La proposta di condizionamento portatile Ariston, il modello e le caratteristiche.
 
Un solo condizionatore portatile per l’Ariston, nello specifico un monoblocco con una estetica molto gradevole, caratterizzata da linee arrotondate e una colorazione bianca con una fascia ondulata e frontale di colore silver che lo rende particolarmente elegante.
Ora analizziamo il modello nel dettaglio:

Mobis

Condizionatore portatile Mobis.

Con un ingombro di 46,7 cm in larghezza, 39,7 cm in profondità e 76,5 cm in altezza, quadro dei comandi led è posto nella parte superiore così come la bocchetta di ventilazione. Le modalità di funzionamento sono quelle della ventilazione, raffreddamento, automatico e della sola deumidificazione.

Funzione specifica è invece quella notturna “sleep” che permette al condizionatore di gestire la temperatura, aumentandola di qualche grado, al fine di restituire una temperatura più indicata per il sonno e mantenere i consumi; inoltre è dotato di timer per programmare l’accensione o lo spegnimento, il tutto gestibile a scatti di mezz’ora o un’ora fino ad un massimo di 10 ore. Dispone della funzione “swing” che consente alle alette di ventilazione di muoversi continuamente in modo da veicolare il flusso d’aria in punti differenti ed avere una maggiore copertura dell’ambiente.

Le impostazioni oltre a poter essere effettuate dal quadro dei comandi, sono gestibili per mezzo di un comodo telecomando.
Il condizionatore nelle modalità di deumidificazione ha necessariamente bisogno del tubo di scarico della condensa, un piccolo tubo in dotazione con l’apparecchio, che si innesta appena accanto al tubo di espulsione dell’aria. Il tubo di condensa deve assumere una parabola discendente, in quanto l’acqua viene espulsa per caduta, non c’è una pompa di spinta, e va fatto confluire in un bidone per la raccolta dell’acqua di condensa.

Dispone di tre velocità di ventilazione, la potenza termica del Mobis è di 2,7 Kw mentre la classe di efficienza energetica è la A.

Dati tecnici.

P. S.= potenza sonora massima espressa in dBa;
P. A. = portata d’aria espressa in metri cubi orari (m³/h);
Classe = classe di efficienza energetica;
E.E.R./C.O.P.. = coefficiente di efficienza energetica;
V. T. = volume di aria trattato espresso in (m³);
A.W. = assorbimento massimo watt;
P.T.- BTUh = potenza termica espressa in Kw ed in Btu/h;
Kwh/60 min = consumo espresso in kw per un’ora di funzionamento.
Gas = tipologia refrigerante utilizzato.
L/H= umidità asportata in sola deumidificazione in 1 ora e con una temperatura ambiente di 30°C ed una U. R. dell’80%.
n.d. = non dichiarato

Modello
P.S.
P.A.
Classe
E.E.R./C.O.P.
V.T.
A.W.
P.T.- BTUh
Kwh/60 min
Gas
L/H
Mobis
62,9
310/340/390
A
2,65
n.d.
1200
2,69-9177
1,01
R410A
1

Se compri dal nostro negozio in affiliazione aiuti il sito a vivere e rimanere gratuito.

Sito ufficiale Ariston.

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.


Una delle valutazioni che bisogna effettuare nella scelta tra un climatizzatore multisplit ed altrettanti monosplit, oltre a quelle che abbiamo già affrontato nell’articolo "climatizzatore mono split o multi split", è il consumo energetico.
 
 
Spazio trasparente.


Giorno 1 gennaio 2016 sono entrati in vigore due nuovi regolamenti che disciplinano il settore della ventilazione, ovvero il regolamento (UE) n. 1253/2014, che istituisce delle specifiche di progettazione e di eco compatibilità a cui attenersi, ed il regolamento delegato (UE) n. 1254/2014, che regolamenta l’etichettatura energetica.
 
 
Spazio trasparente.


Oltre alle funzione che di base troviamo in un climatizzatore d’aria: raffreddamento, riscaldamento, deumidificazione e ventilazione, ce n’è un’altra che è presente in quasi tutti i climatizzatori, la funzione notturna, conosciuta più comunemente con il nome “sleep”. La funzione è indicata da un tasto con il simbolo di una mezza luna o di stelle o entrambe, o la scritta sul tasto “sleep”.
 
 
Spazio trasparente.


Lanciato di recente dal gruppo cinese Chigo in collaborazione con ICA (International copper association), il primo climatizzatore dotato di caratteristiche antibatteriche.
 
 
Spazio trasparente.


Tra le attività di controllo che bisogna effettuare per tenere in buono stato di funzionamento, o meglio dire preservare la piena efficienza di un impianto di condizionamento, c’è quella di verificare la condizione della tubatura di collegamento tra l’unita interna e quella l’esterna.
 
   
 
 

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
 
 
 
 
Foto articolo.
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su