La stufa a metano che non necessita di canna fumaria, resa, sicurezza ed il suo funzionamento.
 
Il metano è sicuramente il gas più diffuso ed utilizzato per il riscaldamento delle abitazioni. Il suo impiego avviene  principalmente attraverso l’alimentazione di caldaie, che oltre a fornire acqua calda in casa, alimenta il riscaldamento attraverso i termosifoni.

Succede molto spesso, che per esigenze di lavoro la nostra abitazione è sempre meno vissuta, rimaniamo in casa solo poche ore della giornata o addirittura rientriamo solo alla sera, e la nostra presenza si concentra per la maggior parte del tempo in una sola zona della nostra abitazione dove svolgiamo le nostre attività.

Accendere tutti i termosifoni diventa economicamente inconveniente, andando a riscaldare anche gli ambienti non vissuti, e conseguentemente si fortifica sempre più il diffondersi di altre fonti di riscaldamento da concentrare negli ambienti che maggiormente viviamo, andando così a limitare il consumo a quella che è la nostra reale necessità.

La stufa a metano rientra sempre più in quella categoria di stufe utilizzate per ottemperare a questa condizione. Parliamo nello specifico della stufa a metano catalizzata, che non necessità pertanto di sfiato all’esterno e può essere montata con estrema facilità senza la necessità di interpellare un tecnico e non è soggetta a nessun permesso normativo.

Il suo montaggio infatti consiste nell’adagiarla sul pavimento o agganciarla al muro utilizzando gli appositi punti di fissaggio, e procedere al collegamento del tubo del gas. Non può essere utilizzato un tubo in gomma, per intenderci quello con le apposite fascette che si stringono in corrispondenza dell’inserimento nell’innesto della stufa e del tubo di uscita dal muro, ma un tubo di metallo che può essere avvitato ad entrambi gli innesti.

La stufa a metano è molto simile alla stufa a gas tradizionale, a differenza di quest’ultima manca della parte destinata alla bombola e conseguentemente è di dimensioni più ridotte. L’irraggiamento del calore passa attraverso tre pannelli infrarossi, ognuno dei quali può lavorare separatamente, nel senso che si possono accendere singolarmente in base all’intensità di calore che si desidera avere nell’ambiente. La potenza termica di ogni mattoncino ad infrarossi è di 1400 watt, quindi in totale riesce a raggiungere una forza radiante di ben 4200 watt.

Per fare un paragone  e rendere l’idea dell’equivalenza dei watt con un altro apparecchio, di tipo  elettrico, prediamo a riferimento una stufa alogena la cui potenza termica complessiva, nel caso della tre candele, è di 1200 watt, quindi possiamo dire che equivale a 3,5 stufe alogene.

La stufa deve essere montata in ambienti non particolarmente piccoli, ovvero in ambienti con un adeguato ricambio d’aria.

L’accensione avviene con il piezoelettrico, che funziona senza l’ausilio dell’energia elettrica,  e le stufe sono dotate, per legge, di valvola di sicurezza gas, a salvaguardia di spegnimenti accidentali della fiammella pilota.

La loro capacità di riscaldamento è molto elevata riuscendo a riscaldare superfici fino ai 40 metri quadrati e soprattutto è immediata nell’ambiente, infatti dopo pochi secondi dall’accensione il pannello ha già raggiunto il massimo del calore, diventando completamente rosso, ed irradiando il calore.

Ma vediamo un po’ come funziona la combustione ed il perché diversamente da altre stufe a metano non necessita del tubo di scarico all’esterno. La combustione del gas, come in tutte le stufe, rilascia monossido di carbonio, che però diversamente da altri modelli viene fatto passare attraverso un catalizzatore, che è posizionato nella parte alta della stufa. A questo punto il catalizzatore converte il monossido in anidride carbonica e vapore acqueo, ed ecco perché la stufa deve essere sistemata in ambienti grandi o ventilati, proprio per consentire il ricambio di aria eliminando l’anidride carbonica con aria fresca e pulita.

Articolo aggiornato: giovedì 13 ottobre 2016

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.


Sempre più presente sugli scaffali, riscuote un modesto interesse per l’idea di una prestazione superiore rispetto alla stufa a gas tradizionale, stiamo parlando della stufa a gas termo ventilata.
 
 
Spazio trasparente.


Un difetto che in alcuni casi possiamo riscontrare in una stufa a gas è quello relativo alla mancata accensione, ovvero nel tentativo di accenderla continuiamo a fare uscire del gas, vediamo comparire la scintilla del piezoelettrico, ma la fiamma pilota non si accende.
 
 
Spazio trasparente.


Abbiamo trattato negli articoli specifici le caratteristiche della stufa a metano senza canna fumaria, ovvero quella con i mattoncini ad infrarossi e quella con la fiamma blu. Ora ci soffermeremo su un confronto tra le due in modo da poter avere un quadro completo delle differenze e capire quale scegliere in base all’ambiente di destinazione.
 
 
Spazio trasparente.


Come abbiamo già letto nell’articolo sulla stufa a gas che non emette la scintilla di accensione, ci possiamo trovare in presenza di una stufa nella quale non funziona il piezoelettrico. In alcuni casi è semplicemente staccato il filo conduttore della carica elettrica, mentre in altri è proprio il meccanismo dal quale scaturisce la scarica elettrica a non essere funzionante.
 
 
Spazio trasparente.


L’installazione della stufa a gas non è un’operazione particolarmente complicata, può essere effettuata, senza l’ausilio di un tecnico specializzato, da chiunque possieda un minimo di manualità.
 
 
Spazio trasparente.


Anche per il mondo del riscaldamento a biomassa non legnosa dall’1 gennaio del 2018 è obbligatoria la classificazione energetica. Pertanto come per gli altri elettrodomestici per i quali è obbligatoria già da molto tempo, tali prodotti, parliamo di stufe a gas, stufe a legna, stufe a pellet ed altro, dovranno essere correlate quando esposte nei negozi delle relative etichette energetiche.
 
 
Spazio trasparente.


I modelli di stufa a gas commercializzati sono di due tipi, quelle con pannello ad infrarossi e quelle catalitiche. Per scoprire i dettagli sulle caratteristiche, sistemi di sicurezza ed altro leggere l’articolo “stufe a gas”.
 
 
Spazio trasparente.


La stufa a gas non necessita di particolare manutenzione, è un prodotto molto funzionale che risponde molto bene alle necessità di riscaldamento di un ambiente domestico. È tuttavia di fondamentale importanze per garantire la sicurezza, controllare il tubo del gas ed in modo particolare effettuarne la sostituzione entro i termini di scadenza dello stesso.
 
 
Spazio trasparente.


La stufa a gas sia nel caso del modello catalitico che con i mattoncini infrarossi, dispone per l’accensione di un sistema di piezoelettrico simile a quello dei piani cottura.
 
