Confronto dei diversi sistemi impiegati sulla lavatrice per evitare allagamenti.
 
È buona norma una volta che la lavatrice ha terminato il lavaggio, staccare sia la corrente elettrica, questo diventa molto più semplice se abbiamo predisposto l’impianto con un interruttore, e chiudere il rubinetto di entrata dell’acqua.

Questo serve per evitare, da una parte, in caso di anomalie elettriche, temporali ed altro, che non ci siano ripercussioni sulla parte elettronica della macchina. Mentre dall’altra parte che non si possano verificare delle perdite di acqua che interessano la lavatrice. C’è da dire, però, che le perdite si potrebbero verificare anche durante il suo funzionamento o in fase successiva al termine di un ciclo di lavaggio e comunque, in quest’ultima ipotesi in nostra assenza.

A tal proposito analizzeremo i sistemi di protezione contro le perdite d’acqua che possiamo trovare in dotazione su alcuni modelli di lavatrice, in modo tale che in fase di acquisto possiamo valutarle, in modo opportuno, al fine di scegliere un modello specifico, in grado di soddisfare questa esigenza. Tuttavia, non essendo impiegati gli stessi termini per indicare una specifica funzione o considerato che ogni produttore può attribuire una specifica tecnica differente per lo stesso termine, andremo ad elencare i vari sistemi in linea generale, per i quali è necessario approfondire le caratteristiche per i marchi a cui si è interessati.

1) Acquastop Totale: il sistema lo possiamo trovare sia sulle lavatrici che sulle lavasciuga. Basato su una sicurezza interna ed una esterna, la prima, tramite un dispositivo posto sotto la vasca, rileva dispersioni casuali di acqua, quindi in caso di rotture di qualche manicotto o cose del genere, fa scattare un microinterruttore, che blocca immediatamente l’entrata di acqua; la seconda consiste in un tubo di carico doppio, al quale allaccio è incorporata una elettrovalvola, che viene chiusa immediatamente, nel caso in cui si dovesse verificare la rottura del tubo interno, che è quello dove passa l’acqua ed andasse a riempire quello esterno;

2) Sistema antiallagamento Acquastop parziale da alcune marche chiamato AquaVigil: prevede un blocco dell’entrata dell’acqua in caso di rottura del tubo di carico;

3) Antitrabocco o tecnicamente definito Overflow, è un sistema di cui sono dotate la maggior parte delle lavatrici, è prevede il blocco del carico dell’acqua consequenzialmente all’attivazione della pompa di scarico, che fa defluire tutta l’acqua presente nella vasca, nel momento il sistema di controllo della lavatrice ha rilevato un livello di acqua superiore al limite massimo consentito. Questo sistema si aziona in presenza di un malfunzionamento di qualche componente facente parte del sistema di carico e controllo dell’acqua ed è evidenziato con un codice di errore;

4) Antiallagamento, è un sistema che permette di bloccare l’entrata di acqua e l’attività della lavatrice qualora si dovessero verificare delle perdite di acqua, rilevate da un sensore, al suo interno;

I sistemi di sicurezza che prevedono l’entrata in funzione della pompa di scarico funzionano anche se l’apparecchio è spento, ma comunque deve essere collegato alla corrente elettrica.

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.


Capita molto spesso di sentire parlare di sonda nct della lavatrice e questo capita sovente quando siamo in presenza di un malfunzionamento della macchina. Nello specifico, ma non sempre, al cospetto di un difetto associato al riscaldamento dell’acqua.
 
 
Spazio trasparente.


Uno delle caratteristiche più importanti, se non quella che condiziona maggiormente l’acquisto di una lavatrice è la portata del cestello, ovvero la quantità di indumenti che è in grado di contenere e di lavare.
 
 
Spazio trasparente.


Abbiamo parlato di come deve essere installata una lavatrice, ovvero le fase riguardanti l’eliminazione dei blocchi e di come debba essere posizionata e livellata. Trascurando tuttavia un parte fondamentale dell’installazione: il posizionamento del tubo di scarico.
 
 
Spazio trasparente.


Capita molto spesso che trascorso qualche anno di vita, ma la condizione si può concretizzare anche prima, la lavatrice emetta del cattivo odore. Ci riferiamo in modo specifico a quello generato dai residui di lavaggio e non a quello causato da surriscaldamento o bruciature di componenti, per le quali è opportuno verificare le cause scatenanti, che possono essere differenti da caso a caso.
 
 
Spazio trasparente.


Come ben noto la lavatrice è dotata di un filtro attraverso il quale l’acqua di scarico del lavaggio, passa prima di essere eliminata completamente attraverso il tubo di condotta, raccordato ad una conduttura a muro o dove non esistente agganciato con il collo d’oca al lavabo o altro.
 
   
 
 
 
 

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
 
 
 
 
Foto articolo.
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su