Cestello e vasca di una lavatrice molto spesso vengono confuse, vediamo quale è la differenza e di che materiale sono.
 
Abituati da sempre a lavatrici con il cestello in acciaio inox e molto restii ad accettare qualsiasi altro materiale che non sia questi, si assiste molto spesso, nei negozi, nella fase di acquisto di una lavatrice, alla richiesta di volerne acquistare una con il cestello in acciaio inox.

La necessità di specificare questa particolare condizione si è diffusa negli ultimi anni, per il verificarsi di un graduale passaggio,della maggior parte dei produttori, a lavatrici con vasca in materiale sintetico ed alla evidenziazione nei negozi, con del materiale illustrativo, del nuovo tipo di vasca. Con il cambio di materiale, per valorizzare la sua affidabilità, sui prodotti veniva evidenziato la dicitura che la vasca era in un materiale specifico (non acciaio) e che la stessa veniva garantita per dieci anni.

Fino a quel momento le lavatrici, venivano costruite con l’impiego dell’acciaio inox sia per la vasca che per il cestello, e nell’idea collettiva si era associata la vasca al cestello, confondendo o meglio ignorando l’esistenza della vasca e fissando in mente la presenza del cestello in acciaio.

L’attenzione quindi era riposta al cestello e non alla vasca, della quale molte volte non si sa neanche quale sia.

In questo articolo l’intento è quello di distinguerle per evitare di chiedere in fase di acquisto pensando alla vasca, ma riferendosi al cestello che sia in acciaio. Questo perché i cestelli sono tutti in acciaio, quindi è scontato che, qualora si desideri, si debba chiedere di una vasca in acciaio e non del cestello.

Per intenderci la vasca può essere considerata il contenitore del cestello ed anche il contenitore dell’acqua, che viene utilizzata durante il lavaggio. Per verificare il materiale della vasca basta semplicemente sollevare leggermente la guarnizione, che è applicata all’oblò, facendo leva nella parte bassa. La vasca in materiale plastico si presenta di colore chiaro ed è identificabile immediatamente senza nessuna difficoltà.

Stabilita questa differenza, andiamo a considerare i motivi che hanno indotto i produttori ad optare per questa soluzione. Primo tra tutti l’economicità del materiale, è chiaro che l’acciaio ha un costo parecchio superiore a questo materiale, secondo la resistenza della vasca, qui c’è da dire che ci sono dei pareri discordanti, l’acciaio per quanto inossidabile dopo anni si arrugginisce comunque, in particolare nella parte bassa dove il sedimento di acqua e detersivo tende a corrodere il punto di saldatura ed a forare la vasca, al contrario la vasca in materiale plastico non arrugginisce e non si fora. D’altro canto a detta di alcuni anche tra i commenti cha abbiamo ricevuto, questo tipo di vasca è meno resistente alle vibrazioni ed in caso di rottura dei cuscinetti e impossibile procedere alla loro sostituzione in quanto incorporatevi a caldo.

Infine la capacità, diversamente dal metallo che è propagatore ed amplificatore, di assorbire o di non propagare il rumore.

Tutto ciò ha portato un considerevole vantaggio per le aziende che hanno diminuito i costi di produzione, che si sono riversati anche sul mantenimento dei prezzi per i consumatori, quindi un costo di acquisto più basso ed una garanzia di lunga durata della vasca.

Articolo aggiornato: lunedì 17 luglio 2017

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.


Presente in tutte le case, la lavatrice è un elettrodomestico che in alcuni casi risulta sconosciuto, nel senso che, sappiamo esattamente a cosa serve, ma non tutti i membri della famiglia sanno utilizzarlo. Ci troviamo pertanto, in alcuni casi, a dover impostare un ciclo di lavaggio e non sapere assolutamente da dove iniziare.
 
 
Spazio trasparente.


Il nemico numero uno per la lavatrice, ma questo vale anche per la lavastoviglie, ed in generale per tutti gli elettrodomestici che vengono a contatto con l’acqua, è il calcare, che inesorabilmente dai primi utilizzi dell’apparecchio inizia la sua azione di deposito su alcuni componenti.
 
 
Spazio trasparente.


Grande successo ha riscontrato sul mercato il motore, della lavatrice della Lg, inverter direct drive, che, per chi non lo sapesse, è caratterizzato dall’eliminazione della tradizionale cinghia che collega il motore al cestello, con un sistema innovativo di innesto del motore direttamente sul cestello.
 