 
Icona regione.
Aldo da San Giovanni Rotondo giorno 13/10/2016
Salve, mi sono allacciato alla rete metano da poco e mi ritrovo con tre stufe alimentate a GPL che vorrei poter alimentare a metano, evitando così l'accantonamento delle suddette e l'acquisto delle nuove (circa 350 euro). Si può fare?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Aldo, la combustione dei due gas è diversa, non si può fare a meno che le stufe non lo indichino espressamente nelle caratteristiche tecniche. Ad ogni modo se parliamo di quelle portatili dove si mette la bombola dentro, no tassativo.
Icona regione.
Michela da Bagnolo giorno 17/08/2016
Salve, sto traslocando in una casa (in affitto) dove come riscaldamento ci sono solo stufe a gas metano attaccate alla pareti come termosifoni. Queste sono anche nelle camere da letto. Io non ho esperienza di queste stufe. Mio marito con Parkinson ha bisogno di temperature costanti e calde notte e giorno. Quindi dovrei tenere sempre accese le stufe anche la notte. Le camere sono "aperte" cioè senza porte e danno su di un corridoio aperto anch'esso su delle scale che portano al piano di sopra (alla fine delle scale c'è una porta chiusa che accede al piano rialzato). Essendo un seminterrato ci sono finestre più piccole rispetto a quelle normali ma sono in ogni stanza. Quindi vi chiedo consigli: io devo tenerle accese anche di notte, è sufficiente l'areazione con le stanze attigue? (corridoio, scale, cucina?) Nella porta di ingresso della cucina penso di inserire una "gattaiola" perché ho due gatti che vanno dentro e fuori giorno e notte... potrebbe essere sufficiente come areazione aggiuntiva? Io non ho alternative, devo andare a vivere lì. Se fosse non fosse possibile tenere le stufe accese 24h non stop forse dovrei mettere una stufetta a pellet per la notte? Magari anche per asciugare l'ambiente, visto che ho letto queste stufe portano umidità? Vi ringrazio se risponderete perché sono molto in ansia per questa cosa. Ps potrei far fare a mie spese un foro sulla parete delle scale? (nella camere da letto porterebbe troppo freddo) anche se distante dalle camere sarebbe sufficiente? Considerando che ci sarà anche la gattaiola in cucina? grazie mille.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Michela, questo tipo di stufa riscalda molto e bene, ma non è consigliato, lo trovi indicato anche nelle schede tecniche impiegarle nei bagni e nelle camere da letto e soprattutto di notte. Personalmente ti direi di optare per il pellet.
Icona regione.
Giancarlo da Frascati giorno 28/10/2015
Buongiorno, possiedo una casa in montagna dove in inverno le temperature raggiungono anche -18°, composta da soggiorno due camere da letto e servizi con una metratura complessiva di 70 mq. Faccio presente che in inverno ci vado solo per brevi periodi e avevo deciso di installare delle stufe per riscaldare velocemente la casa , con una soluzione di questo tipo:
1) nel soggiorno sotto la finestra una stufa a infrarossi ECO 42T con ventilazione;
2) nelle camere sotto le finestre una stufa eco 45 accese per un breve periodo, che servirebbe per scaldare velocemente l'ambiente ed un radiatore svedese elettrico per mantenere la temperatura. Volevo sapere se il ricambio d'aria delle finestre è sufficiente per il perfetto funzionamento delle stufe.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giancarlo, le stufe in questione, lo trovi anche indicato sulle istruzioni, devono essere installate in ambienti dotati di aperture permanenti per il ricambio dell’aria, quindi se c’è tutto chiuso non andrebbero bene. Allo stesso modo è escluso l’utilizzo in ambienti molto piccoli e nelle camere da letto, per via del fatto che l’ossigeno viene bruciato e se non c’è il ricambio d’aria è un problema. Detto questo, ti dico che le stufe sono comunque progettate per spegnersi se la formazione di anidride carbonica supera la soglia dell’1,5%, quindi anche nel caso di uno scarso ricambio vanno in protezione. Nel tuo caso puoi comunque decidere di utilizzarle, conscio di tutte le informazioni che ti ho fornito.
Icona regione.
Fabio da Albignasego giorno 05/10/2015
Buonasera, complimenti per la professionalità con cui fornite le informazioni. Ho necessità di scaldare una stanza da letto dove lavoro al pc dalle 9 alle 16. La mia casa è provvista di termosifoni ma l'isolamento termico è scarso e la scrivania si trova in un angolo della stanza freddo dove un lato è una parete perimetrale e l'altro invece dà sul bagno che spesso viene areato e quindi non caldissimo. Ho pensato che potrei posizionare una stufa GPL Blue Flame nel corridoio d'ingresso di circa 30 mq o all'interno della stanza in modo da poter garantire l'areazione anche senza utilizzare la presa d'aria di 100 cm3. Non ho capito se ci sia pericolo di ustioni dato che ho una bambina piccola. Per fare in modo da potermi scaldare mentre sto seduto dato che la stufa si troverebbe alle mie spalle, pensate che potrebbe essere una soluzione soddisfacente dato che ci pensavo anche in termini di massimo risparmio?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Fabio, certamente la stufa a gas è efficiente in termini di riscaldamento e di risparmio, e nel tuo caso la posizione nel corridoio o meglio ancora nella stanza ti garantisce un calore adeguato, dovrai assolutamente di tanto in tanto areare l’ambiente per sopperire alla mancanza dei fori per la presa d’aria, che ti ricordo dovrebbero essere permanenti negli ambienti, quindi per essere chiari la utilizzi non seguendo quelle che sono le indicazioni di installazione. La stufa ha un vetro temperato che impedisce il contatto diretto con la fiamma, tuttavia diventa molto calda e ci si può scottare se si poggiano le mani.
Icona regione.
Ezio da Catania giorno 12/02/2015
Buonasera e grazie per il servizio, ho acquistato una stufa Olimpia Splendid a infrarossi a metano. Ieri sera ad un tratto la piastra numero 1 ha perso potenza non diventa più rossa, le altre due funzionano bene. La piastra numero 1 funziona ma non emette più calore come prima. Cosa posso fare?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Ezio, probabilmente non affluisce il gas come dovrebbe, può essere causato da sedimenti, polveri o altro che ne impediscono il regolare passaggio. Il consiglio è quello di rivolgerti al rivenditore.
Icona regione.
Massimo da Viterbo giorno 06/02/2015
Volevo sapere quanto deve essere alta la fiamma pilota della Zibro, se mi potete dare una risposta. La mia è alta almeno 5 centimetri da cosa è dovuto?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Massimo, immagino che stai parlando di una stufa a gas infrarossi. La fiamma pilota sarà alta di norma 1/1,5 cm ed è di colore azzurro e costante. Una fiamma troppo può essere causata da un gruppo pilota intasato da sedimenti di polvere o comunque sporco. Anche una pressione alta, regolatore, può fare affluire più gas e provocarla.
Icona regione.
Andrea da Verona giorno 20/01/2015
Buongiorno volevo sapere se una stufa alimentata a bombola di Gpl può funzionare anche con il metano domestico. Tengo a precisare che non ho gli estremi della marca e del modello della stufa e che la mia domanda deriva dall'ignoranza in materia.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Andrea, assolutamente non può funzionare è pericoloso.
Icona regione.
Anthony da Alfano giorno 07/01/2015
Buongiorno, ho acquistato una stufa a metano modello eco 42t con ventola, installata in un portico grande circa 12 mq chiuso con delle tende Crystal e plexiglass. All’interno dello stesso portico c'è installata, incassata al muro, la caldaia, che prende l'aria da dentro questo portico. L'aria scaldata dalla stufa a metano potrebbe dare dei problemi alla caldaia vista che quando sarà in funzione preleverà l'aria scaldata dalla stufa? Io credo di no visto che comunque è un aria che respiro anche io alla fine. Consideriamo anche che ho lasciato un buco grande 9 cm per 9 cm e che alla fine c’è una tenda come chiusura, quindi di spifferi c'è ne oltre che di scarso rendimento termico.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Anthony, non dovresti avere nessun problema.
Icona regione.
Anthony da Crotone giorno 18/12/2014
Sono intenzionato a prendere una di queste stufe. Volevo sapere dove potrei acquistarla e quale modello mi potresti consigliare. Ho visto la eco 45, eco 40,42 ma vorrei quella che riscaldi di più l'ambiente, ho letto che l'eco 45 riscalda in verticale, vuol dire che riscalda di meno o di più? Infine le chiedo qual è il miglior punto dove poter fare una presa d'aria, visto che nella mia camera non ce n'è. Ho letto che bisogna per forza avere una presa d'aria in basso e non in alto, e così?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Anthony, le tre stufe hanno approssimativamente la stessa capacità termica, la prima è di 4100 watt, le altre due di 4200 watt, quindi sono in grado di riscaldare, direi, uno stesso ambiente. La differenza tra riscaldamento verticale ed orizzontale sta nel fatto che il primo ha il punto inferiore della stufa come diffusore di calore e da questo il calore sale (verticale), per darti un’idea immagina il fornello acceso di una cucina, la fiamma è il punto di partenza ed il calore sale (verticale). Gli altri due modelli hanno delle piastre in ceramica che si infiammano e spingono il calore in avanti (orizzontale). Si la presa di aria ci deve essere e deve essere in basso. Per l’acquisto devi recarti in un negozio che vende elettrodomestici o si trovano anche nelle ferramenta o online. Per le camera da letto non sono consigliate.
Icona regione.
Champagne da Catania giorno 03/12/2014
Salve, ho installato una stufa GP Argo ventosole 246 e non vorrei mettere il tubo di scarico, è possibile ed a cosa si va incontro? La presa d’aria per il ricircolo che sezione dovrebbe avere?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Champagne, questo genere di stufa ha necessità dello scarico esterno in quanto ci sono residui di combustione, si va incontro alla saturazione di una ambiente di sostanze che sono nocive per l’organismo, ci muori. Per il foro è specificato 6cm quadri per ogni kw di potenza e comunque minimo 100 cm quadri, la stufa in questione e 10,3 Kw, quindi 100 cm quadri.
Icona regione.
Leon da Rimini giorno 03/11/2014
Salve, volevo sapere quanto si risparmia con una stufa a metano rispetto al riscaldamento con i termosifoni. Poi se viene collegato con impianto metano di casa dovrebbe funzionare bene?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Leon, leggi “confronto consumo stufe elettriche e gas”.
Icona regione.
Luca da Cosenza giorno 08/10/2014
Buongiorno ho installato una stufa GPL eco 45 nel corridoio di casa. Dopo un'ora di funzionamento la fiamma pilota inizia a tremare e la stufa dopo pochi secondi si spegne. Deduco che per mancanza di presa d'aria accada quanto appena detto. Questa presa di aria dove deve essere posizionata?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Luca, certo la mancanza di areazione fa si che il livello di concentrazione di CO2 superi la soglia di sicurezza e la stufa si spegne. La presa d’aria dovrebbe stare nelle vicinanze in modo da consentire il sopraggiungere di aria dall’esterno.
Icona regione.
Roberta da Milano giorno 08/10/2014
Ho dei dubbi sulla mia stufa a gas come faccio a sapere se è montata bene? I tubi del gas sono fissati al metano della casa e fissati solo con due fascette è giusto così? Io ho ancora paura e non l'ho mai accesa.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Roberta, mi pare che stiamo parlando di una stufa predisposta per il metano, quindi per normativa la stufa va fissata con raccordo rigido filettato collegato ad un tubo rigido inox.
Icona regione.
Peter da Milano giorno 04/10/2014
Salve, ho preso in affitto un locale di 20 metri quadri con soffitto alto più di 4 metri, infatti è stato costruito un soppalco per creare un secondo piano. Il problema è che non sono raggiunto dalla rete gas e per l'inverno avevo pensato di mettere una stufa a metano funzionante con bombola, mi chiedevo se fosse possibile. Chiedevo informazioni in merito a questo perché i costi delle bombole a GPL sono veramente elevati, 15 litri 46 euro se ti va bene.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Peter, le stufe non sono trasformabili. Visto che vuoi impiegare il gpl, perché non compri una stufa a Gpl, quella che dietro ci metti la bombola?
Icona regione.
Antonio da Taranto giorno 29/09/2014
Nella mia abitazione ho il Gas metano e la mia cucina Ariston ha 4 fuochi e sin dall'acquisto era già predisposta per il metano. Ho la possibilità di realizzare una derivazione con tubo di metallo rigido probabilmente di rame e rivestito esternamente di plastica di colore verde ,(per intenderci quello che i rivenditori seri indicano " a norma".) La lunghezza del tubo rigido circa 4 metri dovrebbe scorrere a circa 8/10 cm dal livello del pavimento e andrebbe fissato con appositi fermi sulle mattonelle della parete. Alla fine del tubo rigido montando un rubinetto di sicurezza posso collegare il tubo flessibile di metallo previsto per allacciare una stufa a gas metano senza canna fumaria? Tengo a precisare che nel locale di 24 mq ove intendo posizionare la stufa ho già due prese d'aria da 120 una in basso e l'altra in alto e che comunicano con l'esterno. Su questi fori potrei anche montare degli aspiratori elettrici o a convenzione per migliorare l'areazione. In caso di risposta affermativa è obbligatorio informare l'ASL o altro Ente di competenza? Vi sono altre norme o regole specifiche da rispettare?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Antonio, posso dirti che la stufa deve essere collegata all’impianto con raccordo rigido filettato collegato alla rete tramite tubo rigido inox secondo normativa sulla sicurezza UNI GIG 9891. Conseguentemente se a casa hai un impianto a norma non c’è nessun problema. Non si fa nessuna segnalazione.
Icona regione.
Antonio da Benevento giorno 18/09/2014
Salve, dovrei riscaldare un bagno e vorrei utilizzare una stufa a metano in sostituzione del termoventilatore elettrico. Avrò un risparmio rispetto alla soluzione elettrica? Quale dei due sistemi(stufa a metano-termoventilatore elettrico) è più efficiente?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Antonio, non è un apparecchio idoneo per essere installato in un bagno. Ritengo che sia assolutamente preferibile il classi termoventilatore per il bagno. Per i consumi leggi la pagina “confronto consumo stufe elettriche ed a gas per il riscaldamento”.
Icona regione.
Angelo da Bologna giorno 19/08/2014
Salve, dovrei acquistare 2 stufe murali a gas metano a raggi infrarossi blue flame della Sicar, modello Eco 45, con 4 bambini in casa ci sono problemi per loro?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Angelo, le stufe non arrecano nessun problema a chi sta nell’ambiente, chiaramente i bambini vanno tenuti sempre sott’occhio, in quanto imprevedibili.
Icona regione.
Monics da Modena giorno 07/08/2014
Buongiorno, ho un negozio di 15 mq altezza del soffitto 4,40 sono orientata su di una stufa Sicar perché non ho la canna fumaria. Ho capito che devo orientarmi o sulla eco 45 che è carina esteticamente e la eco 40 t. È vero che avendo un soffitto così alto devo orientarmi più sulla eco 40 T e non sulla 45? Mi preoccupa i pannelli e la sua usura della 40 T e della eco 45 il fatto che il calore vada in alto e che possa avere freddo cosa mi consiglia di fare?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Monics, tra le due andrei certamente sulla ECO 45, certamente per un discorso estetico e per la presenza del vetro temperato che impedisce di scottarsi, cosa che invece può avvenire con l’altro modello. Il calore comunque tende ad andare verso l’alto, l’usura ci può stare per entrambe. La potenza differisce di 100 watt termici, ma per il locale 4100 watt sono anche troppi. Alternativa vedrei un climatizzatore d’aria.
Icona regione.
Angelo da Catania giorno 08/03/2014
Posso utilizzare il tubo di rame da 12 mm, per il funzionamento della stufa a metano?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Angelo, per questo tipo di stufa è indicato utilizzare esclusivamente un tubo rigido inox con raccordi filettati della lunghezza massima di 2 metri, conforme alla normativa UNI CIG 9891.

