I condizionatori monoblocco dei vari produttori messi a confronto in base alla capacità termica in Kw e Btu/h.

Non appena arriva la stagione calda e lo stesso si fa insopportabile, nasce l’esigenza di acquistare un condizionatore portatile per rinfrescarsi.

Ci sono vari marchi in circolazione ed effettuare un confronto tra i diversi modelli, presi dalla forte calura e dalla urgenza di soddisfare tale bisogno, diventa impegnativo. Abbiamo pertanto, per chi volesse analizzare le caratteristiche di ogni modello, in diversi articoli, trattato singolarmente i vari marchi raggruppando i rispettivi modelli in commercio, mentre per chi volesse effettuare un rapido confronto e scegliere velocemente un condizionatore portatile, in questo articolo abbiamo messo a confronto i dati tecnici di tutti i modelli fino ad ora analizzati.

Prima di procedere con la lettura della tabella del confronto, vogliamo dare una indicazione per come scegliere al meglio la potenza del condizionatore più adatto al proprio ambiente, stabilendo come regola di base, che un ambiente per ogni metro cubo, necessita di circa 30 watt, ovvero 0,03 kw, che in btu/h equivalgono a 102,36 btu/h.

Questo coefficiente è da riferirsi a delle condizioni ottimali, quindi se parliamo di un ambiente ben isolato e non esposto in modo eccessivo al sole, se invece l’esposizione solare è forte, e magari ci troviamo in presenza di una mansarda tale coefficiente deve essere aumentato e portato approssimativamente intorno ai 50/60 watt per metro cubo.

A questo c’è da aggiungere il carico termico dell’ambiente, creato dalla presenza di persone, ognuna delle quali apporta mediamente 115 watt, apparati elettrici quantificabili nella somma dei watt di potenza, e delle superfici finestrate, che possiamo quantificare considerando un coefficiente di moltiplicazione per mq, di 150 se esposte a nord, 400 se a sud, 300 se a est e 500 se ad ovest.

Per rendere l’operazione di calcolo più semplice possibile abbiamo realizzato un semplice strumento che ti consente di inserire i tuoi riferimenti ed avere un calcolo approssimativamente vicino alle tue esigenze. Teniamo a sottolineare "approssimativamente" in quanto oltre ai fattori presi in considerazione, ce ne possono essere di altri e comunque quelli presi a riferimento sono da considerarsi valori standard. Nello specifico di un dimensionamento è necessario un sopralluogo per valutare i carichi termici con maggiore attenzione.

Misure dell'ambiente:

Larghezza (lato 1): indica la misura in metri lineari, se ci sono decimali separa con un . (punto).

Lunghezza (lato 2): indica la misura in metri lineari, se ci sono decimali separa con un . (punto).

Altezza: indica la misura in metri lineari, se ci sono decimali separa con un . (punto).

Coefficiente: se si è in presenza di un ambiente molto espsoto o una mansarda aumentare a 50/55.

Persone: indica il numero di persone che mediamente si trovano nell'ambiente da climatizzare.

Finestra a nord indica i mq della superficie della finestra.

Finestra a sud indica i mq della superficie della finestra.

Finestra a est indica i mq della superficie della finestra.

Finestra a ovest indica i mq della superficie della finestra.

Potenza termica necessaria in btu/h

Di seguito la tabella riepilogativa e di confronto dei condizionatori portatili messi in ordine di potenza termica crescente.

Dati tecnici.

P. S.= potenza sonora massima espressa in dBa;
P. A. = portata d’aria espressa in metri cubi orari (m³/h);
Classe = classe di efficienza energetica;
E.E.R./C.O.P.. = coefficiente di efficienza energetica;
V. T. = volume di aria trattato espresso in (m³);
A.W. = assorbimento massimo watt;
P.T.- BTUh = potenza termica espressa in Kw ed in Btu/h;
Kwh/60 min = consumo espresso in kw per un’ora di funzionamento.
Gas = tipologia refrigerante utilizzato.
L/H= umidità asportata in sola deumidificazione in 1 ora e con una temperatura ambiente di 30°C ed una U. R. dell’80%.
n.d. = non dichiarato

