che crea umidità. Visto che hai un dato della percentuale di umidità, penso che tu l’abbia misurato con un igrometro, prova a misurare l’umidità in punti diversi ed in particolar modo nella stanza nell’angolo, vedi cosa viene fuori. Se impieghi un deumidificatore, chiaramente elimini l’eccesso.

Buongiorno,
Innanzi tutto grazie per la celerità nella risposta. In effetti ho un igrometro, farò i controlli che mi suggerisce. Per quanto riguarda invece la condensa che mi si forma sui vetri, alcune giornate trovo addirittura la parte del pavimento sotto la finestra bagnata (a causa della condensa formatasi sul vetro). Consideri che le parlo di una porta finestra relativamente nuova (2 anni di vita), della larghezza di 180cm circa x 210cm di altezza, a tre ante, legno dentro e alluminio fuori con regolare vetrocamera, insomma, di ultima generazione. La condensa quindi è legata ad un problema dell'infisso, o all'umidità? in ogni caso, pensa sia risolvibile anch'esso con un deumidificatore??

Il problema è legato all’umidità all’interno, la formazione di acqua sulla finestra è dovuto ad una diversa temperatura tra l’ambiente e la superficie dei vetri della finestra, che sono più freddi. L’aria calda ha la capacità di trattenere acqua (vapore), che con il freddo viene ceduta, il vetro è un punto di cessione. Con un deumidificatore risolvi il problema.

Icona regione.
Gianni da Motta di Livenza giorno 11/12/2012
Buongiorno, ho appena chiuso un porticato di circa 80 m3 con infissi in alluminio e vetro con bassa trasmittenza (1,50) per difendermi dagli agenti atmosferici, l'ambiente non è riscaldato ma essendo incorporato nel resto dell'abitazione mantiene dai 7 ai 10 gradi a seconda della temperatura esterna. Sorpresa ! si formano delle gocce di umidità sul soffitto a ridosso dei punti più freddi (colonne e terrazzo soprastante) ho utilizzato un igrometro e di notte quando scende la temperatura segna 100% . Con un deumidificatore datato (20 anni) non asciuga quasi niente, cosa mi consiglia? Grazie anticipate.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Gianni, il deumidificatore molto probabilmente non asciuga in quanto l’eccessivo freddo impedisce che faccia il suo lavoro. Già a temperatura intorno ai 20°C si ha una considerevole perdita di resa. Il range di funzionamento degli attuali deumidificatori va dai 2°C fino ai 35°C, al di sotto dei 2°C si blocca ma al di sopra, 5/6/7 °C non è che fa tanto. Un deumidificatore di 20 anni fa, può essere che ha dei limiti ancora superiori, ecco perché non fa nulla. Secondo il mio parere dovresti cercare di riscaldare l’ambiente e poi deumidificarlo.
Icona regione.
Domenico da Foggia giorno 10/12/2012
Salve,
complimenti per i consigli utili. Spiego il mio problema: ho di recente ristrutturato casa con cappotto e infissi vetro camera. Mi ritrovo sui bordi dei vetri specialmente nella parte inferiore fenomeno di condensa, si formano gocce d'acqua, ho misurato con igrometro l'umidità ed è del 70/75%, pensavo di acquistare assorbi umidità di quelli senza collegarli alla corrente cosa mi consiglia.
Grazie in anticipo.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Ciao Domenico, quei tipi di assorbi umidità sono indicati per ambienti molto piccoli e poco umidi, per un ambiente come quello da te descritto ci vuole un deumidificatore vero.
Icona regione.
Fabio da Faenza giorno 10/12/2012
Buongiorno,
ho un problema in cucina, la casa è di nuova costruzione (aprile 2012) con cappotto esterno e finestre isolanti e riscaldamento a pavimento, però un angolo della cucina dove passa una colonna portante della casa è completamente bagnato e sta facendo muffa. Potrei risolvere il problema con un deumidificatore? La cucina è di circa 20mq la porta che la separa dal soggiorno(altri 25mq) è sempre aperta.
Grazie per la risposta.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Un deumidificatore asporta l’umidità che trova nell’aria indipendentemente dalle origini della stessa, quindi se lo posizioni accanto alla colonna incriminata tenderà certamente a raccogliere l’acqua, certo ci sono delle valutazioni da fare in merito alla quantità di acqua che arriva dalla colonna, perché mi pare di capire che ci deve essere qualche infiltrazione, quindi direi che è un mezzo per tamponare al problema ma non una soluzione definitiva.
Icona regione.
Maurizio da Lucca giorno 10/12/2012
Vorrei informazioni per eliminare l'umidità che mi si crea nel bagno di circa 9 mq situato a nord con parecchia condensa che cola dalle mattonelle, consigliami un deumidificatore adeguato a risolvermi il problema. GRAZIE MILLE.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Puoi orientarti su un deumidificatore con capacità 10litri/24h: Tasciugo Ariadry Dem10, Narciso Baby 10, Aquaria 10.
Icona regione.
Alessandro da Roma giorno 09/12/2012
Salve, ho visto su internet alcuni modelli con il filtro HEPA, e mi chiedevo se è un oggetto necessario per un prodotto di qualità, inoltre io ho un problema molto simile a quello di Giulio da Giugliano, una camera 3x5 dove si forma la muffa. Stavo pensando ad un DEC21MGY, che ne pensa? ho visto che su internet si trovano anche DEC21A.MGY, cosa significa l'aggiunta della "A" nel codice?
Grazie mille trovo l'articolo molto utile.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Il filtro Hepa è un filtro che ha una maggiore capacità di filtrazione dell’aria e riesce a trattenere rispetto ad un filtro tradizionale una maggiore quantità di particelle polvere, virus, polveri respirabili ed altro, quindi se un deumidificatore n’è dotato è certamente qualcosa in più, ma non indica necessariamente che nell’insieme quel deumidificatore sia di qualità superiore rispetto ad un altro. Sul sito ufficiale della De Longhi non viene fatta menzione del modello DEC 21MGY, ma solo del modello DEC 21A.MGY, che alla fine come caratteristiche sono uguali e vanno bene per il tuo ambiente. Non so dirti esattamente la differenza, ma ritengo possa ricondursi a una produzione precedente ed una successiva, dove sono stati apportati dei cambiamenti, visto che il primo è di colore bianco, o comunque visto su internet così, ed il secondo è grigio. Altre volte invece capita, che vengano messi in commercio dei deumidificatori identici come caratteristiche con, in alcuni casi, una leggere differenza estetica, al fine di vendere quel prodotto ad uno specifico gruppo di distribuzione, così da avere l’esclusiva di quel modello (sigla) e non avere termine di paragone con l’altro della produzione “ufficiale”.
Icona regione.
Giulio da Giugliano in campania giorno 07/12/2012
Salve, ho la camera da letto che misura 4x4 e da anni si forma una macchia di muffa nell'angolo del muro vicino alla porta finestra. Questa stanza si presenta abbastanza fredda e nonostante utilizzo un climatizzatore per riscaldare, appena lo spengo si gela nuovamente. Inoltre la mattina oltre a svegliarmi con la testa gelata, trovo i vetri bagnati, e la parete dove si presenta la macchia di muffa risulta come se bagnata. Siccome mi sta nascendo un bambino (per febbraio) volevo un consiglio su come risolvere un problema. Se acquisto un deumidificatore riesco a risolvere il problema "freddo", "umidità", "muffa" e parete apparentemente bagnata? Che tipo-marca di deumidificatore dovrei acquistare, mi indicate precisamente il modello e le capacità?
Spero in una vostra risposta!!
GRAZIE.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giulio, è normale che appena spegni il climatizzatore la stanza torna a raffreddarsi, anche se avessi i termosifoni o altro al loro spegnimento succederebbe la stessa cosa. Con il climatizzatore accese diminuisci la percezione dell’umidità, ma per eliminarla con un deumidificatore risolvi il problema. Per la grandezza della stanza puoi orientarti su:

Marca
Modello
Capacità m3
Litri

Olimpia Splendid

Aquaria 10
90
10
Olimpia Splendid
Seccoreale Elettronico
120
11
De Longhi
Des 12
80
12

Uno dei tre va bene, poi se vuoi dare un'occhiata al confronto tra deumidificatori, ci sono indicati altri prodotti e la metratura coperta.