Vi chiedo scusa,ma non mi sono spiegato bene in precedenza,ovvero:dall'impianto già esistente del gas, posso allacciarmi con un tubo di rame da 12mm per far funzionare la stufa e naturalmente collegarla col flessibile rigido in metallo?

Si va bene, ma ti consiglio comunque di rivolgerti ad un impiantista per le verifiche sul posto.

Icona regione.
Davide da Arona giorno 12/02/2014
Ho acquistato una stufetta catalitica a metano Olimpia Splendid volevo sapere se è possibile collegarla alla bombola del gas che si comprano normalmente nei distributori Agip.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Davide, sinceramente non so dirti la composizione del gas dei distributori.
Icona regione.
Luciano da Pisa giorno 31/01/2014
Ho acquistato una stufetta catalitica a metano Olimpia Splendid da alcuni mesi, fino a qualche giorno fa tutto funzionava molto bene, ma negli ultimi giorni succede molto spesso che la fiamma pilota inizia a soffiare e scoppiettare, come se uscisse aria, fino a spengersi, per cui la stufetta stessa si spenge. La sensazione è che in certi momenti non arrivi gas per pochi secondi. Che cosa mi consigliate di fare, quale può essere il problema?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Luciano, credo che si sia sporcato l’ugello, può essere che della polvere o altri sedimenti impediscano una corretta fuoriuscita e miscelazione del gas e della’ria, facendo prima saltellare la fiamma e poi affogarla completamente.
Icona regione.
Max da Cosenza giorno 31/01/2014
Salve Sono interessato alla stufa eco 45. Ma non riesco a capire la differenza con l eco 42 quale delle due e più conveniente per una cucina di 20 mt ? È poi un altra domanda mi sorge dalla tipologia di riscaldamento, l’ eco 45 non possiede la ventilazione?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Max, la eco 45 è caratterizzata da una bruciatura definita blue-flame che si presenta con una fiamma e tutta una zona azzurra, mentre l’altro modello ha i classici mattoncini infrarossi, di colore rosso fuoco. La potenza è quasi uguale 4100 watt per la prima, regolabile su due posizioni, 4200 watt per la seconda regolabili su tre posizioni. La differenza di posizione consente una riduzione dei consumi. Nessuna delle due è dotata di ventola ed entrambe vanno bene per i 20 metri quadrati.
Icona regione.
Gino da Isernia giorno 24/01/2014
Ho acquistato una stufa mod. Sicar Eco 42T e vorrei installarla nel corridoio adiacente due camere da letto. Ai fini dell'areazione chiarisco che sulla parete del corridoio dove voglio installare la stufa c’è il foro in basso per l'areazione confinante con la cucina, e da quest'ultima c’è un altro foro da cm. 20 che esce all'esterno. E' sufficiente per l'areazione?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Gino, la stufa necessita di un foro di areazione, si parla di minimo 100 cm2, e comunque tale da poter far affluire tanta aria quanto ne viene richiesta per una regolare combustione del gas. La presenza del foro nel corridoio consente un afflusso di aria proveniente dalla stanza accanto, alla quale il foro esterno consente di essere aerata, ma la presenza della cucina, e quindi della combustione dei gas dei fornelli, ne limitano il ricambio, almeno durante il periodo che la stessa viene utilizzata. In definitiva l’aerazione è insufficiente se c’è un utilizzo contemporaneo di stufa e fornelli, in questo caso devi aerare aprendo un infisso.
Icona regione.
Roberta da Livorno giorno 22/01/2014
Salve, sarei interessata all'acquisto di una stufa senza canna fumaria per riscaldare una stanza di circa 20 mq alta 3 m. Dal punto di vista estetico preferirei il modello 45 eco blu flame ma ho sentito dire che il modello ventilato scalda di più. Quale mi consiglia? Sarebbe inoltre possibile installarne un'altra sulla stessa parete ma nella stanza attigua? Non sono pericolose due stufe a gas metano che funzionano contemporaneamente?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Roberta, la potenza termica tra quella con la ventola e quella senza è uguale, l’unica differenza sta nel fatto che la ventilazione consente una diffusione dell’aria più veloce e quindi una capacità di raggiungere il risultato in tempi più brevi. Considerato che l’ambiente non è grande puoi orientarti tranquillamente sul modello senza ventola, riesci senza nessun problema a riscaldare. Puoi installare anche l’altra sulla parete interna, le stufe sono dotate di tutti i sistemi di sicurezza necessari. Unica raccomandazione è quelle che negli ambienti ci deve essere una adeguata areazione, solitamente un foro in basso al muro esterno di 100 cm2, in posizione opposta alla sua collocazione, o una adeguata ventilazione proveniente dal locale adiacente.
Icona regione.
Jack da Brindisi giorno 28/12/2013
Salve, abbiamo fatto installare, mesi fa, una stufa a metano modello Bartolini Black . Da un po’ di tempo la fiamma si è allungata, circa 4-5 cm ed a volte si diffonde fino al limite della grata. Vorrei sapere se esiste un modo per regolare la fiamma o è da sostituire. Premetto che nessuno ci sa dire niente di esauriente.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Jack, con molta probabilità è un problema dell’analizzatore di atmosfera, che potrebbe essere diventato particolarmente sensibile, quindi da sostituire, oppure della polvere o altre componenti possono essersi adagiate impedendo la fiamma regolare, quindi da effettuare una pulizia. In ogni caso devi portare la stufa presso un centro assistenza per la sistemazione.
Icona regione.
Aeffe da Vigevano giorno 24/12/2013
Buongiorno, da poco uso una stufa ventosole 316 argo, istallata da un tecnico, tutto bene per il funzionamento, solo un particolare, quando è al massimo a volte si spegne completamente compreso il pilota. Il tecnico ha detto che è normale, perché è il coretto funzionamento della stufa.Il locale e di circa 120 m quadri, e no riesco a scaldarlo se non verso sera quando rimane accesa tutto il giorno.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Aeffe, la stufa è portata per i seguenti volumi: 240/300/400 metri cubi (min/med/max), l’ambiente descritto ricade nei 400 metri cubi, per i quali bisogna considerare alcune variabili, come l’isolamento e la conformazione dell’ambiente, la temperatura interna, ed altro, che fanno si che un tale volume possa essere o non riscaldato sufficientemente ed incidere sui tempi necessari a portare l’ambiente in temperatura. Lo spegnimento non è normale, infatti la stufa è programmata in modo tale che quando si raggiunge la temperatura impostata, la fiamma pilota si abbassa da sola, per poi rialzarsi nel momento in cui la temperatura scende di 2/3 ° C.

Volevo sapere cosa posso fare visto che il pilota si spegne, non sempre. A parte questo, se la tengo leggermente inferiore al 6 funziona benissimo.

Ad ogni posizione corrisponde una gradazione, al 6 è di 22,5°C il che significa che se nel locale c’è una temperatura inferiore, la stufa si accende e rimane accesa fino a che non raggiunge questa temperatura, una volta raggiunta, la fiamma pilota si riduce al minimo rimanendoci fino a quando la temperatura non si abbassa di 2/3 gradi, a questo punto riparte. Se ti si spegne la fiamma, devi far controllare la stufa.

