Spazio trasparente.
 
Suggerimenti forniti dall’indice di Thom per impostare la temperatura del climatizzatore.
 
Foto articolo.
Un aspetto molto importante, in relazione al trattamento dell’aria e del benessere fisico è rappresentato dal grado di umidità presente nell’aria. In altri articoli e commenti si è più volte affrontato il tema dell’umidità e della percentuale ideale che ci deve essere in un ambiente per non avvertire disagio.

L’umidità è motivo di fastidio in particolar modo nella stagione estiva ma a volte anche nelle altri stagioni dell’anno e, lo può essere sia per la sua eccessiva concentrazione, che per la scarsa presenza. In questo caso ci soffermiamo sulla sua presenza e, come incide sul benessere ed il  fastidio fisico, durante il periodo estivo, per poi soffermarci su elettrodomestici come il climatizzatore per capire come può essere utilizzato al meglio per creare del benessere in tale circostanze.

Prima di analizzare questi prodotti e come il loro funzionamento influisce sul controllo dell’umidità presente nell’aria, dobbiamo precisare che il grado di disagio in base all’umidità presente in un ambiente viene avvertito in modo diverso da persona a persona. In linea generale esiste però un indice che ci fornisce dei dati precisi che determinano la sensazione di benessere o fastidio.

L’indice di Thom, è utilizzato per determinare il grado di disagio in presenza di una temperatura variabile dai 21°C ai 47°C. L’indice ci dice che:

Al di sotto dei 21°C
non si avverte disagio o benessere generalizzato;
Da 21°C a 24°C
il disagio è avvertito da meno della metà della popolazione;
Da 25°C a 27°C
più della metà della popolazione avverte disagio;
Da 28°C a 29°C
la maggior parte della popolazione avverte disagio ed un deterioramento dello stato fisico e mentale;
Da 30°C a 32°C
tutti avvertono un forte disagio;
Oltre i 32°C
stato di emergenza sanitaria con rischi di colpi di calore.

La tabella riportata in alto, fornisce tutte le indicazioni, incrociando la percentuale di umidità alla temperatura e evidenziando con una gradazione di colori che passa dal celeste intenso, che esprime una sensazione di benessere, ad una scala di colori che giungono, passando attraverso posizioni intermedie, al rosso, che esprime uno stato di emergenza medica.

Fatta questa premessa ed avendo a disposizione questa tabella, possiamo regolarci meglio riuscendo a capire come utilizzare ed ottimizzare l’uso del climatizzatore.

Ad esempio se ci trovassimo in una giornata con una temperatura di 32°C ed una percentuale di umidità del 25%, siamo in zona rossa, ma abbassando di solo un grado ci togliamo dallo stato di emergenza. Seguendo la formula, utilizzata per impostare la temperatura interna: TE/2+10=TI otteniamo 32/2+10= 26°C interni andandoci a posizionare in zone di disagio limitato.

Alcuni climatizzatori sono dotati di specifiche funzioni che sono in grado di rilevare temperatura ambiente e percentuale di umidità ed in base a queste controllare automaticamente la velocità di ventilazione e la temperatura.

articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.
A seconda delle caratteristiche il telecomando del climatizzatore può mostrare una quantità di simboli variabile a seconda delle varie funzioni, di base però troveremo su tutti i telecomandi i simboli che identificano le funzioni basilari del climatizzatore.

Pubblicato:
lunedì 30 gennaio 2012
 
 
Spazio trasparente.
L’utilizzo del climatizzatore sta diventando sempre più indispensabile per affrontare la stagione estiva, caratterizzata da temperature molto torride ed umide. Nelle mezze stagioni può essere impiegato per stemperare gli ambienti o anche impiegato, come fonte di riscaldamento principale in inverno in sostituzione di altre fonti di calore più classiche come i termosifoni ed altro.

Pubblicato:
martedì 21 dicembre 2010
 
 
Spazio trasparente.
Un condizionatore d’aria in pompa di calore è dotato di diverse modalità di funzionamento, che gli consento di poter essere impiegato in circostanze e condizioni ambientali differenti. Nella maggior parte dei modelli troviamo quattro modalità: raffreddamento, riscaldamento, deumidificazione e ventilazione, tutte funzioni di cui abbiamo ampiamente parlato in altri articoli.

Pubblicato:
domenica 10 settembre 2017
 
 
Spazio trasparente.
Tra le differenti tematiche riguardanti l’installazione e l’impiego di un condizionatore d’aria, c’è un argomento: praticare il vuoto all’impianto, sul quale ci si interroga della reale necessità di effettuarlo in tutte le circostanze.

Pubblicato:
mercoledì 5 aprile 2017
 
 
Spazio trasparente.
Il condizionatore portatile come quello fisso, si differenzia oltre che per le caratteristiche funzionali specifiche , che ogni singolo modello può vantare, per la capacità termica, ovvero, per dirla molto semplicemente, per la quantità di aria che riesce a mandare.

Pubblicato:
giovedì 19 marzo 2015
 
 
Spazio trasparente.
Nella scelta di un climatizzatore d’aria, una delle domande che spesso ci si pone è quale sia la scelta migliore tra un climatizzatore on off ed uno con tecnologia inverter. Abbiamo già esposto in altri articoli la chiara ed indiscussa superiorità dei climatizzatori inverter, ed oggi vediamo per l’appunto l’affermarsi di tale tecnologia e la relativa scomparsa dei climatizzatori on off.

Pubblicato:
giovedì 27 marzo 2014
 
 
Spazio trasparente.
In un precedente articolo ci eravamo già occupati dei passaggi che erano avvenuti nel tempo, tra i diversi gas del condizionatore, quindi del vecchissimo R 22, al passaggio al gas R407C, per poi arrivare in tempi non molto lontani al più performante e meno inquinante (in caso di dispersione), del gas R410A.

Pubblicato:
martedì 30 aprile 2019
 
 
Spazio trasparente.
Per affrontare tempestivamente le ondate di calore, la soluzione immediata è il climatizzatore portatile. Diversamente dal fisso non ha bisogno di installazione, e può essere spostato da un ambiante ad un atro, grazie alle comode rotelle poste sotto il mobile.

Pubblicato:
mercoledì 9 marzo 2011
 
 
Spazio trasparente.
Ci siamo soffermati in altre occasioni sull’impiego della modalità di deumidificazione del condizionatore d’aria, che riesce ad asportare l’umidità presente in un ambiente. Abbiamo visto quali sono i limiti del suo utilizzo nel periodo invernale e sancito come essa possa essere impiegata favorevolmente nel periodo estivo.

Pubblicato:
martedì 12 settembre 2017
 
 
Spazio trasparente.
Il gas refrigerante impiegato nei condizionatori d’aria, nel corso del tempo è stato oggetto di valutazioni in merito al suo impatto ambientale, che hanno portato all’abbandono, per legge, di alcuni tipi di gas verso altri con meno impatto di immissioni di HFC nell’ambiente.

Pubblicato:
venerdì 15 gennaio 2016
 
 
 
 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su