Icona regione.
Raffaele da Milano giorno 07/12/2012
Buongiorno, il mio problema riguarda solo la camera da letto. Il resto della casa è asciutto e con il riscaldamento centralizzato la temperatura media è di 21-22°, ma in camera da letto non si superano i 17°. La camera da letto ha le dimensioni di circa 14 mq è fredda e quando la sera andiamo a letto sentiamo un forte odore di umidità tra le lenzuola (anche se nel resto dell'ambiente non si vede condensa). La parete ove è appoggiato il letto è esterna, il tetto, invece è il terrazzo dell'appartamento sovrastante. Vorremmo comprare un deumidificatore ma non so proprio come orientarmi. Grazie mille.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Raffaele, per farti un’idea vai alla pagina del confronto, dove sono riportate le caratteristiche tecniche dei deumidificatori, trovi indicate le superfici che riescono a coprire, come sempre suggerisco di tenersi su una superficie che rispetto alla propria è più o meno il doppio, in modo tale da considerare la perdita di resa a temperature tipo i tuoi 17°C.
Icona regione.
Stefano da Roma giorno 07/12/2012
Vivo in un appartamento al piano seminterrato di 130 m è molto umido. Ho un lungo corridoio 18m e 5 stanze in linea. Cosa mi consigli di acquistare e quale può essere un giusto prezzo?
Grazie e complimenti per la professionalità.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Stefano, direi innanzi tutto di centrare il problema, nel senso di concentrarsi sugli ambienti umidi, quindi se solo alcune stanze o tutta la casa. Nel caso di tutta la casa un solo deumidificatore non può bastare sia per la cubatura che per la frammentazione degli ambienti. Quindi mi focalizzerei sulla stanza che più ti interessa e partire da li per cominciare a confrontare prodotti e prezzi.
Icona regione.
Monica da Verona giorno 06/12/2012
Salve, ho una veranda molto piccola, circa 4 metri quadri , la cui grande finestra produce parecchia condensa. Vorrei adibirla a piccolo guardaroba / stireria e sono preoccupata perché sto mettendo un parquet laminato e non verrei che si imbarcasse. Cambierò la finestra, ma in caso di persistenza del problema che tipo di deumidificatore mi consigliate? grazie molte, Monica.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Considerata la destinazione metterei un deumidificatore della Mitsubishi, che è dotato di specifiche funzioni per asciugare, evitare la formazione di muffa e rinfrescare gli indumenti.
Icona regione.
Giancarlo da Udine giorno 05/12/2012
Saresti così gentile da togliermi un dubbio meno tecnico?
In casa tengo massimo 20 gradi ( 18 quando siamo fuori) e la stanza incriminata raggiunge a malapena i 19 gradi. Mi dicono che tanta umidità sia dovuta anche alla bassa temperatura interna. A me sembra strano, ma tu che ne pensi? Alzando migliorerei? Inoltre ha senso arieggiare nelle giornate di diluvio e forte umidità? Grazie delle risposte, questo così mi attivo per il nuovo deumidificatore.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giancarlo, l’aria contiene sempre una certa quantità di vapore acqueo sia in estate che in inverno, ora succede che a seconda della temperatura, il vaporo riesce ad essere contenuto di più o di meno dall’aria. L’aria calda riesce a contenere più vapore rispetto alla fredda ed ecco che se un ambiente caldo, con molto vapore acqueo, si raffredda, lo cede sotto forma di umidità. Arieggiare aiuta per cambiare l’aria, rinfrescare ma non sempre ad asciugare.
Icona regione.
Davide da Roma giorno 04/12/2012
Salve ho un appartamento di circa 50-55 mq situato all'attico di una palazzina di tre piani. La zona è molto umida e da qualche settimana ho notato il formarsi di muffe in alcuni angoli della casa e sotto le finestre; inoltre al mattino è presente la condensa quasi su ogni finestra. Ho deciso di acquistare un deumidificatore, ma il problema è che nonostante la casa sia di dimensioni medio piccole, è composta da 5 locali di varie dimensioni (da un minimo di 4,5 mq ad un massimo di 13 mq con i soffitti a 2,2 mt). Vorrei risolvere il problema acquistando un unico prodotto da collocare "al centro" dell'appartamento (che nel mio caso coincide con la stanza più grande, la quale è in collegamento diretto con le 4 stanze rimanenti), ma temo di non riuscire ad ottenere un risultato efficace e acquistare un deumidificatore per ogni stanza non mi sembra una soluzione intelligente né economica. Cosa mi consiglia? La ringrazio in anticipo per la risposta.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Considerato il tutto opterei per un deumidificatore avente capacità di copertura in metri cubi pari più o meno al doppio della tua superficie totale, come il Seccoprof 28 della Olimpia Splendid, e lo posizionerei come dici tu nella zona centrale che è la stanza più grande.
Icona regione.
Giancarlo da Udine giorno 04/12/2012
Buongiorno, ho un forte problema di umidità in due stanze. Un anno fa ho comperato un deumidificatore della Delchi. Nella mia totale ignoranza in materia ne ho preso uno a caso spendendo infatti la modica cifra di circa 100 euro e traendo scarsissimo beneficio. Probabilmente non è adatto alle mie esigenze vedendo ora i prodotti proposti e la notevole differenza di prezzo. Piuttosto che continuare con questa malsana umidità ne comprerei un'altro! Sbaglio??? Secondo lei quello della Delchi non è adatto al mio grosso problema?
Finestre bagnate, macchie di muffa sulle pareti, la casa ha 65 mq ma la stanza dove mi serve di più ne ha 25! La ringrazio se mi aiuterà nella scelta magari definitiva!
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giancarlo,
il problema non è tanto la marca quanto le caratteristiche del prodotto, non so che modello e prestazioni ha il tuo Delchi, ma dal prezzo non penso che sia un deumidificatore con una capacità oltre 10l/24h. Un simile prodotto di altre marche va di 45 ai 90 metri cubi, quindi massimo per un ambiente di 30 metri quadri, però parliamo del più prestante, dichiarato, però sul pratico bisogna vedere che riesce a fare. Quindi quello che hai può andare bene per una stanza di 10/15 metri e non per 65 metri quadri. Ora comprarne uno nuovo può essere una buona cosa, concentrati sulla stanza dove hai reale esigenza quindi 25x3=75 metri cubi e devi andare su un deumidificatore che abbia una capacità pari al doppio. In questa pagina sono raggruppati per capacità e metri quadrati, buona scelta.

Grazie della risposta velocissima! Pensavo di tenere il Delchi nella stanza piccola e il nuovo per il resto dell'appartamento. Il Mitsubishi mi sembra anche utile per asciugare i panni, ma lo descrive adatto a 38 mq 2. Potrebbe andare bene? magari spostandolo tra la stanza e il salotto/cucina? Il Seccoprof  Olimpia consigliato all'altro utente mi attira, ma ha dei consumi molto alti.

Mitsubishi è ottimo, da catalogo è dichiarato per 38 metri quadrati, però considera sempre una perdita di efficienza a temperature diverse dai 30/32°C, che sono presi come riferimento per tirare fuori quel dato. Per la stanza dei 25 metri penso che ci siamo, ciao.

Icona regione.
Massimo da Milano giorno 02/12/2012
Salve avrei bisogno di un consiglio su quale deumidificatore acquistare per un bilocale di 50 metri quadrati molto umido... Cortesemente il modello preciso visto che non sono pratico in materia.. Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Massimo, direi il modello Aquadry28 della Olimpia Splendid che è portato fino a 240 metri cubi, considerata un diminuzione di prestazioni durante il periodo invernale, è ideale per il tuo caso 50X3=150 metri cubi. Se vuoi comprarlo online eccoti i venditori e prezzi a confronto.
Icona regione.
Raffaella da Roma giorno 30/11/2012
Buongiorno,
abito in un appartamento di circa 40 metri quadri al terzo piano di un condominio costruito intorno agli anni '50. La camera da letto 3.20x3.20 x 3.00 di altezza, è ad angolo esposta est-sud, con finestra verso sud dove però c'è un palazzo e quindi in autunno-inverno non traggo beneficio dal calore del sole nelle belle giornate. Le pareti sono molto fredde, c'è della muffa sotto la finestra e, pur non avendone misurata la percentuale, si sente quella spiacevole sensazione di umidità. Finora sia in camera che in bagno (dove, in mancanza di spazi esterni stendo i panni nella stagione fredda) ho usato i sali assorbenti ma volevo passare ad un sistema più serio. Sto valutando di comprare un deumidificatore (che userei soprattutto nel periodo freddo) e considerate le caratteristiche e la metratura degli ambienti sono orientata su:
DL DEM 10
DL DES 12
Argo Narciso Baby
Vista la dimensione contenuta (è meno bombato degli altri due) e una maggiore capacità "asciugante", considerato l'uso invernale a temperature intorno ai 20 gradi (anche meno) propenderei per il DL DES12 (anche se costa di più rispetto degli altri due di almeno 70 euro.). Lei che ne pensa?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Raffaella, penso che hai già fatto un ottimo ragionamento e paragone tra i prodotti. La scelta più conveniente, anche se costa un po’ di più è il DES12, più prestante con alla fine un consumo di pochissimo inferiore agli altri due. Potrei aggiungere alla lista il SeccoAsciutto EL della Olimpia Splendid, ha in più la caratteristica di essere idoneo all’asciugatura dei panni ed all’utilizzo dell’acqua raccolta, demineralizzata, per l’impiego nel ferro da stiro.
Icona regione.
Andrea da Monza giorno 28/11/2012
Salve,
complimenti per i preziosi consigli! La camera delle mie figlie in questi giorni viaggia con un Rh di oltre 80%. Esposta a nord, con riscaldamento acceso solo un paio d'ore la mattina e la sera ( per il resto non siamo in casa), iniziano a comparire i primi segni della muffa. La superficie è di circa 25 mq per una H di mt 2.7. Visto l'alto tasso di umidità mi devo per forza orientare su un 20lt/24H ?
Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Ciao Andrea, 
potresti anche andare su un 16 litri, però è meglio il 20 litri in quanto se il periodo di impiego è quello estivo, allora la loro capacità è pari a quella dichiarata, in inverno, quando la temperatura in casa sarà di 20/22 gradi, la capacità di togliere acqua si dimezza. Anche se è più potente, a parte un consumo leggermente più alto, ma questo dipende dal modello, in alcuni caso è più basso, quando viene raggiunta la percentuale di umidità impostata si stacca, quindi vai tranquillo.

Mi sto orientando su OLIMPIA SPLENDID AQUARIA 20lt oppure DE LONGHI DEC21AMGY.
A parte la funzione riscaldamento del DE LONGHI (cmq non fondamentale) la differenza di prezzo è secondo te giustificabile da una migliore qualità ?
Consiglio ? grazie.

Secondo me sono entrambi due ottimi deumidificatori, la differenza di prezzo è dovuta a delle prestazioni diverse, come il riscaldamento, ma non perché costa in più è migliore. Focalizzati sulle prestazioni che veramente possono esserti utili e scegli quello.

Icona regione.
Erik da Chivasso giorno 23/11/2012
Salve,
gradirei avere un consiglio riguardo all'acquisto di un deumidificatore per una superficie di 70 metri quadri. Quante ore deve rimanere acceso per essere efficace? Ha un sistema di autospegnimento quando raggiunge il massimo del recipiente e non viene svuotato?
La ringrazio.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Erik,
il tempo che deve rimanere acceso è proporzionale alla quantità di umidità in eccesso presente nell’ambiente. Quindi non c’è un tempo stabilito, ma deve rimanere acceso, almeno inizialmente, di continuo in modo tale da  asportare e ripristinare una condizione ottimale. Non ti devi preoccupare di lasciarlo acceso, in quanto una volta raggiunta la percentuale che hai impostato, si stacca. La vaschetta ha una capienza variabile, in base al modello di deumidificatore, ed una volta riempita ne blocca il funzionamento. Se lo impieghi di continuo, puoi togliere il recipiente e inserirci un tubo per il drenaggio continuo. Per la scelta eccoti la pagina con tutti i modelli e le superfici coperte.