Icona regione.
Marco da Caserta giorno 18/12/2013
Ciao ti volevo chiedere se per la ventilazione ha bisogno di corrente o funziona automaticamente?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Marco, ha bisogno della corrente.
Icona regione.
Corrado da Gattinara giorno 06/12/2013
Ho una stufa a metano posso cambiarla con una bombola a gas?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Corrado, questo tipo di stufe sono solo a metano e non sono reversibili. Ci sono comunque le versioni a gpl.
Icona regione.
Carlo da San Giorgio a Cremano giorno 02/12/2013
Ho comprato una stufa a metano Sicar a muro da 2 anni, adesso quando viene accesa per circa 10 minuti, mi si spegne la fiamma pilota e quindi si spegne la stufa. Come posso rimediare.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Carlo, lo spegnimento può avvenire per la presenza elevata di anidride carbonica nell’ambiente, in questo caso l’analizzatore interviene, facendo spegnere la stufa, prova ad aerare l’ambiente, o può non funzionare bene e quindi deve essere sostituito.
Icona regione.
Giovanni da Rimini giorno 02/12/2013
Sono incerto nell'acquisto perché temo che sia un terno al lotto capire se la stufa a metano produrrà, come leggo spesso, fastidiosi odori, soprattutto perché mia moglie ha un olfatto molto sviluppato. Se ciò fosse, e ciò fosse per mal regolazione, anche di apparecchio nuovo, come potrei poi eliminare inconveniente? C'e una modalità per far si che il tecnico lo elimini o ogni stufa fa odore a modo suo?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giovanni, credo sia meglio che ti orienti su qualche altro tipo di sistema di riscaldamento, perché se si manifesta un problema simile, può capitare che devi impegnarti per risolverlo.
Icona regione.
Iana da Bergamo giorno 29/11/2013
Buongiorno, ho preso in affitto un monolocale di circa 30 mq e c'è installata una stufa a metano con catalizzatore senza canna fumaria, il fatto è che funziona bene, purtroppo però l'odore che produce è insopportabile. È normale?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buonasera Iana, l’odore dovrebbe essere impercettibile e comunque con una adeguata aereazione non di disturbo.
Icona regione.
Angelo da Roma giorno 22/11/2013
Buonasera, ho chiuso il mio balcone di 26 mq (11m X 2,40 m) alto 2,70 m, di cui 1 metro di muro in cemento e 1,70 metri con tende windi in plastica e pannelli in lexan. Praticamente non ho taglio termico ma ho un ottimo riparo da vento e pioggia. Ci sono ovviamente degli spifferi, nonostante il silicone sia stato messo ovunque! Abito a Roma con esposizione sud-est al terzo piano molto ventilato! Secondo lei, mettendo una stufa a metano con capacità 4100-4200 W riesco a riscaldarla in maniera accettabile per poterla vivere in inverno?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buonasera Angelo, le stufa in questione è abbastanza potente, certamente se ci sono spifferi in qualche punto avvertirai l’arietta, è quasi come se fossi all’aperto, ma ottieni buoni risultati.
Icona regione.
Fabrizio da Soverato giorno 21/11/2013
Buonasera vorrei acquistare questa stufa ma vorrei sapere se c'è qualche pericolo di fughe di gas e quant'altro e dove posso rivolgermi nella mia zona, dimenticavo riesco a coprire 70mq ?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Fabrizio, le stufe sono dotata di sistemi di sicurezza, le perdite di gas sono delle circostanze che per motivi di natura imprevista si possono verificare, ma come in tutte le cose può accadere l’inimmaginabile. La stufa ve bene per ambienti fino ai 40 metri quadrati. Si trovano abbastanza comunemente nei negozi di elettrodomestici o idraulica. Dalle tue parti con molta probabilità le trovi da Brico o Media World alle Fontane.
Icona regione.
Alessia da Drosi giorno 19/11/2013
Buonasera, ho acquistato la stufa eco45 ho riscontrato un difetto: dopo un paio d 'ore che è accesa si sposta la fiamma pilota e fa rumore. Dove è il problema?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Alessia, un comportamento insolito che potrebbe dipendere da residui di polvere e sedimenti del gas, che ostruendo l’ugello tendono a far deviare la fiamma. Potresti provare ad effettuare una pulitura dell’ugello. Se l’hai acquistata da poco rivolgiti al rivenditore o all’assistenza tecnica.
Icona regione.
Nereo da Reggio Calabria giorno 09/11/2013
Salve, complimenti per la competenza e per aver risposto a tutte le domande (le ho lette tutte). Vedo che non sono presenti domande da novembre 2011, io ci provo a fare la mia che tra l'altro mi sembra strano nessuno abbia fatto. La casa dove abito è servita solo da condizionatori inverter, però vorrei utilizzare le stufe a metano per consumare di meno. Il balcone dove è presente il tubo esterno del metano percorre in lunghezza stanza da letto, cucina e salone, tutti con infissi sul balcone. La mia idea iniziale era di servire solo il salone, unico ambiente non dotato di condizionatore, è un rettangolo che si sviluppa in lunghezza, circa 7x4 per 2.5 di altezza. Purtroppo la stufa va installata nel lato corto di 4mt ma in teoria dovrebbe bastare, sono solo indeciso se prendere la Sicar Eco 45 o la Eco 42T. So che la seconda è leggermente più potente, non capisco se ci sia differenza tra Blue Flame e Bruciatore infrarossi. La prima è sicuramente esteticamente più piacevole, c'è qualche altra differenza a parte la potenza? Inoltre, pensavo di installare una stufa pure in cucina quasi quadrata 4x4 comunicante attraverso corridoio con il salone a soli 2 mt di distanza. Questo basterebbe a riscaldare tutti gli ambienti con le due stufe accese insieme? (Stanza da letto, Cucina e salone tutti comunicanti tramite corridoio e balcone). So di essere stato particolarmente prolisso e me ne scuso.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Nereo, la differenza tra i due modelli di stufa è il sistema di bruciatura una definito pure flame, che genera una fiamma azzurra, e l’altro infrarossi, che infiamma le piastre in ceramica facendole diventare rosse. La potenza è quasi uguale: la Eco 45 raggiunge i 4100 watt, mentre la Eco 42 T i 4200 watt. La differenza è lieve e quasi ininfluente. Diverso è per il consumo e per la regolazione della potenza, 0,377 mc/h della prima contro 0,410 mc/h della seconda; sulla base della potenza e del consumo più basso sceglierei la Eco 45, però c’è da tenere presente che ha due regolazioni di potenza, quindi che riducono il calore e l’assorbimento solo su due livelli, mentre la Eco 42 T su tre livelli di regolazione. Questo dato può essere importante nel momento in cui se è ben dimensionata per l’ambiente ed hai raggiunto e puoi mantenere il calore con una quantità minima di potenza, con la seconda lo fai ed ottimizzi i consumi, con la prima lo fai pure, ma consumi un po’ di più. Il risultato ottimale di riscaldamento lo ottieni nelle stanze in cui le stufe sono posizionate, il resto riesci a stemperare, ma non a riscaldare adeguatamente.
Icona regione.
Paolo da Abbiategrasso giorno 26/10/2013
Buongiorno, dovrei riscaldare la zona giorno openspace di circa 120mc del mio appartamento, avrei due domande. L'ambiente non è un rettangolo regolare, ma è lungo 9,5 m con i due lati corti di 5,5 m e 3,5 m. Se la installo nella parete di 5,5 si riesce a riscaldare adeguatamente tutto, ed eventualmente nella zona notte, raggiungibile da una porta del disimpegno, il calore riuscirebbe a diffondersi? I muri interni sono semplici forati da 8cm e le pareti perimetrali sono in classe B con "cappotto". Inoltre, nelle immediate vicinanze della stufa ci sarebbe il tavolo da pranzo, potrebbe dare fastidio il calore emanato? La nostra prima scelta era una stufa a pellet (da installare nello stesso), ma il costo di questa a metano è molto invitante. L'installazione in posizione più centrale non è fattibile a causa della difficoltà di installazione del tubo in rame, mentre una stufa a gas mia moglie la scarta a priori per via della bombola.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Paolo, la posizione preferibile è quella sulla parete di 9,5 metri al centro, in modo tale da avere una diffusione omogenea del calore, tuttavia se sei obbligato va bene anche la parete indicata. In questo caso è chiaro che la diffusione del calore sarà meno intensa nel lato opposto al suo posizionamento e difficilmente l’aria calda riuscirà a raggiungere la camera da letto, anche perché la sua capacità di riscaldamento è più o meno pari alla superficie dell’openspace. Il tavolo se troppo vicino e non resistente al calore, può subire dei danni.
Icona regione.
Ely da Gassino Torinese giorno 24/10/2013
La mia casa è di 40 mq, ho una stufa argo vento sole 316 in cucina. D'inverno la lascio sempre accesa ma ho dei costi molto alti. Vorrei prendere una stufa a metano blu-flame o stufa eco 45 oppure ventilata eco 42t cosa mi consigli? Riesco a riscaldare tutta la casa a costi minori? In cucina ho sempre la finestra un po’ socchiusa basta ad aerare?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buonasera Ely, leggendo i dati tecnici delle due stufe, la ventosole 316 ha una potenza termica massima di 11000 watt ed un consumo 1,164 mc/h di gas metano ed è dichiarata per un ambiente massimo di 400 metri cubi, mentre la stufa a metano blu-flame ha una potenza termica nettamente inferiore, parliamo di 4100 watt ed un consumo di 0,377 mc/h ed è dichiarata per un ambiente massimo di 100 metri cubi. Effettuando un confronto sulla base di queste informazioni e considerato la grandezza dell’ambiente, con una stufa pure flame, rischi di non riscaldare tutto l’ambiente, ma se ne metti due in punti opposti non dovresti avere problemi ed anche con il consumo rimani sotto quello che hai allo stato attuale, risparmiano all’incirca 1/3 di gas. Chiaramente il calcolo l’ho basato sulla potenza massimo sia di resa che di consumo, eventuali utilizzi a potenza ridotta, potrebbero fare cambiare il risultato. Con la prima hai una canna fumaria di espulsione dei fumi, mentre con la seconda devi avere le prese di aerazione, secondo quanto stabilito dalle indicazioni di installazione.
Icona regione.
Mario da Rieti giorno 10/10/2013
Quale è il punto più vicino alla mia città (Rieti) per acquistare la stufa a metano, che non necessita di canna fumaria?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Prova a vedere in Euronics in via Fundania, magari telefona prima: 06 2276 9227.
Icona regione.
Salvatore da Casoria giorno 07/10/2013
Buongiorno. È già da due anni che utilizzo una stufa a metano istallata a parete e devo dire che mi trovo benissimo, solo che quest'anno avrei un problema. Il mio bambino incomincia a camminare, e molto spesso ci si avvicina. Ho provato a chiedere in giro se potevo in eventuale coprire o meglio riparare la stufa non so da un qualcosa per evitare che il mio bambino rischi di farsi male, ma nessuno è stato in grado di aiutarmi. Spererei in un suo consiglio.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Salvatore, mi sa che qui ti devi ingegnare con qualche stratagemma che impedisca al tuo bambino di arrivare nelle sue vicinanze, mi viene da pensare ad un recinto costruito intorno alla stufa.
Icona regione.
Anthony da Cutro giorno 03/10/2013
Buonasera, vorrei mettere questa stufa nella mia camera da letto, dove passo la maggior parte del tempo a lavorare sul pc, fino all'anno scorso mi sono riscaldato con le stufette alogene, che però riscaldavano solo me e non la camera e quindi doveva stare sempre accesa. Ora vorrei utilizzare questa stufa ed avrei due domande:
1) La stufa in questione riesce a riscaldare bene un camera di circa una ventina di metri quadrati?
2) Dicono che sia pericoloso montare queste stufe dove si dorme perché?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buonasera Anthony, la stufa in questione riesce tranquillamente a riscaldare il tuo ambiente, userai al massimo due pannelli ed una volta riscaldato l’ambiente va bene anche uno solo. La stufa in questione non è indicata montarla in ambienti che non dispongono di una ventilazione costanza, che contribuisca a far affluire tanta aria quanta la regolare combustione del gas ne richiede. Le camere da letto solitamente sono delle stanze non particolarmente grandi, che non dispongono di prese d’aria e tantomeno di un ricambio d’aria proporzionato alla regolare combustione del gas. In buona sostanza dovresti avere nella camera da letto una presa d’aria e comunque non stare con la porta chiusa per consentire l’areazione e di notte per buon senso è maggiore sicurezza, considerato che non si è vigili dovresti spegnerla. Personalmente risolverei, spendendo un po’ di più, con un climatizzatore fisso inverter, che puoi sfruttare anche in estate.
Icona regione.
Concetta da Modica giorno 01/10/2013
Qual è il punto vendita più vicino alla mia città Modica, per comprare queste stufe?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Le stufe in questione si trovano nei grandi magazzini, come Trony, Euronics ed altro, dalle tue parti puoi provare da Euronics - Bruno Spa, magari telefona prima di andare, questo è il numero: 0932 906888.
Icona regione.
Giorgio da Cosenza giorno 17/09/2013
Salve, sto ristrutturando una vecchia abitazione e vorrei approfittare per fare l'allaccio del gas. Avendo l'intenzione di riscaldare con una stufa termo ventilata quanti tubi dovrò fare entrare? (sia uno per la cucina che quello per la stufa o uno da separare?) a che distanza dai muri e profondità dal pavimento dovranno camminare? Inoltre volendo riscaldare due ambienti separati da un arco (dell'ampiezza di una porta) di circa 35 mq con i soffitto alto 3,20 mt che tipo di stufa dovrò adottare? (potenza ed eventuale marca e modello).
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giorgio, per l’impianto ti consiglio di rivolgerti ad un impiantista, che provvederà a crearti uno schema dell’impianto con una centrale e le varie diramazioni per i diversi punti di cui necessiti. Per gli ambienti da riscaldare orientativamente hai necessità di una potenza termica di 3500 watt e puoi impiegare le stufe senza canna fumaria, tipo quelle della Olimpia Splendid o Argo, o quelle a camino o a flusso bilanciato della Argo, che necessitano anche se in modo diverso dello sfiato. Ti consiglio comunque di affidarti ad un impiantista, questi prodotti devono essere installati secondo precisi criteri.
Icona regione.
Moreno da Milano giorno 09/09/2013
Buongiorno! Ho un terrazzo di circa 20mq e vorrei chiuderlo con delle apposite tende invernali anti vento e anti pioggia. Vorrei sapere se questo tipo di soluzione potrebbe andar bene per riscaldare l'ambiente e poterlo sfruttare anche di inverno e quali sono le modalità da applicare. In ultimo, per una situazione volumetrica come la mia (50-60 m3 circa), quali sono i prezzi delle stufe?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Moreno, non mi intendo di tende isolanti e cose di questo tipo, quindi dovresti informarti sulle caratteristiche tecniche o chiedere direttamente al rivenditore, in merito alla loro capacità isolante. Normalmente per un ambiente con questa metratura va benissimo anche una stufa a gas e spendi dalle 80,00 alle 120,00 euro a seconda del modello, però ribadisco che bisogna considerare la tenuta.
Icona regione.
Jo da Milano giorno 06/09/2013
Salve, ho acquistato una stufa da circa una settimana, il modello è Olimpia Splendid Infra a metano, volevo sapere quando vado per accenderla la stufa parte ma la piastra invece di diventare incandescente emette una fiamma di colore blu quale potrebbe essere la causa? Quel collegamento non veniva utilizzato da un bel po’ di tempo, magari troppa aria insieme al gas? Provo a tenere la stufa accesa un po’ per vedere se la fiamma si spegne e diventa incandescente la piastra?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Jo, la fiamma blu indica una buona combustione del gas, lasciala accesa, dopo un po’ la piastra tende a diventare incandescente per il calore estremo.