Marca
Modello
P.S.
P.A.
Classe
E.E.R.
V.T.
A.W.
P.T.- BTUh
Kwh/60 min
Gas
L/H
Trotec
PAC 2000 E
54
330
A
2,6
65
790
2-7000
0,8
R410A
0,75
Trotec
PAC 2000 S
52
320
A
2,6
65
750
2-7000
0,8
R410A
1
Trotec
PAC 2000 X
65
360
A/A++
2,6/3,1
65
900
2-7000 / 2-7000
0,8/0,6
R410A
1,25
De Longhi
PAC N76
60
250-310-350
A
2,6
70
850
2,1-8200
0,85
R410A
1,3
Olimpia Splendid
DOLCECLIMA NANO
62
300/210/170
A
2,6
n.d.
790
2,1-8500
0,8
R407C
0,9
Olimpia Splendid
DOLCECLIMA SILENT
61
300/210/170
A
2,6
n.d.
790
2,1-8500
0,8
R407C
0,9
Argo
OVER
57
340-290-270
A
2,6
n.d.
770
2-8500
0,8
R410A
1,25
Qlima
P 126
52
275
A
2,6
65/90
n.d.
2,6-8870
1,01
R410A
1,25
Argo
DADOS PLUS 9
62
280-300-350
A/A+++
2,7/3,7
n.d.
820/625
2,2-9000/2,3-9000
0,8/0,6
R410A
1,25
Argo
EXTREME 9
60
400-380-350
A
2,8
n.d.
870
2,4-9000
0,9
R410A
1,66
Trotec
PAC 2600 E
56
230
A
2,6
80
1010
2,6/9000
1
R410A
0,95
Trotec
PAC 2600 S
54
340
A
2,6
85
880
2,6/9000
1
R410A
1,1
Ariston
Mobis
62,9
310/340/390
A
2,65
n.d.
1200
2,69-9177
1,01
R410A
1
De Longhi
PAC N81
63
250/310/350
A
2,6
80
--
2,4-9400
0,9
R410A
1,3
Olimpia Splendid
DOLCECLIMA ECO
62
420/350/260
A
2,7
n.d.
850
2,3-9500
0,8
R407C
0,9
De Longhi
PAC N86
63
250/310/350
A
2,6
95
940
2,5-9800
0,9
R410A
1,3
Qlima
P 129
54
300
A
2,7
70/95
n.d.
2,9-9890
1,076
R410A
1,45
De Longhi
PAC CN92
62
250/310/350
A+
3,1
85
940
2,5-10000
0,8
R290
1,3
Olimpia Splendid
DOLCECLIMA SILVER SILENT
61
410/345/255
A
2,7
n.d.
880
2,4-10000
0,9
R410A
1
Olimpia Splendid
ELLISSE HP
62
410/345/255
A/A++
2,7/3,1
n.d.
880
2,4-10000/
2,4-9600
0,9
R410A
1
Olimpia Splendid
ISSIMO PURE 10
61
330/270/250
A
2,7
n.d.
1000
2,4-10000
0,9
R410A
1
De Longhi
PAC CN91
63
250/310/350
A
2,6
90
1000
2,6-10500
1
R410A
1,5
De Longhi
PAC AN96
63
250/310/350
A
2,6
95
1020
2,7-10700
1,02
R410A
1,5
Qlima
PH 233
49
280/320
B/C
2,5/2,61
80/105
n.d.
3.3-11260/3,15-10747
1,32/1,20
R410A
1,67
De Longhi
PAC AN112
63
250/310/350
A+
3,1
110
950
2,9-11000
0,9
R290
1,2
De Longhi
PAC WE127ECO
65
230/290/340
A+
3,1
110
1000
3,2-11000
1
R290
2,08
Olimpia Splendid
DOLCECLIMA+
61
410/345/255
A+
3,1
n.d.
865
2,6-11000
0,8
R410A
1
Argo
EXTREME 11
61
400-380-350
A
2,6
n.d.
1040
2,7-11000
1
R410A
1,87
De Longhi
PAC WE112ECO
65
230/290/340
A+
3,1
100
1000
3-11500
1
R290
1,7
Olimpia Splendid
DOLCECLIMA CUBE
63
410/345/255
A
2,6
n.d.
1090
2,8-12000
1,1
R410A
1,1
Trotec
PAC 3500
53
324
A
2,6
115
1,3
3,5/12000
1,3
R410A
2,2
Trotec
PAC 3500 X
55
360
A
2,61
115
1,3
3,4/12000
1,3
R410A
1,5
Argo
EXTREME XL
62
460-440-400
A+/A+++
3,2/3,8
n.d.
970/810
3,1-13000/3,1-13000
1/0,80
R410A
2,5
Argo
DADOS XL
63
290-360-420
A/A++
2,8/3,3
n.d.
1100/960
3,1-13000/3,2-13000
1,1/1
R410A
2,29
Argo
DADOS PLUS 13
63
290-310-360
A/A++
2,6/3,2
n.d.
1100/925
2,9-13000/3,0-13000
1,1/1
R410A
2,08
Trotec
PAC 4600
54/64
600
B
S.E.E.R. 4,6
120
1,31
4,6/15696
346 ANNUI
R410A
1,8
Trotec
PAC 4700 X
65
550
A
2,63
155
1,8
4,7/16000
1,79
R410A
1,5