Buonasera,
la ringrazio per la risposta data in merito al mio quesito precedente. Leggendo ho notato che il deumidificatore agisce solamente nella stanza dove viene messo e non in tutta la superficie dell'appartamento, a questo punto è necessario acquistarne uno tenendo in considerazione la camera più grande ( 30 mt quadri soffitto 2,70mt.), tra i seguenti quali mi consiglia?
Olimpia Splendid Aquaria 10
De Longhi Tasciugo Ariadry Slim Des 12
De Longhi Ariadry Slim DES 16EW
Olimpia Splendid Aquadry16
DeLonghi DEC 18
Splendid Aquaria  20 Litri

Aquaria 20 litri. Gli altri sono portati per quella superficie ma in una condizione di temperatura alta, parliamo di 32°C e 80% di umidità, anche l'aquaria in queste condizioni fa molto di più, ma dobbiamo calcolarlo in base al periodo.

Icona regione.
Luisella da Padova giorno 21/11/2012
Cerco un deumidificatore che funzioni a temperature basse (0-3 gradi). Mi occorre per togliere l'odore di muffa in un appartamentino (circa 50 mq) a piano terra in montagna (1000 metri) che usiamo solo nei weekend. Vorrei tenerlo in funzione quando siamo assenti e quindi la casa non è riscaldata. Ho letto che questi deumidificatori non entrano in funzione se l'ambiente è freddo. E' così? Grazie mille per una risposta.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Ciao Luisella,
in effetti i deumidificatori che tradizionalmente sono sul mercato hanno dei limiti di temperatura superati i quali si bloccano. Nel tuo caso quando fa freddo, succede che il gas refrigerante, che gira nel circuito si ghiaccia. I limiti dei più performanti vanno da 1°C ai 35°C, questo significa che se da te c’è un grado o tre, il deumidificatore funziona, però perde un sacco di resa e quindi toglie pochissima acqua. Non conosco i modelli professionali/industriali, comunque ho trovato un produttore che ha in gamma prodotti con range 0,5°C 35°C, ma dice che sono disponibili anche a bassa temperatura (sotto lo 0°C). Eccoti il sito.
Icona regione.
Emiliano da Colleferro giorno 21/11/2012
Salve,
anche io ho bisogno di un deumidificatore. Le stanze da letto dove dormo io e i miei figli presentano infatti vetri sempre pieni di condensa grondante, aria fredda, odore strano di sera e muffa agli angoli delle pareti perimetrali esterni. Facciamo aerare molto le stanze ma non basta. Sopratutto pensando alla salute e benessere dei miei figli durante la notte quale deumidificatore mi potete consigliare per camere non più grandi di 20/30 mq?
E' necessario utilizzare un igrometro per avere il valore di umidità?
Ultima cosa: con lo stesso deumidificatore posso risolvere "a rotazione" il problema in tre stanze differenti o ce n’è bisogno di uno per ogni camera?
Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Emiliano,
nella pagina confronto deumidificatori puoi trovare una lista di prodotti con superficie che riescono a coprire, ti puoi regolare in base a quella. Per l’igrometro, non c’è necessariamente bisogno, se la stanza è umida ti rendi conto già da solo e in linea generale è opportuno scegliere un deumidificatore con una capacità superiore alla superficie della stanza, in modo tale che se l’umidità è sopra la norma, riesci comunque a combatterla. La rotazione è possibile, ma non sempre da risultati ottimali, perché tutto dipende dal tempo che impiega l’umidità a riformarsi e dal tempo che il deumidificatore impiega a togliere l’umidità dall’altra stanza.
Icona regione.
Simona da Perugia giorno 21/11/2012
Ciao,
volevo comprare un deumidificatore, ho letto sia gli articoli che la scheda di confronto tra le varie marche, ma vorrei un consiglio più preciso su quale modello comprare, considerando il rapporto qualità prezzo e lo spazio da coprire. Vivo in un piano terra che non supera i 60 mq e di altezza 2.70 m; è presente molta muffa soprattutto negli angoli e intorno agli infissi, inoltre ci sono spesso delle goccioline sui vetri e sugli infissi stessi. La situazione in estate è accettabile visto che la casa rimane fresca e viene molto areata, mentre in inverno la casa è molto fredda ed i panni stesi in casa non aiutano di certo. Considerando una camera ed una cucina/salone comunicanti su cui usare il deumidificatore, quale mi consiglierebbe?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Simona,
per la superficie indicata, che ritengo non sarà più di 40 mq, mi indirizzerei su un deumidificatore con capacità intorno ai 20l/24h. Per i prezzi ho fatto delle ricerche sui siti di rivendita on-line:

MODELLO
AQUARIA
MJ-E21CX-S1
ARIADRY DE 220
NARCISO 24
L24/H
20
21,5
24
24
Consumo watt
275
365
320
340
Metri cubi ora
230
n.d.
210-300
180
Rumore
40
38-47
41-44
42
Limiti °C
2-35
1-35
5-32
5-35
Ambiente
180
174
125
n.d.
Prezzo €

Ho selezionato quelli che ritengo siano buoni prodotti, ti ho messo il link sul prezzo per ognuno di loro, al confronto dei prezzi di chi li vende on line. Analizzando le differenze e stringendo al miglior rapporto qualità prezzo dico AQUARIA della Olimpia Splendid, consumo più basso, maggiore trattamento aria, minor rumore ed ottimo range. Anche il Mitsubishi ( MJ-E21CX-S1) è da tenere in considerazione per le funzioni particolari che ha, ti rimando al confronto fatto per Marco da Roma giorno 20/11 a questa pagina.

Icona regione.
Giorgia da Brescia giorno 16/11/2012
Salve, abito in un bilocale di 45mq circa. Camera e bagno sono le zone che più risentono dell'umidità in casa. La sala non è molto umida (nonostante vi stenda i panni). Volevo sapere se esiste quale deumidificatore che possa coprire l'intera superficie (lasciandolo in sala per aiutarmi con l'asciugatura dei panni stesi).
Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giorgia,
vista la tua doppia esigenza, ti consiglio di indirizzarti su un deumidificatore, che ha anche delle specifiche prestazioni per l’asciugatura dei panni. Considerata la superficie andrei su Mitsubishi, eccoti le differenze, utilizzalo facendolo ruotare nei diversi ambienti.
Icona regione.
Leonardo da Firenze giorno 16/11/2012
Ciao ho comprato ieri il deumidificatore Ariston deu16em....dopo aver letto varie recensioni su internet!! pero una volta attaccato mi sono accorto della rumorosità che secondo me à veramente notevole...mentre avevo letto che secondo molti era molto silenzioso....boh!! cmq pensavo, forse lo potrei cambiare con il deu10em? la stanza è piccola circa 12mq con livello di umidità rilevata di circa 54%!! grazie mille.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Leonardo,
la differenza di rumore tra i due deumidificatori c’è, il primo è dichiarato 46 Dba, mentre il secondo 38 Dba. Visto che la percentuale di umidità è già su un livello molto buono con il Deu10em vai anche bene.
Icona regione.
Gioacchino da Rieti giorno 16/11/2012
Salve, sono alla ricerca di un deumidificatore che abbia un buon rapporto qualità prezzo. Ho problemi di umidità con macchie alle pareti più esposte e negli angoli di due stanze, al mattino, trovo acqua internamente sui davanzali delle finestre, l'odore che si sente conferma la formazione di muffe. La superficie di ciascuna stanza è di 25mq, l'altezza 2.70m. Mi sembra di capire che i migliori apparecchi sul mercato sono i Mitsubishi, mi può gentilmente dare un consiglio?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Gioacchino,
con Mitsubishi vai tranquillo, sono ottimi deumidificatori con prestazioni molto specifiche per risolvere diverse problematiche legate all’umidità, come la creazione di muffa. Il prezzo è più alto rispetto a deumidificatori con la medesima capacità di asportare acqua, ma il punto di valutazione non è solo quello. Per approfondire guarda il confronto delle caratteristiche tecniche, trovi dettagli dei consumi, limiti ed altro, per le caratteristiche più specifiche leggi questo articolo, che parla del problema relativo all’asciugatura degli indumenti, ma si sofferma molto sulle prestazioni di queste macchine.
Icona regione.
Mattia da Vicenza giorno 14/11/2012
Salve,
in casa ho parecchi problemi di umidità, la casa è di inizio anni 80. Avevo adocchiato l'Electrolux modello EXD15DN3W a 150 €, com'è? Lo userei soprattutto in bagno dove ho parecchia umidità visto che ho anche l'asciugatrice e spesso i vetri sono bagnati, anche se lo stesso problema ce l'ho un po’ in generale su tutte le stanze. In alternativa ho anche il climatizzatore a pompa di calore con opzione deumidificatore 12000btu Panasonic... mi consiglia di usarlo?
Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Mattia,
per l’ambiente che devi utilizzarlo per la superficie va bene, il prezzo è normale sul web siamo a 160 euro. Sono un po’ perplesso per la rumorosità (45,5/48 Dba) ed il consumo (315 watt) , prodotti di pari portata (15 l/24h), puoi vedere in questa pagina, hanno prestazioni migliori. Visto che hai il climatizzatore, usalo in deumidificazione consuma un po’ di più ma ti risparmi la spesa, sempre se ce l’hai nel bagno altrimenti se è in un’altra stanza neanche ci arriva.
Icona regione.
Rosa da Salerno giorno 10/11/2012
Salve, avrei bisogno di deumidificare una stanza di 30 mq per un'altezza di 3 m, un salone con angolo cottura in cui la condensa è insopportabile, e sono alle prese con l'acquisto. Un De Longhi DES 12, un Argo Narciso 20, un Olimpia Aquaria Thermo 22 e un Ariston A-DEU20-EM, quale tra questi fa al mio caso volendo privilegiare anche il risparmio energetico e la silenziosità?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Rosa,
il tuo ambiente ha una cubatura di 90 metri, quindi escludiamo il DES 12, rimangono validi gli altri modelli ai quali ho aggiunto il modello Aquaria, tu ti riferivi al modello Aquaria Thermo. Tra questi se andiamo a valutare il dato del consumo, quello migliore è l'Aquaria o l'Aquaria Thermo. Sono entrambi validi, l'unica differenza è che il modello Thermo ha una resistenza di 1000 watt, utile per riscaldare l'ambiente ed aiutare la deumidificazione, infatti è dichiarato per 22 litri contro i 20 dell'Aquaria normale. In definitiva sceglierei il normale, in quanto il consumo è di 275 watt, con il Thermo il consumo è di 295 watt ai quali si devono aggiungere i 1000 watt della resistenza, facoltativa, per ottenere prestazioni migliori.