Ho provato a tenerla accesa per più di 15 minuti ma niente, i mattoncini non diventano incandescenti, la stufa non emana il calore che dovrebbe e la fiamma non si spegne, sia alla potenza minima che alla massima.

Può essere che in alcuni casi il mattoncino impieghi di più a cambiare colore, ma considerato che neanche riscalda, conviene che ti rivolgi all'assistenza tecnica o al rivenditore. La fiamma in basso è quella pilota è rimane sempre accesa.

Icona regione.
Francesco da Cosenza giorno 23/04/2013
Volevo sapere quando decido di utilizzare una stufa a gas senza canna fumaria, in capo a chi sta la responsabilità sull'utilizzo della stessa? C'è un obbligo di legge in riferimento ai requisiti di sicurezza in dotazione di una stufa a gas? Penso sempre al discorso della perdita di gas e quindi di saturazione dell'ambiente. In sostanza quali sono le leggi e le norme sull'utilizzo di queste stufe e sui requisiti dei locali in cui queste vengono installate?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Francesco, ci sono degli obblighi di legge che impongono dei sistemi di sicurezza, che entrano in funzione in caso di spegnimento della stufa o saturazione dell’ambiente. La responsabilità dell’uso rimane a carico di chi la utilizza, che deve attenersi per l’installazione e le condizioni del locale a quanto stabilito dalla norma UNI CIG 9891 e UNI CIG 9246.

I dispositivi di controllo della saturazione intervengono sulla saturazione dell'ambiente a causa dei prodotti della combustione solamente o anche nel caso in cui l'ambiente si saturi con gas stesso dovuto per esempio alla perdita di gas non della stufa ma di una cucina presente in ambiente? Come funzionano questi dispositivi? Infine, sono in possesso di una stufa a gas senza canna fumaria che ha in dotazione sia il dispositivo di sicurezza che interviene in caso di spegnimento della fiamma pilota sia quello legato alla ventilazione dell'ambiente; come posso testare la funzionalità di questi dispositivi (ovviamente senza espormi a rischi)? O a chi potrei rivolgermi?

L’analizzatore agisce sulla presenza di anidride carbonica, che nasce dal residuo della combustione per effetto della sua miscelazione con una sufficiente quantità di ossigeno. La presenza di solo gas non agisce sull’analizzatore, è opportuno che in questo caso ti procuri dei sistemi di rilevazione di gas ed altre forme di sicurezza. Per i test, bisogna rivolgersi ad un ente certificatore, sicuramente IMQ, poi non ti so dire se ci sono negozi che fanno questo servizio. Se la stufa riporta il simbolo IMQ, significa che è stata testata e sei sicuro. Se vuoi testare da solo, dovresti ricreare una situazione reale, ma fai attenzione.

Icona regione.
Nicola da Verona giorno 22/02/2013
Buongiorno, esistono queste stufe per scaldabagno? Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Nicola, questo modello di stufa non va bene per riscaldare il bagno. Per il bagno puoi orientarti verso un termoventilatore con protezione contro schizzi d’acqua e vapore.
Icona regione.
Jack da Brindisi giorno 07/02/2013
Buongiorno ,devo comprare una stufa a metano , ma l'esperto mi ha detto che dovrà far passare il tubo di rame sul ripiano del camino per motivi logistici . Il mio dubbio è, che visto che accendiamo spesso il camino, non sarà pericoloso? Grazie per la risposta.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Jack, le indicazioni di montaggio indicano chiaramente che l’allaccio deve essere effettuato con raccordo rigido filettato e tubo inox rigido con una lunghezza massima di 2 metri e chiaramente non deve essere esposto a fonti di calore dirette. Poi tutto si fa, ma le specifiche che danno i produttori sono queste.
Icona regione.
Manuel da Vercelli giorno 05/02/2013
Buongiorno e complimenti per il sito! Avrei alcune domande a proposito dell'oggetto. Vivo in un bi-locale di 47mtq, ho intenzione di utilizzare una stufa a metano catalitica nella stanza in cui dormo grande circa 20mtq e messa in comunicazione al resto dell’appartamento attraverso una porta sempre aperta.
1) è sufficiente come areazione per evitare la saturazione?
2) eventualmente, ogni quanto deve avvenire il ricambio d’aria?
3) considerando che la stufa rimarrebbe in posizione di fiamma pilota per la maggior parte della giornata, può essere dannoso per un animale domestico?
Mi scuso per la banalità delle domande, ma costituiscono davvero per me motivo di preoccupazione!
Grazie in anticipo per le risposte.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Manuel, di norma la stufa necessita di un foro di aereazione 100 cm quadrati o di un ambiente attiguo dove avviene la circolazione dell’aria. La porta sempre è garanzia di un ricambio d’aria se l’ambiente con il quale comunica è a sua volta aerato, insomma deve circolare dell’aria. Non c’è un tempo entro il quale deve avvenire il ricambio dell’aria, diciamo che questo deve essere più o meno costante, per effetto della combustione e della presenza di persone e di animali l’aria tende a saturarsi di anidride carbonica, il ricambio serve proprio per ossigenare l’aria. Ritengo che non dovresti avere problemi ne per il funzionamento ne per un animale domestico, certo è che i fattori di cui ti ho parlato non sono quantificabili se non con la prova sul campo.
Icona regione.
Roberto da Melito di Napoli giorno 04/02/2013
Vorrei acquistare 2 Sicar Stufa Blue Flame Metano Eco 45 possono essere installate nelle camere da letto, hanno il vetro temperato motivo particolare? Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Roberto, la stufa può essere montata in qualsiasi ambiente, anche la camera da letto, l’importante che ci si attenga alle condizioni di montaggio, quali l’aerazione del locale, allaccio a regola ed altro. Il vetro temperato è semplicemente resistente al calore ed in caso di rottura non è pericoloso in quanto si frantuma.
Icona regione.
Filippo da Gangi giorno 29/01/2013
Salve, volevo porgervi una domanda, mio padre ha visto questa stufa in un negozio, premetto che lui a casa a già i termosifoni a piastra e vuole collocarla in cucina di metri quadri 16, siccome a una età di 84 anni però molto iperattivo come persona, mi chiedevo se e il caso di fargliela comprare o meno, visto che a già i termosifoni con caldaia a gas metano.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Filippo, personalmente visto che ci sono i termosifoni non acquisterei la stufa a meno che non ci siano esigenze e motivazioni specifiche.
Icona regione.
Sergio da Marigliano giorno 24/01/2013
Possiedo 5 stufe Sicar eco 40 a metano fissate al muro alcune di esse sul primo mattoncino quello che è quasi sempre acceso fanno una fiamma esagerata che fuoriesce dallo stesso, in altre il mattoncino non diventa mai di quel rosso vivo come capitava quando avevo le stufe a Gpl, quale potrebbe essere la ragione e che interventi si possono fare. Faccio presente che le stufe anno circa 2 anni.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buonasera Sergio, per la fiamma un po’ alta proverei a pulire il gruppo fiamma pilota, magari la presenza di polvere o altro genera una miscelazione gas/aria non buona e la fiamma si alza. Per quanto riguarda i mattoncini, non sempre hanno lo stesso colore, poi con il tempo perdono di resa e di intensità di colore, prova a spostare la fiamma agli altri pannelli, se c’è molta differenza e perché si sono un po’ usurati.
Icona regione.
Luca da Biella giorno 16/01/2013
Buongiorno, a breve aprirò un negozio, e vorrei sapere se questo tipo di stufe potrebbero fare al caso mio, il negozio è formata da due stanze comunicanti per un totale di 50 mq e la mia idea era di posizionarne una per ogni stanza, non ho la possibilità di mettere una caldaia ne ho una canna fumaria. Grazie in anticipo per la risposta.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Ciao Luca, ti dico subito che per la metratura che devi coprire vai bene mettendo una stufa per ogni ambiente, tuttavia sconsiglierei questo tipo di prodotto per un locale al pubblico, in quanto la parte frontale della stufa diventa molto calda e ci si può anche scottare. Quindi un conto è a casa, dove si può avere il controllo un conto è in un locale, dove possono credo esserci anche dei bambini. Personalmente valuterei la possibilità di impiantare dei climatizzatori d’aria, avresti l’aria fredda in estate, anche se il costo da sostenere è più alto.
Icona regione.
Silvia da Chioggia giorno 11/01/2013
Salve, vorrei installare una stufa Sicar Eco 45 in una taverna dove c'é il camino a legna che non accendiamo spesso, la stanza ha 3 finestrini non ha il classico foro da cucina in quanto e' interrato però è divisa da una porta con il garage che ha 2 basculanti livello strada. Tutti gli idraulici me la sconsigliano per la pericolosità, voi che mi dite? Tenete presente che in quelle poche volte che ci vado sono con bambini piccoli!! Se posso installarla meglio al lato opposto della porta che va ai garage,o al lato opposto dei 3 finestrini? Grazie mille.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Silvia,
la stufa in questione è dotata di tutti i sistemi di sicurezza indicati dalla legge, quindi non so cosa si intende per pericolosità. Devi soltanto valutare se c’è una areazione tale che garantisca il ricambio d’aria. Il ricambio d’aria anche se non c’è il foro in basso può avvenire da un ambiente attiguo o dalle porte del garage, mi pare di capire che sono nello stesso ambiente.
Icona regione.
Mario da Alessandria giorno 07/01/2013
Salve, uso la stufa a metano da un anno e da oggi emana un odore sgradevole! Accesa é impossibile stare nella stanza, l'odore é troppo forte e dà molto fastidio. Prima non l'aveva mai fatto. Dovrei rivolgermi al punto vendita dove l'ho acquistata? Cosa ne pensa. Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Mario, l’emanazione di cattivo odore in modo esagerato è indice che c’è qualcosa che non funziona bene, ti conviene rivolgerti al punto di acquisto se non altro per identificare il CAT (centro assistenza tecnico) competente per la risoluzione del problema, considerato che se l’hai acquistata da un anno è ancora in garanzia.
Icona regione.
Nicola da Torino giorno 28/12/2012
Vorrei sapere dove posso recarmi per visionare la stufa indicatami all'inizio della pagina.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Nicola, per visionare il modello indicato eccoti il sito del produttore.
Icona regione.
Mariano da Napoli giorno 22/12/2012
Salve, mille complimenti per il vostro sito. Vista la vostra competenza mi chiedevo se è possibile installare tali stufe a metano in uno studio professionale, come mi è stato consigliato. In attesa di una risposta vi ringrazio anticipatamente.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Dal punto di vista del funzionamento certamente si, da un punto di vista di criteri e regolamentazioni che possono interessare uno studio professionale non ti so dire. Alcune volte gli elettrodomestici utilizzati per scopi professionali devono avere dei requisiti specifici stabiliti da normative ad hoc, quindi dovresti fare una ricerca in merito. Ora non so di che studio si tratta, ma se posso dirti la mia non le vedo molto, se vogliamo eleganti è consone ad uno studio, terrei in considerazione molto seria invece i climatizzatori d’aria, eleganti e anche rinfrescanti d’estate.
Icona regione.
Rossana da Brescia giorno 15/12/2012
Buonasera,
devo riscaldare una taverna di 20 m2. La mia paura è che, essendo appunto una taverna, quindi un interrato, il locale non sia abbastanza areato. C'è la classica presa d'aria come quella che c'è in ogni cucina e c'è anche una finestra neanche troppo piccola, ma chiaramente se devo scaldare l'ambiente non posso tenere aperta la finestra.
Volevo capire se era sicura e quanto tempo posso tenere la stufa accesa prima di far circolare aria. Questo genere di stufa mi sembra la più indicata in quanto è un ambiente che non devo scaldare sempre quindi in poco tempo riesco a raggiungere una temperatura accettabile giusto? Grazie in anticipo e tanti auguri di buon Natale.
 
