Spazio trasparente.
Spazio trasparente.
 
Spazio trasparente.
I vari passaggi per identificare il timer, smontarlo e sostituirlo con uno nuovo.
 
Il timer meccanico è un componente che fino a qualche anno fa, veniva montato da tutte le lavatrici, oggi a seconda del modello di lavabiancheria è stato sostituito con quello elettronico o dal modulo elettronico (scheda). Tuttavia, sebbene le nuove lavatrici non lo hanno più, in circolazione ce ne sono ancora molte con programmazione meccanica, e quindi con detto timer. Potremmo definirlo il cuore della lavatrice, difatti esso ha il compito, seguendo una serie di passaggi, di condurre il ciclo di lavaggio fino al termine.

Il timer è formato da una scatoletta, solitamente chiusa da due fogli di bachelite, facilmente rimovibili. Al suo interno c’è una camma sagomata o più di una, una serie di ingranaggi ed un motorino elettrico, che è quella parte circolare che sporge dal dietro. All’esterno sono visibili una serie di contatti lamellati ed un’asta metallica, che esce dal davanti e che, quando il timer è fissato al telaio della lavatrice, dal di dentro, spunta sul cruscotto della macchina e vi si infila la manopola, quella da cui si seleziona il programma. Si può capire che un timer è meccanico in quanto la manopola gira solo in senso orario ed ad ogni pressione fa uno scatto.

Come dicevamo in precedenza, può essere considerato il cuore della lavatrice, perché da esso dipende il ciclo di lavaggio ed il susseguirsi delle diversi fasi del ciclo. Sostanzialmente nel momento in cui si imposta un programma, viene alimentato il motorino, che girando mette in funzione l’orologeria, un insieme di ingranaggi, che innestano il susseguirsi di una serie di passaggi, caratterizzati dalla gestione di una serie di contatti elettrici, che determinano i differenti movimenti del cestello e le diverse fasi del lavaggio. Il processo è semplicemente organizzato in modo tale che le varie fasi e posizione del timer, chiudono o aprono dei contatti elettrici, fornendo o non, corrente ai contatti lamellati, ai quali i fili collegati con i faston, consentono di condurla o non ad uno specifico componente e metterlo in funzione o no.

Dal suo processo di funzionamento, possiamo stabilire che una lavatrice meccanica, che ad un certo punto del lavaggio si blocca o che non inizia il lavaggio o non svolge alcune funzioni, potrebbe avere il timer rotto o difettoso.

Per verificare il funzionamento del timer, la prima cosa che possiamo fare è quella di, una volta avviato un programma, accostare l’orecchio vicino alla manopola ed ascoltare se il motorino elettrico entra in funzione, dovremmo sentire un leggero ronzio, se non si sente nulla significa che il motorino non funziona più.

Altra cosa da verificare è l’interno del timer, pertanto è necessario smontarlo dal suo fissaggio al telaio della macchina, avendo cura prima di farlo di segnarsi le posizioni dei vari collegamenti, o magari fargli una foto, in modo che possiamo rimontarli nel modo corretto.

Una volta smontato accediamo al suo interno rimuovendo i coperchi di bachelite o altro e verifichiamo se ci sono delle componenti rotte o che con il tempo si sono usurate. Ad esempio alcune camme o ingranaggi, potrebbero consumarsi e non consentire più il susseguirsi dei passaggi, inficiando il lavoro della lavatrice.

Il funzionamento del motorino può essere verificato, collegando due faston alle due lamelle che portano la corrente al motorino, si possono facilmente identificare in quanto per ognuno delle lamelle c’è un filo elettrico che arriva al motorino. Questa operazione deve essere fatta con attenzione in quanto si può prendere la scossa.

A questo punto se siamo in presenza ad una delle due condizioni, non ci resta che sostituirlo con un altro nuovo. Quindi è opportuno recarsi con il modello vecchio presso un rivenditore o comunque prelevare dalla targhetta, se ancora è attaccata, il modello.

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.


Indesit propone una gamma di ben 15 lavatrici a carica frontale, suddivise in tre linee differenti, ovvero la Innex, che rappresenta il top della gamma, la Prime, che si posiziona anch’essa ad un livello top e si identifica nel segmento delle lavatrici strette, e una più tradizionale, che propone una tecnologia molto avanzata.
 
 
Spazio trasparente.


Per stabilire se la resistenza della lavatrice, della lavasciuga o della lavastoviglie è funzionante è necessario eseguire un test di continuità ohmica su di essa. Per effettuare questo tipo di intervento è necessario l’impiego di un tester. La prova può essere eseguita direttamente sulla resistenza montata sull’elettrodomestico, pertanto non c’è necessità di smontarla.
 
 
Spazio trasparente.


Particolare attenzione è dedicata dai grandi produttori di elettrodomestici alla forma del cestello, in particolare alla sua conformazione interna, sempre più ottimizzata a garantire una maggiore cura dei tessuti.
 
 
Spazio trasparente.


La mancata rotazione del cestello della lavatrice può dipendere da diversi fattori, come le spazzole consumate su un motore universale, dal condensatore scarico su uno ad induzione, da problemi con la cinghia e da altri fattori, tra i quali un guasto al motore.
 
 
Spazio trasparente.


Non molto frequentemente, tuttavia è un anomalia che si può verificare nel funzionamento di una lavatrice è la fuoriuscita di fumo dalla vaschetta del detersivo o dal cestello, non appena al temine del lavaggio, viene aperto l’oblò.
 
 
Spazio trasparente.


Può capitare presto o tardi nell’utilizzo quotidiano della nostra lavatrice, che ad un non determinato punto del programma, sul display, compaia un codice, solitamente un numero preceduto da una lettera, che sta ad indicare uno svolgimento del suo funzionamento non corretto, che si può concludere in un blocco del ciclo di lavaggio.
 
 

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
 
 
 
 
Foto articolo.
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su