Marca
Modello
l/24h
watt
p.a.m3/h
Dba
t.e.°C
a.m.3
De Longhi

Tasciugo Ariadry Slim Des 12

12
180
160
38
2-32
80
Argo

Narciso 20

20
320
180
42
5-35
n.d.
Ariston
Dryer A-DEU20-EM
20
410
230
46
5-35
n.d.

Olimpia Splendid

Aquaria
20
275
230
40
2-35
180
Olimpia Splendid
Aquaria Thermo
22
295
250
40
2-35
200

p.a.m3/h = portata d'aria in metri cubi all'ora.

t.e.°C = temperatura di esercizio, entro la quale il deumidificatore funziona.

a.m.3 = metri cubi coperti.

Icona regione.
Francesco da Roma giorno 09/11/2012
Salve, dovrei deumidificare una stanza di circa 20 mq posta in seminterrato, con lievi problemi di muffa alle pareti e di sgradevole odore dovuto all'umidità...inoltre preferirei una macchina silenziosa in quanto mi troverò costretto almeno per i primi giorni a tenerla sempre accesa.
Grazie della disponibilità.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Francesco,
una macchina che ritengo sia ottima è il modello MJ-E16V-S1 della Mitsubishi, è abbastanza silenzioso, parliamo di 37 dB(A). Forse costa un po’ di più di altri modelli con la stessa capacità di deumidificazione ma ha prestazioni migliori. Comunque ti linko la pagina dove ho raccolto parecchi modelli e messi a confronto in base ai metri da fare, così hai un panorama più ampio.
Icona regione.
Ivana da Gaeta giorno 09/11/2012
Buonasera, ho acquistato da poco una casa con le camere da letto mansardate (punto più basso 1.70). Premetto che non c'è traccia di muffa sulle pareti e che il tetto sembra isolato abbastanza bene, nonostante questo avverto un freddo umido in tutta la casa e la mattina trovo condensa sui vetri della finestra della camera da letto nonostante abbia acquistato i grani assorbi umidità (in meno di una settimana hanno assorbito poco più di un dito d'acqua). La casa è vecchia, e si trova in linea d'aria a 30 metri dal mare. Abbiamo i termosifoni in ogni stanza, ma volevo acquistare un deumidificatore sperando di asciugare di volta in volta le varie stanze(ripeto non ho tracce di umido ma lo avverto)su che modello potrei orientarmi? Qual'é il più' efficace?
Grazie per la risposta.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Ciao Ivana,
la muffa si manifesta quando c’è una abbondante concentrazione di umidità, il fatto che da te non c’è, non significa che la casa non sia umida e quindi ci sia necessità di un deumidificatore. I grani assorbi umidità, hanno una capacità molto limitata e vanno bene per ambienti molto piccoli e secondo me poco umidi. Giungendo alla tua domanda finale, ti rimando a questa pagina dove ho raggruppato i modelli di deumidificatore, indicandone le caratteristiche e gli ambienti che riescono a coprire.

Buonasera, grazie per la celere risposta, purtroppo non ho idea di quale sia il modello che può fare al caso mio...non è che potrebbe darmi lei un consiglio? la casa è davvero molto fredda, secondo me proprio per l'umidità! Anche i muri sono freddi! Secondo lei con un deumidificatore risolvo definitivamente il problema o sarà comunque come combattere con i mulini a vento??? Le camere sono  comunque piccole, la più grande 14 metri quadri. Quanto devo tenerlo acceso i primi tempi? Una volta spento l'umidità tornerà come prima?Grazie ancora!

L'umidità contribuisce ad aumentare la percezione del freddo, se viene eliminata risolvi il problema, sempre che la casa sia riscaldata. L' eliminazione non può essere considerata definitiva e risolutiva, nel senso che l'umidità tende a riformarsi. Quindi, per risolvere definitavamente la questione, si deve risalira alla causa che determina la sua formazione, isolamento, coibentazione e fattori ambientali sui quali poco si può fare. Mi orienterei su un deumidificatore con capacità di 16/20 litri/24h, così anche se perdono di resa se l'ambiente è freddo riescono comunque per quella metratura. All'inizio devi tenerlo acceso sempre e fin quando non ripristini uno stato ideale di umidità che si aggira intorno al 50%. Per il modello dipende anche da quanto vuoi spendere, se spendi in più ci sono prestazioni migliori, devi capire tu se quelle caratteristiche possono tornarti utili. Se identifichi più prodotti allora mandami i modelli e li analizzerò per te.

Su internet ho trovato “AQUARIA-TH SPLENDID 1086 DEUMIDIF.C/RISCALDAM. 22LT/24H ELETTRONICO” a 233 euro, che dice potrebbe andare bene? Ho pensato che il consumo non è eccessivo e la capacità è 20 litri, inoltre ha anche funzione riscaldante se richiesta, è corretto? In funzione deumidificazione potrà attenuare il senso di freddo? Grazie per i preziosi consigli.

Si può andare bene, sul riscaldamento ti preciso che la funzione devi impostarla, quindi come dici tu "se richiesta", però valuta che l'azione del riscaldamento implica l'entrata in funzione della resistenza elettrica che assorbe 1000 watt, che si andrebbero ad aggiungere ai normali 295, per un totale di 1295 watt. Il senso di freddo si allevia nel momento in cui viene eliminata l'umidità, però devi comunque riscaldare l'ambiente. Se hai già la casa riscaldata orientati sul modello Aquaria normale, senza riscaldamento.

Buongiorno! Seguendo i suoi suggerimenti ho acquistato il deumidificatore Aquaria 20 dell'Olimpia Splendid...ieri appena l'ho acceso in camera da letto  segnava 20gradi e umidità 82%. Ho impostato l'umidità a 60% e subito ha cominciato a scendere, l'aria subito più salubre, dopo un paio d'ore si è stabilizzato a 67% e non è più sceso allora l'ho impostato a 65% e sono andata a dormire. Stamattina segnava sempre 20 gradi e umidità al 64% ma era ancora in funzione, non avrebbe dovuto spegnersi? Come posso usarlo correttamente? Quanto lo devo lasciare in ogni stanza all'inizio? C'è da dire che abitando vicino al mare oggi fuori l'umidità è all’ 81%. Quanto dovrebbe essere l'umidità ideale in casa considerando il posto umido in cui abito? Grazie mille.

Buongiorno, l’umidità ideale in generale è compresa in un intervallo che va dal 50% al 60%, quindi devi lasciare in funzione il deumidificatore fin quando non raggiunge questo obiettivo, non c’è un tempo, tutto dipende da quanto impiega ad asportare l’umidità. Poi ci può essere la condizione in cui a differenza di temperature con una concentrazione anche sul 60% si sta comunque ottimamente, di questo però te ne accorgi a pelle. Il deumidificatore avrebbe dovuto staccare raggiunta la percentuale impostata, quindi riverifica l’impostazione potresti aver sbagliato a programmarlo o può essere che c’è qualcosa che non va, o ancora può essere che è programmato con una leggera differenza rispetto a quanto impostato, magari di un grado. Tienilo sotto controllo.

Buonasera, oggi impostandolo a 65% si è spento, nel frattempo che ha ripreso a funzionare (un minuto o poco più) l'umidostato già segnava 72%, inoltre è ormai acceso già da 48 ore in una stanza di nemmeno 15 metri quadri(non era tarato per 180 metri cubi?!?!?!) temperatura 18/20 gradi e a più di 58% non scende...suppongo sia rotto a questo punto!!! che posso fare?grazie!

In realtà si comporta in modo un po’ strano, è normale il calo di prestazione, ma in una stanza di 15 metri dovrebbe andare benissimo. Continua a monitorare il funzionamento e a meno che l’ambiente non abbia un carico di umidità esagerato, c’è qualcosa che non va e conviene contattare il centro assistenza. Comunque ce n’è acqua nella vaschetta?

Si, tenendolo acceso 24 ore su 24 fa quasi una vaschetta d'acqua...ieri sera l'ho spento perché avevo impostato 65% ma ho visto che ha continuato a scendere a 62% senza spegnersi e visto che avevo la gola un po’  secca ho provato a dormire senza. Stamattina l'ho acceso e l'igrometro segnava 92%!!!! Ma com'è possibile! Sono andata al lavoro, sono tornata a pranzo e l'umidità era ancora a 92%, l'ho acceso e in un'ora è arrivato al 61% e solo allora si è spento per poi riaccendersi un minuto dopo perché era arrivato a 70%. In tutto questo io l'avevo impostato al 65%, non so cosa pensare. L'ho preso su internet su eplaza, ho attivato la garanzia ma sul sito dell'olimpia ho letto che se il tecnico non trovasse difetti di fabbrica la spesa sarebbe a carico mio, lei cosa ne pensa? non vorrei spendere altri soldi, anche perché già mi sono pentita di averlo acquistato. GRAZIE.

Ritengo che il deumidificatore funzioni bene per quanto riguarda l’asportazione dell’umidità, ma ci deve essere qualcosa che non va per quanto riguarda il non staccare quando raggiunge la percentuale impostata. L’igrometro può rilevare delle percentuali diverse anche a distanza di un minuto, questo perché viene presa in considerazione la condizione che è nelle immediate vicinanze del deumidificatore, e quindi un cambiamento di aria può generare un livello diverso di umidità. Se per esempio testi la percentuale sia con il deumidificatore che con l’igrometro, in due punti diversi della stanza, ti troverai ad avere due dati diversi. Non è normale però che vada al di sotto di quello che tu hai impostato. È vero che se chiami il tecnico e non riscontra difetto, sei tenuta a pagare la chiamata, ma il difetto c’è e se lo fa sempre è dimostrabile. In alternativa, se il centro assistenza è vicino a te, portalo direttamente tu e la chiamata non si paga più.

Icona regione.
Pietro da Bari giorno 08/11/2012
Ho problemi di umidità, particolarmente in stanza da letto mq 16 ho già un deumidificatore Nikkei, ma ho risolto poco perché é rumoroso e di notte lo spengo per problemi di spazio, ce l 'ho vicino al letto, mi consigli il più silenzioso e efficace ?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Pietro,
per diminuire l’umidità devi tenerlo acceso parecchio, anche di notte per il primo periodo, quindi è normale che hai risolto poco… per la rumorosità ti rimando a questa pagina dove ho raccolto un po’ di deumidificatori e sono indicati i decibel di rumore.
Icona regione.
Marco da Varese giorno 06/11/2012
Buongiorno,
complimenti -non di rito- per il sito e la cura nelle risposte!
Avrei piacere di avere un suo consiglio riguardo all'acquisto di un deumidificatore per una stanza di circa 20mq, con forti problemi di muffa. Mi sono orientato sul modello Tasciugo De Longhi DES 12 oppure DES 16, variano di circa 50 € ma il mio pensiero principale riguarda l'efficienza e i consumi.
DES 12 infatti dichiara un consumo di 180W per 12L/24H
DES 16 ha un consumo di 250W per 16L/24H
In termini puramente di consumi, avrei qualche vantaggio a scegliere DES 16?
cordiali saluti!
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Marco,
avresti sicuramente dei vantaggi a scegliere il DES 16, in quanto devi considera che la sua portata è riferita ad una condizione di 32° C e l’80% di umidità, a temperature più basse, ora non so che temperatura manterrai costante nell’ambiente, la resa diminuisce e di parecchio, quindi se parti da un deumidificatore che di base ha una capacità maggiore è meglio. In termini di consumo la differenza è poca.
Icona regione.
Vito da Roma giorno 05/11/2012
Buonasera, sarei interessato a ricevere un consiglio da una persona competente come lei per acquistare il deumidificatore più adatto alle mie esigenze. Dovrei deumidificare una sala hobby seminterrato di circa 50 mq. In particolare durante l'autunno si sente uno sgradevole odore, nonostante facciamo arieggiare ogni giorno. Vorrei che la macchina che compriamo abbia un basso consumo e non faccia troppo rumore. Aspetto un consiglio, grazie mille.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Ciao Vito,
per questo tipo di ambiente andrei sul deumidificatore MJ-E21CX-S1 della Mitsubishi Electric, tra quelli con potenza analoga è il più silenzioso. L’odore sgradevole nell'ambiente è causato dalla formazione di muffa, questo deumidificatore ha una funzione specifica per mantenere la percentuale di umidità al di sotto dello stadio di formazione, in più ha la funzione di auto essiccazione, per evitare la formazione di muffa al suo interno ed i cattivi odori. Puoi trovare una lista di altri deumidificatori, con indicazione della metratura coperta in questa pagina.
Icona regione.
Andrea da Roma giorno 01/11/2012
Sto cercando un deumidificatore da usare nel periodo invernale mentre si cucina, perché ho problemi di umidità nel soggiorno con angolo cottura di circa 25mq, ma non sapendo quanta umidità produco durante la preparazione dei pasti non so quanti litri al giorno deve poter assorbire il giusto deumidificatore, Ho adocchiato un Mitsubishi Electric MJ-E21CX-S1 perché consuma poca elettricità e mi pare un prodotto solido, basteranno 21,5l/giorno al caso mio? Ma poi sarà utile la funzione di asciugatura interna dell'apparecchio che non mi pare abbia nessun altro deumidificatore anche se potrebbe umidificare la stanza?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Andrea,
hai adocchiato un bel prodotto, per l’ambiente che hai va bene. L’asciugatura serve ad evitare la formazione di muffa, è un’operazione che deve essere attivata e dura circa un’ora. Per umidificare la stanza ci vuole molta acqua e quella che rimane all’interno non può assolutamente creare fastidio.
Icona regione.
Carolina da Cremona giorno 30/10/2012
Possiedo da parecchi anni un deumidificatore Tasciugo Delonghi DH 125, che utilizzo solo in bagno, durante il periodo invernale. Ha sempre funzionato bene, ma durante l'ultimo utilizzo ho trovato del ghiaccio all'interno.
Dopo averlo pulito, il deumidificatore funziona come motorizzazione, ma non esce più acqua e secondo me non deumidifica più.
Devo cambiarlo?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Carolina,
se funziona la motorizzazione e non toglie neanche una goccia di acqua presumo che sia andato via il gas. Devi cambiarlo.
Icona regione.
Giacomo da Senigallia giorno 30/10/2012
Ho un deumidificatore Ariston A-DEUM 16EM comperato 3 giorni fa. L'ho impostato ad un grado di umidità del 55% in una stanza di 18mq con altezza 3mt. Arrivato al grado di umidità impostato, si ferma, guardando nel display vedo però che l'umidità rilevata risale in pochissimi attimi a valori più alti e riprende a funzionare, comportando un lavoro non stop. Volevo sapere se è normale e come mai, non appena il deumidificatore si ferma all'umidità impostata, la stessa umidità riprende a salire di grado senza avere un minimo di stabilità. Inoltre, volevo sapere se, per asciugare nel particolare due pareti ad angolo soggette a muffa sia meglio posizionare il deumidificatore al centro della stanza o vicino alle pareti interessate.
Grazie mille.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giacomo, 
il deumidificatore lavora bene, al momento devi lasciarlo lavorare in quanto l’ambiente deve essere molto umido. Succede che raggiunge la percentuale impostata, la rileva nell’aria immediatamente circostante, e si spegne ma l’umido che c’è nella stanza ricambia quasi subito il rilevato e riparte. Lascialo lavorare vedrai che tra qualche giorno la situazione cambia. Mettilo vicino ma non attaccato alle pareti umide.

Grazie per la risposta immediata, ne approfitto per precisare che, per quanto riguarda il mio problema del deumidificatore che non si ferma mai, ho rilevato un dato...si ferma al raggiungimento del grado di umidità impostato, dopo un minuto esatto riparte perché l'umidità è nuovamente salita di circa 3-4% e gli occorrono però circa 25minuti per riabbassare l'umidità e farla rientrare come desiderato. E’ possibile che ci voglia così poco per far risalire l'umidità dopo che il deumidificatore ha lavorato per un po’, e ci voglia poi così tanto per farla rientrare? Inoltre, quando dici di farlo lavorare, intendi continuamente senza mai spegnerlo nemmeno la notte? e per quanti giorni? E poi una volta che l'umidità si è stabilizzata con che intervalli lo devo far lavorare? Grazie mille di nuovo per i preziosissimi consigli.

Una volta che l'ambiente è deumidificato ci vuole un po' come dici tu affinché la percentuale di umidità risalga. In questo caso però la questione è diversa, la concentrazione di umidità non è uniforme, ci sono zone più umide, come le pareti, che sono fonte continua di umidità. Ora il deumidificatore ha un'impostazione che lo fa staccare quando raggiunge la percentuale di umidità impostata, l'umidostato, che rileva la percentuale di umidità nel punto in cui si trova, quindi, anche se il lato estremo della camera è molto più umido non lo rileva, o meglio non lo rileva immediatamente, staccandosi, ma dopo pochissimi l'umidità si ridistribuisce ed ecco che risale la percentuale ed il deumidificatore riparte. Lasciarlo lavorare significa tenerlo acceso il più possibile, anche la notte se è il caso, in modo tale che asciughi per bene l'ambiente, una volta fatto, potrai accenderlo meno frequentemente a seconda di quanto umidità si riforma.

Icona regione.
Simone da Bologna giorno 30/10/2012
Vivo in un monolocale di circa 35mq. Vorrei risolvere il problema della difficoltà nell'asciugare i panni stesi durante la brutta stagione. Quale deumidificatore mi consigliate? Eventualmente uno che possa utilizzare anche d'estate per abbassare la temperatura percepita non essendo dotato di climatizzatore.
Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Simone,
per quanto riguarda il raffreddamento, considera che i deumidificatori non mandano aria fredda, anzi d’estate potrebbero incidere su un leggero riscaldamento dell’ambiente dovuto all’azione meccanica del motore che si riscalda. Tuttavia con il suo utilizzo diminuendo la percentuale di umidità avvertirai una maggiore sensazione di benessere, questo è valido per tutti. Per l’asciugatura degli indumenti ti invito a leggere la risposta data a Nicola da Padova.
Icona regione.
Lisa da Avellino giorno 30/10/2012
Salve,
possiedo un terrazzo veranda di circa 15 m.q. , in inverno mi ritrovo con gli infissi di alluminio pieni d'acqua vorrei acquistare un deumidificatore per ovviare questo problema ed in più per asciugare i panni che vi ripongo nelle giornate di pioggia, mi può dare un consiglio? Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Lisa,
ti invito a leggere la risposta data a Nicola da Padova.
Icona regione.
Al da Milano giorno 24/10/2012
Buonasera,
ho appena acquistato un deumidificatore Argo-narciso baby 10. Ho optato per questo modello tenendo conto che gli ambienti da trattare sono piuttosto piccoli: stanza da letto e sala entrambe di 14mq (divise da un corridoio di 7mq). Attualmente è nella stanza da letto e l'ho impostato su "continuo" e dunque il deumidificatore rimuove continuamente l'umidità, desideroso di asciugare l'ambiente.
Il manuale d'uso dice di girare fino al livello di umidità desiderato (solitamente "normale" che controlla l'umidità tra 50%-60%). Poiché devo usarlo in entrambe le stanze come mi consigliate di operare? E, una volta impostato su normale, posso lasciarlo sempre acceso o devo spegnerlo? Magari sono domande stupide, ma non ho proprio idea di come funzioni un deumidificatore. Spero di non aver fatto un acquisto inutile.
Grazie anticipatamente.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Al,
una volta ripristinato l’umidità ideale nel primo ambiente, lo passi nell’altro sempre in modalità “continuo”. Successivamente lo riporti nel primo sempre in “continuo”, nel momento in cui ti rendi conto che è abbastanza asciutto passi su “normale” e lo lasci acceso in questo ambiente, fino a quando non si stacca per raggiungimento della percentuale di umidità, poi lo sposti nell’altro e continui così. L’ipostazione “normale” fa si che raggiunta quella percentuale il deumidificatore si stacca, quindi puoi lasciarlo acceso sempre.
Icona regione.
Giovanni da Milano giorno 16/10/2012
Ciao, avrei bisogno di acquistare un deumidificatore. Praticamente succede che stendo i vestiti bagnati in camera da letto(la casa è piccolina) e la stanza diventa umida. La mattina mi sveglio e i vestiti che tengo in camera sono freddi, quasi bagnati(per fortuna non puzzano). La camera da letto ha una superficie di circa 25 metri quadri. Potresti consigliarmi un prodotto ottimale per questa situazione?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giovanni,
ti rimando alla risposta data a Nicola da Padova.
Icona regione.
Effe da Varese giorno 15/10/2012
Buongiorno,
Ho problemi di formazione di muffe, dovuti a infissi in PVC, specialmente quando sono accesi i riscaldamenti-centralizzati- (trovo ACQUA vicino alle finestre e negli angoli).
Ho preso un deumidificatore di fascia media e l'ho fatto andare tutta la notte, in automatico ha fatto scendere l'umidità da 75% a 60%.
Il problema è che mi sono svegliato con gola secca e dolorosissimo torcicollo!
Come posso prevenire l'umidità eccessiva senza rimetterci in salute? Sarà sufficiente farlo andare 2-4 h al giorno in automatico (c'e' una funzione per questo) per prevenire le muffe?
Il mio dubbio è che se funziona per 2 h, ma i riscaldamenti vanno giorno e notte, nelle restanti ore tornerà la stessa umidità.
E' forse meglio lasciare le finestre aperte nella giornata, poi chiudere e deumidificare un paio d'ore prima di andare a dormire? L'unica alternativa ormai e' cambiare casa, scegliendola con un igrometro!
Grazie anticipatamente per la risposta.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Effe, 
i deumidificatori, esclusi quelli economici, hanno l’umidostato, in grado di farlo smettere di funzionare al raggiungimento di una determinata percentuale di umidità. Devi solo impostarlo in modo tale che mantenga l’umidità che desideri. Fammi sapere marca e modello del deumidificatore, ciao.