Icona elettro-domestici.com
 
La stufa in questione richiede una presa d’aria di minimo 100 cm quadrati, che corrisponde a quella della cucina, posizionata in basso e preferibilmente opposta alla stufa. In mancanza di presa d’aria, il ricambio può avvenire con un ambiente attiguo, sempre che la circolazione dell’aria non venga impedita da qualche ragione. Nel tuo caso hai anche la finestra quindi non hai nessun problema. Diciamo che se il ricambio avviene in modo corretto, non devi aprire la finestra, altrimenti quando avverti che l’ambiente è un po’ saturo la apri. Non c’è un tempo, ma una condizione, ovvero il non superamento dell’1,5% di CO2, nella stanza per aerare. Questo dipende da quanti pannelli accendi, da quante persone ci sono nella stanza e dal ricambio. Comunque utilizzala ha tutti i sistemi di sicurezza ed è veloce nel riscaldamento, poi cmq sempre attenzione a tutto.
P.S. Buon Natale anche a te.
Icona regione.
Rossana da Brescia giorno 15/12/2012
Buonasera,
devo riscaldare una taverna di 20 m2. La mia paura è che, essendo appunto una taverna, quindi un interrato, il locale non sia abbastanza areato. C'è la classica presa d'aria come quella che c'è in ogni cucina e c'è anche una finestra neanche troppo piccola, ma chiaramente se devo scaldare l'ambiente non posso tenere aperta la finestra.
Volevo capire se era sicura e quanto tempo posso tenere la stufa accesa prima di far circolare aria. Questo genere di stufa mi sembra la più indicata in quanto è un ambiente che non devo scaldare sempre quindi in poco tempo riesco a raggiungere una temperatura accettabile giusto? Grazie in anticipo e tanti auguri di buon Natale.
 
Icona elettro-domestici.com
 
La stufa in questione richiede una presa d’aria di minimo 100 cm quadrati, che corrisponde a quella della cucina, posizionata in basso e preferibilmente opposta alla stufa. In mancanza di presa d’aria, il ricambio può avvenire con un ambiente attiguo, sempre che la circolazione dell’aria non venga impedita da qualche ragione. Nel tuo caso hai anche la finestra quindi non hai nessun problema. Diciamo che se il ricambio avviene in modo corretto, non devi aprire la finestra, altrimenti quando avverti che l’ambiente è un po’ saturo la apri. Non c’è un tempo, ma una condizione, ovvero il non superamento dell’1,5% di CO2, nella stanza per aerare. Questo dipende da quanti pannelli accendi, da quante persone ci sono nella stanza e dal ricambio. Comunque utilizzala ha tutti i sistemi di sicurezza ed è veloce nel riscaldamento, poi cmq sempre attenzione a tutto.
P.S. Buon Natale anche a te.
Icona regione.
Daniela da Napoli giorno 11/12/2012
Buonasera e complimenti per il sito. Le volevo chiedere, con una Olimpia Splendid, tenendo accesi due mattoncini quanto metano consuma in un'ora? E quanto con tutti e tre? La ringrazio per la disponibilità.
 
Icona elettro-domestici.com
 
La stufa consuma 0,15 metri cubi in un’ora con un solo pannello, 0,27 metri cubi con due pannelli e 0,41 metri cubi con tutti i pannelli accesi.
Icona regione.
Dino da Bussero giorno 09/12/2012
Salve,
vorrei mettere una stufe a metano senza canna fumaria in una casa di campagna con ampi locali. Tenendo conto che la frequento saltuariamente, vorrei sapere se ci sono modelli che possono essere programmati su base settimanale / mensile (orari di funzionamento) e/o che dispongono di termostato (per impostare la temperatura desiderata). Complimenti per la qualità delle risposte e grazie per il vostro consiglio.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Dino, le stufe a metano in questione sono degli oggetti molto semplici e non dispongono di tecnologie avanzate che consentano di effettuare una simile programmazione. Potresti in alternativa, orientarti sulla stufa a carburante della Zibro, che però ha un costo superiore abbastanza superiore, e che dispone, non su tutti i modelli, di un programmatore come lo cerchi tu.
Icona regione.
Riccardo da Catania giorno 02/12/2012
Salve, ho acquistato una stufa ad infrarossi al metano ed accendendola mi sono accorto che rilascia cattivi odori di gas combustibile, tanto che ho dovuto spegnere. Mi chiedo se mi rispondete di arieggiare il locale che senso ha se da un punto entra freddo e dall'altro emetto calore?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Riccardo, se la stufa emette un forte cattivo odore di gas allora credo che c’è qualcosa che non va, e deve essere controllata. L’areazione del locale non corrisponde a tenere le finestre aperte, ma ad avere un ricambio che consenta di dare freschezza all’aria dell’ambiente.
Icona regione.
Roberta da Chioggia giorno 26/11/2012
Salve,
mio marito ha da poco istallato una stufa di questo tipo in un piccolo appartamento, ma io terrorizzata come sono da questo tipo di riscaldamento sto cercando di aggiornarmi un po’ e fortunatamente ho trovato il vostro sito davvero interessante!! Innanzi tutto ho scoperto che non va bene l'allacciamento che ha fatto con la canna in gomma (quali possono essere i rischi? mio marito dice che son la solita esagerata) e poi volevo chiedere se l'odore un po’ acre che fa è normale, per me abbastanza fastidioso.... Grazie infinite.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Roberta, l’odore un po’ acre è normale che ci sia, qualsiasi apparato che produce calore rilascia una forma di “odore”. Per la tubatura, le aziende venditrici indicano espressamente che deve essere utilizzato il tubo rigido, perché più resistente a pressione e quant’altro. Il tubo in gomma è spesso impiegato per l’allaccio, però ti ripeto non è indicato.
Icona regione.
Rosario da Termini Imerese giorno 22/11/2012
Salve,vorrei riscaldare il mio salone e la sera riscaldare le 2 camere da letto, ho pensato di fare un attacco dalla cucina con tubo in gomma lunghezza 15mt, per poter trasferire la stufa dal salone alle camere da letto, so che il tubo in gomma non e idoneo, ma pensando che mettendo una valvola all'uscita quando non si usa si chiude per evitare la pressione del gas nel tubo, chiedo vostri commenti grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Rosario, direi proprio di no la pressione non c’è solo quando non si usa la stufa, su questo tipo di stufe va messo il tubo rigido. Ti consiglio se hai questa esigenza di orientarti su una stufa a gas classica, quella ad infrarossi, ci metti la bombola dentro e la porti dove ti pare.
Icona regione.
Gennaro da Salerno giorno 18/11/2012
Vorrei acquistare una stufa a metano per un ambiente di circa 100/110 mc, ma vorrei capire se la stufa Eco 45 va bene o sarebbe più potente un modello a "infrarossi".
 
Icona elettro-domestici.com
 
Ciao Gennaro, la stufa da te indicata ha una potenza termica di 4100 watt, quella infrarossi di 4200 watt, quindi siamo sullo stesso livello. Va bene.

Grazie per la disponibilità e per la risposta esaustiva. Spero di trovarmi bene e che nella tavernetta possa starci senza morire dal freddo!!!!.

Icona regione.
Claudio da Guglionesi giorno 16/11/2012
Bellissimo il Sito veramente in gamba. Ho istallato per riscaldare casa una stufa catalitica a metano in un ambiente (cucina soggiorno circa 40 mq) risultato molto buono, anzi buono utilizzando solo una piastra. Vorrei istallarne una nel disimpegno della zona notte ( Due camere da letto e due bagni circa 45 mq. secondo le vostre conoscenze è possibile che utilizzando ovviamente le tre parti riscaldanti si possa scaldare quella parte della casa? Tenendo presente le ore di utilizzo della caldaia per termosifoni era di circa 7-8 ore nella giornata tenendo acceso le stufe per le stesse ore quanto andrei a risparmiare?
Quella che istallerò nella zona notte vorrei prenderla con la ventola. cosa ne dite?
Grazie per la risposta.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Claudio, ritengo che il riscaldamento ideale sia quello di avere una fonte di calore in ogni ambiente, con la posizione centrale della stufa la distribuzione del calore è più lenta e non omogenea nelle diverse stanze. Voglio dire, nelle immediate vicinanze sarà più caldo, allontanandosi l’intensità del calore diminuisce. Comunque tenendola accesa riesci a stemperare abbastanza tutto questo ambiente. La ventilazione aiuta a diffondere il calore, è meglio. Se parliamo del modello infrarossi il consumo, l’avevo calcolato sotto, è approssimativamente di 0,164 € per ora, nel tuo caso per 8 ore è di 1,312 €. Il risparmio, beh dipende da quanto gas consumi con i termosifoni e dal costo del gas, anche nel calcolo fatto da me il costo è considerato di 0,40 euro/mc.
Icona regione.
Paolo da Mantova giorno 11/11/2012
Salve, ho una perplessità: nelle risposte si accenna al potere riscaldante di una stufa ad infrarossi in relazione alla cubatura del locale... però la radiazione infrarossi non dovrebbe scaldare l'aria ma solo le superfici o i corpi che colpisce. O mi sbaglio? Complimenti per il sito.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Paolo,
il potere riscaldante o meglio la potenza termica, è la quantità di energia, che la stufa restituisce sotto forma di calore consumando del gas, espressa in kw. Ora in base a tale potenza si stabiliscono orientativamente che tipo di ambiente si può riscaldare. Il termini infrarossi non identifica i raggi infrarossi, intesi come onde elettromagnetiche, ma in sostanza il pannello di ceramica della stufa che diventa rosso incandescente ed irradia calore.
Icona regione.
Luca da Torino giorno 11/11/2012
Buongiorno, quindi se ho capito bene, per legge, questo tipo di stufe come la argo da lei descritta sopra, possono anche essere installate all'interno di luoghi di lavoro come locali artigianali di piccola cubatura al posto di caldaie?
Buona giornata e cordiali saluti.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Luca,
la stufa è destinata ad essere impiegata in ambienti domestici, nel rispetto di tutte le normative che regolamentano questa condizione. L’impiego in locali di lavoro artigianali, non inficia il suo lavoro, però deve informarti su quali sono i requisiti di legge per quel determinato tipo di locale, anche in funzione del tipo di attività che si svolge all’interno. Nulla a che vedere con il funzionamento della stufa.
Icona regione.
Antonio da Rossano giorno 10/11/2012
Salve,
ho acquistato la stufa in questione e vorrei capire una cosa: il mio attacco del metano al muro è adatto al tubo flessibile in gomma (quello con le fascette) mentre sulla stufa c'è l'attacco per il tubo, quello da avvitare con la guarnizione, come devo fare? Potrei avvitare sistemare il tubo con le fascette al posto del tubo con il dado? Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Antonio,
questo modello di stufa ha espressamente necessità di essere collegata con un raccordo rigido filettato, quindi niente tubo con fascette.
Icona regione.
Lucia da Campobasso giorno 10/11/2012
Come posso evitare il mal di testa che mi viene quando sono vicino la stufa a metano?
Grazie mille.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Lucia,
se ti viene mal di testa può darsi che l’ambiente non sia sufficientemente areato.
Icona regione.
Nico da Avellino giorno 04/11/2012
Salve,complimenti per la vostra competenza. Anche io vorrei installare questa stufa a metano, avrei 2 domande da porvi. La prima: in termini di consumo di elettricità che consumi hanno? La seconda: considerando che il gas metano dalle mie parti costa 0,40 euro/mc, se io la tengo accesa 10h al giorno, secondo i Vostri calcoli quanto mi costerebbe al mese?
Grazie infinite.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Ciao Nico,
la stufa in questione non ha assorbimento elettrico in quanto non dotata di ventilazione, i modelli che ce l’hanno hanno un assorbimento irrisorio, pochi watt. Per quanto riguarda il consumo in un’ora di gas è di 0,41m3/h, che moltiplicato il costo 0,40 euro/mc e le ore 10 otteniamo un consumo stimato di € 1,64. Questo dato è considerato con tutti i tre pannelli accesi.
Icona regione.
Mauro da Trieste giorno 19/10/2012
Salve,
volevo fare una domanda qui perché non riesco a venirne fuori da solo. Ci siamo appena trasferiti in un nuovo appartamento di 80 metri quadri, composto da 2 stanze cucina e bagno. In corridoio è presente la seguente stufa Olmar:

Di questa stufa non so niente, so solo che ha 2 ventole è che arriva a 12000 calorie. Volevo chiedere quanto potrebbe essere il consumo di gas mensile e se riesce a coprire tutta la casa. La stufa e situata in corridoio tra le 3 stanze. Conviene tenerla oppure si potrebbe pensare ad una nuova come nell’articolo, quale sarebbe il guadagno? La stufa è stata appena revisionata e secondo il tecnico si trova ancora in ottimo stato.
Grazie mille per un eventuale aiuto.
Cordiali Saluti

 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Mauro,
non ho esperienza diretta con questa tipologia di stufa, ho fatto comunque qualche valutazione e cercato di trovare qualche informazione o almeno dei riferimenti . Il prodotto non è più in commercio, ma di potenza simile ho trovato Argo, la tua è una 10 kw mentre argo è 11kw ed il consumo alla massima potenza è di 1,164 m3/h. Mensile dipende dalle ore che rimane accesa ed a che regolazione. Cerca se sulla stufa da qualche parte c’è una etichetta indicante i dati tecnici, quando esce di fabbrica c’è.
Rapido confronto, ipotizzando che i dati raccolti corrispondano al reale:
Stufa Omar Potenza 10 Kw Consumo 1,164 m3/h Volume riscaldabile 400 m3.
Stufa Metano Potenza 4,2 Kw Consumo 0,41m3/h. Volume riscaldabile 120 m3.
Appartamento 80 metri quadri per 3 mt di altezza, 240 m3.
Se la stufa è in ottime condizioni e se la potenza è regolabile non la cambierei.
Icona regione.
Maria da Trapani giorno 18/10/2012
Salve sono molto interessata a questa soluzione per il riscaldamento, volevo sapere se queste stufe fanno rumore quando sono accese, soprattutto quelle con la ventola tangenziale. Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Maria,
non sono affatto rumorose, nella versione ventilata puoi sentire un leggero rumore della ventola, che considero irrilevante.
Icona regione.
Leonardo da Brescia giorno 16/10/2012
Salve, vorrei comperare una stufa a metano per integrare il classico riscaldamento con i termosifoni in un appartamento a piano terra caratterizzato da soffitti alti (3,2 mt) e da parecchia umidità, dove nel periodo invernale non riesco mai ad andare oltre i 17 gradi. Ho però letto nelle precedenti risposte che tale stufa produce vapore acqueo e quindi andrebbe ad aumentare il problema dell'umidità. Vorrei sapere quindi se ci sono altri tipi di stufe che possono essere più adatti alla mia situazione. Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Ti potresti orientare su delle stufe elettriche, o su dei climatizzatori con pompa di calore o potresti pensare in modo inverso, cioè cercare di eliminare l’umidità con un deumidificatore. La diminuzione dell’umidità ti darà maggiore percezione del calore.
Icona regione.
Roberto da Magenta giorno 13/10/2012
Grazie per il calcolo dei consumi stimati. Molto utile.
Gradirei ricevere un parere sulla paura atavica che ho nell' utilizzo di bombole di gas in casa. Anche se i sistemi di sicurezza installati su questo tipo di stufe mi sembrano efficaci (spegnimento per no fiamma, per troppa CO2), quali garanzie offrono i costruttori contro le possibili fuoruscite di gas dalle connessioni che portano il gas dalla bombola agli ugelli ?? Hanno la stessa sicurezza dei collegamenti utilizzati per l' alimentazione del gas alle caldaie tradizionali, vengono installati dei rilevatori di gas locali o non esiste la problematica ??
Un vostro parere è molto gradito.
Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Roberto,
innanzi tutto questo tipo di stufa può funzionare solo con il metano, lo preciso in quanto mi parli di bombola di gas, che va utilizzata per la stufa a gas tradizionale. Detto questo per la tubatura le aziende si devono attenere a specifiche normativa per la qualità e la sicurezza e per il collaudo. Per la stufa in questione il collegamento deve essere effettuato con raccordo rigido filettato collegato alla rete del gas tramite tubo rigido con lunghezza non superiore ai 2 mt e a norma UNI GIG 9891, con l’inserimento delle guarnizioni di tenuta a norma UNI CIG 9246. Per verificare che non ci sono perdite bisogna utilizzare una soluzione di acqua e sapone e non l’accendino come si faceva o alcuni fanno. Poi l’attenzione ed il controllo ci vogliono sempre, non ci sono rilevatori di gas in dotazione, ma puoi sempre comprarne uno così stai tranquillo.
Icona regione.
Federico da Venezia giorno 13/10/2012
Salve avrei la necessità di scaldare un ambiente di circa 16mc, secondo voi basta una ventola estrattore co2 a soffitto oppure serve anche una ventola o bocchetta d'aria per "ossigenare" la stufa.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Federico, non so dirti esattamente in quanto tutto dipende da due fattori, dei quali uno è oggettivo, ovvero che capacità ha l’estrattore. L’altro, la quantità di anidride carbonica che si crea nell’ambiente, è variabile in quanto dato dalla somma di quella prodotto dalla stufa, non dichiarata, e da quella prodotta da altri fonti presenti nell’ambiente, persone ed altro.
Icona regione.
Roberto da Magenta giorno 29/09/2012
Buongiorno,
è possibile stimare l' autonomia (in giorni) di una bombola da 10 o da 15 kg considerando di utilizzare una stufa ad infrarossi a pieno carico (diciamo 4200 W) per 8 ore al giorno in ambiente da 50 mq ? E' giusto per capire quanto può incidere il costo del propano o butano nel corso di una stagione invernale. Grazie e complimenti per la preparazione specifica sulla materia.
Roberto.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Roberto e grazie per gli apprezzamenti,
dunque il conto è presto fatto visto che abbiamo il dato specifico del consumo a pieno regime della stufa che è di 305g/h. Considerando una bombola di 10 kg e sviluppando il calcolo abbiamo 10kg x 1000g = 10000 g /305g = 32.78 ore di autonomia che diviso per 8 ore al giorno fa 4 giorni. Una da 15 Kg dura 6 giorni. Chiaramente abbiamo considerato una durata sulla base di calcoli matematici e a potenza massima, secondo me in un ambiente simile la stufa una volta raggiunta la temperatura la potenza di funzionamento può essere ridotta, facendo diminuire il consumo e aumentando la durata.
Icona regione.
Stefano da Legnano giorno 02/09/2012
Ciao,mi hanno consigliato di comprare una stufa a metano senza canna fumaria per il mio bilocale, circa 20 metri quadri a locale comunicanti da una porta. Vorrei un parere/consiglio sull'acquisto della stufa. Sapere se l'appartamento in questione è troppo piccolo per queste tipo di stufe e, eventualmente andasse bene, sapere se è preferibile installarla nel primo locale(soggiorno abitabile con angolo cucina ingresso principale più finestra) o altro locale (camera con finestra)? Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Ciao Stefano, la stufa in questione copre un ambiente fino a 120 metri cubi, quindi per i tuoi 20 metri quadrati è sufficiente, anzi a dire il vero ha più potenza di quanto realmente necessiti. La stufa è dotata di un selettore della potenza che ti permetterà di regolarla in base alle tue esigenze. Per la posizione la metterei nell’ambiente che vivi maggiormente, quindi in cucina, per avere un calore immediato nel momento in cui l’accendi, il calore considerato l’ambiente così raccolto, si propagherà con minore intensità anche nella camera da letto.
Icona regione.
Lucia da Ponteranica giorno 14/06/2012
Abbiamo acquistato e messo in opera una stufetta a metano, che posizionata in un disimpegno serviva per riscaldare 3 stanze grandi di cui tenevamo le porte sempre aperte. La palazzina è degli anni settanta e noi siamo in affitto da pochi mesi, dunque non conosciamo le condizioni precedenti dell'appartamento. Quest'inverno abbiamo riscontrato un’umidità' tale, tanto da rendere necessario un quotidiano trattamento dell'acqua che letteralmente sgorgava dalle pareti intinte di acqua, depositandosi nel pavimento. Facendo presente il problema al locatore, ci è stato detto semplicemente che la colpa era nostra appunto per l'uso della stufetta a metano.....è possibile????
 