 
Spazio trasparente.


La scelta di una lavatrice è divenuta nel corso di questi ultimi anni un po’ più impegnativa di quanto non accadeva per il passato, dove non c’erano molte delle caratteristiche e prestazioni che le lavatrici di oggi propongono.
 
 
Spazio trasparente.


L’errore F27 nella lavatrice modello DLC7012 e comunque per la serie di lavatrici Whirlpool appartenenti a questa linea, identifica un’anomalia che interessa in generale il motore.
 
 
Spazio trasparente.


Può capitare, che dopo aver acquistato la lavatrice ed averla portata a casa, nel momento in cui si procede ad aprire l’imballo, ci si accorge che il cestello è bagnato. C’è dell’acqua !! Così come anche aprendo il cassetto dei detersivi possiamo riscontrare che è bagnato. Addirittura potrebbe cadere dell’acqua se dovesse essere piegata.
 
 
Spazio trasparente.


Non si verifica frequentemente, ma è una anomalia che può manifestarsi nel funzionamento di una lavatrice. Stiamo parlando del carico continuo dell’acqua, che normalmente dopo aver selezionato un ciclo e dato l’avvio, dura per qualche minuto, per poi fermarsi e dare inizio al lavaggio.
 
 
Spazio trasparente.


Quando durante la fase del lavaggio di una lavatrice o di una lavasciuga l’acqua non viene riscaldata, il motivo è da ricondursi al non funzionamento della resistenza elettrica di riscaldamento, ovviamente le motivazione che la inducono a non funzionare possono essere di diversa natura, sia elettriche che elettroniche, ma in molti altri casi è proprio l’intero elemento che non va e pertanto deve essere sostituito.
 
 
Spazio trasparente.


Abbiamo visto nell’articolo relativo al funzionamento della vaschetta del detersivo, quale è il procedimento che consente al detersivo, alla candeggina ed all’ammorbidente di essere prelevati nel momento in cui il lavaggio lo prevede, quindi un impiego cadenzato.
 
 
Icona regione.
Alberto da Livorno giorno 17/07/2017
Ho acquistato una lavatrice Hotpoint Ariston modello Q93D49 nel novembre 2012, ieri sera mia moglie mi comunica che perde acqua, apro il coperchio superiore e trovo la vasca esterna in resina completamente aperta in corrispondenza della saldatura/incollaggio. Praticamente in due metà!! Presuppongo che nell'ultima centrifuga abbia ceduto dividendosi. Il costo del ricambio oltre i 220 euro, più la guarnizione dell'oblò, che ovviamente si è rotta anch'essa. Chiedo ci sono secondo voi i presupposti per chiedere la sostituzione al centro assistenza o comunque una sorta di indennizzo? È normale che ci sia un tale cedimento strutturale, o è probabile che ci sia stato un difetto nell'incollaggio del guscio esterno?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Alberto, l’indennizzo lo puoi chiedere solo se sei in garanzia, quindi nel tuo caso essendo trascorso il periodo della garanzia convenzionale di 24 mesi, lo sei soltanto se ai tempi, intendo all’acquisto hai effettuato il versamento opzionale che dava diritto ad una garanzia totale di 5 anni. L’apertura della vasca in due pezzi è difficilissimo che si verifichi in quanto saldata male, avviene spesso in quanto la crociera vasca corrodendosi con l’utilizzo del detersivo, si spacca e tutto va fuori asse, provocando una spaccatura di tutto. In questi casi potresti, se la macchina è in buoni condizioni, provvedere ad acquistare un gruppo vasca recuperato ed ammortizzare il costo della riparazione.
Icona regione.
Adriano da Imola giorno 07/01/2016
Salve, riparo e vendo lavatrici da 43 anni e come tutti i riparatori ho assistito all’evoluzione del mercato fatto di puro consumismo. Non mi sono però arreso ed ai miei Clienti od alle persone che vogliano venire al mio laboratorio, vendo unicamente lavatrici tedesche che hanno la vasca SMONTABILE per cui se succederà che faranno rumore si può intervenire senza procedere agli strani processi che ho visto in alcuni filmati su youtube che io non farei in quanto incollaggi e viti apposte non supportano né i contrappesi applicati né le forze che si sviluppano in fase di centrifuga.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Adriano, grazie per il tuo contributo, resta collegato e se ti va, iscriviti al forum e scrivi qualche articolo sull’argomento, indicando magari le marche ed i modelli di lavatrice che vendi e che hanno le vasche smontabili.
Icona regione.
Maddalena da lolam70@hotmail.it giorno 13/10/2015
Ho una lavatrice Zerowatt da 33 cm acquistata nel 1995, mai avuto problemi, ultimamente, fa un forte rumore sembra quasi che sta per esplodere, vorrei cambiarla, ma tutti mi sconsigliano in quanto ora fanno tutte le vasche in materiale sintetico, e si rompono subito, potete consigliarmi una slim buona?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Maddalena, direi che sei stata molto fortunata in quanto la durata della tua lavatrice è eccellente. Le nuove vasche come hai potuto leggere hanno vantaggi e svantaggi e sebbene non siano molto gradite a tanti, il mercato al momento è questo. In questa pagina puoi trovare una serie di modelli slim, ma consigliarti un modello in particolare e relativo, nel senso che non ce n’è uno buono ed uno meno buono, cambiano le caratteristiche e le prestazioni, ma non c’è una durata prestabilita.
Icona regione.
Vincenzo da Torino giorno 07/05/2015
Sto smontando una vasca di una lavatrice Whirlpool trovato il problema vasca in resina come si può aprirla?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Vincenzo, purtroppo queste vasche sono un unico pezzo, vengono stampate in blocco, quindi non c’è un sistema per poterle aprire, a meno che non ti ingegni tu con qualche attrezzo per poterla tagliare in due pezzi, però poi devi rimetterla insieme, quindi anche in questo caso devi ingegnarti per assemblarla e soprattutto preoccuparti che ci sia un adeguata tenuta dell’acqua.
Icona regione.
Salvatore da Lentini giorno 27/10/2014
Ho una lavatrice che quando scarica fa una puzza terribile e non capisco cos’è?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Salvatore, se fa puzza vuol dire che all’interno si è formata della muffa o depositi di detersivo ed altro. Dovresti provvedere ad una pulizia facendo dei lavaggi senza tessuti ad alta temperatura, aggiungendo il succo di un limone o aceto, e poi procedere con un lavaggio con un disincrostante. Devi ripetere l’operazione più volte.
Icona regione.
Annalisa da Rho giorno 16/09/2014
Mi si è appena rotta la lavatrice Candy slim con 20 anni di vita. Il tecnico (Candy Gias) al telefono mi ha detto che non è il caso di ripararla, praticamente c'è il cestello che girando, solo in un certo punto sfrega contro il basso e guardando l'oblo sembra che il cestello si sia abbassato. La vasca era in acciaio ma il tecnico non è neanche uscito a metterci mano. Leggendo Claudio da Alatri mi sono chiesta ma anche il mio era un problema di cuscinetti? e allora perché non sono usciti a cambiarli visto che la mia vasca è inox e può essere aperta. Ora, se devo comprare una lavatrice e la prendo con vasca sintetica vuol dire che si romperà prima di una in acciaio inox?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Annalisa, può essere che il difetto siano i cuscinetti, a mio avviso potresti chiamare anche un altro tecnico solo per farla vedere, devi pagare l’uscita chiaramente. Il problema della vasca sintetica non è tanto la vasca ma il fatto che i cuscinetti siano inglobati al suo interno ed in caso di loro usura/rottura, bisogna sostituire tutto. Non è comunque definibile un tempo di durata o di rottura.
Icona regione.
Giorgio da Udine giorno 26/12/2013
Mi trovo in difficoltà nello scegliere una lavatrice: perché non viene fatta una distinzione tra capienza, cioè volume del cestello, e peso sopportato? Mi è sembrato che, dopo aver preso in esame nei negozi diversi modelli, non sempre un modello da 10 kg avesse il cestello più grande di uno da 8 kg.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giorgio, l’unità di misura per la capienza di un cestello è indicata in kg, questo per consuetudine e per dare un idea più concreta e tangibile delle dimensioni, cosa che risulterebbe meno facile con l’indicazione del volume, che in effetti è la vera unità di misura in grado di restituire una dato inequivocabile, certo e confrontabile. Credo che sulla determinazione dei chili ci possono essere delle differenze.
Icona regione.
Maurizio da Nuoro giorno 06/12/2013
Salve, in questi giorni sto sostituendo i cuscinetti alla lavatrice di casa (regalo di matrimonio), dopo 6 anni di perfetto funzionamento della nostra Lg WD80160TUP, chiamiamo il tecnico che sostituisce i cuscinetti con 150 € e dopo 5 mesi siamo punto e a capo. Quando l'ho aperta ho trovato i cuscinetti pieni di ruggine e la parte della vasca dove alloggia il para-acqua staccato, fuori dalla sede, mi domando: ma è normale spendere 150 € per una falsa riparazione e nemmeno l'avvertimento che era una riparazione empirica? Posso trovare la vasca?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Maurizio, non saprei dirti se si trova la vasca, però al tuo posto richiamerei il tecnico che ti ha fatto il lavoro, perché se l’ha fatto male come minimo deve riparare al danno.
Icona regione.
Adriano da Imola giorno 30/10/2013
Da quarant'anni riparo lavatrici. Ora questo diventa molto più difficile, dobbiamo attrezzarci per continuare a riparare quegli oggetti che i produttori hanno deciso per il loro tornaconto che si debbano gettare presto per procedere a sostenere il loro mercato. Qualcuno ha già sperimentato il taglio e la saldatura successiva di queste vasche termosaldate? Finiremo sepolti dai rifiuti di questo passo.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Adriano, grazie per il tuo contributo.
Icona regione.
Maria da Grammichele giorno 03/09/2013
Salve, vorrei avere dei consigli sull'acquisto di una lavabiancheria che possa lavare senza problemi piumini matrimoniali e siccome sono anche una che sta molto attenta ai consumi quale mi può consigliare?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Maria, considera che il lavaggio dei piumoni viene effettuato oramai da moltissimi modelli di lavatrice con capacità di carico importanti. Ti consiglio di valutare una lavatrice con una capacità di carico superiore al peso dei piumoni che intendi lavare, in quanto nel momento in cui lo infili dentro, deve rimanere dello spazio vuoto nel cestello, per consentirgli di avere una buona rotazione e distribuzione del peso. Detto questo posso dirti che Samsung ed Lg produco dei modelli che con misure standard l’una 60x85xP60 e quasi standard l’altra 60x85xP64 , con una capienza di 12 kg: rispettivamente il modello WF 1124 ZAC ed il modello F1495KD.
Icona regione.
Daniela da Padova giorno 28/06/2013
Sto cercando la mia lavatrice e devo dire che non è semplice! Da quel che ho potuto constatare solo la MIELE produce lavatrici con vasca e cestello inox, ma costano. Comunque un sito dove viene specificato il materiale, sia della vasca che del cestello, è www.ciao.it informazione che si ottiene controllando le caratteristiche tecniche di ogni singola lavatrice, se qualcuno individua altre marche lo dica...
 
Icona elettro-domestici.com
 
Grazie per il contributo Daniela.
Icona regione.
Claudio da Forlì giorno 28/04/2013
Salve dove posso trovare sito internet con elenco marche lavatrici che utilizzano ancora le vasche inox?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buonasera Claudio, sinceramente non ti so dare una indicazione. Ho provato a fare qualche ricerca ma diversamente da qualche tempo fa neanche nei cataloghi viene più indicata. Se scopri qualcosa scrivi.
Icona regione.
Claudio da Forli giorno 27/04/2013
Salve a tutti i lettori, purtroppo nelle lavatrici che lavorano ad alti giri i cuscinetti raramente resistono per più di 5-6 anni. Se la vasca e' in acciaio inox cambiamo i cuscinetti con circa 30-35 euro (SKF) di spesa. Altrimenti con quelli in plastica o materiali simili occorre sostituire tutto spese minima 150 euro. Basterebbe che le case costruttrici diano almeno 10 anni di garanzia e saremmo a posto, ma loro ne danno 5 al massimo e il motivo lo sanno bene, che vergogna...... Speriamo che in futuro con qualche legge comunitaria vengano tutelati di più i consumatori.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Grazie per il contributo Claudio.
Icona regione.
Christian da Brindisi giorno 27/03/2013
Ciao a tutti da Christian volevo sapere se le vasche in fibran quando si effettua un lavaggio a 90 gradi igienizzano come le vasche in acciaio inox?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Christian, il ciclo a 90 °C ha lo stesso risultato indipendentemente dal tipo di vasca, in quanto è l’elevata temperatura che uccide la maggior parte dei microrganismi.
Icona regione.
Claudio da Alatri giorno 20/11/2012
La differenza tra una vasca in acciaio inox e una sintetica è una sola: alle vasche in acciaio inox era possibile sostituire i cuscinetti interni che sostengono il cestello (uno si vede da dietro e uno è montato all'interno quindi per sostituirlo c'è bisogno di aprire la vasca) , in quanto la vasca si apriva come fosse un guscio costo 8 euro + manodopera. Le vasche di nuova generazione vengono pressofuse e incollate a caldo quindi è impossibile sostituire il cuscinetto interno perché la vasca non si può aprire. Conclusione: non si possono sostituire due cuscinetti da 8 euro di valore perché la vasca è sigillata, bisogna ricomprare tutta la vasca completa di cestello che costa sui 150 euro + la manodopera. A voi la scelta.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Grazie per il contributo.
Icona regione.
Stefania da Roma giorno 17/10/2012
Mi si è rotta la lavatrice che ho comprato 5 anni fa e stamattina è venuto un tecnico. Mi ha detto che converrebbe ripararla, in quanto si tratta di un vecchio modello con la vasca in acciaio inox. Però la riparazione, consistente nella sostituzione della scheda, costerebbe 250,00 euro... Mi conviene ricomprare la lavatrice, anche se la maggior parte dei modelli oggi viene costruita con vasche in materiali sintetici?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Stefania,
ritengo che la vasca in materiale sintetico sia valida e duratura quanto quella in inox. Ci possono essere delle circostanze in cui si ha un risultato negativo, ma questo può avvenire su ogni cosa. Nel tuo caso opterei per la riparazione solo se la lavatrice è un alto di gamma, che hai pagato un bel po’, altrimenti con quella cifra, magari ci aggiungi un 50 euro trovi una lavatrice buona e con due anni di garanzia.
Icona regione.
Luca da Pistoia giorno 21/02/2012
Le lavatrici con la vasca di "plastica" non reggono minimamente il confronto con quelle che sono in acciaio , infatti la Miele che e' la migliore in assoluto le fa' ancora in acciaio......
Certamente alle fabbriche la plastica conviene , ma ai consumatori proprio no!
 
Icona elettro-domestici.com
 
Icona regione.
Matteo da Ancona giorno 31/08/2011
Sto giusto cercando di aggiustare la lavatrice di mia mamma che ha la vasca in materie plastiche/resine; il problema grosso è che se si usura il paraacqua, il che è normale dopo alcuni anni, l'acqua filtrera fino al cuscinetto e la lavatrice è da buttare perchè le vashe in materie plastiche/resine sono chiuse con una saldatura ed è impossibile aprirle se non tagliandole. Le vasche inox invece erano composte di due pezzi accopiati da una guarnizione e assemblati da una flangia con le viti, quindi sempre apribili. Ciò dava la possibilità di cambiare i cuscinetti. Ora mi ritrovo con una lavatrice da buttare per un danno da 30 euro che non si può riparare. Cosa non si fa per vendere di più!! Povera madre natura!!!
 
Icona elettro-domestici.com
 
Icona regione.
Giulio da Milano giorno 06/02/2011
Ma siete sicuri che le vasche in materie plastiche siano più resistenti di quelle in acciaio inox? Io ho avuto (e riparato) diverse lavatrici. Le prime, con vasca non inox, si eliminavano proprio perchè la vasca si arrugginiva e ciò causava guasti irreparabili. Poi hanno fatto le vasche in inox, per quel che ho visto, indistruttibili (ho due lavatrici comprate vent'anni fa, funzionanti, riparati motore, resistenza, guarnizione oblò, ma vasca perfetta). Ho molti dubbi che le vasche in plastica riescano soprattutto a sopportare le vibrazioni del cestello in centrifuga. Credo che le industrie le abbiano adottate perchè non si vedono, costano meno e la gente cambierà le lavatrici molto prima.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Gentile Giulio,
probabilmente tu ti riferisci a vecchie lavatrici costruite con vasche in materie plastiche, precedenti alla produzione di vasche inox, che non hanno avuto una buona riuscita. Attualmente, e da circa 8/10 anni quasi la totalità delle lavatrici sono costruite con vasche con materiali plastici/resine ecc. e sulle vasche non si riscontra nessun problema.

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
 
 
 
Foto articolo.
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su
Chiudi
Amazon Music Unlimited