Mitsubishi MJ E16VX. Il fatto è che non so qual è una umidità "ideale" e come è meglio utilizzare il prodotto per questo problema specifico (condensa in quantità e formazione continua di muffe). Aerare quando possibile, è meglio o peggio rispetto a stanza chiusa e deumidificatore sempre "pronto"? PS ho strumenti musicali che potrebbero risentire sia dell'umidità eccessiva che della secchezza. Grazie mille - il migliore in rete sull'argomento.

Se aerei il locale di tanto in tanto è ottimo per il ricambio d’aria ma da solo questo non basta a togliere l’umidità che c’è. L’impiego costante del deumidificatore farà scendere la quantità di umidità presente nell’aria eliminando la condensa e la formazione di muffe, ora il punto e che da te la cosa deve coincidere con tre aspetti: eliminazione di umidità, evitarti la secchezza alla gola e preservare gli strumenti.  Agirei impostando una percentuale fissa di umidità e poi in base al risultato la andrei a modificare per raggiungere il giusto equilibrio, anche se non può essere sempre uguale in quanto il grado di benessere dipende anche dalla temperatura. Ad ogni modo il tuo deumidificatore ha un tasto “HUMIDITY SELECTION”, premilo una volta e sul display comparirà la percentuale di umidità impostata, se troppo bassa premi ancora il tasto per cambiare l’impostazione, che può variare in questa scala: 50-55-60-65-70. Una volta selezionata la percentuale desiderata, dopo pochi secondi sul display comparirà la percentuale di umidità rilevata nell’ambiente. A questo punto il deumidificatore lavorerà per raggiungere quella impostata non andando oltre e non seccandoti la gola, il resto poi lo giostri.

Icona regione.
Mauro da Porto Torres giorno 13/10/2012
Salve,
sono presidente di un'associazione sportiva che in un'area di 200 mq svolge attività cardio-fitness, un'attività particolarmente intensa che va a creare molta condensa e rende il pavimento scivoloso e gli specchi appannati.
Che tipo di deumidificatore potrei installare?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno,
considerato l’ambiente abbastanza grande e la creazione di umidità dovuta all’attività fisica andrei su uno dei deumidificatori più potenti. Ho identificato due modelli: il Seccoprof 38 di Olimpia Splendi o Ecodrypro 50 di Argo.
Icona regione.
Nicola da Padova giorno 12/10/2012
Salve,
Vorrei acquistare un deumidificatore per asciugare la biancheria d'inverno in una stanza di 4x4 metri adibita alla biancheria.
Mi potrebbe indicare qualche modello portatile efficace e che consumi poco?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Nicola,
in linea generale tutti i deumidificatori assorbono l’umidità dei tessuti, ce ne sono alcuni però che hanno delle funzioni appositamente studiate per questo scopo. Ti elenco quattro modelli:

SECCO ASCIUTTO EL e SECCO ASCIUTTO THERMO della Olimpia Splendid, velocizzano il normale processo di evaporazione dell'acqua, che può essere recuperata dalla vaschetta ed utilizzata per il ferro da stiro in quanto demineralizzata. Il modello thermo ha in più una resistenza elettrica di 1000 watt per produrre aria calda.
TASCIUGO ARIA DRY DEC 18 della De Longhi è dotato della funzione dry appositamente studiata per velocizzare l'asciugatura del bucato.
A seguire i 5 modelli della Mitsubishi Electric, uno dei quali con funzionamento a zeolite, oltre ad asciugare deodora.

Vediamo i dati tecnici dei consumi:

Modello:
Watt:
l 24/h
Secco asciutto EL
185
12
Secco asciutto Thermo
230
14
Tasciugo Aria Dry Dec 18
280
18
AMJ-EZ6CX-S1-IT
595
16
MJ-E16VX-S1
275
16
MJ-E16V-S1
275
16
MJ-E15BX-S1
290
16
MJ-E21CX-S1
365
21,5
Icona regione.
Roberta da Urbino giorno 11/10/2012
Salve!
vivo in un appartamento di circa 40 mq ed ho un problema di forte umidità nella camera da letto(16 mq) poiché sotto c'è il garage e dietro la parete dove c'è la cabina armadio c'è la strada quindi interrata. Vorrei un deumidificatore con ottimo rapporto qualità-prezzo e che consumi il giusto (max 100 euro). Secondo lei l' Ariagel climasciutto dca 160 o 100 può andar bene? Grazie infinite.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Ciao Roberta,
per la metratura in questione 16mq può andare bene anche il 100 ma ho confrontato le caratteristiche ed il 160 risulta consumare appena 50 watt in più, ma essere più silenzioso, ha una portata d’aria che pari al doppio ed a velocità minima è più silenzioso. Il gruppo produttore è sempre De Longhi. Per la spesa 100,00 euro sono poche…a questo prezzo trovi la potenza di 10/12 litri come il Comfeè ED-12FEA, Ariston ADEU10EM ed altri.
Icona regione.
Mattia da Napoli giorno 09/10/2012
Salve, ho una cabina armadio in camera da letto (seminterrato) fornita di griglie di areazione, coibentazione alle pareti, estrattore elettrico d'aria, e non ostante ciò i deumidificatori a sali producono circa 1 lt d'acqua ogni 10 giorni. Potreste dirmi che è poca cosa, ma fatto sta che avverto sempre sgradevole puzza di muffa e qualche capo danneggiato(giubbino in pelle, borsa, cintura, etc.) seguendo la vs AUTOREVOLE rubrica mi sono deciso a comprare un deumidificatore Bimar 2,5 lt. Penso che date le dimensioni del vano(15 m3), l'areazione presente, il climatizzatore già presente nel vano letto attiguo, dovrebbe bastare. Lei cosa ne pensa?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Mattia,
penso che è la soluzione ideale, stai passando da 1 litro di acqua ogni 10 giorni, quelle vaschette fanno veramente poco, a ben 2,5 litri in 24 ore…vedrai che le cose cambieranno considerevolmente. Se puoi invia il responso dei risultati ottenuti, ciao.
Icona regione.
Davide da Bergamo giorno 07/10/2012
Buongiorno,
vivo in un vecchio appartamento su 2 livelli e ora ho una temperatura di 20°C con 70% di umidità. Vorrei mettere un deumidificatore per abbassare l'umidità, che anche in inverno si fa sentire, però avevo un dubbio sulla capacità perché i due livelli dell'appartamento sono comunicanti con una scala. Non ci sono porte. Volevo chiedere se devo calcolare solo i 35metri della stanza di sopra (dove vorrei mettere il deumidificatore) o visto che i due piani sono comunicanti devo calcolare anche i metri della stanza sottostante. A me interessa che non ci sia umidità di notte, nella stanza di sopra, per dormire bene.
grazie mille!
PS ho visto che i deumidificatori Mitsubishi costano sensibilmente di più sa dirmi perché?
PS2 che ne pensa della tecnologia a zeolite?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Davide,
come riferimento terrei in considerazione solo l’ambiente di sopra considerando una potenza rispetto alla metratura leggermente superiore, il fatto che l’ambiente sia comunicante influisce sulla concentrazione di umidità, ma l’aria della camera da letto sarà trattata con una prevalenza maggiore. Solitamente, parlo di climatizzatori, la qualità rispetto ad altri prodotti è superiore in termini di materiali e tecnologia, quindi prestazioni, per i deumidificatori credo che sia uguale anche se non ho approfondito le caratteristiche tecniche. La tecnologia a zeolite è interessante soprattutto per quegli ambienti dove la temperatura è molto fredda, in quanto il limite della congelazione del gas refrigerante viene superato, tuttavia il consumo ritengo sia alto in confronto a deumidificatori tradizionali.
Icona regione.
Marco da Roma giorno 05/10/2012
Salve, ho in affitto una casa di 65mq, leggermente seminterrata (50 cm), con nido d'ape sotto il pavimento e soffitto a volta con mattoni a vista e 4 finestre tutte su un lato del palazzo. Muffa non ne vedo ma l'umidità si percepisce, anche se non ho possibilità di misurarla. Vorrei acquistare un condizionatore/deumidificatore portatile senza spendere un enormità, saprebbe consigliarmi? Grazie!
 
Icona elettro-domestici.com
 
Ciao Marco, prima di consigliarti un modello devo farti alcune premesse, e poi mi dirai il tuo caso: 

1) Il condizionatore non riscalda e deumidifica contemporaneamente, quindi se questo è il tuo intento con un condizionatore non vai bene;
2) Un portatile ha sempre necessità di una comunicazione con l’ambiente esterno per espellere l’aria, quindi un tubo da portare all’esterno o il motore collegato, non so se le finestre sono pratiche; 
3) Se ti serve anche come riscaldamento devi orientarti su un split portatile in pompa di calore, quindi con il motore da posizionare fuori. Per completezza quelli con il solo tubo, se disposti della funzione riscaldamento, la ottengono con una resistenza elettrica, quindi è una stufa a tutti gli effetti. 
4) La spesa può variare parecchio in base alla tecnologia che risponde alle proprie esigenze, un monoblocco economico si trova intorno a 200,00 euro, mentre un split portatile in pompa di calore è sulle 1000,00 euro.

Ciao! In realtà ciò che mi servirebbe è un deumidificatore e qualcosa in grado di smuovere un po’ l'aria all' interno della casa. La casa è calda d'inverno e fresca d'estate ma avendo appunto tutte le finestre sullo stesso lato ho paura che ci sia poco ricircolo. Per questo avevo pensato che sarebbe stato utile avere un unico apparecchio che facesse tutto. Alla luce dei punti da te esposti credo che opterò per un deumidificatore ed un bel ventilatore! In ogni caso (a meno che non esista un deumidificatore/ventilatore in grado di smuovere l'aria a sufficienza) che deumidificatore mi consigli per le caratteristiche della mia casa?
Budget max circa 150 euro...
Grazie ancora!

In un simile ambiente bisogna partire da un deumidificatore con una capacità intorno ai 20 litri, il budget non è altissimo credo che ci vuole qual cosina in più per questa potenza.

Icona regione.
Mauro da Roma giorno 29/09/2012
Salve, ho una cantina, in uno stabile di nuova costruzione che non riesco ad utilizzare, mi crea molti problemi di umidità/muffa, all'inizio ho dovuto buttare molte scarpe, oggetti in pelle, legno e sughero a causa della muffa, ho così fatto due griglie sulla porta (sopra e sotto) e la situazione è leggermente migliorata, ho fatto poi un foro con griglia sulla parete che da nell'autorimessa (opposta alla porta) e la situazione è ulteriormente migliorata ma non risolta, vorrei acquistare un Tasciugo Ariadry Slim Des 12 De Longhi e impostare una soglia minima da cui partirebbe da solo, è adatto per una cantina di 1,66mtX3,66mt (6mq)? nell'utilizzo è necessario richiudere le griglie che danno verso l'esterno?
Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Mauro è un ottimo deumidificatore dotato anche di filtro elettrostatico ed antibatterico, che per un ambiente come la cantina contribuisce ad una migliore respirabilità dell’aria. L’unico vero problema dei deumidificatori è il freddo, nel senso che abbassandosi la temperatura diminuisce la resa fino a mandarli in blocco a temperature al di sotto dei 5°C in questo caso si parla di 2°C, quindi considera questa cosa. Per le griglie di areazione non devi chiuderle, se con esse hai ottenuto benefici significa che non entra umidità anzi ne esce.

Grazie della risposta, la temperatura non è un problema, le cantine non sono mai particolarmente fredde, anche perché il problema umidità è presente soprattutto d'estate (la casa è a Fiumicino).
Altre due domande, poi non disturbo più, qualora facessi un'apertura sul muro verso la cantina adiacente (datami in uso dal vicino), la superficie si raddoppierebbe (circa 12 mq), il DES 12 sarebbe comunque dimensionato?
è preferibile mettere il deumidificatore in alto, magari su una mensola?
grazie ancora e buon lavoro

Mauro non è assolutamente un disturbo, domanda quanto vuoi…. fino a 12 metri va bene, in realtà è portato anche per superfici fino ai 20 metri quadrati, anche se la superficie coperta non dipende solo dalla metratura, ma ci siamo. Non c’è bisogno che metti il deumidificatore su una mensola a terra andrà benissimo.

Icona regione.
Fabio da Roma giorno 29/09/2012
Salve, ho un appartamento molto piccolo, 45 mq, dove noto, per via della zona in cui abito, un tasso di umidità molto alto che varia dal 70% al 90%, vorrei acquistare un deumidificatore e avrei individuato l'argo Powerdry 13, da collocare a cavallo di una porta che divide l'appartamento in due stanze, c'è la possibilità di raggiungere il 60% di umidità in poco tempo, fermo restando che mi devo un po’ attivare anche per coibentare?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Salve Fabio, scusa il ritardo…il raggiungimento del 60% di umidità in poco tempo è possibile, ma variabile a seconda delle condizioni, nel senso che il deumidificatore ha la capacità di asportare dall’ambiente fino a 13 litri di acqua nell’arco delle 24 ore, ma nella condizione in cui ci sono 32°C ed una percentuale di umidità pari all/80%. Quindi nella stagione estiva secondo ritengo che riesca a raggiungere quella soglia con maggiore facilità rispetto all’inverno. Man mano che scende la temperatura ambiente la sua capacità diminuisce, l’azienda dichiara che riesce a funzionare in un arco che va dai 5°C ai 35°C, ed al di sotto dei 12°C si verifica la formazione di ghiaccio sull’evaporatore, e la necessità di effettuare una fase di sbrinamento, sospendendo la deumidificazione.

Dato che non vorrei sbagliare acquisto, forse allora sarebbe il caso mi orienti sull'argo powerdry 30 pro, visto che attualmente sto all'80% di umidità, l'unico mio dubbio rimane sulla rumorosità, dove ho notato che i modelli powerdry 13 e 17 sono abbastanza silenziosi con 40 db mentre i modelli da 30 e 50 raggiungono i 45 db che significa quadruplicare il rumore, pensi che, al limite, il powerdry 17 sia funzionale al mio problema? o rischio di non abbassare di molto l'umidità?

Certamente tra i 40 db ed i 45 db c’è una certa differenza di rumore, considera che i 45 db corrispondono al rumore di tanti frigoriferi doppia porta di grande capacità e che nella scala del rumore i 50 db sono rappresentati da “rumore in esterno di giorno in zone tranquille” o “il rumore presente in un ufficio”, quindi se non sei particolarmente sensibile e non ti metti il deumidificatore attaccato all’orecchio i 45 db non dovrebbero essere così insopportabili. Anche il 13 è funzionale al tuo problema, come ti dicevo sul l’unico problema reale e la perdita di efficienza con il diminuire della temperatura, ma questa non è dichiarata, quindi un deumidificatore più prestante perde di resa, ma ne avrà sempre di più rispetto ad uno che parte da una capacità inferiore. Per tagliare la testa al toro io andrei sul 30 per non incorrere in problemi.

Scusa se ti disturbo ancora ma avrei bisogno di alcuni chiarimenti, allora ho preso il powerdry 30 ma l'umidità ambientale che mi appare è diversa da quella che mi rileva l'igrometro, l'igrometro quello con il metodo del capello mi rileva 78 mentre il deumidificatore mi rileva 61, mentre succede che se switcho sul tasto c/f alternato con il valore dei gradi mi appare proprio il 78, ora non vorrei avere fatto confusione ma allora quel valore sull'igrometro a che valore dell'umidità si riferisce?

Il valore sull’igrometro si riferisce all’umidità relativa che è presente nell’ambiente, così come anche quella che viene indicata sul deumidificatore, il numero 61 ed il numero 78 indicano entrambi l’umidità relativa solo con due unità di misura diversa, i gradi  Fahrenheit ed i gradi  Celsius.

Quindi quando noi parliamo del valore dell'umidità giusto compreso tra il 40% e il 60% intendiamo i gradi  Celsius? Mi risulta strano però a questo punto che gli igrometri convenzionali indichino quelli Fahrenheit portando molte persone a fare confusione sia sul valore dell'umidità sia poi di riflesso sulla funzionalità poi dei deumidificatori.

Scusa se insisto ma non trovo riferimenti di unità di misura dell'umidità  in gradi  Fahrenheit ed in gradi  Celsius , perché da quello che leggo quelli dovrebbero essere i gradi, infatti switchando con il tasto c/f invece quei valori dovrebbero essere esclusivamente dei gradi come indicato sul libretto espressi in Fahrenheit ed in Celsius, quello che non quadra è il valore dell'umidità rilevato dal deumidificatore e quello rilevato dall'igrometro che è sempre più alto di circa 20 punti, per notizia sull'igrometro leggo % r. F, se mi sai risolvere il dubbio vista la tua esperienza almeno capisco tale incongruenza.

A questo punto credo proprio che la tua riflessione sia esatta, ho dato una lettura al libretto ed in effetti c/f si riferisce ai gradi, quindi schiacciando il tasto il valore che cambia non è quello della percentuale di umidità ma dei gradi dell'ambiente. La differenza tra il dato dell'igrometro e quella rilevata dal deumidificatore può dipendere a questo punto da un margine di errore della rilevazione, dipende dalla qualità dell'igrometro e dal tipo si parla anche di differenze dal 5 al 10%.

Comunque alla fine dei conti il deumidificatore il lavoro lo fa alla grande perché in un'ora è capace di portare l'umidità dal 60% al 50%, c'è da dire però che credo che i 44 db siano riferiti al minimo del funzionamento perché se si imposta come valore il 55% parte di compressore, fa un gran lavoro ma anche un gran rumore improponibile di notte, quindi a pieno regime credo si possa usare solo a orari consentiti, altra cosa credo non sia previsto di una gestione automatica tipo del dry, perché una volta raggiunta la percentuale continua a funzionare e va quindi sempre spento manualmente, a questo punto spero che la rilevazione giusta la faccia il deumidificatore anche perché quando ieri segnava il 50% l'aria mi sembrava abbastanza secca e l'igrometro era sceso al 70%, grazie per l'interessamento e la competenza.

Leggendo un po’ in giro ho capito che al diminuire della temperatura diminuisce anche la percentuale di acqua presente nell'aria, nel senso che al 55% di umidità a seconda dei gradi presenta una percentuale di presenza di acqua differente, per esempio a 30 gradi al 55% di umidità abbiamo 15 mg di acqua per metro cubo di aria, a 25 gradi al 55% avremo 11 mg di acqua per metro cubo di aria e a 20 gradi al 55% avremo 8 mg per metro cubo di aria, questo per sottolineare che con le stagioni fredde il deumidificatore riesce a raggiungere in meno tempo la giusta percentuale di umidità proprio perché trova meno acqua presente nell'aria e la differenza sostanziale dei rilevatori igrometri sta che mentre quelli elettronici sono precisi perché molto probabilmente tengono conto di questi calcoli riferiti alla diversa percentuale in base alla temperatura quelli tradizionali credo non lo possano fare e siano tarati solo per un certo tipo di temperatura, da qui le eventuali discrepanze che ho notato fra le diverse rilevazioni.

Ottimo Fabio, grazie per il contributo.

Icona regione.
Alessandro da Milano giorno 14/09/2012
Buongiorno,
ho sistemato una piccola cantina (30-35 mq) come locale hobby. Ho fatto installare un condizionatore Mod. Unico HP 11,5 della Splendid Olimpia (con anche pompa di calore per l'inverno) perché non potevo avere il compressore esterno. In modalità solo deumidificatore mi sembrava che non facesse nulla. Interpellato il tecnico installatore mi ha detto che tutti i condizionatori che hanno anche il deumidificatore si fermano al 70% di umidità. A me sembra strano perché il 70% è una condizione di umido. Fatto sta che si ferma al 70 %. Io vorrei arrivare al 50-55% perché ci tengo anche degli strumenti musicali in legno. Avete notizie in proposito?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Ciao Alessandro, non mi risulta che i climatizzatori abbiano l’impostazione di fermarsi al 70% di umidità, che come dici tu è una condizione di umido…. Provo ad ipotizzare quale potrebbero essere le cause che impediscono l’eliminazione dell’umidità: 

1) Questo modello, da caratteristiche, dichiara 1,1 litri di acqua asportata in 1 ora, quindi in 24/h è un bel po’ di acqua, quello che però le aziende non dichiarano e che tale condizione (1,1l/h) avviene solo ad una certa temperatura (caldo) ed ad una certa concentrazione di acqua. Per essere più pratico diciamo che se ci sono 32 gradi e l’80% di umidità la sua capacità è quella, ma se questi valori cambiano, il dato non è dichiarato e quindi può scendere sensibilmente e non riuscire a togliere più acqua fermandosi al 70% di umidità; 
2) Può darsi che ci sia un problema sulla funzione di solo deumidificatore, quindi che non funziona come dovrebbe. Verifica se hai possibilità di accedere all’esterno o da dove deve confluire l’acqua asportata se effettivamente ne esce; 
3) La concentrazione di acqua nell’ambiente è talmente tanta che non riesce ad abbassare il livello di umidità oltre quella soglia.

Grazie della risposta. Le condizioni erano però secondo me ottimali, in estate cantina sui 25-26 gradi, umidità al 75%. Farò vedere l'apparecchio. Ancora una domanda, sapete qualcosa sugli apparecchi a onde elettrostatiche o qualcosa del genere. Se ne parla poco e non vengono recensiti e nemmeno contestati. Funzionano o sono degli imbrogli?
Grazie ancora.

Non so dirti di questi prodotti se so qualcosa ti aggiorno.

Icona regione.
Carmine da Taranto giorno 10/09/2012
Salve,
in casa ho problemi di condensa nelle due camere da letto mi si forma la muffa sul soffitto, sulle pareti esterne e vicino le finestre. Questa cosa succede d'inverno, in molti mi hanno detto di far arieggiare di più la casa ma è una cosa che abbiamo sempre fatto. La mattina d' inverno le finestre sono sempre aperte, naturalmente non le posso tenere aperte anche di pomeriggio e sera ...la casa e piccolina ci sono 2 camere da letto il bagno e una cucina-soggiorno. Quest'estate ho ripulito il tutto e pitturato e adesso sto pensando di prendere uno o due deumidificatori per cercare di risolvere il problema . Secondo Voi potrei risolvere il problema cosi? Le camere da letto sono di 18m quadri e 13m quadri che tipo di deumidificatore sarebbe adatto? Tenendo presente che tutte e due le camere sono provviste di condizionatore ma il deumidificatore del condizionatore non funziona con una temperatura inferiore ai 15° e poi emetterebbe aria fredda. Sicuro di un Vostro prezioso consiglio...Saluti.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Ciao Carmine, tenere le finestre aperte per arieggiare e fare asciugare un po’ la casa è buono ma se la casa è umida, la soluzione non è risolutiva. L’impiego del deumidificatore è un’altra cosa….con un deumidificatore per ambiente risolvi il problema, una potenza di 10/12 litri/24 ore dovresti andare bene, dico dovresti in quanto dipende da quanta umidità si forma in quest’arco di tempo e dalla perdita di resa in capacità di acqua assorbita con il diminuire della temperatura. Quando scegli leggi la scheda tecnica, sulla quale è specificato a quanti gradi e percentuale di umidità relativa riesce ad asportare quella quantità di acqua dichiarata. Spero di fare al più presto un confronto tra i diversi modelli per tirare fuori questi dati…
Icona regione.
Roberto da Napoli giorno 11/08/2012
Buon giorno, ho trasformato una cantina completamente interrata in studio...contro pareti, camera d'aria ecc ecc...Ho installato un classico condizionatore a muro della De Longhi con funzione deumidificatore, d'estate ho sempre umido mentre d inverno si sta benissimo anche se non accendo l’impianto. Ho il sospetto che lo stia usando in maniera errata, e visto che non trovo il libretto istruzioni vi chiedo: a quanti gradi devo regolare la temperatura sul telecomando e per quante ore utilizzare l’impianto, la temperatura ambiente è circa 21/22° ed i m3 circa 70...l’umidità non saprei dire. Forse dovrei regolare qualche parametro sul telecomando che riguarda l’umidità ma che io non vedo?...al momento lo uso in questo modo...dopo aver cambiato l’aria la mattina con un estrattore da 160 m3 ora chiudo la finestra in alto e attacco il condizionatore in modalità deumidificatore tarandolo ad una temperatura di circa 23/24 gradi per circa 4 ore....in attesa di un vostro parere porgo cordiali saluti.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Roberto,
non devi regolare nulla sul telecomando, la funzione di deumidificatore avviene contemporaneamente alla funzione freddo o separatamente quando si imposta da sola. Considerato che una volta raggiunta la temperatura in freddo, il climatizzatore si stacca interrompendo la mandata di aria ed anche la deumidificazione, impostarlo solo in deumidificatore come stai facendo è perfetto. La temperatura che imposti sul telecomando in questo caso a nulla vale in quanto con questa funzione non ci sono cambiamenti di temperatura, nel senso che non viene prodotta aria fredda o calda che possa variare i gradi. Se in estate l’ambiente ti risulta umido contrariamente all’inverno, dipende dalla maggiore concentrazione di umidità presente in questo periodo ed alla non elevatissima capacità di asportare umidità del climatizzatore.
Icona regione.
Giancarlo da Roma giorno 01/08/2012
Ho una casa in montagna di 50 mq nella quale vado un paio di week end al mese nei periodi invernali. Nonostante io chieda al vicino di accendermi i termosifoni sin dal mattino del venerdì, la notte mi si forma un trasudo di condensa in basso alle pareti. Tenuto conto che se accendo i termosifoni 2/3giorni prima la casa si riscalda ed il "difetto" non si verifica,
Le chiedo allora: 1 - è più economico "sprecare" metano o far funzionare un deumidificatore?
2 - se è meglio il deumidificatore, quale mi consiglia?
3 - é preferibile acquistarne 2 piccoli da mettere uno nella zona notte e l'altro in quella giorno, oppure uno unico?
Grazie e complimenti.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Ciao Giancarlo,
per il consumo del metano, non so dirti, dovresti leggere sul contatore che consumo hai per i tre giorni che rimangono accesi…un deumidificatore ha un assorbimento che può variare a seconda del modello da 180 a 250 watt, se rimaniamo su una potenza/capacità di 10 o 12l/24h, per ora di funzionamento, sicuramente meno dei termosifoni. Con due deumidificatori localizzati zona notte e zona giorno è meglio. Attenzione alla temperatura che c’è nell’ambiente, se molto freddo perdono di resa ed alcuni non sono dotati della funzione antigelo e possono bloccarsi del tutto.
Icona regione.
Giovanni da Salerno giorno 30/07/2012
Salve ho bisogno urgentemente del vostro aiuto: ho una camera da letto di 14 mq in un sottoscala dove sbatte il sole circa 6 ore al giorno e quindi dentro la camera è umidissima. Per ragioni di spazio è stato scelto di inserire un condizionatore al piano inferiore che, come la fisica insegna, non riesce a far circolare aria fredda anche al piano superiore. Secondo voi posso risolvere il problema con un deumidificatore elettrico 10l/24h con tanica ????spero di ricevere una risposta al più presto grazie per la disponibilità.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Ciao Giovanni, il deumidificatore è una buona soluzione per eliminare l’umidità in eccesso così da rendere l’ambiente più asciutto e garantire una maggiore sensazione di benessere. Il 10l/24h va bene, ma si trovano misure leggermente più grandi, 12l/24h, ad un prezzo simile…. Nel caso prendi quello.
Icona regione.
Elisa da Catanzaro giorno 30/07/2012
Devo risanare un magazzino interrato di 100 mq circa (250 metri cubi) che si è allagato per una perdita idrica al piano superiore. Il pavimento non è piastrellato ma è di cemento, dunque ha assorbito l'acqua che è caduta. Vorrei comprare un deumidificatore potente che, al momento, mi aiuti ad asciugare l'ambiente nel più breve tempo possibile e, in seguito, mantenga un'umidità idonea ad un deposito di articoli di pelletteria. Sto valutando il Secco Prof 38 di Olimpia Splendid e l'Eco Dry Pro 50 di Argo: il secondo sembra avere una maggiore capacità ma ha anche un consumo maggiore. Quale mi consigliate? Inoltre vorrei sapere se potete consigliarmi anche qualcosa della De Longhi per grandi superfici. Grazie mille.
 
Icona elettro-domestici.com
 
La linea De Longhi, non va oltre i 30 litri nelle 24 ore, tra i due che hai selezionato per stare più tranquilli, visto che dovrai destinare il posto ad un deposito di pelletteria, andrei sul Eco Pro Argo. In linea generale anche Splendid va bene, ed anche il consumo come dicevi tu è inferiore, ma c’è un dato che deve considerarsi per il periodo invernale, che è la perdita di resa di capacità alle basse temperature. Dalla scheda tecnica il Secco Prof 38 scende ad una capacità di 20 litri/24 ore se l’ambiente ha una temperatura di 27°C e la percentuale di umidità scende al 65%, l’argo non dichiara altre condizioni, ma considera che in linea generale si assiste alla perdita di capacità man mano che la temperatura ambiente diminuisce.