L'importanza in termini di garanzia delle prestazioni della certificazione Eurovent nei climatizzatori.
 
Un aspetto molto importante nella scelta di un climatizzatore è l’analisi delle caratteristiche tecniche, della potenza, del consumo e di tutti quei dati che rendono un climatizzatore migliore rispetto ad un altro. La loro identificazione passa attraverso le schede tecniche diffuse dai produttori, che effettuate le prove del caso, ne dichiarano i dati. Quindi per effettuare una scelta consapevole, basta confrontare le schede tecniche dei vari climatizzatori, per identificare quello con le migliori prestazioni.

Fin qui niente di nuovo, o di non deducibile, ma trattiamo il tema per portare l’attenzione su un particolare molto importante, che nella quasi totalità delle vendite non viene mai preso in considerazione, ovvero la certificazione Eurovent. In altri articoli ne abbiamo fatto un piccolo accenno ma ora vogliamo andare un po’ più nel dettaglio per capire fino in fondo come orientarci in tal senso.

Innanzi tutto diciamo che Eurovent è una certificazione volontaria che sancisce la veridicità dei dati tecnici dichiarati a catalogo dalle aziende che aderiscono al programma. Questo significa che il prodotto con la certificazione ha sostenuto dei test specifici per valutare se i dati dichiarati dal produttore corrispondono al vero. La certificazione ha valore di un anno e se il prodotto sottoposto a test non risponde alle caratteristiche dichiarate l’azienda è tenuta a cambiare i dati dichiarati. La certificazione è uno strumento di valutazione indiscutibilmente selettivo che consente alle migliori aziende di differenziarsi in positivo sul mercato.

Considerato tutto questo è fondamentale capire come muoversi per identificare i climatizzatori che possiedono la certificazione. Gli strumenti sono tre, anche se in realtà ce n’è solo uno che in maniera inequivocabile ci consente di non commettere nessun errore di valutazione.

Il primo modo è quello di sfogliare il catalogo del produttore di nostro interesse e vedere se sulle sue pagine, solitamente alla fine, c’è il logo eurovent. Questo metodo tuttavia può fuorviarci, nel senso che la presenza della certificazione potrebbe rivolgersi solo ad alcuni climatizzatori presenti sul catalogo e non all’intera gamma.

Se possiamo fisicamente vedere il climatizzatore, basta constatare sullo split la presenza del logo certificante. Anche qui c’è però da dire che non tutti i prodotti certificati lo evidenziano e quindi potremmo sempre indurre in errore.

I primi due metodi riteniamo siano utili per identificare in prima battuta una prima cernita di prodotti, ma in assoluto la scelta più consapevole, deve essere effettuata con il tempo necessario ad effettuare le verifiche dovute per constatare esattamente lo stato reale delle cose.

Lo strumento risolutore, consiste nel consultare il sito di eurovent e tramite l’apposito modulo effettuare la ricerca desiderata. La ricerca può essere effettuata per modello specifico, per marchio o costruttore e per numero di certificato. Abbiamo effettuato delle prove riscontrando difficoltà nella ricerca per modello, che non ci ha portato nessun risultato, non essendo a conoscenza del numero di certificato lo abbiamo sorvolato. Per marca vengono restituiti tutti i climatizzatori sottoposti a certificazione, l’operazione di filtraggio nell’individuare il modello specifico richiede qualche minuto, abbiamo per velocità utilizzato lo strumento trova del browser per essere più veloci e dopo alcuni minuti abbiamo si è in grado di stabilire se il climatizzatore di nostro interesse è certificato eurovent.

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.


Premesso che ogni condizionatore ha una sua potenza termica e per capirci meglio per tale potenza si intende quella che comunemente è identificata con i btu/h, va detto che nello scegliere un impianto si può commettere un errore grossolano in riferimento a detta potenza.
 
 
Spazio trasparente.


L’1 gennaio del 2013 è entrata in vigore la normativa che impone l’obbligo di utilizzare una specifica energy label per i climatizzatori domestici fino ad una potenza di 12 Kw.
 
 
Spazio trasparente.


Tra un po' arriverà il grande caldo e allora, prima che vi colga impreparati, sarebbe giusto assicurarsi del corretto funzionamento dei condizionatori d'aria. La loro cura è un processo fondamentale per garantire l'efficienza dell'impianto di climatizzazione e scongiurare problemi tecnici che impedirebbero alla macchina di svolgere un buon lavoro.
 
 
Spazio trasparente.


Un impianto di climatizzazione può essere considerato come un insieme di elementi in grado di generare del benessere. Infatti con la sua capacità di variare le condizioni dell’aria nel quale è posizionato, rende l’ambiente confortevole aumentando la sensazione di benessere.
 
 
Spazio trasparente.


L’aria che respiriamo è un elemento fondamentale per il nostro benessere psicofisico. Ogni giorno respiriamo circa 2200 volte e la qualità dell’aria non è sempre buona.
 
 
Spazio trasparente.


La gamma dei condizionatori portatili della Olimpia Splendid è formata da ben 8 modelli, ognuno di loro con caratteristiche tecniche e capacità termiche differenti, così da poter soddisfare le diverse esigenze di raffreddamento degli ambienti domestici.
 
 
Spazio trasparente.


Ancor prima che si assistesse allo sviluppo della rete ed alla diffusione capillare di apparecchiature capaci di collegarsi ed interagire con essa, già qualche azienda stava studiando il modo di poter controllare a distanza il climatizzatore split. Si parlava di una tecnologia che grazia all’invio di un sms, riusciva ad attivare il suo funzionamento.
 
 
Spazio trasparente.


Una linea di climatizzatori compatti, poco invasivi ed un design bello da vedere. Sono ideali per creare, sia per esigenze familiari o professionali, il microclima ottimale nel rispetto dei bassi consumi energetici.
 
 
Spazio trasparente.


Cambia il panorama dell’etichettatura energetica dei climatizzatori d’aria e diversamente da quanto avveniva con la vecchia, che uniformava tutti i climatizzatori in modo indistinto senza considerare la tecnologia, la nuova normativa, che entra in vigore giorno 1 gennaio del 2013, distingue le diverse tecnologie.
 
 

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
 
 
 
Foto articolo.
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su
Chiudi
Regala un libro per Natale