Per approfondire le specifiche dei modelli sopra indicati ti consigliamo di leggere gli articoli specifici su De Longhi, Olimpia Splendid, Argo, Qlima, Trotec, Ariston.

Ultima pubblicazione: 17/03/2015
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email

 
 

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

 
supporto
Ho letto ed accetto la privacy policy
 
 
Articoli correlati:
 
Immagine rappresentativa articolo.
In linea generale se viene messa a confronto la tecnologia on-off e quella inverter nel climatizzatore, si può affermare, che conviene sempre un climatizzatore inverter rispetto ad uno on-off.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Caldo o freddo il condizionatore consente di impostare, solitamente in un arco che oscilla dai 16°C fino ai 32°C, la temperatura che si desidera ottenere all'interno dell'ambiente dove è installato. A seconda che ci si trovi in inverno o in estate la temperatura da impostare sarà diversa. Ad esempio in inverno si potrebbe impostare una temperatura di 18°C ma anche, in casi particolari, di 16°C, cosa che in estate non è assolutamente consigliato anche se potrebbe essere impostata.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Nell'articolo dimensionamento condizionatore abbiamo affrontato il tema del dimensionamento precisando quali sono i parametri che entrano in gioco per la determinazione del calcolo e cosa avviene se non viene eseguito correttamente. Inoltre abbiamo trattato altri aspetti che se vuoi puoi approfondire leggendo l'articolo linkato.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Oggi vogliamo mettere in risalto una differenza molto importante tra i climatizzatori inverter, che se ben valutata, ci può garantire una migliore ottimizzazione del consumo energetico.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Può capitare alcune volte di essere disorientati quando nell’acquisto di un condizionatore, in questo caso parliamo di Mitsubishi, ci viene proposto un modello di una determinata potenza, con una specifica sigla e poi una con la stessa potenza con una sigla diversa.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Quando si parla di climatizzazione di un ambiente, la scelta ideale da un punto di vista del prezzo, delle prestazioni e dei risultati in termini di efficienza, risulta essere quella dell’installazione di condizionatori fissi. Ci sono dei casi, tuttavia, nei quali non è possibili procedere con la messa in opera di un impianto fisso, per ragioni diverse: vuoi perché non c’è lo spazio esterno dove posizionare il motore, vuoi perché esistono dei vincoli paesaggistici o architettonici, vuoi perché si vive in un condominio, che non consente di procedere in tale direzione o altri motivi di diversa natura. In queste circostanze ci sono due strade che diventano percorribili: utilizzare un condizionatore portatile, in questo caso ci si riferisce prevalentemente ad un impiego estivo essendo per la maggior parte dei solo freddo, oppure orientarsi verso un climatizzatore senza unità esterna. In entrambi i casi ci sono dei pro e dei contro che vanno valutati molto scrupolosamente al fine di non fare delle spesi inutili o solo parzialmente risolutive.
 

Linea
lineaPrivacy PolicylineaCookie PolicylineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea