Spazio trasparente.
 
Come procedere praticamente per sostituire la resistenza grill del forno.
 
Foto articolo.
Un forno elettrico, come base, al suo interno dispone di una resistenza posta sul fondo ed una posta nella parte superiore. Esse a seconda delle impostazioni di cottura possono funzionare contemporaneamente oppure singolarmente. Di norma la cottura tradizionale esige il funzionamento contemporaneo, al fine di avere un calore uniforme, mentre il funzionamento singolo è impiegato per terminare la cottura o per pietanze particolari che necessitano di una cottura differenziata.

La resistenza superiore, chiamata grill, è quella che spesso viene impiegata per terminare la cottura o per donare la doratura finale. La resistenza nel corso del tempo può bruciarsi e non riscaldare più nella sua totalità o avere solo dei punti in cui si riscalda.

In entrambi i casi sarà necessario sostituirla con una nuova, ora vedremo come intervenire praticamente per effettuare la sostituzione. Prima di ogni cosa dobbiamo procurarci il ricambio nuovo e pertanto è importante recarci presso un rivenditore fisico o online ed avere in mano i dati del forno, al fine di poter identificare il ricambio giusto.

Una volta che siamo in possesso della resistenza nuova, possiamo iniziare le operazioni necessarie per sostituirla. Prima di ogni cosa è necessario che stacchiamo la presa di alimentazione.

A questo punto per poter sostituire la resistenza grill, è necessario potervi accedere e pertanto è necessario estrarre il forno dal mobile dove è inserito. Quindi apriamo lo sportello, possiamo notare la presenza di un chiavistello su entrambe le sue cerniere, le spostiamo sulla posizione di aperto fino a bloccarle, ora chiudiamo lo sportello e vedremo che si sgancia.

Ora che abbiamo tolto lo sportello, possiamo muoverci con più agio. Afferriamo il forno dalla parte alta mettendo le mani all’interno della cavità e lo estraiamo. Prima naturalmente dobbiamo rimuovere le viti che si trovano intorno sui suoi lati e che lo fissano al mobile.

Posizioniamo il forno in modo che possiamo girarci intorno, notiamo che sia i laterali che il retro del forno sono coperti da una lamiera, della quale necessariamente dobbiamo togliere, quindi con un avvitatore o cacciavite, svitiamo le viti, la parte superiore e quella di anteriore. Una volta tolto i pannelli abbiamo accesso alla parte più interna e troveremo una lana isolante tutto intorno e nel retro potremmo identificare i due innesti della resistenza del grill.

Anche se sono soltanto due e dovremmo ricordarli, prendiamo nota o facciamo una foto al collegamento dei fili.

Stacchiamoli e successivamente rimuoviamo le viti che fissano la resistenza, ora possiamo girare dalla parte anteriore e estrarre la resistenza che è stata liberata. Inseriamo ed incastriamo la nuova resistenza come la precedente e torniamo sul retro  del forno, fissiamo le viti che bloccano la resistenza, ripristiniamo i collegamenti elettrici e abbiamo terminato il lavoro di sostituzione.

Ora non ci resta che sistemare il forno, ripercorrendo in senso contrario le operazioni che abbiamo eseguito precedentemente.

articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.
I piani cottura in vetroceramica possono essere dotati di diversi sistemi per generare calore, in questo articolo approfondiamo la tecnologia ad induzione.

Pubblicato:
lunedì 14 febbraio 2011
 
 
Spazio trasparente.
Negli ultimi anni la cucina a libera installazione ed anche i piani di cottura da incasso hanno subito un cambiamento per quanto riguarda la proposta dei fuochi a gas per la cottura.

Pubblicato:
giovedì 31 maggio 2012
 
 
Spazio trasparente.
Un forno elettrico, come base, al suo interno dispone di una resistenza posta sul fondo ed una posta nella parte superiore. Esse a seconda delle impostazioni di cottura possono funzionare contemporaneamente oppure singolarmente. Di norma la cottura tradizionale esige il funzionamento contemporaneo, al fine di avere un calore uniforme, mentre il funzionamento singolo è impiegato per terminare la cottura o per pietanze particolari che necessitano di una cottura differenziata.

Pubblicato:
giovedì 20 settembre 2018
 
 
Spazio trasparente.
Indipendentemente dalla tipologia di cappa che si è scelto di installare nella cucina componibile, per procedere con una corretta installazione, che è preferibile affidare ad un tecnico specializzato, è opportuno tenere ed attenersi a delle regole di base.

Pubblicato:
giovedì 18 aprile 2013
 
 
Spazio trasparente.
La gamma di cucine Hotpoint Ariston con il catalogo per l’anno 2012 conta circa 16 modelli, che coprono diverse misure standard e nello specifico cucine con larghezza di 60 cm, 70 cm, 80 cm e 90 cm.

Pubblicato:
martedì 13 novembre 2012
 
 
Spazio trasparente.
Una tipologia di forno, non particolarmente diffusa in Italia ma, che merita assolutamente una particolare attenzione è quella con funzione pirolitica. Questo tipo di forno a dire il vero è molto diffuso in tutta Europa ed in particolar modo nel territorio francese, dove quasi tutti i forni venduti sono dotati di questa funzione.

Pubblicato:
mercoledì 8 maggio 2013
 
 
Spazio trasparente.
Ogni fornello del piano di cottura della cucina è comandato da un pomello, che ne consente l’accensione e ne regola l’intensità della fiamma. Difatti ruotando tale manopola in senso antiorario la fiamma si abbassa, mentre girandolo in verso orario la fiamma si alza.

Pubblicato:
giovedì 22 settembre 2016
 
 
Spazio trasparente.
Nell’ambito del panorama di prodotti proposti per i piani cottura da incasso, un approfondimento specifico deve essere dedicato ai piani cottura in vetroceramica.

Pubblicato:
giovedì 16 dicembre 2010
 
 
Spazio trasparente.
Per la nostra cucina possiamo scegliere diversi tipi di piani di cottura, non solo dal punto di vista estetico, ma in particolar modo per la tecnologia che utilizzano per trasmettere il calore alle pentole e consentire di cucinare gli alimenti al suo interno.

Pubblicato:
martedì 21 maggio 2013
 
 
Spazio trasparente.
I forni da incasso sono costruiti con delle misure standard in modo tale da poter essere inseriti, indipendentemente dalla marca della cucina componibile, all’interno del vano appositamente creato.

Pubblicato:
venerdì 28 ottobre 2011
 
 
 
 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaPreferenze lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su