Icona elettro-domestici.com
 
Ciao Lucia, direi che la stufa non è la causa di tutti i mali, nel senso che il calore prodotto può aumentare la formazione dello stato vaporoso dell’acqua che tuttavia è presente nell’ambiente. Non è la stufa che crea l’acqua sulle pareti e sui pavimenti, la casa è umida non c’è altra motivazione. Se non utilizzassi la stufa potresti riscontrare meno vapore, ma un gelo ed una umidità penetrante nelle ossa. Potresti impiegare per eliminare l’umidità un deumidificatore, anche se la concentrazione è così alta andrebbero fatti dei lavori di recupero, di isolamento all’abitazione, ciao.
Icona regione.
Marco da Padova giorno 23/05/2012
L'unico ambiente vissuto di casa mia è la cucina/soggiorno, (di circa 30mq) tipicamente a momenti salutari durante la giornata (mattino per la colazione, pranzo, cena + dopocena).
Il riscaldamento a termosifone non mi sembra conveniente, poiché data l'inerzia termica è molto lento a scaldare e devo sempre mantenere l'intera casa in temperatura, pur usandola in pochi momenti.
Queste tipo di stufe sono rapide nello scaldare l'aria della stanza?
E' possibile installare un raccordo al tubo di fornitura del gas metano della cucina e collegarmi a questo per alimentare da un lato i fornelli della cucina e dall'altro la stufa a metano?
Grazie e buona giornata.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Ciao Marco, in effetti il termosifone è lento nel riscaldare un ambiente ed anche come potenza termica è inferiore alla stufa a metano di un bel po’, in questa pagina: http://www.elettro-domestici.com/articoli-elettrodomestici.asp?id=136 ho evidenziato le potenze termiche e la superficie che approssimativamente i vari tipi di stufa riescono a coprire. Le stufe che riscaldano velocemente un ambiente di questa portata sono quelle a gas metano, quelle con la bombola, nel caso l’infrarossi è più potente quindi riscalda prima, le stufe a isoparaffina (ex cherosene) ma alcuni modelli economici, per intenderci di pari prezzo ad una stufa a gas, fanno cattivo odore, infine il climatizzatore d’aria, in questo caso valutare bene i limiti di funzionamento in base alla temperatura esterna ed il dimensionamento. 
Per il raccordo si puoi farlo ma è bene che crei una T, con due tubi separati, uno per la cucina ed uno per la stufa con relativi rubinetti di chiusura.
Icona regione.
Duilio da Milano giorno 22/03/2012
Buongiorno, in merito alla stufa a metano senza canna fumaria vorrei sapere:

Se si configura negli apparecchi di tipo A e nei vincoli di ventilazione e aerazione previsti dalle norme UNI 7129 e 7131 oltre che della legge 46/90.

Considerato che il catalizzatore converte il monossido in anidride carbonica e vapore acqueo, questo tipo di stufa è adatto per un ambiente con una umidità relativa abbastanza significativa.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Ciao Duilio, bella domanda, merita un approfondimento che farò nel corso del tempo andando a leggere sulla stufa, appena possibile, il riferimento normativo. Ad ogni modo il mio parere è che si configura negli apparecchi regolamentati dalla norme UNI 7129 e 7131, l’ambiente dove si impianta necessita di una adeguata areazione. Per la seconda domanda, posso dirti che l’ambiente molto umido è di per se, anche se riscaldato, non confortevole per tutte le conseguenze che l’umidità genera a livello fisico su chi sta in quell’ambiente, una stufa del genere ne aumenta la quantità e la percezione. Direi che ci si dovrebbe mettere anche un deumidificatore.
Icona regione.
Luana da Roma giorno 07/02/2012
Salve, qualcuno sa dirmi il modello esatto di questa stufa senza canna fumaria o dove posso trovarla? Grazie!
 
Icona elettro-domestici.com
 
Luana, la stufa la puoi trovare tranquillamente in negozi che vanno dall’elettronica (euronics, trony ecc), in negozi di ferramenta ed altro. Non so nella tua zona chi può averla. Viene prodotta da più aziende, una della più famose è l’Olimpia Splendid, azienda italiana, ed il modello si chiama “infra metano” ed “super infra metano turbo” nella versione ventilata.
Icona regione.
Davide da Napoli giorno 03/02/2012
Salve,sto per comprare due di queste stufe,vorrei capire una cosa, riferendomi a quanto detto da voi:

[può essere montata con estrema facilità senza la necessità di interpellare un tecnico e non è soggetta a nessun permesso normativo.]

Il mio problema e che una di queste stufe va montata al piano sopra e quindi dovrei allungare il tubo del gas per cira 10 metri anche di più, e l altra per circa 5 metri, stando alla normativa del tubo in gomma del gas del cucinotto che sembra non deve misurare più di 150 cm quindi posso già eliminare il discorso tubo in gomma ? il vero problema sta nel fatto che con il tubo in gomma il lavoro posso farlo tranquillamente io,mentre di ferro oppure rame non ho ne saldatrice per il rame e ne filettatrice per il ferro,sto cercando in rete qualche soluzione fai da te, ma credo che non posso vero ?
Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
In questo caso il lavoro da fare è più complesso della installazione classica, bisogna portare una conduttura di gas nei due punti indicati ed è bene chiamare un impiantista, per utilizzare materiali idonei e che dispone delle attrezzature necessarie.
Icona regione.
Ugo da Palermo giorno 19/01/2012
Salve ho letto il commento e conosco il prodotto, amici miei l'hanno montata in casa ed è veramente efficace, ma la mia domanda e più tecnica: esistono stufe a metano più potenti senza canna fumaria o questo è il massimo?
Perché io devo riscaldare un ambiente di 170 mc cioè circa 65mq con un'altezza di 4,30mt e so che quella dell'articolo arriva a coprire circa 100 mc cioè 45mq con un'altezza di circa 3 mt se possibile avere qualche dritta in più perché i negozianti ne sanno meno che niente.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Ciao Ugo, la stufa in questione è commercializzata per la maggior parte nella versione massima di 4200 watt, anche se alcune si limitano ai 4000 watt. Come dici tu è indicata per ambienti fino ai 100 metri cubi, si va oltre questa portata solo nel caso della versione termo ventilata, che raggiunge i 120 metri cubi. Se ti può essere d’aiuto la stufa in questione è Super Infra Metano Turbo della Olimpia Splendid.
Icona regione.
Fiero da Monterubbiano giorno 23/11/2011
Sarei interessato all'acquisto di una stufa a metano, gradirei sapere il costo per una stufa da mettere in un locale lungo circa 8 metri e largo 4. È un salone ingresso con il portone di entrata e un finestrone che da verso un balcone. Se possibile avere anche qualche consiglio grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Ciao Fiero,
di stufe a metano ce ne sono di diversi tipi, in questo articolo mi riferisco al modello senza canna fumaria, che è anche la più economica ed è ideale per ambienti come il tuo. La sua portata è per ambienti fino ai 40 metri quadrati, e nel tuo caso abbiamo 32 metri quadrati. Una stufa di questo tipo si trova intorno alle 100,00 euro.

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
 
 
 
Foto articolo.
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su
Chiudi
Amazon Music Unlimited